Home / Articoli pubblicati daRedazione Ag (Pagina 13)

Al via l’utilizzo del plasma iperimmune in provincia di Agrigento. E’ stato effettuato su un paziente Covid di 57 anni di Montevago all’ospedale Giovanni Paolo II.  Il paziente era ricoverato nel repatto di Medicina Covid da alcuni giorni.  Le sue condizioni si sono aggravate nel volgere di poche ore tanto da essere trasferito in Terapia intensiva. Il paziente è stato intubato e il direttore del reparto, Franco Petrusa ha deciso di attivare la terapia del plasma iperimmune. Per l’attivazione della terapia, il Comitato Etico Aziendale si è espresso autorizzando la trasfusione del plasma che è arrivato nella serata di sabato dal centro di raccolta del Policlinico di Palermo. Nel Centro Raccolta di Sciacca, infatti, non vi è ancora disponibilità di plasma iperimmune dello stesso gruppo sanguigno necessario anche se le donazioni sono già attive da qualche giorno. Adesso, non rimane che sperare che questo nuovo modo di curare possa dare gli effetti sperati.

Grande impegno del Soroptimist Club di Agrigento sul fronte della celebrazione della giornata mondiale contro la violenza sulle donne in programma domani.
Dal 25 novembre al 10 dicembre , giornata internazionale per i diritti umani, saranno 16 giorni di attivismo finalizzati a mettere in atto azioni di sensibilizzazione che utilizzeranno in tutta la comunicazione il colore arancione.

La Presidente Olga Milano unitamente al suo Direttivo e sostenuta dalle socie del Club ha avviato, per questo, diverse iniziative sul tema con lo slogan “Orange the world.”

Si comincia con le scuole con una videoconferenza sul tema “ Contro la violenza di genere promuoviamo empowerment, diritti e pari opportunità”che vedrà protagoniste, in distinte giornate , alcune classi dell’ Ipia fermi, degli Istituti Tecnico Sciascia di Agrigento, Medie Pirandello e Garibaldi, Classico Empedocle . Le protagoniste del momento di comunicazione saranno, Ester Rizzo, Floinda Saieva e l’ Assessore comunale Roberta Lala.

Ad Agrigento, con la collaborazione delle competenti amministrazioni di riferimento, saranno illuminati con luci di colore arancio, Il monumento ai Caduti di Villa Bonfiglio e Porta di Ponte, L’ulivo patriarca ai piedi del tempio di Giunone, il busto di Empedocle. Il Liceo Classico, la Caserma Biagio Pistone che contiene al suo interno la “ Stanza per sé” realizzata dal Soroptimist nel 2017 , nell’ambito di un progetto nazionale che per la prima volta illuminerà tutte le 170 Caserme d’ Italia. Ci sarà anche una grande vela pubblicitaria all’interno del Palazzo municipale di Agrigento, un banner sul tema all’ Asp e locandine sparse ovunque sia stato possibile apporle.

“ Seppur in un momento di grandi difficoltà legate all’emergenza che stiamo vivendo, afferma la presidente Olga Milano, abbiamo voluto che il 25 Novembre avesse l’attenzione che merita, perché la violenza sulle donne è un fenomeno che non si placa e che in queste giornate legate alla permanenza forzata all’interno di 4 mura, vede tante di esse, subire violenze e vessazioni con l’impossibilità di comunicarle,
In questo senso come soroptimiste abbiamo sentito forte la necessità di fare la nostra parte a cominciare dalle scuole, per raggiungere poi attraverso l’illuminazione dei monumenti, l’intera cittadinanza”

Arresti nel capoluogo siciliano, da parte dei finanzieri impegnati in un nuovo colpo al giro di scommesse illegali. Finisco in manette a vario titolo, 15 persone, accusate di associazione a delinquere finalizzata all’esercizio abusivo delle scommesse e truffa ai danni dello Stato, nonche’ di trasferimento fraudolento di valori. Dei 15 arrestati, 6 finiscono in carcere e 9 agli arresti domiciliari.

L’operazione che ha fatto scaturire gli arresti, la “All in si gioca” – coordinata dal procuratore aggiunto della Dda Salvatore De Luca – segue a quella dello scorso giugno. Con lo stesso provvedimento il gip ha disposto il sequestro preventivo di 6 agenzie di scommesse, che si trovano a Palermo e in provincia di Napoli, per un valore complessivo stimato di circa un milione di euro. Sono in corso perquisizioni in casa e negli uffici degli indagati tra la Sicilia e la Campania.

Con queste nuove indagini i finanzieri del Gico del Nucleo di Polizia Economico-Finanziaria di Palermo hanno ricostruito la complessa ed articolata presunta rete di persone fisiche e giuridiche che si e’ occupata della diffusione e della gestione della raccolta illegale delle scommesse. Le indagini hanno fatto emergere la presenza di due distinte associazioni a delinquere parallele, entrambe con a capo Salvatore Rubino. Sarebbe stato lui a costruire la rete commerciale illecita con la quale venivano raccolte giocate per almeno 2,5 milioni di euro al mese, come emerso da alcune intercettazioni telefoniche.

Secondo la Guardia di Finanza, la raccolta illegale delle scommesse avveniva attraverso lo schermo di agenzie che operavano regolarmente in forza di diritti connessi a concessioni assegnate dall’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli.

Secondo le indagini, i gestori di agenzie abilitate alla raccolta lecita di scommesse “da banco”, in accordo con gli indagati, alimentavano parallelamente un circuito illecito accettando scommesse in contanti dai clienti che venivano convogliate su “conti gioco” intestati a soggetti terzi mediante l’utilizzo di piattaforme straniere illegali.

La Corte d’Assise d’Appello ha confermato la sentenza di condanna emessa dal Tribunale di Agrigento l’11 luglio del 2019, quando il giudice per le udienze preliminari del Tribunale, Francesco Provenzano, ha inflitto 30 anni di carcere ciascuno a due romeni domiciliati a Naro, Vasile Lupascu, 44 anni, e il figlio Vladut Vasile Lupascu, 19 anni, imputati, e giudicati in abbreviato, dell’omicidio di Pinau Constantin, 37 anni, massacrato a colpi di zappa e bastone l’8 luglio del 2018, e del tentato omicidio della moglie di Constantin, ferita nell’agguato. I familiari della vittima sono parte civile.

A Canicattì, nel centro abitato, in via dei Bancari, nottetempo, intorno all’una, i Carabinieri del Nucleo operativo radiomobile della locale Compagnia hanno sorpreso tre malviventi intenti a rubare gasolio da un furgone Iveco parcheggiato in strada. I tre, che avevano già asportato circa 20 litri di carburante versati in una tanica, hanno tentato la fuga ma i militari li hanno rapidamente raggiunti, bloccati e condotti in Caserma. Tutti e tre, di 31, 35 e 41 anni, sono pluripregiudicati per reati contro il patrimonio. Sono stati denunciati a piede libero per tentato furto aggravato in concorso alla Procura della Repubblica di Agrigento.

Ad Agrigento l’associazione ambientalista MareAmico segnala che è in corso la formazione di una maxi discarica lungo la strada di contrada Maddalusa. Claudio Lombardo afferma: “Non si tratta più del maleducato isolato, ma qualcosa di organizzato sta inquinando la strada di Maddalusa a pochi metri dal mare. Diversi automezzi ogni giorno depositano sfabbricidi, resti di giardinaggio e rifiuti vari in questa zona che fa parte del Parco della Valle dei Templi

GUARDA VIDEO DI MAREAMICO

Una ventina di migranti, di nazionalità tunisina, è riuscita a scappare dalla nave quarantena Rhapsody dove erano in sorveglianza sanitaria anti Covid. L’imbarcazione era attraccata alla banchina di Porto Empedocle (Ag) per fare rifornimento di carburante e, in attesa dell’arrivo del traghetto di linea da Lampedusa (Ag) con 34 migranti trasferiti dall’hotspot, ha aperto il portellone. Cosi’ i tunisini si sono precipitati fuori.

La Guardia di finanza ha già acciuffato parecchi fuggitivi e le ricerche – ad opera di polizia e finanzieri – vanno avanti in tutta l’area portuale. Appena qualche giorno addietro, sempre dalla stessa nave quarantena, un altro gruppetto di tunisini erano riuscito a scappare calandosi dalla nave con una scala di corda . (ANSA).

In Via Atenea, ancora cambio di circolazione.
L’esperimento fatto in questi giorni e legato alla crisi conseguente all’emergenza Covid-19, alla luce anche delle nuove direttive impartite dal presidente della Regione Nello Musumeci, hanno spinto il sindaco Miccichè e la sua giunta ad apportare dei correttivi agli orari della Ztl alla via.

Da venerdì prossimo, quindi, via Atenea resterà chiusa al traffico automobilistico dalle 10,30 alle 12,30 e nel pomeriggio, dalle 17,30 alle 20,30. Negli altri momenti, compresa la domenica, la Ztl non sarà operativa e quindi la via sarà aperta al traffico automobilistico.

1.249 i nuovi positivi al Covid-19 registrati in Sicilia nelle ultime 24 ore, su 7.712 tamponi effettuati;

41 i decessi, che portano il totale a 1.227.

Con i nuovi casi salgono a 37.913 gli attuali positivi con un incremento di 751. Di questi 1.847 sono i ricoverati, 7 in piu’ rispetto a ieri: 1.604 in regime ordinario e 243 in terapia intensiva con due in piu’ rispetto a ieri. In isolamento domiciliare sono 36.066.

I guariti sono 457.

I nuovi positivi divisi per province:

Palermo 413,

Catania 434,

Messina 45,

Ragusa 160,

Trapani 14,

Siracusa 101,

Agrigento 4,

Caltanissetta 44,

Enna 34.