Home / 2022 / Settembre (Pagina 25)

Presentato, ieri sera, nella splendida cornice del Palazzo Ducale a Palma di Montechiaro, alla presenza del sindaco, Stefano Castellino, il libro “La promessa” di Gianlivio Fasciano. La Promessa è il romanzo di una storia vera, fatta d’amore e di ferro, raccontata dall’autore, nella lingua autentica e commovente di un pastore, Romolo, nato a Mastrogiovanni l’11 agosto 1921 da Simone Di Meo e Gloria Verrecchia. Mastrogiovanni è un paesino, così piccolo, che si perde tra i monti “Sopra Caserta, sotto la Ciociaria, verso l’Abruzzo, dentro il Molise”. La storia di Romolo, delle sue vacche, del suo amore per Giovanna, e della chiamata, prima, alla leva e poi in guerra, era una storia destinata all’oblio, o al ricordo di pochi, ma oggi, grazie alla scrittura di Gianlivio Fasciano, è possibile leggerla, emozionarsi, e fare tesoro di un mondo del passato, le cui radici sono piantate in ognuno di noi. Come Pasolini, Gianlivio Fasciano è convinto che i contadini e i pastori volessero restare tali, desiderassero vivere felici nonostante la durezza del lavoro. Neppure la guerra, che costringe Romolo a diventare soldato, riesce a snaturarlo. “Avrei voluto alzare le mani e arrendermi, dire che ero solo un pastore di Mastrogiovanni anche se tenevo un fucile tra le spalle”. Questo romanzo si iscrive nella grande tradizione della letteratura civile.

Nel cuore del paese vecchio distrutto dal terremoto del 1968 si sono riuniti insieme a giornalisti e winelovers, agricoltori e vignaioli che hanno portato l’uva frutto della vendemmia per ripetere il rito della pigiatura insieme a famiglie e bambini proprio come si faceva un tempo: a Montevago la venticinquesima edizione della festa del vino è stata caratterizzata non solo dalla presenza del grande pubblico ma da un’attenzione dedicata al territorio e alle sue aziende. Un’occasione per raccontare a tutti anche della straordinaria chiesa Madre riaperta al culto proprio all’inizio dell’anno grazie all’impegno costante della Sindaca Margherita La Rocca

Oggi, lunedì 12 settembre, nella Biblioteca comunale di Grotte, alle ore 17, il presidente della Commissione Nazionale Antimafia, Nicola Morra, presenterà il libro di Salvatore Petrotto, ‘Il Sistema Montante’, ed il libro di Marco Bova, ‘Matteo Messina Denaro, latitante di Stato’. L’iniziativa è stata organizzata dal giornalista Carmelo Arnone, direttore del quotidiano online Grotte.info, che trasmetterà il dibattito in diretta on line, in collaborazione con il Comune di Grotte.

La Polizia provinciale di Agrigento ha sequestrato a Licata un’area di circa 2000 metri quadri per lo stoccaggio di rifiuti speciali in contrada Bugiades, perché senza autorizzazione. L’intervento è stato supportato dalla Polizia Locale di Licata e dall’Arpa protezione ambiente. Nel corso del sopralluogo sono state rinvenute parecchie decine di carcasse di automobili stipate in un’area attigua ad un centro di autodemolizioni regolarmente autorizzato. La zona, tra l’altro, non regolarmente pavimentata, rappresenta un potenziale rischio di contaminazione del suolo a causa della dispersione degli oli motore. L’affittuario dell’area è stato denunciato penalmente. Il comandante della Polizia provinciale di Agrigento, il maggiore Salvatore Lombardo, afferma: “Il nostro impegno a tutela dell’ambiente continua senza sosta nonostante la carenza di organico e le difficoltà che questo comporta”.

I dirigenti sindacali della Cgil di Agrigento, Alfonso Buscemi e Franco Gangemi, intervengono a seguito dell’introduzione del biglietto “a tempo” da parte della Tua, l’Azienda che gestisce i trasporti pubblici urbani ad Agrigento. E affermano: “Abbiamo appreso dalla stampa che la Tua, dopo le tante note di denuncia della Cgil, ha deciso di istituire finalmente il biglietto a tempo, 90 minuti. C’è voluto veramente poco. Apprendiamo che il Comune di Agrigento si sarebbe interessato chiedendo chiarimenti alla Tua, e alla fine si è raggiunta l’intesa. Questo significa che avevamo ragione: si poteva fare. Meglio tardi che mai. Consideriamo questo del biglietto a tempo un primo passo di un percorso che ci deve portare ad avere un servizio dei trasporti urbani che consenta ai cittadini di muoversi nel territorio del Comune secondo le loro esigenze spendendo il giusto, e ai turisti di visitare agevolmente la città e il suo territorio. Pertanto, in attesa che sia bandita la gara d’appalto, reiteriamo la nostra richiesta all’amministrazione comunale: si apra da subito un tavolo tecnico con tutti gli attori che abbia l’obiettivo di mettere in campo un progetto per un futuro servizio trasporto urbano efficace ed efficiente”.

Ad Agrigento, domani, martedì 13 settembre, a Casa Sanfilippo, sede del Parco della Valle dei Templi, alle ore 10, si svolgerà la conferenza di presentazione del programma del Fastuca Fest, la sesta Festa del Pistacchio di Raffadali DOP, organizzata dall’Associazione per la tutela del Pistacchio di Raffadali, con il patrocinio del Comune di Raffadali e Regione Siciliana. L’edizione 2022 celebrerà il raggiungimento della DOP del Pistacchio di Raffadali. Il Fastuca Fest prevede momenti di degustazione con il percorso del gusto, cooking show con la presenza di rinomati chef, spettacoli, dibattiti ed un’ampia area expo. L’evento si svolgerà a Raffadali nei giorni 16, 17 e 18 settembre, da venerdì a domenica.

La Direzione investigativa antimafia di Agrigento ha confiscato i beni già sequestrati ai fratelli imprenditori di Favara, Gerlando e Stefano Valenti. I dettagli.

Il 23 luglio del 2020 si è proceduto al sequestro dei beni, e adesso la confisca definitiva, quindi l’acquisizione dei beni da parte dello Stato, è stata eseguita dalla Dia Direzione investigativa antimafia di Agrigento, diretta dal vice questore Roberto Cilona, e su disposizione della Sezione misure di prevenzione del Tribunale di Palermo, a carico di due imprenditori di Favara, i fratelli Stefano e Gerlando Valenti, 56 e 50 anni, operanti nel settore edilizio e del movimento terra. Per entrambi, inoltre, è stata disposta la sorveglianza speciale di pubblica sicurezza con l’obbligo di soggiorno nel Comune di residenza. I due Valenti sono stati arrestati e condannati a 6 anni e 8 mesi di reclusione ciascuno nell’ambito dell’inchiesta antimafia “Montagna”. I giudici di prevenzione scrivono: “I due imprenditori sono riusciti nel tempo ad incrementare il loro patrimonio attraverso i continui rapporti intrattenuti con i vertici mafiosi siciliani”. La confisca comprende 5 immobili fabbricati, 11 beni mobili registrati tra autocarri, rimorchi e autoveicoli, quote di capitale sociale di due società, numerosi conti correnti, fondi comuni di investimento e titoli, e un cavallo di razza.

Angelo Ruoppolo (Teleacras)

A Favara, a Palazzo Cavasi, sono stati presentati il progetto politico e la lista dei candidati a Camera e Senato di “Unione Popolare”. Ha introdotto i lavori il sindaco di Favara, Antonio Palumbo, che ha presentato tutti i candidati inseriti nella lista a sostegno dell’exsindaco di Napoli Luigi De Magistris. Si tratta di Piera Aiello, Gabriele Sorce, Ilenia Rinoldo, Nicola Clemenza (Camera, Collegio plurinominale), Eleanna Durante (Camera, maggioritario), Alessandra Contino, Francesca Campanella, Antonia Monreale, Marcello Bartolotta (Senato). Affermano: “Siamo al lavoro per un progetto alternativo, di sinistra, progressista, che sappia fornire una reale alternativa senza compromessi. Quello dato a ‘Unione popolare’ è il vero ‘voto utile’: un voto pulito, coerente, libero. Le nostre liste sono composte da persone che si sono sempre spese nel sociale, che hanno sempre fatto politica sui territori, dal basso, come missione e vocazione. Persone, come Piera Aiello, che hanno sfidato apertamente la mafia e sono oggi sotto scorta. Persone che credono davvero ad un futuro diverso”. Altre iniziative si svolgeranno nei prossimi giorni anche in provincia di Agrigento, dove è atteso il candidato premier Luigi De Magistris.

Al Comune di Agrigento il sindaco, Franco Miccichè, ha incontrato alcuni tecnici del Formez, che è un’associazione con il compito di fornire assistenza tecnica e servizi formativi e informativi soprattutto alle amministrazioni locali. Il fine della riunione è stato l’avvio della proceduta della cosiddetta “Strategia Urbana Sostenibile”, tra il Comune di Agrigento, capofila, e poi Aragona, Comitini, Favara, Joppolo Giancaxio, Porto Empedocle, Raffadali, Realmonte, Santa Elisabetta, Sant’Angelo Muxaro e Siculiana. Il Comune di Agrigento sottolinea che bisogna riuscire a spendere entro il 31 dicembre 2029 circa 100 milioni di euro dei Fondi europei per lo sviluppo delle regioni 2021 – 2027. Insieme a Miccichè sono stati presenti i sindaci di Joppolo Giancaxio, Favara e Santa Elisabetta, ovvero Giuseppe Portella, Antonio Palumbo e Domenico Gueli, e poi l’assessore del Comune di Porto Empedocle, Giuseppe Iacono.

Ad Agrigento, nel centro storico, tra le vie Formica e Ortolani, un incendio è divampato per cause accidentali in un’abitazione. Sul posto sono intervenuti i Vigili del fuoco del Comando provinciale, che hanno tratto in salvo i residenti e poi, dopo avere domato le fiamme, hanno dichiarato inagibile l’immobile. Sono state sgomberate tre persone tra cui un disabile di 62 anni. Determinante al fine del salvataggio è stato l’intervento dei Vigili e della Guardia di Finanza.