Home / Post taggati"Montevago"

Le urne si sono chiuse alle 14.00.  Ecco i comuni agrigentini che sono stati chiamati a rinnovare le cariche degli amministratori locali: Canicattì, Favara, Montallegro, Montevago, Porto Empedocle e San Biagio Platani.

Cominciano ad arrivare i primi dati:

Favara: dalle prime operazioni di spoglio, alla sezione 1 è in netto vantaggio il candidato sindaco Antonio Palumbo, seguito da Giuseppe Infurna ed infine da Salvatore Montaperto.

 

notizia in aggiornamento

 

Concerto lirico di solidarietà per i lavoratori della Calcestruzzi Belice, licenziati dopo la sentenza del tribunale di Sciacca che ha dichiarato il fallimento dell’azienda confiscata alla mafia.
L’iniziativa, promossa dal Comune di Montevago in collaborazione con l’Istituto superiore di studi musicali “Arturo Toscanini” di Ribera, si è svolta stasera nella sala consiliare “Falcone e Borsellino” di Montevago.
Ecco alcune immagini della serata, e ‘intervento del sindaco Margherita La Rocca Ruvolo.

A Montevago, in provincia di Agrigento, hanno ricevuto il preavviso di licenziamento e prosegue lo stato di agitazione degli 11 dipendenti della Calcestruzzi Belice Srl, un tempo di proprietà dell’imprenditore di Partanna, Rosario Cascio, condannato per associazione mafiosa. La società da anni è confiscata e tuttora è gestita dall’agenzia nazionale per l’amministrazione dei beni sequestrati alla criminalità organizzata. Lo scorso 29 dicembre il tribunale di Sciacca ha dichiarato il fallimento dell’impresa, accogliendo l’istanza dell’Eni Spa, creditrice per 30 mila euro circa. Ebbene, i lavoratori dormono all’ interno dell’ azienda, e il dirigente provinciale della Cgil Fillea, Vito Baglio, commenta : “Non sono ancora arrivate le lettere di licenziamento. Mi auguro che questo sia un segnale positivo e che si attenda la decisione della Corte di Appello, il 2 febbraio, quando sarà esaminato il ricorso alla sentenza di fallimento”. Anche la segretaria nazionale della Cgil, Susanna Camusso, intervenuta lo scorso 4 gennaio a Sciacca, si è impegnata ad occuparsi della vicenda.

m
I Carabinieri della Compagnia di Sciacca hanno scoperto e sequestrato a Montevago una maxi piantagione di canapa indiana. 204 piante, in ottimo stato vegetativo e altre essiccate e pronte per essere immesse nel mercato, sono state estirpate dai militari. La coltivazione è stata mimetizzata all’interno di un appezzamento di terreno del Demanio tra i caseggiati diroccati che hanno subito il terremoto del 68. In contrada Mastragostino, i carabinieri della compagnia di Sciacca e delle stazioni di Montevago, Santa Margherita e Sambuca di Sicilia hanno cinturato l’intera area, e poi hanno compiuto il blitz. Le piante hanno raggiunto l’ altezza anche di 3 metri ed il peso complessivo di 180 chili. Peraltro, nei pressi del terreno è stato costruito un impianto artigianale che ha mantenuto costantemente irrigato il fondo agricolo. A fioritura ultimata, la piantagione avrebbe fruttato al dettaglio un guadagno di circa 300mila euro. Sono in corso le indagini per l’identificazione dei responsabili.
fonte teleacras

A Montevago hanno subito un incendio le due automobili del sindaco Calogero Impastato, 63 anni, eletto a capo di una lista civica. Le fiamme sono divampante a danno di una Fiat Brava e una Fiat Punto, parcheggiate sotto l’abitazione del primo cittadino, in via Ettore Maiorana. Sono stati alcuni vicini di casa del sindaco a lanciare l’allarme. Sul posto sono intervenuti i Vigili del fuoco e i Carabinieri della stazione di Montevago. Il sindaco Calogero Impastato commenta : “Non riesco a darmi una spiegazione, perché non ho mai subito minacce o intimidazioni”.

fonte teleacras

A Montevago, nottetempo, una banda di delinquenti è entrata dentro la casa di madre e figlia, di 92 e 59 anni. Cinque banditi con accento straniero sono entrati forzando una finestra, e, dopo avere minacciato le due donne, hanno rovistato dappertutto e hanno rubato oggetti in oro e circa 300 euro. Indagano i Carabinieri.

fonte teleacras