Dal 3 giugno su tutte le piattaforme digitali “Sicilia mia” del cantautore Francesco Ragusa – in esclusiva su Sicilia24h l’anteprima del videoclip

Su tutte le piattaforme digitali dal 3 giugno “Sicilia mia” del cantautore siciliano Francesco Ragusa. Il singolo, accompagnato dal videoclip per la regia di Giuseppe Bennica, anticipa la prossima uscita dell’album di esordio di Ragusa, “ConTra(d)dizione”, prodotto e distribuito dall’etichetta La Stanza Nascosta Records. Il videoclip (riprese di Giuseppe Bennica e Federico Dalli Cardillo, regia e editing di Giuseppe Bennica), in anteprima sul nostro quotidiano da oggi, è girato nel suggestivo territorio agrigentino: dall’agro favarese fino ad abbracciare lo splendido litorale. Protagoniste assolute le bianche scogliere di marna della Scala dei Turchi, uno tra gli scenari naturali più belli e celebrati dello Stivale. Ho cercato di dare al brano e all’intero…

Mina Blue: “stanca del mondo della musica dove poco spazio è dato alla creatività, canto in strada, così ho pubblico, risorse ed esperienza” – guarda l’intervista

Ho intervistato Daniela Iezzi, in arte Mina Blue un’artista, cantante e cantante di strada che si racconta spiegando cosa accade oggi in Italia (e non solo) dove un sistema chiuso toglie spazio a chi vuole fare musica in maniera creativa e libera. Racconta la strada come palco e opportunità di connessioni con altri artisti ed il suo pubblico. E poi ancora dei suoi progetti musicali dei quali ha curato ogni dettaglio, della sua esperienza musicale all’estero e di come combatte un mondo fatto di “logiche illogiche”. Potete seguire Mina Blue…

Sarah vince Amici: dal karaoke alla vittoria di 150 mila euro e una carriera già pronta

Vince colei che era stata salvata nella semifinale durante la quale i giudici (Bravi-Malgioglio-Giofrè) “non se l’erano sentita di mandare a casa qualcuno” lasciando dunque alla redazione la scelta sul da farsi. Quindi la redazione sceglie di mandare tutti i sei semifinalisti alla finale. Durante la finale, pian piano si sfoglia la rosa dei cantanti aspiranti al premio di 150 mila euro e alla fine Sarah ha la meglio sui 3 ragazzi (Mida-Holden-Petit) arrivando all’ultimo step insieme alla divina Marisol. Sembrava quasi impari, l’ultimo step della finale, considerato che la…

Amici … l’ufficio promozionale di Holden

Ormai è chiaro. Holden ad amici sta facendo promozione al suo EP. Perché però al programma tutto questo sta bene? Holden dice di essere autore e  produttore (ah non eri entrato come cantante?)  Holden – già conosciuto dall’Entourage della trasmissione – fa un bel passaggio televisivo, sfrutta la potenza della trasmissione per la visibilità.  La trasmissione sfrutta la fetta di notorietà di Holden.  Holden all’interno del programma ha praticamente fatto tutto quello che ha voluto.  Ha mandato al diavolo docenti, è andato via per poi decidere di tornare (trovando la porta aperta),…

”Baby reindeer”, la serie su Netflix è una porta spalancata su rapporti, identità, vulnerabilità

Ci metti un po’ a scrivere qualcosa su “Baby Reindeer“, perché ti sconvolge e affascina al contempo. Solo che non sai se ne sei più sconvolto o più affascinato. Non nascondo che alcuni tratti caratteriali di Martha (Jessica Gunning) la serial stalker mi hanno affascinato, perché si capisce mentre le puntate si aprono sulla vita dei personaggi, che c’è qualcosa che devi sapere. E allora aspetti. E mentre aspetti empatizzi con il personaggio che è vittima di un ordito metodo di distruzione. Essere perseguitati, controllati, sopraffatti dal volere altrui contro…

Verità per Giulio Regeni, ieri in aula l’elenco delle torture e sevizie subite. Sul suo corpo, tutto il male del mondo

La festa della liberazione, oggi. Manifestazione ovunque per festeggiare la resistenza antifascista nel nome della costituzione e dei diritti dell’Uomo, uno tra tutti l’inviolabilità delle persone.  Tanti ieri a Piazzale Clodio davanti al tribunale di Roma per la ripresa del processo sul sequestro e l’omicidio di Giulio Regeni. Udienza importante e molto dolorosa; hanno parlato i medici legali esponendo i risultati dell’autopsia sul corpo di Giulio. Gran parte dell’udienza – vista la delicatezza degli argomenti di cui si è disquisito – è stata a porte chiuse. Anche Paola e Claudio…

Jurman in diretta su Twitch rivela i giochi di potere nel mondo della musica

L’attendevamo da un po’. Ne aveva dato notizia, sapevamo che la diretta di ieri sera sarebbe arrivata e sapevamo anche che avrebbe fatto luce non solo su alcuni dettagli sostanziali che riguardano il mondo della musica, ma anche su ciò che gli è accaduto, denunciato come se fosse l’unica persona del mondo della musica a giudicare ed esprimersi circa la deriva che interessa i talent e non solo. Luca Jurman è – per chi ancora non lo sapesse – un musicista, cantante, vocal coach, produttore musicale che da sempre si occupa di musica,…

Quel meccanismo di autoritarismo che passa dentro i codici della democrazia

Il Parlamento Europeo ha approvato una risoluzione per aggiungere il diritto all’aborto alla carta dei diritti fondamentali dell’Unione Europea.È una carta politica, è una scelta politica perché all’interno dell’Europa abbiamo posizioni molto diverse sulla libertà di scelta delle donne; messaggio dato soprattutto a quei paesi come l’Ungheria e la Polonia dove ad una donna non è concesso abortire neanche a seguito di uno stupro.È dunque un messaggio politico ma non un invito ad andare ad abortire, anche perché sappiamo tutti quanto può essere doloroso, per una donna andare ad abortire.…

Supersex la serie Tv di Netflix di cui lo spettatore forse, aveva bisogno

Lo avevo scartato. Non mi interessa, avevo detto. Il pregiudizio (che non mi appartiene) mi aveva fatto accantonare la visione di Supersex la serie Tv in 7 puntate visibile su Netflix dallo scorso 6 marzo, liberamente ispirata alla vita di Rocco Siffredi. Poi, rotti gli indugi mi sono detta, guardala e poi giudica. In fondo di mestiere faccio quello, dico cosa sia bello e cosa no, e ovviamente, perché. Di Rocco Tano, in arte Siffredi ho sempre saputo molto poco per cui, questa serie mi ha trasportata all’interno di un…

“Chi dice e chi tace”: Nel libro di Chiara Valerio c’è il rispetto per quello che si è e per quello che si scopre di aver desiderato

Questo libro l’ho stropicciato, aperto e chiuso più volte, portato con me, letto e a tratti riletto, sottolineato; l’ho fatto mio. Questo libro l’ho amato, forse perché amo il modo di concepire la parola dell’autrice Chiara Valerio. Perché concepire la parola, significa utilizzarla nel modo giusto, all’occorrenza; perché le parole sono come tessere di un puzzle; le devi sistemare bene, affinché tu possa avere chiara un’immagine. Quando ho iniziato a leggere “Chi dice e chi tace” ho detto subito: “ma come andrà a finire?” Un libro che inizia da una…