Amianto killer nelle navi della Marina: ministeri della Difesa e dell’Interno condannati a riconoscere vittima del dovere Salvatore Arcieri, motorista di Siracusa morto per mesotelioma

Negati i benefici amianto ai figli non a carico, Bonanni: “superare questa discriminazione” Siracusa, 4 maggio 2023 – La Corte di Appello di Catania ha confermato la sentenza di condanna dei Ministeri della Difesa e dell’Interno a riconoscere vittima del dovere il motorista navale Salvatore Arcieri. Arcieri, di Augusta, in provincia di Siracusa, si è arruolato nel 1957 all’età di 16 anni in Marina dove ha svolto servizio per 6 anni, si è imbarcato sulle navi “Mitilo”, “Chimera” e “Vittorio Veneto” per più di 15 mesi. Il motorista è morto…

Amianto nelle Industrie Meccaniche Siciliane: conto alla rovescia per l’udienza in Cassazione per il prepensionamento di Calogero Vicario e altri 9 operai

Conto alla rovescia per l’udienza in Cassazione della vicenda relativa all’ex metalmeccanico siciliano Calogero Vicario che, ironia della sorte, cadrà proprio il 28 aprile, data della Giornata mondiale delle vittime dell’amianto. La storia di Calogero è quella di tanti, troppi operai che pensavano di aver trovato un lavoro dignitoso per mantenere le loro famiglie e si sono trovati a combattere contro un mostro. Adesso ha 61 anni e i bronchi pieni di amianto che respirava nelle Industrie meccaniche siciliane dove ha lavorato per tanto tempo. Quattro o cinque volte l’anno…

Continua l\’azione repressiva della Polizia Provinciale contro il fenomeno dell\’abbandono dei rifiuti sulle strade del territorio.

Prosegue l\’azione repressiva del Corpo di Polizia Provinciale di Agrigento contro il  fenomeno dell\’abbandono di rifiuti lungo le strade provinciali. Tale attività, fortemente voluta dal Libero Consorzio Comunale e disposta dal Dirigente del servizio Pietro Amorosia, intende imprimere una forte azione di legalità nel pieno rispetto delle norme vigenti in materia ambientale. In particolare nel territorio di Licata,  e\’   stata sequestrata  una vasta area  di circa 1700 mq, limitrofa ad una strada comunale, dove era depositata una grossa quantità di rifiuti speciali, anche pericolosi, abbandonata sul suolo ad opera di…

Avete voglia di Toscana? Qualche dritta su cosa vedere (che forse non conoscete) e dove mangiare (bene)

La Toscana è bella tutto l’anno, cambiano le luci e l’atmosfera stagione dopo stagione, ma ci sono dei posti che sono visitabili e godibili tutto l’anno. Partiamo dalla meravigliosa Firenze, della quale non ci si stanca mai. Eppure ci sono dei luoghi che comunemente non si visitano perché si dà la precedenza all’arte, e quindi il Duomo, la Galleria degli Uffizi, il Giardino di Boboli, Piazzale Michelangelo, Ponte Vecchio. A Firenze però c’è un luogo facilmente raggiungibile a piedi, nella zona Oltrarno, che sembra nascosto agli occhi dei turisti, ma…

L’avvocato Giuseppe Taibi è stato riconfermato, per un ulteriore triennio, a capo della Delegazione FAI di Agrigento

L’avvocato Giuseppe Taibi è stato riconfermato, per un ulteriore triennio, a capo della Delegazione FAI di Agrigento. Lo ha comunicato la Responsabile Area Rete Territoriale del FAI -Fondo Ambiente Italiano, Irene Mearelli, che in un lettera inviata al Capo delegazione, scrive: “Insieme al Presidente regionale FAI ed alla Direzione nazionale, ti siamo grati per aver accettato il rinnovo di questo incarico per un ulteriore triennio. Per noi è importante poter ancora contare sul Tuo aiuto e sulla Tua esperienza per guidare e sviluppare ulteriormente la Delegazione. Ancora grazie da parte…

Incendio a Favara, paura e panico

Al mattino di oggi paura e panico a Favara, in via Giacomo Dei Medici, dove è divampato un violento incendio al primo piano abitato di un edificio con un secondo piano ancora in costruzione. Un intero quartiere si è riversato in strada, nel timore che le fiamme si propagassero anche a danno delle altre abitazioni della zona. E’ trapelato che si sarebbe riusciti in tempo ad allontanare dal posto una bombola del gas. Sono intervenuti i Vigili del fuoco. La Polizia municipale ha deviato il traffico. Indagini sulle cause del…

Ora scoppia la guerra della munnizza. La politica al centro di tutto e le imprese (con tutti i disservizi) gongolano

I casi di Favara e Agrigento sono emblematici. Emblematici perché mettono a nudo il re, senza se e senza ma, rendendo chiara una situazione che non solo mostra una difficile soluzione per ripristinare un briciolo di dignità ad un cittadino sempre più sommerso dalla munnizza, ma adesso vede anche contrapposti una serie di correnti politiche pronti ad agguantare un posto di prestigio nel consiglio di amministrazione dell’Ato Rifiuti. Il tutto per dire qui ci sono io e metto la bandierina blu. Lo scontro è decisamente violento, le liti sono sotto…