Home / Articoli pubblicati daRedazione Ag (Pagina 34)

Il ministro dell’Interno, Matteo Salvini, ha firmato il divieto di ingresso nelle acque nazionali per la nave ong Mare Jonio. L’atto è stato inviato ai colleghi Elisabetta Trenta alla Difesa e Danilo Toninelli ai Trasporti per la sigla. Intanto, la Eleonore, nave della ong tedesca Mission Lifeline con 101 persone salvate è sempre fuori dalle acque maltesi, mentre la Commissione europea ha avviato il coordinamento – su sollecitazione della Germania – per il ricollocamento dei migranti, che però, ovviamente, sarà possibile solo se gli stessi migranti sbarchino. A bordo della nave Mare Jonio vi sono 98 migranti soccorso a circa 70 miglia dalla costa di Misurata in Libia, tra cui 22 bambini con meno di 10 anni e 8 donne incinte. La Mare Jonio procede verso Lampedusa, riceverà presumibilmente la visita a bordo di militari della Guardia di finanza che consegneranno al comandante il decreto con il divieto firmato da Salvini. Come in altri casi analoghi, la situazione potrebbe sbloccarsi – in tempi brevi per i minori e le donne incinte – con un’iniziativa della Procura di Agrigento.

I carabinieri della Compagnia di Canicattì hanno arrestato un ventottenne del luogo con le ipotesi di reato di violenza sessuale e stalking. Il giovane avrebbe perseguitato l’ex fidanzata, non riuscendo a rassegnarsi per la fine del rapporto. All’inizio di agosto l’ha raggiunta davanti al luogo di lavoro, in un Comune della provincia, ed è riuscito a farla salire sull’autovettura dove, a dire della giovane, ha abusato di lei.

La ragazza, più giovane di qualche anno, ha denunciato gli atti persecutori e la presunta violenza sessuale, e nelle ultime ore, i militari dell’Arma hanno eseguito l’ordinanza di custodia cautelare del Gip di Agrigento, emessa a carico del giovane, che è stato posto ai domiciliari.

Il Dipartimento Regionale di protezione civile ed il centro funzionale multirischi integrato della Regione Sicilia hanno emanato il bollettino n.19240 per rischio Meteo idrogeologico ed idraulico valevole dal pomeriggio di oggi 28/08 e fino alle ore 24.00 di domani 29/08 causa condizioni meteo avverse su tutta la regione fissando il livello di allerta in giallo e la fase operativa di Attenzione. Vista la possibilità di rovesci o temporali l’ufficio comunale di protezione civile del Comune di Agrigento avverte la popolazione di usare estrema cautela in caso di criticità, soprattutto nelle zone  precedentemente interessate da problemi , ed avvisa che monitorerà eventuali situazioni di potenziale rischio sul territorio.

La nave Mare Jonio della ong Mediterranea saving humans ha soccorso circa cento persone su un gommone alla deriva a largo della Libia. Tra i soccorsi vi sono 26 donne di cui almeno 8 incinte, 22 bambini di meno di 10 anni e almeno altri 6 minori. La stessa ong afferma: “Abbiamo individuato il loro gommone, sovraffollato, alla deriva e con un tubolare già sgonfio, con il nostro radar, e per fortuna siamo arrivati in tempo per portare soccorso. Le persone sono tutte al sicuro a bordo con noi, ci sono casi di ipotermia e alcune di loro hanno segni evidenti dei maltrattamenti e delle torture subite in Libia. Fuggono tutte dall’inferno. Restiamo ora in attesa di istruzioni dal centro di coordinamento marittimo italiano, cui ci siamo riferiti mentre ancora il salvataggio era in corso, in quanto nostro Centro di coordinamento marittimo di bandiera”. Nel frattempo è ancora in stallo la nave Eleonore della ong tedesca Lifeline, con 101 migranti a bordo. Ieri il ministro dell’Interno Matteo Salvini ha firmato il decreto di divieto all’ingresso per la nave.

La Procura della Repubblica di Sciacca indaga a seguito della morte di Calogero Sanzone, un pensionato di 73 anni di Sciacca, deceduto la notte scorsa tra i tavoli di un bar del centro abitato. La morte è avvenuta al culmine di una discussione, sfociata in rissa, che avrebbe coinvolto l’uomo e un minore. I due si sarebbero scontrati dopo che il pensionato si sarebbe lamentato perché il giovane non avrebbe assicurato al guinzaglio il suo cane. Gli investigatori al momento propendono per l’ipotesi che la morte dell’uomo sia stata causata da un malore. In ogni caso il magistrato di turno ha disposto l’autopsia. La posizione del giovane con cui la vittima ha avuto l’alterco è al vaglio della Procura presso il Tribunale dei Minori di Palermo.

Il segretario generale della Uil agrigentina, Gero Acquisto, e il segretario Uil Tucs Turismo, Lando Pecoraro, intervengono nel merito delle prospettive di sviluppo turistico nell’Agrigentino e affermano: “Quest’anno, soprattutto a luglio, si registra un calo degli arrivi e delle permanenze. Meno 20mila presenze rispetto all’anno scorso. Inoltre 8 strutture ricettive ad Agrigento città hanno chiuso, e 15 in tutta la provincia. Purtroppo, arrivare ad Agrigento è diventata una vera e propria impresa. Finisce con lo scoraggiare molti, visto che il costo che devono sostenere i turisti da Roma per raggiungere la città dei Templi è superiore ad una settimana di vacanza in Egitto. Per fortuna tiene la ristorazione: sempre secondo i dati della Camera di Commercio, a fronte di 351 nuove attività in provincia, ci sono da registrare 42 chiusure. Ci sembra doveroso che le istituzioni, i commercianti, i sindacati, siedano attorno ad un tavolo per contribuire a trovare delle possibili soluzioni. Dobbiamo alzare la voce e farci sentire in tutte le sedi opportune perché è assurdo che si continui ad emarginare sempre più la provincia agrigentina con un asse viario da terzo mondo. Senza il completamento delle statali 640 e 189, non possiamo essere più stare sul mercato e vincere la concorrenza con le altre zone turistiche”.

Spiacevole disavventura per una coppia di turisti francesi che hanno deciso di trascorrere le vacanze ad Agrigento. Nel pomeriggio di ieri, infatti, mentre si trovavano davanti un bancomat nei pressi della via Sacra sono stati derubati in maniera repentina.

Qualcuno ha allungato la mano all’interno della borsa che era stata poggiata per pochi secondi sopra un muretto: portati via soldi e uno smartphone.

Sul posto sono intervenuti i poliziotti della sezione “Volanti” della Questura di Agrigento che hanno acquisito le immagini del sistema di videosorveglianza per cercare di identificare il malvivente.

A scanso di equivoci, polemiche e ingiusti addebiti di responsabilità nell’ambito del caso sollevato dall’associazione ambientalista MareAmico dei diportisti indisciplinati che navigano nei pressi della riva della costa agrigentina, il coordinatore di MareAmico, Claudio Lombardo, precisa: “Qualcuno ha rivolto il dito accusatore nei confronti degli uomini della Capitaneria. I militari, coordinati dal comandante Fusco, fanno il loro dovere, nel tentativo di controllare i ben 140 chilometri di costa agrigentina, nonostante uomini e mezzi limitati. E la prova è fornita dal dato che la sola Capitaneria di Porto Empedocle ha inflitto il 10% di tutte le multe comminate a livello nazionale! Il problema vero è che servirebbe almeno un’altra piccola unità da dislocare a San Leone, per controllare le spiagge ad est (Drasy, Punta bianca e Vicinzina), in modo tale da utilizzare l’attuale unità solo per il controllo del settore ovest (per le spiagge di Realmonte, Torre Salsa, fino a Borgo Bonsignore). E’ auspicabile altresì che tutte le imbarcazioni, indipendentemente dalle dimensioni, abbiamo un numero identificativo, come avviene già per i ciclomotori. Questo permetterebbe l’identificazione dei trasgressori, che violano la legge e offendono l’ambiente”.

Ad Agrigento la Polizia indaga perché nella Valle dei Templi, nei pressi del posto di ristoro, due turisti francesi sono stati derubati di uno smartphone da oltre 500 euro custodito in un borsello poggiato su un muretto nei pressi del bancomat dove i due sono stati intenti ad un prelievo.
E a Lampedusa, al lungomare, una turista di 45 anni di Torino ha subito lo scippo dalle mani del suo telefono cellulare. I Carabinieri hanno rintracciato l’autore del furto, grazie alla sua descrizione. Si tratta di un tunisino di 19 anni, ospite del locale centro d’accoglienza, che è stato denunciato. Il telefonino è stato restituito alla torinese.