Sammartino: “Estraneo alle accuse che mi sono contestate”

Il deputato regionale della Lega Luca Sammartino, che si è dimesso dalla carica di assessore regionale e vice presidente della Regione dopo essere stato sospeso per 1 anno dall’esercizio delle funzioni dalla Procura di Catania, è stato interrogato, in sede di udienza di convalida della misura interdittiva, dal giudice per le indagini preliminari. Sammartino, assistito dall’avvocato Carmelo Peluso, afferma: “Ho risposto a tutte le domande che mi sono state poste perchè sono estraneo a tutte le accuse che mi sono contestate. E ricordo che si tratta solo di due casi…

Omicidio La Duca, condannati all’ergastolo i due amanti Ferrara e Cammalleri

La Corte d’Assise di Palermo, presieduta da Sergio Gulotta, ha condannato all’ergastolo Luana Cammalleri e Pietro Ferrara, i due amanti di Cerda, in provincia di Palermo, imputati di avere ucciso il marito della donna, Carlo La Duca, occultandone il cadavere, che non è mai stato trovato. Di lui, imprenditore agricolo, non vi sono state più tracce dal 19 gennaio del 2019 quando è uscito da casa per recarsi a Cinisi dalla nuova compagna e trascorrere il fine settimana insieme. Lungo il tragitto è stato nel terreno di Pietro Ferrara, a…

“Messina Denaro”: concessi i domiciliari a Cosimo Leone

Il Tribunale del Riesame di Palermo ha concesso gli arresti domiciliari a Cosimo Leone, tecnico radiologo all’ospedale di Mazara del Vallo, indagato di avere aiutato Matteo Messina Denaro accelerando le procedure per sottoporlo agli esami clinici nel 2020 successivi alla diagnosi di cancro. Leone avrebbe inoltre consegnato al boss in ospedale un telefono cellulare acquistato da Andrea Bonafede. Ebbene, la Procura di Palermo gli ha contestato il reato di associazione mafiosa. Adesso invece il Riesame, accogliendo le tesi dei difensori, gli avvocati Massimo Miceli, Roberto Tricoli e Giuseppe Pantaleo, ha…

Regione, 16 milioni per la crisi idrica e il sostegno agli agricoltori

L’aiuto all’agricoltura è una delle misure principali previste nel disegno di legge “Disposizioni finanziarie varie” approvato oggi dalla giunta regionale e che sarà trasmesso all’Ars. Per quanto riguarda l’emergenza siccità, il ddl prevede la costituzione di un fondo al dipartimento regionale della Protezione civile da 9 milioni di euro per gli interventi immediati conseguenti alla dichiarazione di stato di crisi. Circa 6,9 milioni di euro (tra stanziamenti e minori introiti), invece, sono previsti per sostenere il settore agricolo. In particolare, 5 milioni serviranno per i contributi alle aziende di allevamento…

Siccità, dissalatori mobili, nuovi pozzi e autobotti: le prime soluzioni della cabina di regia

Nuovi pozzi e rigenerazione di altri pozzi e sorgenti esistenti, pulizia delle traverse dei corsi d’acqua, dissalatori mobili e piccoli interventi per il ripristino delle autobotti comunali. Sono alcune e più rapide soluzioni individuate dalla cabina di regia regionale per l’emergenza idrica, riunita oggi pomeriggio a Palazzo d’Orléans. La struttura, presieduta dal governatore siciliano, coordinata dal capo della Protezione civile regionale e che riunisce competenze tecniche, accademiche e scientifiche, sta mettendo a punto il piano di interventi e dei relativi costi da inviare a Roma per la valutazione dello stato…

Schifani assume a interim le deleghe di Sammartino

Il presidente della Regione Siciliana, Renato Schifani, assume a interim le deleghe dell’assessore alle Politiche agricole e vice presidente della Regione, Luca Sammartino, indagato per corruzione dalla Procura di Catania e sospeso per un anno dalle funzioni pubbliche. E’ probabile che Schifani trattenga le deleghe fino alle elezioni Europee. La sospensione per un anno impedirà a Sammartino anche di svolgere il ruolo di deputato regionale. E’ iscritto nel gruppo parlamentare della Lega.

Il vice presidente Luca Sammartino si dimette e dichiara: “Piena fiducia nella magistratura, io estraneo ai fatti”

“Ho scritto una nota al presidente della Regione, Renato Schifani, per rimettere l’incarico di assessore regionale e vice presidente della Regione dopo essere stato raggiunto da misura cautelare interdittiva in relazione a un’ipotesi di reato lontana nel tempo. Ringrazio il presidente per la fiducia dimostrata nei miei confronti e per il lavoro svolto fin qui. Tengo a sottolineare che non sono coinvolto in ipotesi di reato di mafia né di voto di scambio; sono sereno e certo che emergerà la mia totale estraneità ai fatti, risalenti a 5 anni fa,…

Sorprende la figlia in camera da letto con il fidanzato: botte da orbi; dall’amplesso in…ospedale

A Palermo nel quartiere Pallavicino è accaduto che un uomo ha sorpreso la figlia di 15 anni in camera da letto con il fidanzato. Li ha investiti a grida e botte, colpendoli anche con oggetti contundenti, tanto che i due sono stati soccorsi in ospedale, al Villa Sofia, condotti dai sanitari del 118. I Carabinieri hanno attivato le procedure del “codice rosso”, e hanno denunciato il genitore per lesioni e maltrattamenti in famiglia. A lanciare l’allarme al 112 sono stati alcuni residenti del posto, che hanno udito le urla dell’esagitato.

Politiche sociali, 76 milioni per l’assegno di inclusione

Dalla Regione sono stati spediti 76,7 milioni di euro della quota dei servizi del Fondo povertà destinati ai Distretti socio-sanitari per l’implementazione dell’assegno di inclusione. Si tratta di fondi che il ministero del Lavoro e delle Politiche sociali ha assegnato alla Sicilia per il Piano di attuazione locale, ovvero uno strumento di programmazione degli interventi di competenza dei servizi sociali dei Comuni e degli ambiti territoriali in favore dei beneficiari dell’assegno, principalmente in attuazione dei patti per l’inclusione sociale. L’assessore regionale alle Politiche sociali, Nuccia Albano, commenta: “Le risorse, che…

Un certificato medico incastrerebbe Tumbarello

Nell’ambito dell’inchiesta e del relativo processo a carico del medico di Campobello di Mazara, Alfonso Tumbarello, ovvero colui che avrebbe firmato le prescrizioni sanitarie e le ricette a Matteo Messina Denaro durante la latitanza e la malattia, il pubblico ministero Gianluca De Leo ha prodotto in udienza un certificato medico firmato da Tumbarello per Andrea Bonafede, colui che avrebbe prestato l’identità a Messina Denaro almeno dal 2020 fino all’arresto. Il certificato medico, del giugno 2020, attestava un infortunio al ginocchio, e servì a Bonafede per giustificare l’assenza dal lavoro. E…