Home / Articoli pubblicati daRedazione Ag (Pagina 20)

799 i nuovi positivi al Covid 19  su 23.280 tamponi processati, con una incidenza di positivi al 3,4%, in leggera diminuzione rispetto a ieri. La Sicilia è settima per numero di contagi giornalieri.

Le vittime sono state 24 nelle ultime 24 ore .

Dall’inizio della pandemia 4.607.

Il numero degli attuali positivi è di 17.417 con 417 casi in più rispetto a ieri, mentre i guariti sono 358. Negli ospedali i ricoverati sono 1009, 36 in più rispetto a ieri. Quelli nelle terapie intensive sono 133, quattro in più.

I nuovi contagi per province:

Palermo 389,

Catania 75,

Messina 51,

Siracusa 58,

Trapani 20,

Ragusa 15,

Caltanissetta 48,

Agrigento 118,

Enna 25.

In distribuzione nazionale da giovedì 1° aprile 2021 “Raccontare Sciascia” di Angelo Campanella e Giuseppe Maurizio Piscopo, con un saggio introduttivo di Salvatore Ferlita e un ricco inserto fotografico di Angelo Pitrone: un libro che narra gli aspetti salienti, meno conosciuti, curiosi che riguardano la vita di Leonardo Sciascia, il primo autore a parlare della mafia in un romanzo, e la sua vasta produzione.

Il testo contiene due interviste a Giacomo Lombardo e Franco Nicastro e un QR Code per ascoltare il “Tema di Regalpetra”, brano inedito di Giuseppe Maurizio Piscopo che costituisce la colonna sonora del libro.

“Raccontare Sciascia” fornisce una chiave d’accesso alla scrittura di uno dei più significativi intellettuali del Novecento attraverso grandi temi, fondamentali nella produzione di Sciascia: la scuola, la mafia, la fede, il cinema, il teatro, la giustizia, le feste, i viaggi, la religiosità, la pittura, la fotografia, le speranze e i sogni dei siciliani. Nel libro non mancano spunti, aneddoti e rarità che ingolosiranno gli appassionati dello scrittore di Racalmuto.

Il libro fornisce anche un utile strumento per introdurre lo studio di Sciascia nelle scuole, con un ricco corpus di testi consigliati e degli spunti di approfondimento al termine di ogni capitolo, pensati per stimolare la riflessione degli studenti sulla produzione letteraria dell’autore e sugli argomenti che rappresentano il cardine della sua narrazione, le questioni universali dell’uomo come l’essere, la morte, la memoria, l’oltre.

Gli autori: Giuseppe Maurizio Piscopo (Favara 1953), maestro elementare, compositore e musicista, ha collaborato con Radio Rai Sicilia e scrive per diverse testate. Ha pubblicato tra l’altro Merica Merica  viaggio verso il nuovo mondo con Salvatore Ferlita (Sciascia Editore, 2015), Sogni e Passioni (Medinova Editore, 2017),  Le Avventure di Lino Panno (Qanat Editore, 2017), La maestra portava carbone con Salvatore Ferlita (Torri del vento, 2018), Il vecchio che rubava i bambini  (Aulino Editore, 2019).

Angelo Campanella (Agrigento 1979) insegna Lettere nei licei. Ha pubblicato tra gli altri La lunga vita di Creonte Re (Youcanprint2011); Le avventure di Ulisse (Estero Editore 2013); Come gabbiani sull’acqua. Lampedusa tra due mondi (Estero Editore 2014, Premio Speciale “Buttitta” per la narrativa); il saggio di linguistica Toponimi agrigentino-nisseni tra cartografia e tradizione orale (Edizioni dell’Orso 2015); La scala nascosta. Il cyberbullismo nel mondo degli adolescenti (Estero Editore 2019).

Proseguono i flussi di migranti verso Lampedusa. Sono sbarcati nottetempo 59 tunisini. Hanno viaggiato su una “carretta” di 8 metri, intercettata 12 miglia a sud dell’isola da una motovedetta della Guardia costiera che l’ha scortata fino al molo Favarolo. Dopo un primo accertamento sanitario direttamente sul molo, i migranti sono stati trasferiti nell’hotspot di contrada Imbriacola dove al momento vi sono complessivamente 91 persone.

A San Cataldo, in provincia di Caltanissetta, è accaduto che durante la messa una donna è svenuta, è stata trasportata in ospedale ed è risultata positiva al covid. Si tratta di una donna di 49 anni che nella chiesa del Convento, ad un tratto, ha perso i sensi. Subito è stata soccorsa da un operatore del 118 libero dal servizio che ha telefonato ai colleghi. Sul posto è giunta un’ambulanza che ha trasportato la 49enne in ospedale. E’ stata sottoposta a tampone ed è risultata positiva al coronavirus. Nei giorni scorsi la donna avrebbe avvertito solo lievi malesseri. Poi, prima della messa, delle vertigini. Le condizioni della paziente non sarebbero gravi.

I Consiglieri Comunali del Partito Democratico e del gruppo Raffadali Cambia, Salvatore Gazziano, Caterina Giglione, Salvatore Lombardo, Domenico Tuttolomondo e Stella Vella, hanno ufficialmente chiesto al Sindaco di Raffadali, di adoperarsi per la realizzazione di un nuovo Hub vaccinale, nel territorio comunale ed esattamente nel Palatenda “Carlo Alberto Dalla Chiesa”.

Il nuovo piano vaccinale prevede a partire dai prossimi giorni, un incremento delle somministrazioni di vaccino in tutto il territorio nazionale e dunque sarà necessario, per una migliore logistica, individuare nuove strutture e nuovi spazi da destinare a luoghi di vaccinazione.

I Consiglieri Comunali dichiarano: “Il Comune di Raffadali è al centro di un comprensorio più vasto, confinante con i Comuni del Feudo D’Alì (Santa Elisabetta e Joppolo Giancaxio), ma anche nelle vicinanze di Sant’Angelo Muxaro e San Biagio Platani e dunque sono diversi i cittadini che per ricevere il vaccino, necessitano di recarsi nelle strutture del Palacongressi, negli Ospedali ed in alcuni casi nelle sedi individuate fuori provincia”.

“Il nostro Comune – dichiarano i Consiglieri – dispone di diverse strutture, in grado di essere destinate ad Hub vaccinali, tra questi il nuovo Palatenda “Carlo Alberto Dalla Chiesa””.

“Chiediamo al Sindaco di Raffadali, di adoperarsi in sinergia con i Sindaci dei Comuni coinvolti, per la realizzazione del nuovo Hub vaccinale. Riteniamo che tale iniziativa possa agevolare gli spostamenti dei cittadini delle comunità coinvolte ed allo stesso tempo favorire una maggiore ed immediata somministrazione dei vaccini”.

Il Sostituto Procuratore del tribunale di Agrigento Emiliana Busto ha chiuso le indagini preliminari  nei confronti di indagati (detenuti) i quali, nel corso di una perquisizione effettuata nel dicembre scorso, furono trovati in possesso di tre cellulari all’interno della propria cella.

Si tratta di un agrigentino, un napoletano ed un siriano. L’ipotesi di reato contestata agli indagati è l’accesso indebito a dispositivi idonei alla comunicazione da parte di soggetti detenuti.

Gli indagati, difesi dagli avvocati Daniele Re, Walter De Agostino e Lucia Miranda potranno presentare memorie e produrre memorie entro 20 giorni dall’avvenuta notifica con l’avviso delle conclusioni delle indagini.

 

 

 

 

A seguito del balzo di contagi registrati, soprattutto tra gli studenti della scuola dell’obbligo, il sindaco di Canicattì, Ettore Di Ventura, ha deciso la chiusura delle scuole di ogni ordine e grado da oggi lunedì 29 marzo fino a mercoledì 31. La chiusura consentirà l’ennesimo intervento di sanificazione degli istituti scolastici cittadini. I nuovi contagi sarebbero dovuti non solo all’inosservanza delle precauzioni imposte per evitare il contagio da Covid ma anche per la presenza di soggetti positivi ma asintomatici all’interno delle classi.

La Giunta comunale di Grotte ha approvato il Documento di Programmazione e il Bilancio di Previsione 2021-2023. Il sindaco Alfonso Provvidenza commenta: “Approvare i documenti di programmazione nei termini previsti dalla legge è stato sempre un obiettivo primario per l’Amministrazione. L’approvazione del Bilancio di Previsione 2021 consente di dotarci dello strumento più importante per una pubblica amministrazione, fondamentale per attuare il programma di governo e per dare risposte concrete alle aspettative della cittadinanza tutta. Purtroppo sul bilancio attuale pesano le complicate gestioni delle Amministrazioni precedenti. Si tratta di consistenti disavanzi che tuttora impediscono un’adeguata politica di sviluppo. Il risanamento dell’Ente rimane l’obiettivo principale, ma al contempo sono stati garantiti tutti i servizi essenziali”.

Un ragazzo di 25 anni, Giovanni Di Stefano, è morto vittima di un incidente stradale autonomo a pochi chilometri da Scoglitti, lungo la provinciale che conduce a Vittoria, in provincia di Ragusa. Il furgoncino su cui D Stefano ha viaggiato, per cause in corso di accertamento, si è schiantato contro il muro che delimita la carreggiata, ribaltandosi. Il giovane è stato sbalzato fuori dall’abitacolo subendo traumi gravissimi. Gli agenti della Polizia Locale e i sanitari del 118 hanno prestato il primo soccorso, rivelatosi inutile. Lo stesso tratto di strada è già stato teatro di un gravissimo incidente: il 22 novembre del 2016 quattro persone sono morte a seguito di un impatto molto simile.