Home / 2022 / Luglio (Pagina 3)

Martedì 2 agosto alle 19,30 sul palco del teatro a mare “Pellegrino 1880” Osvaldo Lo Iacono darà vita ad un concerto unico e suggestivo con Antonino Saladino al violoncello e Giuseppe Zito al piano/keys. Le note della chitarra elettrica, si fonderanno con le sonorità del violoncello e del piano/ keys, tra suoni moderni e classici, tra composizioni originali, colonne sonore, rock ed elementi naturali che prenderanno vita rigorosamente all’ora del tramonto in un quadro multicolore di echi eterei ed affascinanti
Per il terzo appuntamento della rassegna “’a Scurata Cunti e canti al calar del Sole – Memorial Enrico Russo” il teatro a mare “Pellegrino 1880” accoglierà la Musica, quella capace di raggiungere l’anima dell’uomo e di armonizzare con l’universo. Protagonista sarà il chitarrista Osvaldo Lo Iacono che darà vita ad un concerto unico e suggestivo con Antonino Saladino al violoncello e Giuseppe Zito a piano/ keys. L’appuntamento è per martedì 2 agosto alle 19,30Nella Salina Genna, all’interno della riserva naturale dello Stagnone, sul palco “green” di tufi, abbracciato da un emiciclo con un pavimento di sale e sedute di legno, si esibiranno musicisti d’eccezione capaci di fare con le note un percorso narrativo-evocativo che perfettamente si armonizza con l’ambiente naturale, dove scenario e performance parlano all’anima degli spettatori, aprendo spazi di emozione nel segno di una pervasiva e salvatrice bellezza.
Protagonista sarà Osvaldo Lo Iacono. Il chitarrista siciliano, dopo aver militato nelle fila dei Tinturia, con i quali ha registrato due dischi e lavorando sulle reti Mediaset con Ficarra e Picone, da anni è al fianco ad artisti eccelsi quali Amii Stewart, Antonella Ruggiero, e negli ultimi anni ha avuto il privilegio di suonare e/o registrare per: Billy Cobham, Mario Biondi, Fabrizio Bosso, Fabio Concato, Bireli lagrene, Simona Molinari, Daria Biancardi, Mauro Ermanno Giovanardi, Lidia Schillaci, Deborah Iurato, Neja e molti altri. Ebbene le note della sua chitarra elettrica, martedì prossimo si fonderanno con le magiche sonorità del violoncello, tra suoni moderni e classici, atmosfere rarefatte e “liquide”.  Elementi naturali come pioggia e fuoco, prenderanno vita in un quadro multicolore di echi eterei ed affascinanti. Un viaggio tra composizioni originali, colonne sonore (di Ennio Morricone) e classici del rock, che conquistano una nuova vita.
Una danza di note, di melodie dove ad essere “narrata” sarà l’anima della Sicilia, che forse non sa parlare, ma in questo concerto suona. D’altronde lo stesso Osvaldo Lo Iacono afferma: “Scelgo di vivere in Sicilia. Questa terra continua ad ispirarmi”.
“Il concerto – anticipano gli organizzatori – prevede la partecipazione di un eccezionale ospite a sorpresa, che sarà rivelato solo durante lo spettacolo”.
https://www.scurata.it/osvaldo-lo-iacono-2-agosto/ biglietti 15 euro zona A – 12 euro zona B
La kermesse ideata e organizzata dal Movimento artistico culturale città di Marsala – M.A.C., giunta alla V edizione, prosegue con musica e teatro fino al 30 agosto e si avvale del patrocinio del Comune di Marsala e dell’Assemblea regionale siciliana. La manifestazione conta anche sull’apporto degli sponsor: Cantine Pellegrino, main partner che dà il nome al teatro “Pellegrino 1880” assolutamente ecologico e rispettoso della laguna dove gli artisti si esibiscono a pelo d’acqua, ma anche di Zicaffè, Medipower e Imera Imballaggi.
La rassegna intera è dedicata all’indimenticabile Enrico Russo che ha dato un eccezionale e ancora fruttuoso contributo alla crescita della cultura dell’arte e soprattutto del teatro nel nostro territorio.
Di seguito tutti gli altri spettacoli in cartellone:
05.08.22        Castello delle uova – “L’enigma del capitale” h. 19,30- biglietti 15 euro zona A – 12 euro zona B
Il castello delle uova nel 2020 pubblica su canali digitali il nuovo conceptL’enigma del capitale, ristampato nel 2021 in edizione limitata su CD per Seahorse Recordings. Dopo Appunti sonori per una cosmogonia caotica (per Ondarock fra i migliori album del 2007), nel 2001 il gruppo sceglie l’”asparizione“. Ora riappare dal vivo per raccontare i bombardamenti di Marsala del 1943, il martirio del sindacalista Vito Pipitone, l’impatto della crisi del 2008 con i musicisti: Abele Gallo batteria, Pietro Li Causi Chitarre, Benny Marano voce recitante, Ambra Rinaldo basso, Salvatore Sinatra piano elettrico e tastiere. Feat. Ninni Arini
08.08.22        Luana Struppa: concerto per Pianoforte “Sussurri al Tramonto” h. 19,30- biglietti 15 euro zona A – 12 euro zona B
Le note del pianoforte evocano nostalgie, rimpianti, luoghi sconosciuti, mete altrimenti irraggiungibili. Luana Struppa con Il Notturno op.27 n.2 di Chopin creerà un’atmosfera di serenità; con la Ballata op. 47 di Chopin ci porterà con eleganza nella profondità dell’animo umano; con la Barcarolle op. 60 evocherà il canto dei gondolieri veneziani. Eseguirà poi, Mormorii della Foresta e il Sonetto “Pace non trovo” di Listz dai tratti drammatici e appassionati; “Sogno d’Amore”: invito all’amore eterno e ancora brani dallo Schiaccianoci di Ciaikovsky per renderci protagonisti di una favola.
11.08.22        “Over the rainbow….un viaggio da Broadway ad Hollywood” h. 19,30- biglietti 15 euro zona A – 12 euro zona B
Un viaggio musicale fra le pagine dei più celebri musical della storia, ma anche attraverso brani tratti da altri spettacoli meno famosi eppure decisamente altrettanto interessanti: da Sondhaim a Bernstain, da Webber a Porter e non solo.  Diretto da Giuseppe Li Causi e prodotto dall’Ass. Carpe Diem, “Over The Rainbow” è una macchina musicale del tempo tra luci della ribalta e partiture che sono veri capolavori del genere.
16.08.22        Io Sono Io…Modugno! h. 19,30- biglietti 15 euro zona A – 12 euro zona B
Un viaggio tra le canzoni di Domenico Modugno che descrive la vita di uno dei tanti giovani di provincia pronti ad affrontare ogni traversia per realizzare il sogno di diventare artista. Spettacolo interpretato dal cantautore Ninni Arini, propone un alternarsi di momenti comici e melanconici, gioiosi e suggestive evocazioni poetiche. Io Sono Io…Modugno! rappresenta chiunque desideri “Volare” ma che non sempre sa di avere le ali. Con Ninni Arini, Giuseppe Angotta, Francesco Virgilio.  Arrangiamenti e direzione musicale di Aldo Bertolino.
19.08.22 Maremostro – Compagnia Teatrale Sipario h. 19,30- biglietti 15 euro zona A – 12 euro zona B
Con 12 canzoni e la band dal vivo l’Ass. Sipario porta in scena la contrapposizione tra il sereno azzurro marenostro e il MAREMOSTRO al largo di Lampedusa che si trasforma in sterminato cimitero per i fratelli migranti africani. Spettacolo scritto e diretto da Vito Scarpitta, pone il quesito dell’identità del nostro Paese non sempre accogliente; “a causa della crisi della società liberista. E gridiamo disperatamente «dov’è l’Italia», quasi stentassimo a trovarla, come i genitori di una fiaba stentano a trovare il figlio in una foresta fitta”.
23.08.22        “L’assedio di Ilio” – h. 19,30- biglietti 15 euro zona A – 12 euro zona B
Replica h. 21,45
Ass. culturale ARCO – Scritto e diretto da Giacomo Frazzitta
Con Chiara Vinci, Alessia Angileri, Sergio La Vela, Giuseppe Frazzitta e Giacomo Frazzitta, costumiste Giusy Curcio e Patrizia Giacalone e Musiche e arrangiamenti di Dario Silvia che si esibirà al pianoforte con Aldo Bertolino (tromba), Gianluca Pantaleo (contrabbasso), Fabrizio Parrinello (Batteria). Direzione musicale di Bettina Gandolfo, Scenografia di Giovanni Falco.
La storia, la poesia di tremila anni fa e le mitiche vicende omeriche si fondono con la libertà della musica Jazz creando un suggestivo ponte che valica tempo e spazio. Ne “L’assedio di Ilio”, scritto e diretto da Giacomo Frazzitta, le gesta degli eroi della conquista di Troia si intrecciano con il centrale ruolo delle donne. “Qui noi aggiungiamo la nostra voce – spiega l’autore –. La scena, dominata da un enorme cavallo, strumento d’inganno e vittoria, ha, come colonna sonora dal vivo, la musica Jazz, simbolo di libertà”. In scena Chiara Vinci e Federico Caruana. Musiche di Dario Silvia.
26.08.22        “…Ed io l’amavo” di Chiara Putaggio con Adriana Parrinello – regia  Francesco Stella – h. 19,30- biglietti 15 euro zona A – 12 euro zona B
L’operato, la missione del sindacalista marsalese ucciso dalla mafia nel 1947, Vito Pipitone, ma anche la sua vita personale raccontate dagli occhi di sua moglie, Filippa Di Dia. Un monologo in siciliano, intimo e sincero – scritto da Chiara Putaggio, interpretato da Adriana Parrinello con la regia di Francesco Stella – dove una donna svela cosa c’è dietro il sacrificio di chi crede nella giustizia. Musiche di Gregorio Caimi per cantare l’anima di quella Marsala, all’indomani dalla seconda guerra mondiale e di una famiglia, di una donna, che “amava suo marito”.
30.08.22        Mario Venuti “SOLO” h. 19,30 – biglietto 25 euro
Mario Venuti suona la sua anima “SOLO”, con chitarra e voce. Strumenti che dipingono i 30 anni di carriera dell’artista catanese, di musica italiana che si intinge nel mondo, che con la sua vocalità abbraccia le sonorità brasiliane e sudamericane. Occasione unica di toccare la profonda identità artistica e umana di un musicista secondo cui “il pop è un termine nobile, che unisce Domenico Modugno e Luigi Tenco, Elvis Costello e i Talking Heads, i Beatles e Lucio Battisti”. Immancabili i suoi pezzi storici, ma anche i nuovi successi nell’arrangiamento più puro, quello in cui sono nati, e proporrà inoltre canzoni che del nuovo disco “Tropitalia”.
Biglietti presso I viaggi dello Stagnone via Dei Mille, 45 – Marsala 0923.717973 – 320.8011864 oppure on line su ciaotickets.it

Domenica scorsa un violento incendio è divampato a danno di un Centro di trattamento e trasferimento dei rifiuti a Canicattì, in località Foro Boario. Ebbene, la Procura di Agrigento, avvalendosi degli esiti delle indagini condotte dai Carabinieri in collaborazione con l’Arpa protezione ambiente, ha sequestrato il Centro e ha iscritto nel registro degli indagini un funzionario del Comune di Canicattì e l’amministratore della società Sea, titolare dell’appalto della nettezza urbana a Canicattì. I sigilli sono stati apposti perché il sito sarebbe mancante dell’autorizzazione al trattamento dei rifiuti urbani raccolti e poi trasferiti in discarica, perché sarebbe stata riscontrata la presenza di rifiuti indifferenziati e pericolosi, conferiti e trattati in maniera indiscriminata, e perché manca un sistema di protezione e recinzione del sito, privo di procedure e sistemi antincendio.

Un incidente stradale in autostrada, la Siracusa – Gela, nel tratto tra Rosolini e Noto, ha provocato la morte di un turista di 73 anni di Mantova e in vacanza in Sicilia. A lui, per cause in corso di accertamento da parte della Polizia stradale, è sfuggito il controllo della sua automobile e si è schiantato contro il guardrail. L’impatto si è rivelato fatale. I Vigili del fuoco lo hanno estratto dall’abitacolo. I sanitari del 118 hanno constatato la morte.

Sicilia, Lazio e Lombardia al voto per le Regionali: una ciascuno per i tre leader del centrodestra. I 5 Stelle siciliani esclusi dalla regola del doppio mandato. Il tour di De Luca.

Prima si vota per le Regionali in Sicilia, e poi nel 2023, verosimilmente in primavera, si voterà per le elezioni Regionali in Lombardia e Lazio. E probabilmente la data delle elezioni sarà unica per le due competizioni. E dunque sul tavolo nazionale del centrodestra, ovvero Berlusconi, Salvini, Meloni e i centristi, sono all’ordine del giorno le trattative per designare i candidati presidente nelle tre Regioni. Sarebbe scontato che a ciascun leader sia assegnata facoltà di scelta del candidato in una delle tre regioni. E, secondo quanto sarebbe emerso sotto traccia e reso pubblico, a Forza Italia sarebbe riservata la Sicilia, e Stefania Prestigiacomo sarebbe la candidata presidente anche se vi sarebbero anche altre donne papabili. Giorgia Meloni invece sarebbe al timone del Lazio dove candiderebbe presidente Francesco Lollobrigida, capogruppo di Fratelli d’Italia alla Camera dei Deputati. E la Lombardia a Matteo Salvini. A Nello Musumeci sarebbe offerta una candidatura blindata al Senato e un successivo incarico da sottosegretario nell’eventuale governo Meloni al ministero per gli Affari Regionali e le Autonomie, attualmente retto da Mariastella Gelmini, in rotta con Forza Italia dopo il no a Draghi e adesso nella segreteria nazionale di “Azione” di Carlo Calenda. Nel frattempo la conferma della regola del non essere più candidabili dopo due mandati ha escluso dalla corsa elettorale diversi parlamentari siciliani del Movimento 5 Stelle, tra cui il mazarese Alfonso Bonafede, il palermitano Vito Crimi, le catanesi Nunzia Catalfo e Giulia Grillo, il senatore trapanese Vincenzo Santangelo e la deputata nissena Azzurra Cancelleri, sorella di Giancarlo, sottosegretario alle Infrastrutture. Nel frattempo prosegue determinato il tour elettorale del leader del movimento “Sicilia Vera” e candidato presidente della Regione, Cateno De Luca, che dalla prima tappa dello scorso 20 luglio ha già percorso a piedi e in bicicletta oltre 350 chilometri e visitato oltre 50 Comuni. De Luca ha ribadito i suoi “comandamenti programmatrici”, come li ha definiti, ovvero dieci punti base del suo programma amministrativo. E spiega: “Sono dieci pilastri, gli elementi valoriali che stanno alla base del nostro impegno, del nostro contratto con i siciliani.
Noi siamo abituati a mantenere i nostri impegni, abbiamo lavorato bene, la gente ci ama perché i nostri impegni li abbiamo sempre mantenuti. I nostri comandamenti sono le clausole contrattuali del nostro rapporto con i siciliani. Noi abbiamo la credibilità di poter stipulare un contratto, mentre l’intera classe politica siciliana, che io chiamo ‘banda bassotti’, ormai non può farlo. Io parlo di ‘cambiali cabriolet’, cioè cambiali che a scadenza nessuno ha onorato. Infatti il sistema imprenditoriale sta saltando per eccessivo credito da parte della Regione, perché non paga. Noi abbiamo fatto una scelta netta: il nostro primo obiettivo potrà sembrare banale ma non lo è. Vogliamo intanto riportare la Sicilia alla normalità dei servizi, del sistema economico-finanziario, del sistema dei pagamenti, del sistema di assistenza al mondo delle imprese, alle famiglie e ai disabili”.

Angelo Ruoppolo (Teleacras)

L’assessorato regionale alla Sanità ha temporaneamente sospeso l’autorizzazione alla distribuzione di farmaci ad un farmacista di 30 anni operante a Canicattì, direttore tecnico di un deposito di commercio all’ingrosso di farmaci, nella periferia della città dell’Uva Italia. Nel corso di un controllo, i Carabinieri del Nas di Palermo hanno accertato che il deposito è stato ampliato abusivamente di circa 400 metri quadrati, variando anche i percorsi di lavorazione e installando attrezzature senza alcuna autorizzazione. L’assessorato restituirà l’autorizzazione non appena si provvederà alla rimozione degli abusi e al ripristino dei luoghi. Il valore della struttura è di circa 2 milioni di euro, e quello dei farmaci custoditi ammonta ad almeno 3 milioni di euro.

A Catania, nella zona industriale, un operaio di 37 anni, A V sono le iniziali del nome, è morto vittima di un incidente sul lavoro avvenuto nel sito della Ecometalli srl, che si occupa di raccolta e commercio di metalli. Sul posto sono intervenuti i Carabinieri. La Procura ha avviato un’inchiesta. Lui, su un mezzo di lavoro, sarebbe stato colpito da un frammento metallico dopo un’esplosione, forse di una bombola. Su quanto accaduto indagano gli ispettori dello S.Pre.S.A.L. (Servizio prevenzione e sicurezza degli ambienti di lavoro) dell’Azienda sanitaria provinciale.

“Il Governo Regionale deve intervenire affinché a bordo delle ambulanze del 118 siano sempre presenti medici soccorritori. Eventi tragici come quello di Sant’Agata di Militello (per citare il più recente tra innumerevoli episodi), dove un giovane ciclista è morto senza che potesse ricevere adeguata assistenza per l’assenza di un medico a bordo, non devono più ripetersi.”
È quanto afferma il deputato regionale Danilo Lo Giudice, che ha presentato una interrogazione urgente al Presidente Musumeci e all’Assessore Razza, affinché sia potenziata la dotazione organica di medici soccorritori a servizio del 118.
Nel suo documento, Lo Giudice ricorda che “da diverso tempo, a causa della  carenza d’organico le ambulanze sono spesso  sprovviste di medico, operando solo con l’autista  e il soccorritore, figure necessarie ma impossibilitate a fare diagnosi e/o a somministrare farmaci”.
Il deputato di Sicilia Vera sottolinea che una recente nota diramata dall’Assessore alla Salute comunica che dopo 16 anni è stato rinnovato il contratto per l’emergenza sanitaria territoriale, elencando una lunga serie di benefit ed incrementi retributivi per il personale già in servizio.
“Pur apprezzando questi provvedimenti – sottolinea Lo Giudice – non si può non rilevare che questi interventi non incidono sul numero di medici soccorritori in servizio, elemento fondamentale per la efficacia degli interventi di emergenza.”
“Nonostante vi siano decine di medici in servizio, che hanno acquisito una lunga  esperienza sul campo – prosegue Lo Giudice – non si può non sottolineare la necessità di assumere un maggior numero di medici a servizio delle ambulanze del 118, affinché si possa intervenire efficacemente negli scenari di emergenza più disparati, quali incidenti stradali, infarti, ictus, annegamenti, emergenze neonatali e pediatriche.”
Lo Giudice invita a una attenta rimodulazione del servizio affinché venga garantita la prima assistenza ad ogni cittadino.
“Le soluzioni andrebbero trovate con urgenza, adottando ogni utile provvedimento volto a potenziare il bacino dei medici in servizio sulle ambulanze medicalizzate del 118, eventualmente autorizzando a svolgere dei turni nel sistema emergenza/urgenza anche ai medici abilitati a fare medicina d’urgenza nel 118 e nei pronto soccorso e che attualmente prestano la loro attività nella medicina di base. Oggi la soluzione, anche se provvisoria, deve essere veloce e per affrontare il caotico agosto e per garantire ai cittadini l’adeguato soccorso. Ogni soluzione andrebbe adottata tenendo presente che gli operatori sanitari vedono lesi i loro diritti ogni giorno rinunciando spesso, nonostante abbiano le competenze, a svolgere servizi carenti di organizzazione e tutela.”

Potrebbe cadere in un tratto compreso fra il sud della Sardegna, la Sicilia e una porzione meridionale della Calabria un razzo cinese Long March 5B (CZ-5B) il cui rientro incontrollato in atmosfera è previsto fra domani sera, 30 luglio, e domenica sera, 31 luglio.

In questo arco temporale sono previste, sull’Italia, tre differenti orbite che potrebbero interessare, per alcuni secondi, cinque porzioni di territorio delle isole e del Sud Italia, sulla base degli ultimi dati forniti dall’Agenzia spaziale italiana (Asi).

Ieri il direttore generale della Protezione civile regionale, Antonio Pasquale Belloi, e il suo team hanno partecipato a una riunione del Comitato operativo nazionale, convocato dal capo dipartimento Fabrizio Curcio per fare il punto sul rientro sulla terra del secondo stadio del lanciatore cinese PRC-CZ5B: è comunque ritenuta bassa la possibilità che uno o più frammenti del razzo possano colpire l’Italia, ma non è ancora possibile escluderla totalmente.

La Protezione civile della Sardegna era stata allertata per un evento simile nel maggio del 2021, in occasione del rientro incontrollato sulla Terra del lanciatore spaziale cinese ‘Long March 5B’. In quel caso erano previste tre traiettorie che avrebbero potuto coinvolgere l’Italia e, in particolare 9 regioni del centro-sud, cioe’ Umbria, Lazio, Abruzzo, Molise, Campania, Basilicata, Puglia, Calabria, Sicilia e Sardegna. Nel maggio 2020 frammenti di un altro lanciatore Lunga Marcia 5B cinese erano finiti in una zona popolata dell’Africa, in Costa d’Avoria, e danneggiato edifici ma senza causare feriti.

AGI

Sono 3.566 i nuovi casi di Covid19 registrati nelle ultime 24 ore in Sicilia a fronte di 20.615 tamponi processati. Il tasso di positività è al 17,3%. La Sicilia è al settimo posto per contagi fra le regioni italiane. Gli attuali positivi sono 171.444 con una diminuzione di 341 casi. I guariti sono 4.224 e 17 vittime che portano il totale dei decessi resta 11.635. Sul fronte ospedaliero i ricoverati sono 1007, in terapia intensiva sono 52.

Questi i dati nei Comuni capoluogo: Palermo 801 casi, Catania 836, Messina 669, Siracusa 343, Trapani 355, Ragusa 233, Caltanissetta 181, Agrigento 378, Enna 104.