Identificato a 85 metri di profondità nei fondali dell’Isola di Lampedusa un aereo della II Guerra Mondiale (video)

A 80 anni dall’affondamento l’aereo di nazionalità britannica rinvenuto nel 2016 nei fondali dell’isola di Linosa (AG si è rivelato essere il Martin Baltimore AG699 del 69 sq. della RAF, partito alle ore 12,45 del 15 giugno 1942 dall’aeroporto di Luqa a Malta per osservare il traffico navale nella zona di Pantelleria, interessata proprio in quei giorni dalla “battaglia di Mezzo Giugno” che vide le forze dell’Asse contrastare efficacemente l’operazione “Harpoon”. Il relitto dell’aereo era stato individuato durante una campagna scientifica condotta nell’ambito di un progetto sulla mappatura dei fondali…

Infiltrazioni mafiose in due comuni della fascia ionica, tratti in arresto un sindaco ed un vice sindaco in carica ed un ex assessore ai lavori pubblici

I Finanzieri del Comando Provinciale di Messina hanno eseguito un’ordinanza di custodia cautelare nei confronti di 7 soggetti, indagati per i delitti di associazione a delinquere di stampo mafioso e per diversi episodi di reati contro la Pubblica Amministrazione. Il provvedimento cautelare, emesso dal G.I.P. del Tribunale di Messina, su richiesta della Direzione Distrettuale Antimafia della Procura messinese, interviene nella fase delle indagini preliminari ed è basato su imputazioni provvisorie, che dovranno comunque trovare riscontro in dibattimento e nei successivi gradi di giudizio, nel rispetto, pertanto, della presunzione di innocenza…

Detenzione di ingente quantià di sostanza stupefacente. Tre arresti

I Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Bagheria hanno tratto in arresto due uomini di 27 e 23 anni e una donna di 28 anni, tutti residenti a Casteldaccia, per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti e resistenza a pubblico ufficiale. In particolare, i due uomini, mentre viaggiavano a bordo di una Lancia Y, non si sarebbero fermati all’alt imposto da una pattuglia di Carabinieri impegnata in un normale posto di controllo della circolazione stradale. I militari si sarebbero, quindi, lanciati all’inseguimento nel centro urbano…

Concorso per i Centri per l’impiego, nel primo giorno di prove presente la metà dei candidati

Poco più della metà dei candidati attesi si è presentata alle prove scritte di oggi nelle tre sedi d’esame dell’Isola per la selezione degli istruttori amministrativi contabili per i Centri regionali per l’impiego. «Dei 9313 candidati attesi oggi, primo giorno di selezione degli istruttori dei Centri per l’impiego, hanno sostenuto l’esame in 4874, con una media di partecipazione del 52 per cento, nelle tre sedi di esame di Palermo, Catania e Siracusa nelle due sessioni programmate, mattina e pomeriggio». Così riferisce l’assessore regionale alla Funzione pubblica, Marco Zambuto, sulla base dei…

Droga: scoperto presunto bazar. Un arresto

I Carabinieri delle Stazioni di Erice e Trapani Borgo Annunziata, con il supporto di personale della Compagnia di Intervento Operativo del XII Reggimento Carabinieri Sicilia, hanno arrestato un 44enne, già gravato da precedenti, per cui sono emersi gravi indizi di colpevolezza in ordine all’ipotesi di reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. In particolare, durante una discreta azione di controllo dei movimenti dell’uomo, già sospettato di essere dedito allo spaccio di stupefacenti, i Carabinieri hanno proceduto alla perquisizione di un edificio di edilizia popolare nel quale lo…

Crisi Forza Italia in Sicilia, Lelio Castaldo intervista Gianfranco Miccichè che dice sui dissidenti: “Tragedie, invidie, bugie e piattini. Per morire io devo suicidarmi. Sono avvisati!” (Guarda l’intervista)

Hanno cercato di colpirlo alle spalle, come si fa nel peggiore dei modi. Ma le pugnalate prese dal presidente dell’Assemblea Regionale Siciliana Gianfranco Miccichè non solo sono state sgamate e sventate ma sono state già digerite. Lelio Castaldo ha intervistato Gianfranco Miccichè per fare il punto sulla situazione, alla luce dei risvolti che sono accaduti proprio nelle ultime 24 ore. Non mancano i colpi di scena e il rammarico che rimane dopo un’azione del genere non si nasconde. Ma Miccichè è un tipo tosto, di certo non porge l’altra guancia.…

Concorsi truccati, 14 misure cautelari (nomi e video)

Ennesimo colpo basso ai giovani italiani, quei giovani che studiano e fantasticano su un futuro che mai potrà avverarsi per colpa di qualcuno che, secondo la magistratura potrebbe aver truccato un concorso pubblico. 14 le persone fermate su richiesta della Procura di Alcano: uno e stato tratto agli arresti, tre ai domiciliari e 10 all’obbligo di dimora. I reati contestati sono corruzione e atti contrari ai doveri d’ufficio, traffico di influenze illecite e abuso d’ufficio. In carcere è finito Giuseppe Pipitone, 54 anni, di Alcamo; Agli arresti domiciliari Vincenzo Faraci, 47 anni di…

No al ricorso del sindaco Pogliese, confermata la sospensione dalla carica

Il Tribunale civile di Catania ha rigettato il ricorso cautelare presentato dai legali del sindaco di Catania, Salvo Pogliese, contro la Prefettura e il ministero dell’Interno, e avente ad oggetto la questione del conteggio dei termini relativi al provvedimento che ha sospeso Pogliese dalla carica per 18 mesi in applicazione della legge Severino. Salvo Pogliese è stato condannato il 23 luglio del 2020 dal Tribunale di Palermo per peculato a 4 anni e 3 mesi di reclusione nell’ambito di un’inchiesta sui rimborsi all’Assemblea Regionale come vicepresidente del gruppo del Popolo…

Mafia imprenditrice – Confiscate due società

Nell’ambito di attività di indagine coordinate dalla Procura Distrettuale della Repubblica di Catania, i Finanzieri del Comando Provinciale di Catania, con il supporto del Servizio Centrale Investigazione sulla Criminalità Organizzata della Guardia di finanza (SCICO), hanno eseguito un provvedimento di confisca in materia antimafia, emesso dal locale Tribunale, relativo al patrimonio di un soggetto, originario di Catania, ritenuto responsabile operativo del clan mafioso SANTAPAOLA/ERCOLANO, attualmente detenuto al regime di cui all’articolo 41-bis o.p.. Le indagini, eseguite dal Nucleo di polizia economico-finanziaria di Catania, hanno riguardato tanto il profilo soggettivo quanto…

Controlli a tutela del gioco legale

I Carabinieri del Comando Provinciale di Palermo, attraverso le loro capillari articolazioni sul territorio, nell’ambito dei controlli finalizzati alla prevenzione ed alla repressione delle violazioni in materia di scommesse sportive on-line non autorizzate ed a garantire il rispetto delle norme a tutela del gioco lecito e responsabile, hanno intensificato le attività di controllo in città e in provincia. Attraverso interventi mirati ed un costante e proficuo supporto operativo prestato ai funzionari ADM, le Stazioni dei Carabinieri competenti per i territori in cui sono stati effettuati i controlli hanno contribuito fattivamente…