Home / 2021 / Agosto (Pagina 67)

“Le scene di sporcizia e degrado lungo le strade del centro e nei quartieri di Agrigento sono inaccettabili. Passeggiare, osservare e vivere la città in queste condizioni è un pugno allo stomaco. Il modo più indecoroso e mortificante di accogliere turisti e visitatori.

Tra inerzia e incapacità di dare una scossa si corre il rischio di abituarsi alla realtà e di non meravigliarsi più. Al netto di incivili e lanciatori seriali che vanno individuati e sanzionati aumentando i controlli, è necessario predisporre un vero piano straordinario di pulizia della città per liberare bordi strada, marciapiedi e caditoie da erbacce e spazzatura.

L’unico argine all’incuria non può essere rappresentato da volontari e dal “fai da te”. Per fronteggiare una situazione semplicemente disastrosa serve agire senza indugi e con una road map serrata per ripristinare in fretta le condizioni di igiene e decoro ambientale, ad oggi seriamente compromesse”.

Lo afferma il coordinatore provinciale del Movimento politico “Servire Agrigento” Raoul Passarello.

Si è spento a Palermo Raffaello Rubino. Era nato in provincia di Bolzano nel 1928, medico chirurgo ed esponente della Democrazia Cristiana, è stato deputato regionale all’Assemblea Regionale Siciliana per due legislature, e parlamentare alla Camera dei Deputati nella ottava e nona legislatura. Nell’ultima è subentrato al posto del deputato Luigi Giglia morto nel 1983. Ufficiale medico di complemento. Già delegato provinciale, Consigliere regionale e nazionale del Movimento giovanile D.C. Già Presidente del Consiglio d’Ateneo del F.U.C.I. di Palermo. Primo Presidente dell’O.R.U.P. di Palermo e Consigliere nazionale dell’U.N.U.R.I. Già Consigliere nazionale e Componente della Direzionale Italiana della Gioventù Europea. Segretario provinciale della D.C. di Agrigento dal 1956 al 1960. Vice Segretario regionale della D.C. Sindaco di Cammarata.

Così lo ricorda il nipote avvocato Girolamo Rubino: “Era un punto di riferimento. Spesso lo andavo a prendere per passare con lui ore indimenticabili che sapeva riempire con preziose riflessioni. Mi mancherà.”

A Palermo è stato arrestato per tentato omicidio Giuseppe Napoli, l’uomo di 49 anni che ieri ha sparato contro una donna e il cugino di lei in un residence in via dell’Airone, nel quartiere Falsomiele. Napoli è già sottoposto agli arresti domiciliari per reati contro il patrimonio. I bossoli sono stati recuperati dalla scientifica. Le indagini della Squadra Mobile proseguono. Sia la donna che il cugino hanno dichiarato di non conoscere l’uomo. Napoli, durante la sparatoria, è stato colpito con diversi oggetti dai residenti che poi lo hanno picchiato. Lui, a terra privo di sensi, è stato trasportato all’ospedale Civico, dove è piantonato, e non ha risposto a nessuna domanda degli investigatori. La donna e il cugino sono stati soccorsi al Policlinico con ferite alle gambe.

Il ministro Lamorgese accoglie l’appello di Orlando e istituisce un tavolo di confronto sulla crisi finanziaria dei Comuni siciliani. E Musumeci si rivolge a Draghi.

Dunque sabato scorso 31 luglio è scaduto il termine di presentazione dei bilanci di previsione 2021 – 2023, e tanti Comuni siciliani, quasi tutti, sono stati impossibilitati all’adempimento dell’obbligo contabile. Il presidente dell’Anci, l’Associazione dei Comuni di Sicilia, Leoluca Orlando, ha lanciato un appello non solo alla proroga del termine ma anche all’allestimento di un tavolo inter-istituzionale al ministero dell’Interno. Attualmente, dei 390 Comuni siciliani, 80 sono in dissesto finanziario, e 83 sono impegnati nella procedura di riequilibrio del bilancio. Quindi una percentuale complessiva del 41,8 per cento degli Enti locali dell’isola è più o meno sull’orlo del precipizio. Ebbene, adesso il ministro degli Interni, Luciana Lamorgese, ha scritto un’apposita lettera ad Orlando, ha accolto quanto invocato dall’Associazione degli Enti locali siciliani, e ha istituito il tavolo di confronto sulle precarie condizioni finanziarie in cui versano i Comuni della Trinacria spesso provocate – come ha più volte denunciato lo stesso Orlando – “da disastrose gestioni dell’Agenzia di riscossione siciliana, oggi destinata, proprio per tali ragioni, ad essere sostituita dell’Agenzia dell’entrate”. E a seguito dell’ok al “tavolo ministeriale”, il presidente Anci Sicilia commenta: “Si tratta di un segnale importante che infonde fiducia. Adesso si attende al più presto la convocazione del tavolo con il coinvolgimento della Regione Siciliana e dell’Anci Sicilia, per potere affrontare in maniera compiuta una condizione che impedisce a centinaia di Comuni siciliani, a causa del dissesto, di approvare i bilanci di previsione senza pregiudizio per i servizi essenziali a favore dei cittadini”. Nel frattempo, anche il presidente della Regione, Nello Musumeci, si è rivolto al presidente del Consiglio dei ministri, Mario Draghi, rilanciando la crisi economica che attanaglia i Comuni siciliani, e in una lettera-appello ha scritto: “Non credo sia necessario richiamare le note difficoltà finanziarie di molti Comuni dell’isola, e le cause che le hanno provocate, analoghe a quelle di altri Comuni del Sud Italia che non sono riusciti ad esitare il bilancio preventivo 2021-2023. E’ necessario che il Governo nazionale intervenga per affrontare le gravi criticità mediante l’effettiva attuazione delle norme in materia di federalismo fiscale. Rimangono, altresì, ancora irrisolte le questioni afferenti all’attuazione dello Statuto siciliano sempre in materia fiscale di cui, da tempo, è investita la Commissione Paritetica. I nostri Enti Locali rischiano il collasso finanziario. Sono fiducioso che il Governo nazionale, che ha la competenza nella finanza locale, possa imprimere quell’atteso segnale di attenzione nei confronti della Sicilia”.

Angelo Ruoppolo (Teleacras)

Pubblicato dal governo regionale il decreto che dispone il fermo pesca temporaneo, misura obbligatoria per il 2021. La novità saliente di quest’anno riguarda l’ampia forchetta temporale in cui le unità da pesca abilitate allo strascico potranno fermarsi per 30 giorni continuativi, da oggi al 31 dicembre 2021.

Il fermo mira anche alla salvaguardia degli stock ittici demersali, che si avvantaggiano in questo caso di una pausa, anche se parziale, ad autunno inoltrato, periodo di maggiore reclutamento tra gli individui giovanili di una stessa specie.

“Credo sia una pessima idea quella di proporre aperitivi in alcuni locali per incentivare la vaccinazione dei giovani in Sicilia. A mio avviso, così passa un messaggio assolutamente sbagliato che rischia di favorire l’uso insensato di alcol che rappresenta uno dei problemi più gravi che colpisce i giovani, anche minorenni.  Ho già espresso il mio disappunto per le iniziative del genere promosse prima a Messina, poi a Palermo e lo esprimo anche adesso in vista di una nuova iniziativa che, a quanto pare, si sta organizzando nel Trapanese. Ben vengano, invece, iniziative come quelle promosse da Edizioni La Zisa di Palermo che regala un libro ad ogni neo vaccinato. L’auspicio è che vengano annullate tutte le iniziative che propongono alcol per incoraggiare i giovani i a immunizzarsi contro il Covid-19. Fare il vaccino è un atto di responsabilità a tutela della propria salute e di quella della comunità”.

Lo scrive in una nota la presidente della commissione Salute dell’Ars Margherita La Rocca Ruvolo esprimendo il proprio disappunto per diversi iniziative “AperiVax” che si stanno promuovendo in Sicilia.

“Apprendiamo da fonti del Viminale che dovrebbe essere imminente, finalmente, la firma della convenzione fra Regione e Vigili del Fuoco. Peccato che Musumeci non potrà certo spacciarla come una vittoria, visto che arriva con tremendo ritardo e con risorse dimezzate: solo 500 mila euro a fronte del milione di euro occorrente. Oltre che nella predisposizione dei viali tagliafuoco e delle altre attività di prevenzione, anche su questo versante la Regione arriva fuori tempo massimo. Chiude il recinto quando i buoi sono ormai quasi tutti scappati. Eppure di tutto si può dire, tranne che gli incendi, purtroppo, siano una sorpresa in Sicilia”. Lo afferma il capogruppo del M5S all’Ars, Giovanni Di Caro.

“Per dare una mano alla Sicilia – continua Di Caro – il Viminale, e in particolare il sottosegretario Carlo Sibilia con delega ai Vigili del Fuoco, ha garantito in questi giorni i doppi turni dei Vigili del Fuoco. Ci risulta pure che da oltre due mesi chiedano alla Regione Siciliana di attivarsi per la prevenzione degli incendi e per stanziare ulteriori risorse di competenza regionale. Su questo versante, infatti, la Regione ha stanziato pochissimi fondi e ne ha utilizzato ancora meno. Ma per Musumeci questo non andrebbe detto: per lui chi critica il manovratore è uno sciacallo. Anche se il manovratore sta colpevolmente pilotando la Sicilia in fondo al baratro. E allora una cosa va detta, sciacallo è chi fugge dalle proprie responsabilità, chiedendo aiuto quando la Sicilia è ormai avvolta dalle fiamme, accusando tutti tranne se stesso”.

Oggi, martedi 3 agosto saranno protagonisti : “Amici di Totò”, di Antonino Scardino e “La Maschera” di Murizio Favilla che metteranno in scena “La Giara”; venerdì 6 agosto la scena sarà della Compagnia Teatrale Sipario che interpreterà: La Vita… peccato sia “originale” e domenica 8 agosto toccherà all’“Aldo Bertolino jazz quartet“  con “The Lady Sings – Omaggio a Billie Holiday„

Una settimana intensa per la rassegna “‘a Scurata” Cunti e canti al calar del Sole IV Memorial Enrico Russo. Sono tre gli appuntamenti pensati per conquistare ogni tipo di pubblico: teatro farsesco d’autore in siciliano, un musical dalle note intime eppure brillante ed esilarante sulla vita e un concerto jazz che celebra la grandezza di un’artista che ha lottato contro il razzismo.

In uno scenario dalla bellezza incredibile, tra sale, terra e vasche di salina, il teatro a mare “Pellegrino 1880”, realizzato grazie alle Cantine Pellegrino, main sponsor della rassegna ideata e organizzata dal Movimento artistico culturale città di Marsala, col patrocinio del Comune di Marsala, martedì 3 agosto saranno in scena le storiche associazioni teatrali: “Amici di Totò”, di Antonino Scardino e “La Maschera” di Murizio Favilla che interpreteranno: “La Giara” di Luigi Pirandello. Squadra vincente e collaudata: in scena don Lollò Zirafa sarà Maurizio Favilla, Zi Dima Antonino Scardino, Pietro Pipitone sarà l’avvocato Scimè, Ciccio Maggio Asparu; Mariella Fernandez Concetta; Franco Rallo Nofiu; Alba Isaia interpreterà Carmela; Pino Caltagirone sarà Saru; in scena anche Cristina Ottoveggio e Francesco Di Bernardo. https://www.ciaotickets.com/biglietti/la-giara-marsala
Venerdì 6 agosto la scena sarà della Compagnia Teatrale Sipario che interpreterà: La Vita… peccato sia “originale”. Un originale percorso sulla vita, sul suo inizio e su tutte le volte che ci è sembrato perderla, per poi ritrovarla misteriosa e bella come non mai. Dopo un momento serio e riflessivo, accompagnato da tante canzoni con strumentisti dal vivo, entreranno in scena le versioni diametralmente opposte dei due protagonisti: che fra gag, battute e doppi sensi trascineranno il pubblico in un vortice di risate ed emozioni. Lo spettacolo, scritto e diretto da Vito Scarpitta, si avvale della partecipazione di Dalila Pace.

“La vita è l’unico miracolo che nonostante tutto non si ferma mai – commenta Scarpitta – .Partirò da un monologo interiore, da una donna che analizza le sue sofferenze, ma trova sempre spiragli di luce. Quindi una partenza seria per celebrare la vita ma poi lo spettacolo affronta l’origine della vita. Alla via scientifica abbiamo preferito quella religiosa. Parleremo di Adamo ed Eva. Quindi lo spettacolo partirà in maniera molto seria e diventerà molto brillante. Accanto a me ci sarà Dalila Pace, noto volto di Sicilia cabaret. Interpreterà due monologhi, uno dei quali è quello di Eva, sia nel paradiso terrestre, che, dopo la cacciata, sulla terra. I monologhi di Dalila sono ispirati a testi di Dario Fo e Franca Rame, ovviamente rivisitati. Ci accompagneranno: Maria Teresa Maggio e Enza Giacalone”. https://www.ciaotickets.com/biglietti/la-vita-peccato-sia-originale-marsala
La serata di domenica 8 agosto sarà dedicata agli amanti del Jazz  con il concerto: “The Lady Sings – Omaggio a Billie Holiday„. Spettacolo dell‘ “Aldo Bertolino jazz quartet“ che sarà un intenso tributo blues all’unica vocalist afro-americana che si esibì insieme ai musicisti bianchi negli Stati del Sud, dove questo sodalizio suscitava opposizioni e minacce. Un omaggio all’arte oltre ogni forma di razzismo. Ad esibirsi saranno: Arabella Rustico, voce e contrabbasso; Dario Silvia, pianoforte; Fabrizio Parrinello, batteria; Aldo Bertolino, tromba e flicorno. “Billie, voce intensamente drammatica, elegante jazz, espressiva interprete di blues – spiega Bertolino – rivivrà nella Salina Genna. Billie, prima di cantare, chiudeva gli occhi, come in preghiera. E quale posto può essere più bello per elevare un canto verso il cielo”. Un concerto evocativo che al tempo stesso punta l’accento sul bisogno di equità sociale e dice no ad ogni forma di razzismo. “Non fa differenza per Billie l’essere bianca o l’essere nera. L’unica cosa che importa è la musica, è l’arte“.

Docente universitario positivo al Covid.  Uno dei docenti che venerdì scorso era presente alla conferenza di presentazione dell’offerta formativa per il prossimo anno accademico del polo territoriale di Agrigento, è risultato positivo al Covid.

Dall’Università, dunque, stanno ricostruendo i possibili contatti del docente con il pubblico presente venerdì scorso nell’aula magna di Villa Genuardi di Agrigento al fine di avviare lo screening.

Dalla segreteria dell’ateneo invitano le persone che hanno partecipato alla conferenza stampa, fra loro anche diversi giornalisti, “a mettersi in contatto con le autorità sanitarie in caso di sintomi riconducibili al Coronavirus”.