Home / Articoli pubblicati daRedazione Ag (Pagina 36)

Il Presidente nazionale di Aics Travel, Merigo, è stato in visita per alcuni giorni nelle province di Caltanissetta ed Enna per visionare le bellezze archeologiche, artistiche e paesaggistiche, rimanendone colpito. Alla presenza di Top Fodd Italy, partner ufficiale del settore Food dei Mestieri dei Borghi d’Italia, accompagnati da Mario Gero Taibi, coordinatore regionale Dipartimento Turismo Sicilia Aics, sono stati ricevuti dal sindaco di Mussomeli, Giuseppe Catania e dal Presidente della Pro Loco di Mussomeli Zina Falzone.
Sono stati approfondite alcune tematiche oggetto di una proficua collaborazione imminente. Lo stesso Merigo ha poi visitato la Valle dei Templi di Agrigento e la Scala dei Turchi in territorio di Realmonte.

Ad Agrigento, in occasione della progressiva attenuazione delle misure restrittive, e al fine di rilanciare il settore della ristorazione, tra i più colpiti dalla crisi provocata dalla pandemia, nasce “Agrigento Cooking Show”, un contest online con una finale dal vivo creato dal videomaker Marco Gallo, e che coinvolge il mondo della comunicazione, quello dei fotografi, videomaker e ristoratori. Il progetto, promosso dal Comune di Agrigento e dall’Assessorato al Turismo e Spettacolo della Regione Siciliana, è parte della rassegna “Cortili: arte e gusto”, nata con l’obiettivo di rilanciare il centro storico di Agrigento. Sono dodici i videomaker che si sono affiancati ad altrettanti ristoranti, ed hanno raccontato un piatto tipico siciliano in un video della durata massima di tre minuti, che saranno pubblicati sui social di giorno in giorno. I primi tre video più votati accedono alla finale dal vivo che si svolgerà martedì 22 giugno alle ore 21 nell’atrio del Palazzo Filippini, con un cooking show che sancirà il miglior piatto tipico siciliano di Agrigento. Ci saranno due giurie e due premi in palio, il primo da mille euro per il miglior ristoratore, e con la particolarità che vincerà i mille euro anche il videomaker che lo ha portato in finale. Un secondo premio sarà deciso da una seconda giuria che decreterà la migliore storia di tutto il contest: 500 euro al miglior ristorante e 500 al miglior videomaker. Tutti i ristoranti e tutti i videomaker fino alla fine avranno l’opportunità di vincere almeno un premio. A presentare l’evento sarà la “Iena” Silvio Schembri, e durante la serata saranno proiettati tutti i video. Il direttore artistico Marco Gallo commenta il lancio di questa prima edizione: “Sono davvero molto contento di come ristoratori e videomaker abbiano sposato questo progetto. La voglia di ripartire è tanta e questo progetto era nato prima di Natale, nel momento peggiore di questo paese, proprio per dare un segnale forte. I nostri mezzi, la comunicazione, sono fondamentali per una ripartenza turistica ed economica, ed io ho voluto valorizzare e mettere in luce la loro professionalità e sostenere i ristoratori”. Altre informazioni sul sito www.agrigentocookingshow.it e sulla relativa pagina facebook.

Ad Agrigento ricominciano le attività di scavo nell’area del teatro antico nella Valle dei Templi, per proseguire l’indagine sulla planimetria dell’edificio e sugli aspetti costruttivi. Ancora una volta sarà possibile visitare il cantiere nel corso degli scavi, mercoledì e venerdì dalle ore 9 alle 12, per seguire con la guida degli archeologi i progressi della ricerca. A causa delle restrizioni imposte dalla pandemia, il numero dei visitatori sarà contingentato. Occorre dunque prenotare la visita scrivendo all’indirizzo email: teatroakragas2021@gmail.com.

Ad Agrigento, a San Leone, in via Morandi, una traversa del Viale delle Dune, un uomo di 29 anni è precipitato dal tetto di un’abitazione, e successivamente è morto a Palermo, all’ospedale “Villa Sofia” a causa delle gravi ferite subite. A San Leone, sul posto, sono intervenute la Polizia e un’ambulanza del 118. Sono in corso indagini per accertare se si sia trattato di un incidente o di un suicidio.

Il consigliere comunale di Agrigento, Angelo Vaccarello, annuncia che oggi, venerdì 4 giugno, un distacco di energia elettrica nella zona industriale ex Asi, per lavori indifferibili dell’Enel, è stato ridotto da 8 a 3 ore. Vaccarello spiega: “Dopo le sollecitazioni che ho ricevuto dai titolari delle tante attività produttive ricadenti nell’area ex Asi, la zona industriale di Agrigento, Favara e Aragona, ho interloquito con il sindaco Franco Miccichè e con l’ingegnere Enel Casimiro Inzerillo, che ringrazio, e ho ottenuto una soluzione meno invasiva per l’intervento dell’Enel, ridotto da 8 a 3 ore”.

L’assessorato comunale alle Attività Produttive di Agrigento, retto da Francesco Picarella, ha emanato l’avviso pubblico per la concessione di contributi a fondo perduto a favore delle micro-imprese artigiane, commerciali, industriali e di servizi aventi sede legale o operativa nelle aree urbane di Agrigento. Lo stesso Picarella afferma: “La profonda crisi economica scaturita dalla pandemia, ha indiscutibilmente modificato le prospettive economiche della città di Agrigento, producendo anche per le imprese una crisi di liquidità conseguente alla chiusura obbligatoria delle loro attività. Con questo avviso, scaricabile dal sito dell’Assessorato Attività Produttive della Regione Siciliana, 2154 imprese della città di Agrigento possono ottenere un contributo a fondo perduto, su 1 milione e 657mila euro disponibili, per gli impegni a breve, medio e lungo termine, accelerando la ripresa delle attività produttive ed economiche ad Agrigento”.

Ad Agrigento, l’Ordine degli Architetti, presieduto da Rino La Mendola, ha istituito lo “Sportello bandi”, al fine di aiutare le stazioni appaltanti provinciali a fruire delle risorse del “Recovery Plan”. Lo “Sportello bandi” sarà presentato domani, sabato 5 giugno, alle ore 10, nel corso di una conferenza che si svolgerà nella sede di via Gaglio dell’Ordine degli Architetti di Agrigento. Interverranno lo stesso Rino La Mendola, e Giacomo Cascio, coordinatore dipartimento Lavori Pubblici dell’Ordine degli Architetti.

“Il Comune di Agrigento stili un calendario di eventi grandi e piccoli da istituire all’assessorato del Turismo.” La proposta dell’Associazione Turistica Tante Case tante Idee. L’idea è quella di “un elenco dove siano individuati gli eventi religiosi, folkloristici, enogastronomici, sportivi e culturali – dice il presidente dell’Associazione Domenico Vecchio- capaci di attrarre turisti e visitatori. L’obiettivo è destagionalizzare il mercato attraverso l’attuazione di una strategia di promozione efficace, capace di richiamare visitatori, generare reddito e occupazione su tutto il territorio agrigentino, in particolar modo adesso che ci troviamo nella fase della ripartenza. Chi gestisce le strutture deve avere un quadro completo degli eventi, per pianificare tariffe, campagne ed offerte promozionali, ma anche da mostrare ai visitatori che una volta qui chiedono informazioni sulle iniziative in programma.

Le consiglieri comunali del movimento “Diventerà Bellissima” di Agrigento, Claudia Alongi e Roberta Zicari, denunciano come gravissimo un episodio accaduto durante l’ultima seduta del Consiglio comunale, allorchè l’assessore Gianni Tuttolomondo è rimasto bloccato in portineria a causa di un guasto all’ascensore. Alongi e Zicari affermano: “Si stava svolgendo il Consiglio comunale sul tema del Piano regolatore, la cui delega è proprio di Gianni Tuttolomondo, quando in aula è arrivata la notizia che l’assessore all’Urbanistica era impossibilitato a raggiungere l’aula Sollano perché l’ascensore era fuori uso. Chiediamo all’Amministrazione comunale di vigilare affinché episodi lesivi della dignità individuale come questi non si ripetano, e che gli ostacoli fisici non diventino barriere insormontabili. Sollecitiamo la nomina del Garante per la disabilità, cosicché possa, in sinergia con l’Amministrazione e il Consiglio comunale, occuparsi di mappare e monitorare l’abbattimento delle barriere architettoniche, prevedendo percorsi alternativi per i disabili”.

Domenica 20 giugno, al “Taormina Book festival”, nel Teatro Antico, alle ore 21:30, Luigi Pirandello e Leonardo Sciascia saranno protagonisti di un dialogo. Si tratta di una conversazione impossibile, ma perfettamente plausibile se a firmarla è uno storico biografo di Leonardo Sciascia e di Pirandello, il giornalista e scrittore agrigentino, Matteo Collura, che, in occasione del centenario della nascita di Sciascia, ha ideato, e in prima assoluta presenterà in scena a Taormina, un dialogo che probabilmente a lungo è stato riecheggiato nei pensieri dello stesso Sciascia, per sua stessa ammissione affetto da una “ossessione Pirandello”. Il dialogo immaginario si intitola “Cento anni di Sciascia. Omaggio al Maestro di Racalmuto”. Matteo Collura, in un vero colpo di scena, si troverà a leggìo di fronte al regista e nipote di Sciascia, Fabrizio Catalano, impegnato nella parte del nonno. Sarà emozionante, tra l’altro, ritrovare nel dialogo le riflessioni che Sciascia aveva condiviso pubblicamente, affermando nel 1986, tre anni prima della morte, in occasione del discorso commemorativo pronunciato a Palermo per il cinquantenario della morte di Luigi Pirandello: “Pirandello ha operato per me una specie di catalizzazione, di precipitazione: la realtà mi si è fatta più reale, la verità più vera”.