Home / 2022 / Settembre (Pagina 36)

Secondo l’ultimo bollettino, valido fino alle ore 18 di oggi, sono 820 i nuovi casi di covid in Sicilia a fronte di 8.495 tamponi analizzati. Il tasso di positività è al 9,6%. La regione è al sesto posto per nuovi contagi giornalieri in Italia. Gli attuali positivi sono 68.291 con un aumento di 225 casi. I guariti sono 1592. Le vittime sono state 3, per un totale dei decessi a 12.125. Negli ospedali i ricoverati ordinari sono 403, 21 in meno, e quelli in terapia intensiva sono 24, 2 in più. Ecco la distribuzione dei nuovi contagiati tra le province: Palermo 182 casi, Catania 135, Messina 183, Siracusa 72, Trapani 78, Ragusa 49, Caltanissetta 35, Agrigento 72, Enna 14.

La Lega – Prima l’Italia ha presentato la lista dei candidati agrigentini alle elezioni del 25 settembre. In particolare, i sei candidati alle Regionali sono: Carmelo Pullara, Carmelo D’Angelo, Sabrina Lattuca, Paola Sacco, Cesare Sciabarrà e Antonino Lauricella. Il commissario regionale, Nino Minardo, e provinciale, Annalisa Tardino, affermano: “Abbiamo definito una lista che riteniamo molto competitiva e rappresentativa del territorio agrigentino e dei suoi bisogni e peculiarità. Contiamo sulla presenza di un parlamentare regionale uscente, di sindaci, amministratori ed esponenti politici importanti della provincia agrigentina”….

I funzionari dell’Ufficio dogane di Porto Empedocle hanno ispezionato una società di autotrasporto a Licata. E’ stato in particolare un controllo qualitativo sul gasolio contenuto nel serbatoio del distributore di carburanti per uso privato, utilizzato dalla società per il rifornimento dei propri mezzi di trasporto. Dalle analisi chimiche effettuate sul campione di gasolio prelevato è emersa la non conformità del prodotto, non avente caratteristiche tipiche del gasolio per auto-trazione bensì del cosiddetto gasolio “motopesca, riscaldamento o marino”, assoggettato ad un’accisa agevolata. E’ stata informata l’Autorità giudiziaria. Il rappresentante legale è stato denunciato per il reato di sottrazione all’accertamento o al pagamento dell’accisa sui prodotti energetici, in quanto il prodotto detenuto dalla società di autotrasporto è stato oggetto di miscelazione non autorizzata ovvero clandestina. Su disposizione del Tribunale di Agrigento, l’Ufficio delle Dogane di Porto Empedocle ha eseguito il sequestro preventivo del distributore di carburante ad uso privato della società, e il sequestro preventivo della somma di 4.524 euro, ovvero l’equivalente dell’imposta evasa su complessivi 7.328 litri di gasolio.

Altro maxi sbarco nottetempo a Lampedusa dove è approdato un peschereccio di circa 12 metri, sequestrato dalla Guardia di Finanza, con 238 migranti a bordo di nazionalità egiziana, siriana, bengalese e palestinese. L’imbarcazione è partita da Zuara in Libia ed ha ormeggiato autonomamente a Lampedusa. Prima di loro sono giunti in 117 tra sudanesi, egiziani, pakistani e bengalesi. A terra anche altre decine di migranti, soprattutto tunisini. Tutti si sono aggiunti ai 1.131 già ospiti del Centro d’accoglienza. Trasferimenti in corso.

A Grotte, in piazza Marconi, è stata presentata la candidatura alle Regionali del 25 settembre del segretario regionale dell’Udc, Decio Terrana. Tra gli altri sono interventi anche il segretario nazionale dell’Udc, Lorenzo Cesa, il coordinatore nazionale dei Giovani Udc Gero Palermo e tutti i candidati dell’Udc Nazionali e Regionali, dalle candidate Antonella Vecchio e Manuela Raneri, candidate alla Camera nel collegio di Agrigento, a Gero Palermo e Domenico Scilipoti.

A Burgio, in contrada Cappuccini, ignote mani hanno reciso ben 100 piante di ulivo, provocando un danno al proprietario del terreno di almeno 2mila euro non coperto da assicurazione. L’agricoltore danneggiato, se non anche intimidito, un uomo di 67 anni, di Burgio, ha sporto denuncia ai Carabinieri della locale Stazione. Indagini sono in corso. Atti dello stesso genere sono stati perpetrati nei giorni scorsi a danno di alcuni vigneti nel Canicattinese.

I Carabinieri del Nil Nucleo Ispettorato del Lavoro hanno ispezionato due cantieri edili, uno a Castrofilippo e l’altro a Sambuca di Sicilia.
A Castrofilippo il titolare di un’impresa edile avrebbe omesso la sorveglianza sanitaria dei lavoratori, non avrebbe consegnato i dispositivi di protezione individuale, non si sarebbe occupato della formazione ed informazione dei lavoratori sulla sicurezza, non avrebbe installato i servizi igienici né la recinzione del cantiere, e avrebbe adoperato un ponteggio irregolare. Lui, un canicattinese di 32 anni, è stato deferito alla Procura della Repubblica di Agrigento.
A Sambuca di Sicilia in un altro cantiere i Carabinieri hanno riscontrato l’omessa recinzione, e 3 su 11 lavoratori in nero. Il titolare, un gelese di 35 anni, è stato denunciato, e l’attività sospesa.
Multe per decine di migliaia di euro.

Il consiglio comunale di Agrigento ha approvato il rendiconto 2020 con il voto favorevole di 6 consiglieri comunali. Ciò è stigmatizzato dal consigliere comunale Pasquale Spataro, che afferma: “Si è consumata l’ennesima pagina negativa dell’attuale consiliatura. Una maggioranza a pezzi ha votato il rendiconto 2020 con il solo voto favorevole di appena 6 consiglieri comunali, e con l’aula che ha mantenuto il numero legale per lo spirito istituzionale che contraddistingue una minoranza responsabile e a fianco dei bisogni dei cittadini. Si tratta di un strumento contabile da cui emerge un evidente squilibrio finanziario più volte relazionato dai revisori dei conti. A ciò si aggiunga un atteggiamento che ritengo arrogante e presuntuoso del vice sindaco, Aurelio Trupia. E addebito a Trupia anche la responsabilità dello stato di totale degrado igienico e sanitario in cui la città è sprofondata. E a ciò si aggiunga anche l’atteggiamento distaccato del Sindaco nonostante il disastro compiuto dal suo vice. Come ho ribadito anche in aula, la città ha bisogno di tutti, maggioranza ed opposizione, per risollevare le proprie sorti, e non di un atteggiamento totalitario condotto da una maggioranza che, ormai, si sfalda giorno dopo giorno. Il sindaco compia il suo dovere, assuma le redini della situazione e prenda le distanze da pezzi della propria giunta lontani dalla città e non in possesso di quelle qualità di dialogo necessarie per avanzare un discorso costruttivo, nel solo interesse di evitare un dissesto finanziario ormai dietro l’angolo”.

Il Consiglio comunale di Agrigento ha votato favorevolmente una proposta di modifica del Regolamento di Polizia Mortuaria su cui ha lavorato costantemente il consigliere comunale Ilaria Settembrino, che afferma: “Da ora in poi sarà possibile consentire l’accesso nei cimiteri ai veicoli muniti di contrassegno per disabili. In questo caso l’accesso dell’automezzo sarà consentito solo se il disabile è a bordo dell’autovettura. Sarà parimenti consentito l’accesso ai veicoli privati di soggetti con comprovate difficoltà motorie per patologie o per età previa istanza all’ufficio ‘servizi cimiteriali’, corredata da certificato medico comprovante la condizione. I veicoli privati autorizzati potranno circolare negli orari di apertura del cimitero ad eccezione, per motivi di sicurezza, delle giornate di maggiore affluenza in occasione della ricorrenza dei defunti. E’ un importante risultato, di grande valore civile, raggiunto in seguito alle tante richieste ricevute da parte di cittadini con difficoltà motorie”.