Home / Articoli pubblicati daRedazione Ag (Pagina 28)

A seguito del balzo di contagi registrati, soprattutto tra gli studenti della scuola dell’obbligo, il sindaco di Canicattì, Ettore Di Ventura, ha deciso la chiusura delle scuole di ogni ordine e grado da oggi lunedì 29 marzo fino a mercoledì 31. La chiusura consentirà l’ennesimo intervento di sanificazione degli istituti scolastici cittadini. I nuovi contagi sarebbero dovuti non solo all’inosservanza delle precauzioni imposte per evitare il contagio da Covid ma anche per la presenza di soggetti positivi ma asintomatici all’interno delle classi.

La Giunta comunale di Grotte ha approvato il Documento di Programmazione e il Bilancio di Previsione 2021-2023. Il sindaco Alfonso Provvidenza commenta: “Approvare i documenti di programmazione nei termini previsti dalla legge è stato sempre un obiettivo primario per l’Amministrazione. L’approvazione del Bilancio di Previsione 2021 consente di dotarci dello strumento più importante per una pubblica amministrazione, fondamentale per attuare il programma di governo e per dare risposte concrete alle aspettative della cittadinanza tutta. Purtroppo sul bilancio attuale pesano le complicate gestioni delle Amministrazioni precedenti. Si tratta di consistenti disavanzi che tuttora impediscono un’adeguata politica di sviluppo. Il risanamento dell’Ente rimane l’obiettivo principale, ma al contempo sono stati garantiti tutti i servizi essenziali”.

Un ragazzo di 25 anni, Giovanni Di Stefano, è morto vittima di un incidente stradale autonomo a pochi chilometri da Scoglitti, lungo la provinciale che conduce a Vittoria, in provincia di Ragusa. Il furgoncino su cui D Stefano ha viaggiato, per cause in corso di accertamento, si è schiantato contro il muro che delimita la carreggiata, ribaltandosi. Il giovane è stato sbalzato fuori dall’abitacolo subendo traumi gravissimi. Gli agenti della Polizia Locale e i sanitari del 118 hanno prestato il primo soccorso, rivelatosi inutile. Lo stesso tratto di strada è già stato teatro di un gravissimo incidente: il 22 novembre del 2016 quattro persone sono morte a seguito di un impatto molto simile.

A Ribera i Carabinieri hanno arrestato in flagranza di reato di furto un giovane marocchino sorpreso a rubare all’interno della chiesa della Pietà. L’uomo è stato scoperto intento a riporre dentro un sacco un calice, ampolle e altri oggetti sacri. Sono stati i residenti nella zona a telefonare ai Carabinieri dopo avere udito rumori provenire dalla chiesa.

Ad Agrigento, al Villaggio Mosè, un tunisino di 25 anni, ubriaco, ha aggredito e colpito con una bottiglia in faccia un altro tunisino di 19 anni, trasportato al pronto soccorso dell’ospedale “San Giovanni di Dio”, dove i medici gli hanno riscontrato abrasioni e lesioni al volto, con una prognosi di 15 giorni. I Carabinieri hanno raccolto la denuncia del ferito, ed hanno rintracciato e denunciato a piede libero, per lesioni personali, il 25enne, ospite della comunità di accoglienza “La mano di Francesco”.

Altro caso sospetto di effetti collaterali del vaccino AstraZeneca in Sicilia. A Messina preoccupano le condizioni di una docente di musica di 55 anni di una scuola media, in coma profondo a causa di una trombosi. La donna, che è attualmente ricoverata e monitorata nella Rianimazione neurochirurgica del Policlinico, ha ricevuto la prima dose l’11 marzo e subito ha accusato febbre alta e un forte mal di testa. La tac, dopo il ricovero d’urgenza, ha evidenziato una trombosi alla vena cava inferiore, alla vena porta e giugulare, all’encefalo e un’embolia polmonare. I familiari hanno presentato un esposto sottolineando che la donna non ha sofferto di patologie pregresse e che le sue condizioni di salute erano ottimali.

A fronte dell’insorgere di casi di contagio da coronavirus, ed al fine di eseguire le necessarie opere di disinfezione e sanificazione, il sindaco di Agrigento, Franco Miccichè, ha disposto la chiusura, da oggi lunedì 29 marzo fino a mercoledì 31, delle scuole infanzia e primaria dell’istituto Esseneto, del plesso di Giardina Gallotti dell’istituto Anna Frank, i plessi Giovanni Paolo secondo e Santa Chiara in via dei Fiumi al Villaggio Mosè, il plesso Margherita Hack, con annesso oratorio Pio Decimo, al Villaggio Peruzzo, e i plessi Malaguzzi e Montessori, con annesso oratorio San Francesco, in piazza Montessori a San Leone.

La Sezione misure di prevenzione della Corte d’Appello di Palermo ha confermato il verdetto del Tribunale di Agrigento che ha rigettato la proposta di applicazione della misura preventiva della sorveglianza speciale, in quanto socialmente pericoloso, a carico dell’avvocato agrigentino, Giuseppe Arnone. Nelle motivazioni del no alla misura i giudici tra l’altro hanno scritto: “Giuseppe Arnone svolge l’attività di avvocato e non risulta accompagnarsi a pregiudicati, né allontanarsi dal proprio domicilio in ore notturne per compiere attività delittuosa, né detenere o portare armi in luogo pubblico”. Il sostituto procuratore generale ha proposto che la sorveglianza con obbligo di dimora fosse applicata per due anni. Arnone è stato difeso dagli avvocati Daniela Principato e Francesco Menallo.

La Confasi Sicilia ha chiesto all’assessore regionale alla Pubblica Istruzione Roberto Lagalla che nel programma di vaccinazione venga data priorità a tutti i nuclei familiari conviventi con studenti, docenti, personale ATA coinvolti nella apertura delle scuole”. ” Tutto ciò– dichiara il Presidente di Confasi Davide Lercara-  considerata l’intenzione del Governo di aprire le scuole fino alla prima media anche in zona rossa. Tale richiesta viene avanzata tenuto conto della necessità di tutelare la salute di tutto il mondo della scuola e del  piano vaccinale attualmente vigente per età e vulnerabilità”. Confasi ha indirizzato la lettera anche al Presidente del Consiglio Draghi e ai ministri Bianchi e Speranza.

953 i casi registrati su 25.247 tamponi (tra molecolari e test rapidi), con un tasso di positività in aumento e che si attesta al 3,8%. Rispetto a domenica scorsa una crescita dei contagi del 36% con soltanto il 5% di tamponi in più. Le vittime del virus oggi sono 25.

La curva sale e di conseguenza aumenta anche la pressione sugli ospedali dell’Isola: i ricoverati in regime ordinario nei reparti Covid diventano 844, una crescita di 31 pazienti rispetto a ieri. Lieve incremento anche nelle terapie intensive, con 2 ricoverati in più e un totale di 129 pazienti.

I nuovi contagi per province:

Palermo 395,

Catania 119,

Messina 121,

Siracusa 51,

Trapani 25,

Ragusa 86,

Caltanissetta 45,

Agrigento 100,

Enna 11.