Home / Articoli pubblicati daRedazione Ag (Pagina 30)

Uno scontro con un’altra moto ed è stata la fine. Purtroppo stiamo ancora una volta a raccontare di una giovane vita spezzata. Leonardo Lombardo, 17 anni di Marianopoli in provincia di Caltanissetta, stava viaggiando a bordo del suo scooter allorquando in una via del centro si è scontrato con una moto per cause che sono in corso di accertamento da parte dei Carabinieri che sono intervenuti sul posto unitamente alle ambulanze del 118.

Per Lombardo non c’è stato nulla da fare, la morte sarebbe avvenuta immediatamente dopo lo schianto.

Per fortuna le condizioni dell’altro conducente non sono gravi.

 

Si svolgerà venerdì 11 giugno, alle ore 10.00 un seminario itinerante e interdisciplinare nel centro storico di Agrigento. Si tratta del primo evento organizzato “in presenza” dal Corso di Studio in Architettura e Progetto nel Costruito (Università degli Studi di Palermo) della sede di Agrigento, dopo un lungo periodo di didattica online. La passeggiata culturale ha l’obiettivo di far conoscere agli allievi del Corso di Laurea – nel massimo rispetto delle norme igienico-sanitarie relative al Covid19 – il patrimonio storico-architettonico del centro storico della città attraverso un itinerario compreso tra Porta di Ponte e piazza Pirandello.

L’itinerario ha inizio a Porta di Ponte e continua in via Atenea, attraversando architetture come l’ex ospedale, l’ex palazzo del Municipio, il Circolo dei Nobili e poi, proseguirà per il Monastero Santo Spirito per arrivare a Piazza Duomo sede della Cattedrale, del Seminario e dell’ex Museo diocesano. I docenti del Corso di Studi spiegheranno la storia dei luoghi, il contesto spaziale, il valore storico e compositivo degli edifici attraverso una didattica attiva e interlocutoria con gli studenti che disegneranno dal vivo scorci della città e delle sue architetture. L’iniziativa è aperta a tutti coloro che volessero partecipare.

Un incendio, la cui origine è ancora al vaglio degli inquirenti, ha devastato un magazzino di proprietà di un pensionato ultrasettantenne di Licata. All’intero del garage si trovava parcheggiata anche un’auto, andata letteralmente in fiamme. I danni del rogo sono ingenti.

Sul posto sono intervenuti gli agenti del locale commissariato che hanno avviato i rilievi per stabilire la causa del rogo. Momenti di panico tra i residenti della zona che hanno visto una colonna di fumo nero fuoriuscire dallo stabile. Non sarebbero stati trovati elementi utili a sostenere l’origine dolosa anche se tutte le ipotesi sono al vaglio.

In territorio di Porto Empedocle, la locale Capitaneria, che ha condotto le indagini coordinate dalla Procura di Agrigento, ha scoperto degli scarichi fognari nel torrente Cottone e la costruzione di una scala abusiva tra il Villaggio Bellavista e la spiaggia di Punta Piccola. Sono stati dunque apposti i sigilli. Quanto accaduto è reso noto e documentato dall’associazione ambientalista MareAmico, coordinata da Claudio Lombardo

Una tragedia nella tragedia, avvenuta ieri nel ragusano dove un 17enne di Modica è morto in un incidente stradale mentre rientrava a bordo di uno scooter da Rosolini, dove aveva partecipato al funerale di un suo amico, molto anch’egli in un incidente stradale.
Thomas Frasca, questo il nome del ragazzo, sarebbe finito contro il parabrezza di una Citroen, ma ancora non è chiara la dinamica dell’incidente. Sul posto sono intervenuti forze dell’ordine e personale del 118 che non hanno potuto far altro che constatarne la morte.

I funerali del giovane si svolgeranno oggi nel pomeriggio, nella chiesa del Sacro Cuore alla Sorda

 

 

L’Assemblea Regionale siciliana ha approvato il rinvio delle elezioni Amministrative in autunno, ad una domenica compresa tra il 15 settembre e il 15 ottobre. I Comuni agrigentini interessati dal voto sono sei: Canicattì, Favara, Montallegro, Montevago, Porto Empedocle e San Biagio Platani. Sono state rinviate, invece, come accade dal 2018, le elezioni di secondo livello per le Province siciliane.

Si è conclusa l’edizione 2021 delle Giornate di Primavera del Fai, il Fondo Ambiente Italiano, e il coordinatore regionale, l’avvocato agrigentino Giuseppe Taibi, a consuntivo commenta: “Le Giornate Fai di Primavera sono state un forte segnale di ripartenza che ha posto al centro della vita dei siciliani i beni culturali e l’ambiente e, sono certo, ha contribuito a ridare ai cittadini speranza e fiducia nel futuro. Ben 12 mila visitatori si sono messi in coda per scoprire la straordinaria bellezza dei 44 siti siciliani aperti grazie al fondamentale supporto dei volontari e degli apprendisti Ciceroni delle scuole. Dunque, una presenza massiccia che ha visto il contributo dell’Arma dei Carabinieri che in Sicilia ha permesso l’apertura di sette caserme storiche”. E il comandante dei Carabinieri in Sicilia, generale Rosario Castello, sottolinea: “Apriamo le nostre Caserme al Fai per testimoniare la vicinanza dell’Istituzione ai cittadini”. E l’assessore regionale ai Beni Culturali, Alberto Samonà, conclude: “Non finiremo mai di ringraziare i Carabinieri, impegnati costantemente al fianco dei cittadini e per contrastare i reati contro il patrimonio culturale, che purtroppo sono sempre all’ordine del giorno”. L’Orto Botanico di Catania è stato il più visitato, seguito da Forte Ogliastri a Messina, dal Giardino della Kolymbethra nella Valle dei Templi di Agrigento e dalla Caserma Dalla Chiesa a Palermo.

I poliziotti del Commissariato di Licata, coordinati dal vice questore, Cesare Castelli, hanno arrestato, in aggravamento della misura cautelare imposta per avere commesso parecchi furti nel Catanese, un minorenne di 16 anni ospite di una locale Comunità per minori difficili. E ciò perché lui avrebbe provocato disordini e danni: ha litigato con un altro minore costretto poi a ricorrere alle cure ospedaliere, ha appiccato il fuoco alle placche delle prese elettriche, e poi ha incendiato una finestra.

Dopo la lettera di dimissioni inviata il 2 giugno scorso alla Prefettura di Agrigento e all’assessorato regionale agli Enti Locali, l’ex sindaca di Alessandria della Rocca, Giovanna Bubello, si è rivolta ai propri concittadini con un’altra lettera, anche perché, dopo le sue dimissioni, non è stata convocata una seduta del Consiglio comunale con all’ordine del giorno le stesse dimissioni. Giovanna Bubello scrive: “La mia è una scelta prettamente politica che prende atto del nuovo quadro venutosi a determinare, e del fatto che sono venute meno le condizioni che mi avrebbero permesso di poter continuare un proficuo lavoro a servizio della comunità. Mi sono dimessa affinchè sia ridata al popolo sovrano la possibilità di scegliere un nuovo assetto amministrativo che dia speranza e futuro ad Alessandria, che non deve cedere a vecchie logiche e a divisioni che bloccano la sua vita politica e sociale”.

Caso di revenge porn a Raffadali, dove i Carabinieri della locale stazione hanno arrestato per tentata estorsione un tunisino di 36 anni il quale avrebbe preteso da una donna raffadalese, con la quale ha intrattenuto una relazione, un contratto di lavoro e dei soldi, e solo così avrebbe cancellato i video intimi registrati durante gli incontri con lei e non li avrebbe pubblicati. Lei, di 70 anni, si è rivolta ai Carabinieri che hanno organizzato la trappola e si sono presentati anche loro all’atto della consegna del denaro, 100 euro, al tunisino.