Azzeramento Giunta, praticamente il disastro sono Piparo e la Lisci?

Illuminati politologi dell’ultima ora hanno iniziato a fare il toto assessori. Cosa sarà il dopo, chi saranno i nuovi assessori della nuova Giunta Miccichè che dovranno rilanciare tutta la macchina amministrativa, soprattutto in vista di Agrigento 2025? Secondo indiscrezioni degli illuminati, a “saltare” dovrebbero essere l’assessore Gerlando Piparo, assessore alla Pianificazione urbanistica ed allo Sport e la sua omologa Patrizia Lisci alla quale è stata assegnata la delicatissima delega del Bilancio e Finanze. Tutto il resto dovrebbe essere confermato. Viene spontaneo chiedersi: e il sindaco Miccichè avrebbe fatto questo questo…

Prima riunione in prefettura per la cabina di regia di “Agrigento Capitale Italiana della Cultura”

Nella mattina del 23 luglio u.s., presso questa Prefettura, si è svolta la prima riunione della “Cabina di Regia” istituita, su impulso del Comune di Agrigento, in vista della manifestazione Agrigento “Capitale della Cultura Italiana 2025″. Al primo incontro di coordinamento e confronto sulla tematica in oggetto, hanno partecipato, alla presenza di S.E. Filippo Romano, del Vice Capo di Gabinetto Dott. Magnano e del Consigliere di Prefettura Dott. Sardo, il Sindaco del Comune di Agrigento, Dott. Miccichè, i Dirigenti Dott. Mantione, Avv. Insalaco e Ing. Avenia del Comune di Agrigento, il Presidente…

“Fallimento pilotato” Torre Macauda a Sciacca: sei misure cautelari

La Guardia di Finanza di Sciacca e Palermo hanno eseguito un’ordinanza di custodia cautelare firmata dalla Procura di Palermo e condivisa dal Tribunale. Si tratta di sei misure interdittive del divieto di esercitare attività professionale e d’impresa, a carico di altrettanti tra imprenditori, professionisti ed esperti di finanza. Sequestrate 3 società e beni per 30 milioni di euro. L’inchiesta avrebbe scoperchiato un vorticoso giro di operazioni bancarie illecite ruotante intorno al villaggio turistico Torre Macauda a Sciacca. Il fallimento delle due società che hanno gestito Torre Macauda, in voga negli…

Omicidio Pasquale Mangione: “Antonino Mangione attendibile”

La Corte d’Assise di Agrigento ha depositato le motivazioni della sentenza di condanna all’ergastolo di uno dei presunti killer di Pasquale Mangione a Raffadali: “Antonino Mangione è credibile”. Lo scorso 19 aprile la Corte d’Assise di Agrigento, presieduta da Wilma Angela Mazzara, ha condannato all’ergastolo Roberto Lampasona, 46 anni, di Santa Elisabetta, imputato dell’omicidio del pensionato di Raffadali, Pasquale Mangione, 69 anni, ex dipendente del Comune di Raffadali, ucciso a colpi di pistola in contrada “Modaccamo”, nelle campagne fra Raffadali e Cianciana, il 2 dicembre del 2011. Nell’ambito del giudizio…

Un’estate nel mito, alla Valle dei Templi fra jazz, teatro, incontri, premi. Ritornano le albe teatralizzate

La Valle dei Templi non dorme mai: durante il giorno le visite alla scoperta del sito archeologico protetto dall’Unesco, la sera si trasforma in palcoscenico, pronta ad ospitare ora un sax malinconico, ora un allestimento classico, ora un incontro letterario, ora un festival contemporaneo. Ritornano le albe, tanto amate dai visitatori che scopriranno i templi alla luce della luna, guidati dai musicisti o da candidi dei. E non solo la Valle dei Templi, ma anche i siti che fanno parte del Parco archeologico, presentano un nutrito programma di eventi. Ecco pronto…

Un uomo solo

Con tutta la memoria che si possa avere, anche la più brillante, nessuno può ricordare un sindaco di Agrigento più maltrattato e quasi vituperato come Francesco Miccichè. Nella politica, lo sappiamo bene, tutto può starci. Opposizione, contrasti, richieste, sottogoverni, guerre e improperi. Per Miccichè non è stato così. Se c’è una maggioranza è chiaro che deve esserci anche una opposizione. Facilmente immaginabile una opposizione politica. Per lui, ribadiamo non è proprio così. E pensare che le opposizioni contro il sindaco di Agrigento iniziano per le strade, sui social, su sparuti…

Rifiuti ed extracosti: 50 milioni per i sindaci

Scongiurato l’aumento della Tari per gli extracosti di trasferimento dei rifiuti nei termovalorizzatori fuori Sicilia: la Regione stanzia 50 milioni di euro. Gli interventi di Schifani e Di Mauro. In Sicilia i Comuni non saranno costretti, almeno per ora, ad aumentare le bollette della tassa sui rifiuti a carico dei cittadini per compensare il costo del trasferimento dei rifiuti indifferenziati nei termovalorizzatori fuori dalla Sicilia perché in Sicilia mancano i termovalorizzatori. Il governo regionale ha infatti stanziato i promessi 50 milioni di euro destinati ai sindaci. Il presidente della Regione,…

Strangolò e uccise la fidanzata di Favara Lorena Quaranta, la Cassazione lo grazia: “Lo stress da Covid è una attenuante per il femminicidio”

Il coronavirus è ancora presente nella nostra quotidianità e arriva anche nelle aule di Tribunale dove un femminicidio è protagonista della cronaca di questi giorni. Antonio De Pace aveva ucciso la sua fidanzata, strangolandola, Lorena Quaranta di Favara, in provincia di Agrigento. La donna era una studentessa di Medicina e prossima alla laurea, fu uccisa da De Pace il 31 marzo del 2020, nell’appartamento di Furci Siculo (Messina) dove convivevano da circa un anno. In quell’occasione, l’uomo strangolò la giovane poi avvertì le forze dell’ordine dopo aver tentato due volte il suicidio. Lo stress legato alla…