Home / 2023 / Gennaio (Pagina 31)

Il presidente della Regione ha ottenuto – come richiesto in seguito a un parere dell’Avvocatura generale – lo stop al decreto che assegna 3,7 milioni alla società lussemburghese Absolute Blu.
Il presidente Schifani Spera in un atto di responsabilità da parte di Fratelli d’Italia, tanto più che nessuno a Palermo e a Roma ha difeso l’assessore. Nemmeno la corrente che fa capo a Manlio Messina (predecessore di Scarpinato e firmatario del primo accordo con la Absolute Blu che nel 2022 è già costato poco più di 2 milioni) ha avuto contatti con Schifani per ricomporre il rapporto.

Il parere dell’Avvocatura generale della Regione aveva evidenziato l’irritualità della procedura seguita per assegnare la gara, ricostruendo un iter iniziato il 22 ottobre nel quale l’assessorato si era accontentato di una semplice lettera della stessa Absolute Blu che dichiarava di avere i requisiti necessari a chiudere con essa un accordo con trattativa privata. E anche l’Avvocatura della Regione segnala che «l’assessore era a conoscenza di tutto ciò».
Schifani contesta anche all’assessore che per via di ciò che è successo «purtroppo quelle risorse sono state perse perché erano fondi europei e andavano utilizzati entro l’anno. Quello che mi dispiace è che questi provvedimenti siano intervenuti il 30 dicembre, sostanzialmente senza concertazione all’interno della giunta».

Come pubblicato ieri, il Commissario regionale di Forza Italia, ed ex presidente dell’Assemblea Regionale, Gianfranco Miccichè, si è dimesso dal seggio al Senato e ha mantenuto il seggio da deputato regionale, richiedendo una deroga per formare il gruppo parlamentare di Forza Italia con 3 deputati, ovvero lui, Mancuso e D’Agostino, anzichè, come imposto dalla normativa, 4 deputati. Ebbene, al mattino di oggi Miccichè ha ritirato tale richiesta di deroga, e ha aderito al gruppo Misto.

Papa Francesco pranzò nella sala mensa della missione “Speranza e carità” di Biagio Conte, in via Decollati, il 15 settembre del 2018 in occasione della sua visita a Palermo. Si è seduto a fianco del missionario, di padre Pino, il vescovo Lorefice e un disabile. Nella sala mensa pranzarono 160 persone, tra poveri, migranti, ex detenuti, volontari. Fuori dalla mensa, ma sempre nella missione, altre 1.300 persone pranzarono in contemporanea con il Papa. Biagio Conte commentò: “Sono emozionato e felice per l’arrivo di Papa Francesco. E’ un momento di comunione forte con il Santo Padre in cui insieme lanciamo un messaggio di accoglienza verso tutte le persone in difficoltà sia italiane che straniere. La Chiesa deve camminare unita e diventare esempio di carità per tutta la società. Bisogna essere attenti a tutti, i papà che hanno perso il lavoro, le famiglie che hanno figli disabili, le donne con figli rimaste sole, gli immigrati, i carcerati, tutti quelli che hanno perso la speranza”.

L’euro – deputata della Lega, la licatese Annalisa Tardino, componente del gruppo ID, annuncia la sua candidatura alla vice presidenza del Parlamento Europeo. E afferma: “Tanta emozione e infinito onore. Ancor più perché il voto per l’ufficio di presidenza arriva nel momento più delicato della vita del Parlamento, scosso dall’ignobile scandalo Qatargate, da cui origina la necessità di eleggere un nuovo vice presidente, in sostituzione di Eva Kaili. Ripartiremo chiedendo il supporto a tutti i miei colleghi, di tutti i partiti, perché ritengo questo sia il momento di rimediare agli errori del passato, e dare voce e rappresentanza a tutti i gruppi politici negli organi di controllo del Parlamento, unica istituzione europea democraticamente eletta. Come noto, a oggi siamo l’unico gruppo politico non rappresentato nell’ufficio di presidenza del Parlamento Europeo, nonostante il proficuo lavoro portato avanti e il rispetto sempre mostrato nei confronti dell’istituzione che ci onoriamo di rappresentare”.

Ad Agrigento, in via Atenea, la ZTL, la Zona a transito limitato, in versione “natalizia”, è stata prorogata fino al 31 gennaio, anche per incentivare il mercato dei saldi. Dunque via Atenea è chiusa al traffico da lunedì a giovedì dalle 9 alle 13 e dalle 17 alle 24. Il venerdì e il sabato dalle 9.30 alle 13 e dalle 17 alle 2 di notte. E la domenica solo dalle 14 alle 24. La Ztl sarà “assoluta” il sabato dalle 18 alle 21 anche per i residenti e tutti coloro che sono muniti di pass perché si ipotizza una maggiore presenza di pedoni.

L’assessore comunale di Agrigento con delega alla tutela degli animali e al randagismo, Aurelio Trupia, informa che da oggi, giovedì 12 gennaio, dopo la pausa natalizia, è stata riavviata l’attività dell’ambulatorio veterinario per le sterilizzazioni e microchippature gratuite di cani e gatti in contrada Consolida, nella zona industriale. L’ambulatorio sarà a disposizione degli utenti il giovedì ed il venerdì, dalle ore 9 alle 13. Inoltre, a cura dei veterinari dell’Azienda sanitaria, si procede alla sterilizzazione e microchippatura gratuita dei cani al momento presenti nel canile di Siculiana convenzionato con il Comune di Agrigento. Relativamente ai gatti randagi, per la sterilizzazione, microchippatura ed il riconoscimento di una colonia felina bisogna inviare le richieste all’indirizzo e-mail ufficio.sanita.ecologia@comune.agrigento.it oppure consegnarle al Comune materialmente.

Incidente stradale mortale lungo la strada statale 117 bis Gela-Piazza Armerina. Il bilancio è pesantissimo: una donna, Maria Carmela Di Bennardo di 45 anni, originaria della provincia di Ragusa, è deceduta e cinque feriti.

A scontrarsi, per motivi anche in corso di accertamento, un mezzo pesante che trasportava materiale ingombrante e una Peugeot 3008 con a bordo quattro persone. Sul posto sono intervenute tre ambulanze, arrivate da Gela, Niscemi e Piazza Armerina, i Vigili del Fuoco di Gela e due elisoccorsi.

La sfortunata donna era insegnante e la sua morte ha destato un profondissimo vuoto tra gli alunni e i colleghi che la conoscevano.

La Procura di Agrigento ha iscritto 13 sanitari dell’ospedale “Barone Lombardo” di Canicattì sul registro degli indagati a seguito della morte di una bambina ancora nel grembo della madre. L’ipotesi di reato è di omicidio colposo. Il sostituto titolare dell’inchiesta, Paola Vetro, ha disposto l’autopsia, a cura del medico legale Antonio D’Anna, del ginecologo Antonio Luciano e dell’anatomo-patologo Michele Spicola. La salma della piccola è custodita nella camera mortuaria dell’ospedale “San Giovanni di Dio” di Agrigento. E’ deceduta lo scorso 27 dicembre. La madre si è recata in ospedale a Canicattì per una delle ultime visite programmate prima del parto. E avrebbe segnalato al medico di avere avuto la pressione arteriosa alta e dei valori ematici anomali. E’ stata dimessa. Poi è ritornata in ospedale 8 giorni dopo, ed è stata rilevata l’assenza di battito e il decesso della piccola ancora nel grembo. I genitori, una coppia di Delia, ha presentato la denuncia, e i Carabinieri hanno sequestrato le cartelle cliniche.