Home / Articoli pubblicati daRedazione Ag (Pagina 24)

Alici e sardine sott’olio, prelibatezze della Sicilia che qualcuno aveva pensato di produrre e vendere senza alcuna autorizzazione, spacciandoli con etichette false per alimenti prodotti da un’azienda saccense del settore.

Era da un po’ che i militari della Stazione Carabinieri di Sciacca, partendo da prodotti ittici conservieri contraffatti smerciati ad alcuni piccoli esercenti agrigentini e trapanesi, erano sulle tracce del laboratorio abusivo che confezionava gli alimenti. E così ieri i militari, supportati da quelli del Nucleo Carabinieri Antisofisticazioni e Sanità di Palermo, competenti in materia sanitaria e alimentare anche per quest’area della Sicilia, hanno individuato a Sciacca il luogo dove gli alimenti venivano confezionati, trovando in un locale angusto circa 8 quintali di confezioni di alici e sardine sott’olio, suddivisi in circa 1000 barattoli di vetro su cui erano state applicate, con apposite attrezzature, etichette false di un’azienda saccense del settore, ovviamente all’oscuro di tutto. Immediatamente venivano sequestrati i prodotti (20.000 € il loro valore commerciale), il laboratorio e le attrezzature presenti. Per il titolare dell’attività, B.M. 57enne, cittadino saccense, scattava la denuncia in stato di libertà per frode in commercio.

Ora i Carabinieri della Stazione di Sciacca stanno cercando di reperire tutti gli alimenti smerciati, coadiuvati da altri Comandi dell’Arma delle province di Agrigento e Trapani, nonché dai loro colleghi del NAS che ieri hanno eseguito con i veterinari dell’ASP i campioni sui prodotti per stabilire con specifici esami se, al di la della frode in commercio, gli alimenti siano pericolosi o nocivi per la salute pubblica.

480 nuovi positivi Covid19 che si registrano oggi in Sicilia con 24.774 tamponi processati e una incidenza di poco inferiore al 2,0%. La Sicilia è all’undicesimo posto nel numero dei nuovi contagi giornalieri.

Le vittime sono state 26 nelle ultime 24 ore e portano il totale a 3.941.

Gli attualmente positivi sono 33.004, con una diminuzione di altri 651 casi rispetto a ieri.

I guariti sono 1.105.

Negli ospedali tornano a diminuire i ricoveri, adesso sono 1.075.

Diminuiscono i ricoveri anche in terapia intensiva: sono 145, ovvero 9 meno rispetto a ieri.

I nuovi casi per province: 

Palermo 176

Catania 111

Messina 51

Siracusa 50

Caltanissetta 29

Ragusa 24

Agrigento 16

Enna 16

Trapani 7

 

Ad Agrigento da lunedì prossimo 22 febbraio sarà temporaneamente trasferito il mercato dal Villaggio Mosè all’interno dell’area del Palacongressi, e ciò a causa di lavori in corso in piazza del Vespro per il recupero della piazzetta. Si tratta di opere che riducono lo spazio a disposizione e quindi riducono altrettanto la possibilità di rispetto delle norme anti-covid. L’assessore comunale alle Attività produttive, Francesco Picarella, ringrazia il direttore del Parco dei Templi, Roberto Sciarratta, per la disponibilità dell’area nel Palacongressi, ed il consigliere Gerlando Piparo per la preziosa collaborazione logistica.

Una pensionata di Raffadali è precipitata, forse perdendo l’equilibrio, in un pozzo contenente acque piovane, profondo 15 metri. Non è riuscita a risalire, e le sue urla hanno allertato i vicini di casa, che richiamati da quelle grida sono intervenuti in maniera tempestiva e poi hanno contestualmente chiamato il personale medico del 118.

Salvata e trasportata all’Ospedale di Agrigento, i sanitari le hanno diagnosticato qualche trauma, ma nulla di grave

 

 

Sei persone indagate dalla Guardia di Finanza, che dalle prime ore dell’alba è impegnata con molti uomini, in una operazione contro un’associazione a delinquere finalizzata alla commissione di reati di truffa ai danni dello Stato. Gli uomini delle fiamme gialle stanno eseguendo misure coercitive e sequestri preventivi di beni nei confronti dei soggetti, coinvolti nella gestione di un ente che si occupa di accoglienza di migranti. A coordinare l’operazione è la Procura di Agrigento.

Tutti i dettagli saranno resi noti nel corso della conferenza stampa

I dettagli oggi alle 10.30 in una conferenza stampa tenuta dal comandante interinale della Compagnia dei Carabinieri, Tenente Alberto Giordano, circa la scoperta di una discarica abusiva che, al momento dell’arrivo dei carabinieri era andata in parte in fuoco. Gli stessi hanno arrestato un 37enne e denunciato un 60enne, per attività di gestione di rifiuti non aturizzata e combustione illecita di rifiuti.

 

 

E’ ancora una volta l’associazione ambientalista MareAmico a scovare gli sfregi sulle spiagge, come il lunghissimo tubo inquinante lungo la spiaggia di Torre Salsa, dove si erano in precedenza arenate anche le barche dei migranti, abbandonate sul luogo.

Probabilmente si tratta della condotta fognaria di Siculiana, giunto nella spiaggia di “fungiteddri, dopo le recenti mareggiate.

MareAmico ha allertato la Struttura commissariale che gestisce le fognature in provincia, al fine di scoprire la provenienza e provvedere alla sua rimozione.

VIDEO

Durante una conferenza stamza a Palazzo D’Orleans, il presindente della regione Sicilia Nello Musumeci si è così espresso: “Il contagio è altalenante e noi abbiamo il dovere di seguire il tasso di contagio e il numero delle perdite. Non siamo in zona di allarme, ma non vorrei ci si arrivasse. La zona ‘gialla’ deve diventare un patrimonio di tutti e tutti lo dobbiamo salvaguardare. In alcune zone del Nord è stata necessaria l’istituzione della zona ‘rossa’. In Sicilia, in questo momento, non ci sono aree con un tasso di crescita particolarmente allarmante, tali da richiedere provvedimenti del genere. Continuiamo a sperare che il senso di responsabilità collettiva debba prevalere su tutto. Se riusciamo a mantenere il tasso ai livelli dei giorni scorsi, siamo arrivati a circa 350 contagi, noi potremmo continuare con la zona ‘gialla’. Ancora non conosciamo la linea del governo nazionale, quando avremo un confronto saremo nelle condizioni di formulare una nostra eventuale proposta”.

Musumeci non esclude però la possibilità di chiedere aperture al governo Draghi: “Mi amareggia che il mondo della cultura e dello spettacolo rimanga precluso ogni tipo di attività, ma abbiamo il dovere di conoscere quali sono gli orientamenti del nuovo Governo. Nei prossimi giorni avremo una conferenza Stato-Regioni per capire la volontà del Governo e le linee intorno le quali intende muoversi”