Home / 2021 / Aprile (Pagina 24)

L’hub della Fiera del Mediterraneo di Palermo vuoto, praticamente senza utenti. Pochissime le persone che oggi sono andate nel centro vaccinale per ricevere la dose di vaccino anticovid.

Abbiamo avuto un’eccezionale risposta dall’Open week end appena passato, ma temo che il prossimo fine settimana andrà diversamente, nel senso che non ci sarà tanta gente”. La Rocca torna a lanciare un appello ai cittadini a vaccinarsi: “Forse i siciliani non hanno compreso che se non ci vacciniamo tutti subito prima o poi prenderemo il Covid, visti anche i numeri di questi giorni. Dobbiamo prendere esempio dagli inglesi, che hanno fatto AstraZeneca e adesso hanno potuto riaprire tutto. E’ inutile e controproducente continuare a scappare dal vaccino”. A rilanciare la possibilità di vaccinazioni a tappeto è il commissario per l’emergenza Covid a Palermo Renato Costa: “Non c’è bisogno di prenotazione, invito i cittadini che sono in target a venire in Fiera, li vacciniamo subito senza la necessità di prenotare. Vaccinarsi è indispensabile”

Operazione congiunta della Polizia e della Guardia di Finanza: un arresto per detenzione illegale di armi e munizioni tra Sciacca e Contessa Entellina.

La Polizia di Stato di Sciacca, agli ordini del commissario Salvatore Siragusa, e la Guardia di Finanza di Sciacca, coordinata dal capitano Giorgio Lozzia, nel corso di un’operazione congiunta, hanno arrestato L A, sono le iniziali del nome, 50 anni, agrigentino, perché sorpreso in possesso, in due distinte abitazioni tra Sciacca e Contessa Entellina, di 12 armi da fuoco tra pistole e fucili, alcuni con la matricola abrasa, e poi 26 armi bianche, soprattutto pugnali, e oltre 1800 munizioni di vario calibro. L’uomo ha un regolare permesso per la detenzione di 180 armi di cui è collezionista, ma oltre tali armi ne sono state trovate altre mai denunciate. Poliziotti e Fiamme Gialle hanno inoltre rinvenuto e sequestrato 70 preziosi reperti archeologici, adesso inviati alla Soprintendenza per gli accertamenti storici. L’arresto ai domiciliari del 50enne è stato convalidato dal Tribunale di Termini Imerese, competente perché la maggior parte delle armi è stata scoperta a Contessa Entellina, e poi gli è stato imposto l’obbligo di dimora a Sciacca.

Sono 48 i genitori denunciati a Vittoria dai Carabinieri della locale Compagnia per inadempienza degli obblighi scolastici da parte dei figli. Nel corso dei controlli, in soli tre istituti scolastici i militari hanno denunciato i 48 genitori degli alunni assenti, i quali dovranno rispondere di inosservanza dell’obbligo dell’istruzione elementare dei minori. L’attività di verifica dei Carabinieri continuerà nei prossimi giorni in altri istituti scolastici.

Il commissario unico per la depurazione, Maurizio Giugni, annuncia che è in corso la gara per affidare i lavori di completamento dello schema fognario nell’area della fascia costiera del Comune di Agrigento. Da venerdì 16 aprile sul sito di Invitalia, Centrale di Committenza del Commissario Unico per la Depurazione, la procedura è aperta – con importo a base d’asta di circa 5,8 milioni di euro – per la realizzazione dell’intervento. Il termine per la presentazione delle offerte è fissato al 18 maggio. Lo stesso Giugni commenta: “Colmare il deficit nella depurazione di Agrigento e della sua costa è un grande obiettivo della struttura commissariale. Con questa gara facciamo un passo in più verso un traguardo che apporterà indiscutibili benefici di ordine ambientale, economico, e per lo sviluppo territoriale”.

La Corte d’Assise d’Appello di Catania ha confermato la condanna all’ergastolo di Nicola Mancuso, 35 anni, riconoscendolo colpevole dell’omicidio di Valentina Salamone, 19 anni, scoperta morta impiccata il 24 luglio del 2010 in una villetta di Adrano, in provincia di Catania. Per la morte di Valentina Salamone in un primo momento è stata chiesta l’archiviazione, ritenendola un caso di suicidio. Tuttavia la Procura generale di Catania ha avocato l’inchiesta dopo le perizie dei Carabinieri del Ris che hanno trovato tracce di sangue dell’uomo sotto le scarpe della giovane. Mancuso è sposato ed aveva avuto una relazione con la vittima. Si è sempre proclamato innocente.

Ancora la pandemia coronavirus. Il sindaco di Lampedusa, Totò Martello, denuncia: “L’Usca non fa i tamponi a chi arriva nelle Pelagie. Mi dicono che i sanitari sono pochi. Così la mia ordinanza per Lampedusa che è zona rossa (5 giorni di quarantena e poi tampone rapido oppure tampone molecolare subito) non serve a nulla. C’è un’insensibilità da parte dell’assessorato alla Sanità, da parte della presidenza della Regione, e c’è la responsabilità dell’Azienda sanitaria di Palermo. Sarò costretto a revocare l’ordinanza. Ma se entro oggi non si risolve il problema presenterò un esposto alla procura di Agrigento. Sull’isola ci sono 4500 persone da vaccinare. Hanno vaccinato solo 800 persone, militari, insegnanti, parte degli over 80 e alcuni a rischio. Devono portare vaccini e vaccinatori sull’isola e vaccinare la popolazione senza saltare alcuna fila. Va vaccinato chi ne ha diritto”.

Appuntamento il 23 aprile con il secondo appuntamento di Concerto “Omaggio A Ennio Morricone” tenuto da Leandro Piccioni e il Quartetto Pessoa. Il concerto tenutosi in occasione della serata inaugurale del festival del Cinema italiano di Madrid 2020, e realizzato presso il Forum Music Village di Roma il 26 Novembre 2020, è ora disponibile suddiviso in cinque video che saranno pubblicati sul canale ufficiale YouTube del Quartetto Pessoa & Leandro Piccioni a partire dal aprile e fino al 4 giugno. Dopo Mission, il secondo video del concerto è quello dedicato a C’era Una Volta In America che sarà possibile vedere a partire dalle ore 13,00 di venerdì 23 aprile su

https://www.youtube.com/channel/UCUddNhpv9WpjCPXvRZ9jcsQ

 

Questo il calendario delle prossime uscite:

 

23 Aprile – C’era Una Volta In America

7 Maggio – Nuovo Cinema Paradiso

21 Maggio – C’era Una Volta Il West

4 Giugno – Estasi Dell’oro

 

Il quintetto composto da pianoforte e quartetto d’archi esalta la suggestione melodica ed espressiva dei capolavori del Maestro Morricone. Seguirà poi il 7 maggio Nuovo Cinema Paradiso, il 21 maggio C’era Una Volta Il West, e il 4 giugno Estasi Dell’oro.

 

Ennio Morricone conosceva bene il quintetto composto da Leandro Piccioni e il Quartetto Pessoa ed ebbe occasione di ascoltarne le interpretazioni della sua musica con suo apprezzamento e approvazione.  Il 3 Maggio 2018 a Cinecittà per l’evento di presentazione “Fare Cinema” promosso dal Ministero degli Esteri Italiano, dove il Maestro era prestigioso ospite da poco tempo insignito del suo secondo Oscar, li ascoltò dal vivo.

 

Leandro Piccioni ha collaborato con Ennio Morricone fin dal 2001 e dal 2015 è stato il suo pianista solista ufficiale. Con il Maestro ha suonato in tutto il mondo con orchestre internazionali, fra le quali l’orchestra dell’Accademia di Santa Cecilia, la Filarmonica della Scala, l’orchestra della Radio di Madrid, l’orchestra della Rai di Torino, l’orchestra Sinfonica di Praga, l’orchestra Roma Sinfonietta, solo per citarne alcune, svolgendo centinaia di concerti in tutto il mondo e superando i 500.000 spettatori solo dal 2015 al 2016. Recentemente Leandro Piccioni ha suonato come solista nei due concerti autunnali dedicati al Maestro con l’Orchestra dell’Accademia di Santa Cecilia diretti dal Maestro Antonio Pappano. Leandro Piccioni ha vinto il Premio David di Donatello 2020 come “Miglior Musicista” con l’Orchestra di Piazza Vittorio. La colonna sonora premiata con le musiche originali di Piccioni è stata realizzata in collaborazione con il Quartetto Pessoa

 

“La mia ammirazione per la musica di Ennio Morricone e il mio affetto umano per lui – afferma Leandro Piccioni – mi hanno indotto a realizzare arrangiamenti per pianoforte e quartetto d’archi e ciò grazie anche alla collaborazione che ho da anni con il Quartetto Pessoa”.

 

Come nasce la collaborazione tra Leandro Piccioni e il Quartetto Pessoa?

È la storia di un incontro. Un incontro di esperienze e competenze musicali diverse, che porta alla nascita di un quintetto. Nel 2002 Leandro Piccioni, scrive alcuni arrangiamenti per il cd “Poco mossi gli altri bacini” degli Avion Travel e alcuni sono realizzati per quartetto d’archi. Nasce così la collaborazione con il Quartetto Pessoa.

 

Il Quartetto Pessoa, nato nel 1998, composto da Marco Quaranta e Rita Gucci ai violini, Achille Taddeo alla viola e la violoncellista coreana Kyung Mi Lee (primo violoncello dell’Orchestra Roma Sinfonietta) svolge attività concertistica con accostamenti tra genere classico, jazz, rock, tango e contemporaneo.

Nel 2006, nasce l’idea di suonare insieme a Leandro Piccioni, con il proposito di eseguire il quintetto più rappresentativo della storia della musica: l’opera 34 di Brahms. L’idea è di unire le esperienze musicali, partendo da un repertorio classico per arrivare alla musica moderna e da film mentre nel frattempo Leandro Piccioni compone la musica per la fiction “Assunta Spina” e la colonna sonora de “Il Posto dell’Anima” di Riccardo Milani e per le registrazioni si affida al primo violino Marco Quaranta e al suo quartetto come prime parti dell’orchestra. Collaborazione che si ripete anche per il film “Lascia perdere Johnny” di Fabrizio Bentivoglio, candidato ai David di Donatello nel 2008.

La colonna sonora di “Assunta Spina” entusiasma i musicisti e li ispira a intraprendere una più stabile e continuativa collaborazione artistica che porterà il gruppo all’incisione del primo cd dedicato ad Astor Piazzolla e alle colonne sonore di Leandro Piccioni con la partecipazione di Peppe Servillo che canta “Come Roma avesse il mare” di cui ha scritto il testo.

Nel luglio del 2006 il quintetto debutta con l’opera 34 di Brahms, “le Stagioni” di Piazzolla e, per la prima volta in concerto, alcuni temi da film di Piccioni appositamente trascritti per questa formazione. Attraverso questa nuova rilettura la musica di Piccioni assume dei caratteri espressivi completamente diversi rispetto alle originali orchestrazioni e si rinnova in una forma più classica e da concerto.

L’esperienza di “Omaggio a Ennio Morricone” è la consacrazione della ormai collaudata collaborazione tra Leandro Piccioni & il Quartetto Pessoa.

 

Questo il link del canale YouTube

https://www.youtube.com/channel/UCUddNhpv9WpjCPXvRZ9jcsQ

Carabinieri del comando provinciale di Catania stanno eseguendo una misura cautelare in carcere emessa dal Gip nei confronti di 14 persone indagate, a vario titolo, di concorso in duplice omicidio, sei tentati omicidi e porto e detenzione illegale di armi da fuoco in luogo pubblico. A tutti la Dda contesta l’aggravante di avere agito per motivi abbietti ed avvalendosi delle condizioni previste dall’associazione di tipo mafioso, al fine di agevolare i clan di appartenenza.

Al centro dell’inchiesta la sparatoria dell’8 agosto 2020 quando affiliati e esponenti di vertice dei clan mafiosi dei ‘Cursoti milanesi’ e dei Cappello, su almeno 14 motoveicoli, si scontrati nelle strade del rione di Librino. Il bilancio dello scontro armato fu di due morti e di diversi feriti. “Esito che – sottolinea la Dda della Procura di Catania – poteva essere ben più nefasto se si considera che lo scontro a fuoco si è verificato di sera popoloso quartiere Librino, caratterizzato da un’elevata densità abitativa e dove i residenti , anche donne e bambini, soprattutto per la calura estiva, sono soliti trattenersi in strada fino a tardi”.

Il quarantenne di Cammarata, è nei pressi di Montallegro alla guida del suo camion, quando ha un malore, accosta, scende dal mezzo e si accascia. Viene trovato da alcuni passanti che subito lanciano l’allarme.

Da Siculiana e Ribera arriva il personale medico che assiste l’uomo fino all’arrivo dell’elissocorso che lo ha trasportato fino all’ospedale Sant’Elia di Caltanissetta dove al momento è tenuto in osservazione.

Il responsabile del Dipartimento Giustizia dell’Udc di Agrigento, Giovanni Umile, interviene in riferimento alla necessità di una riforma della Giustizia, e afferma: “Dal 1992 al 2020 sono state quasi 30mila le persone che sono finite in carcere senza che fossero colpevoli. E tanti risarcimenti si pagano con i soldi dei contribuenti. E’ necessaria una riforma della Giustizia, rafforzando capisaldi come il giusto processo, la terzietà della Magistratura, e la separazione dei poteri, con una maggiore incisività degli strumenti di tutela a favore dei nostri detenuti. Citando Voltaire: “II grado di civiltà di uno Stato si misura dal grado di civiltà delle sue prigioni”.