Home / Articoli pubblicati daRedazione Ag (Pagina 5)

A Joppolo Giancaxio si è conclusa con successo di pubblico e di partecipazione la 12esima edizione del premio nazionale “Sipario d’Oro”, prestigioso riconoscimento assegnato ogni anno alle eccellenze del territorio in diversi ambiti. Nel corso della serata, organizzata da Mario Gaziano, sono stati premiati Massimo Vergari, manager della Pharma Bayer, Emerico Ballo, cardiochirurgo, Enza Ierna, dirigente scolastico, Alfonso Cartannilica, satiro, Stefano Milioto, scrittore, Felice Cavallaro, giornalista e scrittore, Rossella Macedonio, oculista, Franco Pullara, giornalista, Giuseppe Taibi, presidente Fai Fondo ambiente italiano, il gruppo musicale Quartet Folk, e Jaana Helena Simpanen, presidente Soroptimist Club Agrigento.

In occasione di una delle premiazioni sul palco, uno dei consegnanti il riconoscimento, l’ex sindaco di Agrigento, Marco Zambuto, è stato trattenuto sul palco dal presentatore, Lelio Castaldo, e ha confermato la propria candidatura a sindaco alle amministrative ad Agrigento nel 2020.

L’intervista a Marco Zambuto

 

Ancora sviluppi nell’ambito dell’inchiesta Halycon che, nelle scorse settimane, ha portato al fermo di sette persone tra cui il boss Giovanni “il professore” Lauria e un funzionario della Regione Siciliana accusato di concorso esterno in associazione mafiosa.

 I carabinieri del Ros, insieme ai colleghi del Comando Provinciale di Agrigento guidato dal colonnello Giovanni Pellegrino, e i militari della Compagnia di Licata, agi ordini del capitano Francesco Lucarelli, hanno arrestato Antonino Cusumano, imprenditore di Licata, gestore insieme al fratello del noto ristorante “Il Sombrero”. Gli inquirenti della Direzione Distrettuale Antimafia di Palermo, con il procuratore aggiunto Paolo Guido e i sostituti Geri Ferrara, Claudio Camilleri e Alessia Sinatra, gli contestano il reato di favoreggiamento.

 

 

Il direttore del Parco della Valle dei Templi di Agrigento, Roberto Sciarratta, insieme al soprintendente ai Beni culturali, Michele Benfari, ha compiuto un sopralluogo al teatro e alle aree archeologiche di Eraclea Minoa. Lo stesso Sciarratta spiega: “Abbiamo concordato nella necessità di rivedere l’attuale struttura di protezione, realizzata nel 1990, oramai obsoleta e non in grado di assolvere ai suoi compiti. Successivamente sarà predisposto e pubblicato un bando per il concorso internazionale di idee finalizzato al progetto di restauro e conservazione del sito”.

 

A condurre la serata è stata la giornalista Simona Stammelluti, con lei il patron della manifestazione, il giornalista Lelio Castaldo, Direttore Responsabile del quotidiano on line Sicilia24h.it  e il direttore artistico Mario Gaziano.

La piazza principale di Joppolo Giancaxio ha accolto il pubblico numeroso e il successo della manifestazione ha, in qualche modo, ripagato gli sforzi e i sacrifici degli organizzatori che con caparbietà, così come sottolineato da Lelio Castaldo, hanno tutta l’intenzione di continuare a dare vita all’evento, nonostante il Comune di Joppolo Giancaxio e la stessa Regione abbiano fatto mancare il loro supporto.

Significativa, dicevamo, la partecipazione allo spettacolo culturale sapientemente organizzato da Mario Gaziano e Lelio Castaldo.

A ricevere il premio sono stati per la Ricerca Scientifica: Dott. Massimo Vergari, Regional Business Manager della Pharma Bayer; per la  Medicina: Dott. Emerico Ballo, Cardiochirurgo Maria Eleonora Hospital Palermo; per la Scuola e Istruzione: Prof.ssa Enza Ierna, Dirigente Scolastico; Cultura Satirica (Satira Agrigentina), Alfonso Cartannilica; Narrativa: Prof. Stefano Milioto, scrittore; Cultura-“Strada degli Scrittori”: Dott. Felice Cavallaro, Giornalista Corriere Della Sera; Medicina: Dott.ssa Rossella Macedonio, Oculista; Giornalismo: Franco Pullara, Direttore responsabile Sicilia On Press; Promozione Culturale: Avv. Giuseppe Taibi, presidente Fai; Promozione Folkloristica: Quartet Folk, Canto Popolare; Impegno Sociale: Dott.ssa Jaana Helena Simpanen, Presidente Soroptimist Club Agrigento.

Il nuovo appuntamento è per l’anno prossimo.

 

Multa salata per un turista romano nell’Agrigentino. F.V., 50 anni, infatti è stato sorpreso da una pattuglia dei carabinieri mentre urinava lungo la strada che conduce da Porto Empedocle alla Scala dei Turchi. L’accusa è quella di “atti contrari alla pubblica decenza” per cui è stata elevata una sanzione di ben 3.333 euro.

“Sono stato multato di 3.333 euro per il solo fatto di aver avuto un impellente bisogno lungo la strada, che era completamente deserta, che conduce alla Scala dei Turchi – ha raccontato, ieri, l’uomo – . Con una multa così alta mi rovinano. Io guadagno 1.100, 1.200 euro al mese. Sono tre mesi di stipendio”, ha raccontato il turista.

 

Controlli a tappeto da parte dei carabinieri del Comando Provinciale di Agrigento, unitamente ai colleghi del reparto dei Nas e gli uomini dell’ispettorato del lavoro, in alcuni locali e stabilimenti balneari tra Realmonte, Porto Empedocle e San Leone.

Un primo controllo è stato effettuato in località Punta Bianca dove i militari dell’Arma hanno scovato ben tre lavoratori non in regola in un chiosco elevando una sanzione pari a 15 mila euro.

Controlli che sono proseguiti in altri locali. In uno di questi i carabinieri hanno riscontrato irregolarità nell’ambito delle norme igienico-sanitarie oltre che alcune mancanze nelle autorizzazioni. La multa, in questo caso, è stata di 4 mila euro.

 

 

Ad Agrigento, a San Leone, si è svolta l’annuale giornata nazionale “Tartaday”, sulla tartaruga marina Caretta caretta, specie prioritaria a livello mondiale e inserita da tempo nella Lista Rossa delle specie a rischio di estinzione. Si tratta di una giornata di informazione e sensibilizzazione sui rischi che corre tale specie a causa di numerose minacce, tutte di origine antropica, dall’inquinamento all’aumento esponenziale del traffico marittimo e, sopratutto, alle attività di pesca professionale che con le catture accidentali ogni anno causano la morte di almeno 130.000 esemplari nel solo bacino del Mediterraneo. La giornata nazionale è organizzata da tutti gli enti che partecipano al progetto “Tartalife”, finanziato dall’Unione Europea. In occasione del “Tartaday”, la Provincia di Agrigento, partner del progetto comunitario, ha organizzato a San Leone la liberazione di un esemplare di tartaruga marina, soccorsa nei mesi scorsi proprio a San Leone e successivamente curata e riabilitata dallo staff del Centro di recupero della Fauna Selvatica di Cattolica Eraclea. Alla manifestazione hanno partecipato direttore e funzionari del Settore Ambiente della Provincia di Agrigento e della Ripartizione Faunistico-Venatoria di Agrigento. Il rilascio è avvenuto dalla spiaggia antistante il locale “Aquaselz” a San Leone, accanto al porticciolo, con il supporto logistico del Mediterraneo Yachting Club che ha gentilmente offerto un gommone per il rilascio dell’esemplare di tartaruga marina.

 

L’Università di Palermo ha bandito una procedura selettiva per la copertura di un posto di professore universitario di prima fascia presso il Dipartimento di Architettura per la disciplina Storia dell’Architettura. Hanno presentato domanda di partecipazione sia il professor Stefano Piazza, sia il professor Ettore Sessa. A conclusione dei lavori, la Commissione ha individuato quale candidato maggiormente qualificato a svolgere le funzioni didattico-scientifiche specificate nel bando il professor Piazza, ma il professor Sessa ha proposto un ricorso davanti al Tar Sicilia per l’impugnazione degli atti relativi alla procedura selettiva. In particolare il ricorrente ha contestato una presunta incompatibilità tra il commissario professor Nobile ed il vincitore, nonchè l’asserita arbitrarietà della valutazione della commissione. Si è costituito in giudizio il vincitore della procedura professor Stefano Piazza, con il patrocinio dell’avvocato Girolamo Rubino, per chiedere il rigetto del ricorso. In particolare l’avvocato Rubino ha sostenuto che i rapporti personali scaturiti dalla cura di pubblicazioni scientifiche in comune fra membri della commissione e candidati non costituiscono vizi della procedura, e che il giudizio della commissione costituisce espressione della discrezionalità tecnica le cui valutazioni non possono essere sindacate nel merito dal giudice amministrativo. Il Tar Sicilia, Palermo, sezione prima, condividendo le tesi difensive dell’avvocato Rubino, ha respinto il ricorso proposto dal professor Sessa, ritenendo legittima la nomina del professore Piazza. Conseguentemente è stata respinta la domanda risarcitoria avanzata dal ricorrente, che nulla potrà pretendere dall’Università di Palermo a fronte della mancata attribuzione del posto di professore universitario di prima fascia.

 

Il Comune di Agrigento informa che su segnalazione dell’Azienda sanitaria provinciale è stata emessa un’Ordinanza Sindacale con divieto di utilizzo dell’acqua per usi alimentari dal serbatoio di Giardina Gallotti, rispettivamente in via Belvedere 55 e in via Pisa 20. E ciò perché i campioni di acqua prelevati per le analisi presentano parametri chimici e microbiologici non conformi.