Home / Articoli pubblicati daRedazione Ag (Pagina 10)

 

Lavori di manutenzione straordinaria nella galleria Lercara, sulla linea Palermo-Agrigento. Sono previsti da Rete Ferroviaria Italiana (Gruppo FS) dalle 22 di oggi fino alle 5 di lunedì 27 giugno.

Per consentire gli interventi sarà sospesa la circolazione ferroviaria fra le stazioni di Roccapalumba e Agrigento, e garantito un servizio sostitutivo con bus.

Informazioni di dettaglio sono consultabili in stazione e sul sito web dell’Impresa ferroviaria.

Sono 4.436 i nuovi casi di Covid19 registrati a fronte di 20.767 tamponi processati in Sicilia secondo il bollettino di ieri. Adesso si può parlare di vero e proprio allarme in quanto i numeri nelle ultime settimane sono aumentati in modo esponenziale.

Il tasso di positività sale al 21,3%, il giorno precedente era al 18,8%. La Sicilia è al sesto posto per contagi fra le regioni italiane. Gli attuali positivi sono 61.994 con un aumento di 2.035 casi. I guariti sono 2.978 mentre le vittime sono 8 e portano il totale dei decessi a 11.154.

Sul fronte ospedaliero i ricoverati sono 709, in terapia intensiva sono 26.

Questa la situazione nei Comuni capoluogo: Palermo 1.391 casi, Catania 1.291, Messina 750, Siracusa 418, Trapani 249, Ragusa 345, Caltanissetta 168, Agrigento 340, Enna 69.

“Nei giorni scorsi -scrive Pullara- lo sceicco ed ex primo ministro del Qatar, Hamad Bin Jassim Bin Jaber Al Thani, è arrivato fino al bagnasciuga a Realmonte con il suo Tender sulla riva della spiaggia delle Pergole. La foto dell’imbarcazione subito postata sui social ha scatenato l’indignazione dell’associazione Mareamico di Agrigento  che, con una battuta rievoca i film di Toto’ e si chiede come mai un miliardario possa infischiarsene delle regole.

Sono le parole dell’onorevole di “Prima l’Italia” Carmelo Pullara.

Ebbene-scrive Pullara- ci sono volte che parlare è più facile che tacere. Occorrerebbe capire che c’è un tempo per ogni cosa. L’associazione Mareamico, che stimo per le diverse battaglie, non deve però esercitare sempre ed a tutti i costi un ruolo.

La promozione del nostro territorio-sottolinea Pullara- seppur nella salvaguardia e nel rispetto delle leggi deve consentire talune eccezioni che siano però rigorosamente gestite.

Come se chiedessimo come mai i magistrati scortati hanno le corsie preferenziali ovvero i rappresentanti delle istituzioni abbiano la precedenza”.

Consiglio all’associazione Mareamico –  conclude Pullara –  non essere a tutti i costi contro per  voler apparire. Gli integralismi, la storia insegna, che sono deleteri. Occorre, dopo le battaglie, evolversi per le progettualità.”

Il 29 maggio si è concluso l’incarico di Direttore dell’Ufficio Scolastico Regionale per la Sicilia del dott. Stefano Suraniti.  Come gli addetti ai lavori sanno, i compiti dell’USR sono molto importanti. Vigila sul rispetto delle norme generali sull’istruzione e dei livelli essenziali delle prestazioni, sull’attuazione degli ordinamenti scolastici, sui livelli di efficacia dell’azione formativa e sull’osservanza degli standard programmati; cura l’attuazione delle politiche nazionali per gli studenti; provvede alla gestione amministrativa e contabile delle attività strumentali, contrattuali e convenzionali di carattere generale, comuni agli uffici dell’amministrazione scolastica in ambito regionale; integra la sua azione con quella dei comuni, delle province e della regione e cura i rapporti con questi enti, per quanto di competenza statale, per l’offerta formativa integrata, l’educazione degli adulti, nonché l’istruzione e formazione tecnica superiore e i rapporti scuola-lavoro; vigila sulle scuole non statali paritarie e non paritarie, nonché sulle scuole straniere in Italia; assegna alle istituzioni scolastiche le risorse finanziarie ed umane verifica e vigila al fine di rilevare l’efficienza dell’attività delle istituzioni scolastiche e di valutare il grado di realizzazione del  piano dell’offerta formativa; esercita le attribuzioni in materia di contenzioso del personale della scuola e del personale amministrativo in servizio presso gli uffici scolastici periferici, assumendo legittimazione passiva nei relativi giudizi. Una mole di lavoro e organizzazione non indifferente, legati al buon andamento delle scuole siciliane. Purtroppo dobbiamo rilevare che l’USR Sicilia si ritrova, a distanza di un mese dall’addio del dott. Stefano Suraniti, a dovere “reggere” un vuoto istituzionale che ci auguriamo venga colmato in tempi brevissimi. Dal nostro punto di vista non riteniamo si debba andare alla ricerca di un DG lontano dai confini siciliani. All’ USR Sicilia, vi sono figure professionali, con i quali ci siamo incontrati e “scontrati” più volte, di grande spessore ed esperienza. Dirigenti che hanno vissuto in prima linea le vicissitudini degli ex lsu ata, degli organici Covid, ecc. Basta guardarsi intorno. SGB a questo proposito, ha indirizzato una nota al Ministro della P.I Patrizio Bianchi.

Poste Italiane comunica che in provincia di Agrigento anche durante il periodo estivo le pensioni saranno accreditate regolarmente dal primo giorno del mese per i titolari di un Libretto di Risparmio, di un Conto BancoPosta o di una Postepay Evolution.

Al fine di evitare assembramenti, tutti i pensionati che intendono ritirare i contanti allo sportello potranno presentarsi in uno dei 73 Uffici Postali della provincia rispettando preferibilmente la seguente turnazione alfabetica, valida per i tre mesi estivi per tutte le sedi operative almeno 4 giorni alla settimana:

LUGLIO

I cognomi        dalla A alla C              venerdì 1° luglio

dalla D alla K              sabato mattina 2 luglio

dalla L alla P               lunedì 4 luglio

dalla Q alla Z              martedì 5 luglio

 AGOSTO

I cognomi        dalla A alla C              lunedì 1° agosto

dalla D alla K              martedì 2 agosto

dalla L alla P               mercoledì 3 agosto

dalla Q alla Z              giovedì 4 agosto

 SETTEMBRE

I cognomi        dalla A alla C              giovedì 1° settembre

dalla D alla K              venerdì 2 settembre

dalla L alla P               sabato mattina 3 settembre

dalla Q alla Z              lunedì 5 settembre

Poste Italiane ricorda che i titolari di carta Postamat, Carta Libretto o di Postepay Evolution potranno prelevare i contanti dagli 69 ATM Postamat disponibili sul territorio provinciale, senza bisogno di recarsi allo sportello.

Per conoscere la turnazione alfabetica degli Uffici Postali aperti con orario rimodulato è possibile fare riferimento agli appositi avvisi affissi sulle porte d’ingresso oppure consultare il sito www.poste.it o contattare il numero verde 800 00 33 22.

Solidarietà e vicinanza alla cooperativa “Le terre di Rosario Livatino – Libera Terra” viene espressa dal Cartello Sociale della provincia di Agrigento per l’incendio di natura dolosa che ha bruciato dieci ettari di grano. Si tratta di  un segnale molto inquietante per l’obiettivo scelto su un terreno confiscato alla mafia per riconsegnarlo ad attività produttive nel segno della legalità. Confidando sull’operato delle forze dell’ordine e della magistratura per individuare gli autori del gesto criminale e considerato che non è il primo episodio teso ad intimidire chi cerca di portare a reddito questi terreni sarebbe auspicabile adottare misure adeguate di prevenzione anche attraverso un impianto di videosorveglianza.

“La Corte d’Appello di Palermo ha accolto il nostro ricorso presentato nel 2018 per denunciare il comportamento antisindacale del dirigente scolastico del Liceo R. Politi di Agrigento, che non aveva autorizzato l’assemblea sindacale allora richiesta dai Rappresentanti sindacali unitari (Rsu)”. Lo dice in una nota il segretario della Flc Cgil di Agrigento, Gaetano Bonvissuto.

“La Corte – spiega – oltre a ordinare la cessazione di tale comportamento, ha disposto la pubblicazione della sentenza mediante affissione nella bacheca delle Rsu dell’Istituto e comunque nell’apposito spazio destinato alle comunicazioni scolastiche”.

“Avremmo voluto evitare di ricorrere alla giustizia – conclude Bonvissuto – per vedere garantito un diritto chiaro ed esplicito previsto dal contratto collettivo nazionale. Questo non va interpretato ma applicato”.

“Sappiamo e crediamo fermamente nella fede straordinaria degli agrigentini verso il santo nero San Calogero

Una fede che si perde nella notte dei tempi e visto che purtroppo per due anni di seguito non si e potuto festeggiare San Calogero a causa della pandemia, questo anno si e deciso di festeggiarlo sia pure con blande restrizioni.  

Purtroppo, assistiamo da alcuni giorni che purtroppo i contagi del Corona Virus in tutta Italia e in particolare nella provincia di Agrigento sono aumentati in modo esponenziale, con relative quarantene, con relativi ricoveri in terapia intensiva e relativi morti.  

La variante Omicron 5, risulta da quando detto dai virologi, contagiosissima rispetto alle altre varianti trascorse

 Tutto questo ci fa ritenere inopportuno, fare una festa a San Calogero di cui tutti siamo devoti

 Va chiarito altresì, per non equivocare, che sicuramente non siamo affetti di blasfemia ma che invece ci sta a cuore la salute e la relativa vita degli agrigentini.

Pensare ad una festa come negli anni passati, con blande e inefficaci restrizioni e con le modalità di liberi tutti, crediamo che sia sbagliata e molto pericolosa

Ecco perché oggi, ancor prima della festa già programmata, ci rivolgiamo alle autorità ecclesiastiche, civili e militari, affinché si possa evitare un contagio di massa

Crediamo altresì, che il nostro amato Santo possa essere onorato e riverito anche nelle nostre case, magari in gruppo con i nostri familiari e con le relative mascherine indossate”.

Lo dichiara Pippo Spataro, responsabile regionale di Cittadinanzattiva.

E’ stato condiviso nella sala “Pellegrino” del Libero Consorzio Comunale di Agrigento il protocollo di intesa tra il Dipartimento Affari Extraregionali (DAE) della Presidenza della Regione Siciliana e i Liberi Consorzi e Città Metropolitane della Sicilia per la piena collaborazione tra questi Enti nella promozione e attivazione di iniziative progettuali in grado di intercettare i fondi europei diretti. Presenti all’incontro l’Assessore Regionale alle Autonomie Locali e Funzione Pubblica avv. Marco Zambuto, il direttore generale del DAE ing. Maurizio Cimino, il Commissario Straordinario del Libero Consorzio di Agrigento dr. Raffaele Sanzo e i rappresentati dei Liberi Consorzi e Città Metropolitane di tutta la Sicilia.

La rivalutazione degli Enti Intermedi nelle politiche di sviluppo dei territori è stata più volte rimarcata nei vari interventi. Ha fatto seguito la presentazione del Green Deal della Commissione Europea che prevede un piano d’azione con varie priorità di intervento sui territori (dallo sviluppo sostenibile alla strategia digitale per cittadini, imprese e pubblica amministrazione). Gli esperti dott.ssa Cavallaro del DAE e dr. Bumbolo del FormezPA hanno illustrato l’ampio ventaglio di finanziamenti dei programmi europei a gestione diretta (UE 2021-2027), con cenni anche sulle possibilità offerte dal PNRR.

Nell’ottica di rivalutazione del loro ruolo, sancito dal Testo Unico degli Enti Locali e dalle Leggi regionali 9/1986 e 15/2015, le ex Province Regionali sono  enti intermedi necessari ed in grado di individuare problemi e peculiarità del territorio ed esprimere una forte governance per lo sviluppo.  Il protocollo d’intesa è il primo step di un percorso di concertazione con gli Enti Locali e la Regione sulla nuova programmazione europea 2021-2027. L’obiettivo della realizzazione di un’economia diffusa non può prescindere da questo ruolo  e dalla connessione tra soggetti pubblici, operatori economici e varie realtà territoriali locali. Frettolosamente liquidate come Enti poco utili allo sviluppo dei territori, le ex Province tornano ad assumere invece un ruolo centrale nella programmazione e la promozione di progetti nei diversi ambiti.