Home / 2021 / Marzo (Pagina 11)

I riflettori della Sala Petrassi dell’Auditorium Parco della Musica di Roma si sono accesi per la registrazione dell’evento TV: “Women for Women against Violence –  Camomilla Award” giunto alla sua VI edizione. La Kermesse, per la regia di Antonio Centomani, è stata condotta da Arianna Ciampoli e Livio Beshir. Il format, unico nel suo genere, ideato e fortemente voluto dalla Presidente dell’Associazione Consorzio Umanitas, la giornalista Donatella Gimigliano unisce i due temi della violenza di genere e del tumore al seno. Con queste parole la Gimigliano spiega il senso profondo di questo appuntamento: “Women for Women parte dal racconto delle cicatrici nel corpo e nell’anima delle donne ferite da un tumore o vittime di un uomo, e arriva ad un premio, il Camomilla Award, ispirato al fiore che cura le piante malate e rappresenta la solidarietà. Un evento tv al femminile per parlare di violenza attraverso racconti autentici. Esperienze che inevitabilmente segnano, ma che possono anche evocare coraggio e desiderio di vita, prima ancora che di lotta”. La kermesse, patrocinata dal Senato della Repubblica, Camera dei Deputati, Presidenza del Consiglio dei Ministri, Ministero della Cultura, Regione Lazio, Roma Capitale, RAI, Unicef, Croce Rossa Italiana e LILT (Lega Italiana Lotta contro i Tumori) racconta storie vere e testimonianze personali, consentendo di riflettere sull’importante percorso di “rinascita” che tante donne affrontano ogni giorno. Sul palco di questa edizione anche la storia della siciliana Nicoletta Cosentino(premiata dalla direttrice di All Women Magazine, Maria De Souza, anche con un Camomilla di cioccolata realizzato dal giovane cioccolatiere Lorenzo La Civita), “Da vittima di violenza a Cuoca Combattente”, l’impatto con la violenza psicologica e la forza di ricostruire la propria vita grazie alla passione per la cucina. Il suo racconto di vita che l’ha portata a realizzare, grazie al centro antiviolenza che l’ha seguita, un’impresa tutta sua, “Cuoche combattenti”, con altre donne tutte desiderose di diventare autosufficienti dal punto di vista economico e di riappropriandosi della propria vita, è stato affidato a Loredana Cannata. L’attrice siciliana ha poi ha lanciato un “virtualecollegamentocon Stefania Petyx, inviata speciale di Striscia la Notizia e, per l’occasione, di Women for Women, che ha fatto un’incursione nella sede del laboratorio a Palermo per conoscere i prodotti e le prelibatezze, tutte accompagnate da un’etichetta con una frase contro la violenza sulle donne, e ricevendo il Camomilla Award. Il prestigioso riconoscimento è stato assegnato anche a Eleonora Daniele per la trasmissione Storie Vere (Rai Uno), Massimo Maurotto, Commissario e coordinatore delle Fiamme Oro Rugby della Polizia di Stato, Gianluigi Nuzzi per la trasmissione Quarto Grado (Retequattro), Giorgio Pasotti. Premio dedicato del Settimanale Oggi a Malika Ayanee uno speciale alla Presidente del Senato, Maria Elisabetta Alberti Casellati che lo ha ricevuto a Palazzo Madama dalla padron della manifestazione, Donatella Gimigliano e dal Maestro Orafo Michele Affidato. Special guest dell’evento Roby Facchinetti, Giovanni Caccamo, Gianluca Guidi e il violinista Andrea Casta. Tra gli ospiti la siciliana dott.ssa Maria Concetta Cassata, Presidente del CUG, Comitato Unico di Garanzia per le pari opportunità del Ministero della Cultura.

 

Un giovane di 22 anni, Riccardo Maestrale, di Milazzo, in provincia di Messina è morto in un incidente sull’autostrada A20, nei pressi del viadotto Tarantonio, poco prima di Villafranca Tirrena, in direzione Palermo. Maestrale, militare dell’esercito in servizio a Cosenza, è stato alla guida di una Peugeot 208 con il fratello quando, accortosi di un grave tamponamento avvenuto pochi metri più avanti, ha deciso di fermarsi per prestare soccorso e aiutare gli occupanti delle altre automobili. Fatale è stato però il sopraggiungere di un altro mezzo, una Ford EcoSport, che ha centrato Maestrale, morto sul colpo, e il fratello, che è ricoverato in ospedale in gravi condizioni.

Ad Agrigento la Guardia di Finanza e i Vigili urbani hanno provveduto a sgomberare i commercianti abusivi di merce in ampia parte contraffatta, posta sotto sequestro, lungo il Viale della Vittoria. In proposito interviene l’assessore comunale Francesco Picarella, che afferma: “In questo momento di grande incertezza ritengo assurdo che proprio davanti l’agenzia delle entrate, ente di controllo della legittimità fiscale delle imprese, vi possa essere una vendita incontrollata di merce di dubbia provenienza e al di fuori delle regole. E’ un fenomeno difficile da debellare ma dobbiamo essere consapevoli che comprare merce di dubbia provenienza è anch’esso un illecito”.

L’assessore ai Servizi sociali del Comune di Agrigento, Marco Vullo, annuncia che è possibile aderire all’Avviso pubblico per il servizio Ada, ovvero assistenza domiciliare agli anziani sopra i 65 anni. Le istanze sono attese entro il 20 aprile. Marco Vullo aggiunge: “Il servizio prevede concrete forme di intervento socio-assistenziale e socio- economiche per fronteggiare le oggettive difficoltà di chi è in condizioni di non- autosufficienza totale o parziale, e serve a fronteggiare e ridurre ricoveri in case di riposo. Le domande per usufruire del servizio dovranno essere indirizzate all’ufficio dei servizi sociali del Comune di Agrigento. La mia azione politico-amministrativa è di potenziare sempre di più forme di sostegno sociale, lavorativo ed economico, che oggi vanno difese con forza.”

Sono stati approvati parecchi articoli ma non si è ancora giunti al traguardo finale della Finanziaria regionale. In particolare, vi è ancora da superare il nodo principale, quello dell’articolo 2 su coperture di bilancio, che è stato accantonato, e bisogna ricercare la formula più idonea per comprendere in un ordine del giorno la volontà dell’Aula di risolvere la questione dei ristori ad imprenditori e commercianti che mercoledì scorso hanno protestato innanzi a Palazzo dei Normanni. Vi sarebbero fondi extraregionali da riprogrammare. Si tratta di somme tra 200 e 300 milioni di euro da potere utilizzare.

Incidente stradale mortale a Chiaramonte Gulfi, in provincia di Ragusa. Adriano Parisi, 35 anni, in sella alla sua moto, per cause in corso di accertamento, si è scontrato con un camion in contrada Pezze, in prossimità di un incrocio. L’uomo è stato soccorso da un’ambulanza del 118, ma è morto dopo il ricovero all’ospedale “Guzzardi” di Vittoria. Parisi, appassionato cacciatore, è pianto dalla compagna e due bambini.

Il Coordinamento e l’intero gruppo del movimento Nuova Autonomia di Palma di Montechiaro esprime le congratulazioni al sindaco, Stefano Castellino, in seguito alla notizia di proscioglimento da ogni accusa che è stata confermata in data 24 marzo scorso dalla Corte d’ Appello di Palermo.
Già il Gup del Tribunale di Agrigento in data 31 gennaio 2019  aveva emesso un sentenza di  non luogo a procedere. “Quest’ultima decisione – dice il coordinatore Luigi Falco – rende giustizia al lavoro e al sacrificio portato avanti in questi anni dal Sindaco Castellino, nonché membro di questo movimento, il quale è riuscito senza dubbio ad apportare un cambiamento notevole al volto di Palma di Montechiaro. Un plauso particolare va riconosciuto anche alla magistratura, alla quale ribadiamo la nostra totale fiducia, ed è riuscita ad appurare l’estraneità dei fatti di cui veniva accusato”.

Il nome di Rosario Livatino si aggiunge alla toponomastica della città di Agrigento. Infatti, la giunta comunale ha deliberato di dedicare a Livatino uno dei luoghi nei pressi dell’ex tribunale in piazza Gallo in via Atenea, dove il magistrato ha lavorato e dove adesso vi è la sua stanza adibita a museo. Si tratta dello slargo esistente in piazza Galloaccanto alla salita La Lumia, e si intitola “Largo Beato Rosario Angelo Livatino”.

L’Ufficio Circondariale Marittimo di Licata, nell’ambito di attività d’istituto volte a contrastare le irregolarità in materia di pesca, ha ispezionato tre pescherecci. Sono stati sequestrati oltre 350 chili di prodotto ittico, successivamente destinato ad Enti Benefici, ed elevati verbali per un totale di 8000 euro.