Home / 2022 / Luglio (Pagina 31)

Un’esperienza di visita esclusiva con degustazione all’imbrunire. La visita dei Percorsi Sotterranei della Valle dei Templi condotta dagli archeologi CoopCulture offrirà una esperienza ancor più evocativa perché si concluderà con una degustazione a base di prodotti del marchio Diodoros. L’aperitivo si svolgerà al termine della visita dei percorsi

sotterranei presso la suggestiva Casa Barbadoro, caratteristico immobile rurale recentemente restaurato vicino al Tempio della Concordia.

L’illuminazione dei locali ipogei evocherà sensazioni suggestive: sarà semplice immaginare di vedere gli antichi paleocristiani recarsi presso i loro sacri sepolcri, attraversando percorsi angusti, incolonnati quasi come fossero in processione. E la degustazione finale farà immergere il visitatore nelle arti culinarie di un tempo.

Il progetto Diodoros, un omaggio a Diodoro Siculo, storico greco di Agyrion (odierna Agira in Sicilia), autore della Bibliotheca Historica, un’opera di storia universale, nasce dalla cooperazione fra Partner pubblici e privati per valorizzare il patrimonio artistico, culturale, paesaggistico ed agricolo dei 1300 ettari del Parco Archeologico e Paesaggistico della Valle dei Templi. Avvalendosi della collaborazione di aziende del territorio di altissimo profilo qualitativo, il parco ha fatto rivivere prodotti tradizionali di altissima qualità. Il Vino della Valle nasce dai vigneti coltivati nella piana sotto il tempio di Giunone, un giacimento viticolo di grande interesse, frutto di una “selezione” naturale che i vignaioli della Valle hanno operato nel corso degli anni. L’Olio della Valle è un Extra Vergine prodotto dagli ulivi secolari ulivi che adornano il Tempio di Giunone, il Tempio della Concordia e i resti dell’antica Akragas. Ancora, Il Miele della Valle é uno straordinario miele che  nasce proprio dal nettare dei fiori della Valle. E poi ancora ci sono i capperi, le mandorle, i fichi d’india e i pistacchi.

Per informazioni e biglietti: www.coopculture.it

Biglietto intero 25 euro; ridotto €15

Tutti i giorni  dal 15 luglio al 7 agosto alle 19 e dall’8 al 31 agosto alle 19:30

Sui muri della pizzeria, Ulbrich aveva appeso la celebre foto che ritrae insieme i due giudici assassinati 30 anni fa, e accanto aveva messo l’immagine di don Vito Corleone, del celebre film «Il Padrino», il tutto accompagnato dalla riproduzione di fori di proiettili. Una indegna trovata pubblicitaria che per fortuna i giudici hanno impedito che si ripetesse. scelta che non era piaciuta a Maria Falcone, sorella del giudice ucciso dalla mafia e presidente della Fondazione che porta il nome del magistrato, che aveva fatto ricorso per inibire al commerciante l’uso del nome di Falcone.

Ma in primo grado l’istanza era stata respinta perché, aveva scritto il tribunale, “Falcone ha operato principalmente in Italia e in Germania è noto solo a una cerchia ristretta di addetti ai lavori e non alla gente comune che frequenta la pizzeria”.

Il tribunale sosteneva inoltre che, essendo passati 30 anni dalla morte di Falcone, il tema della lotta alla mafia non era più così sentito tra i cittadini. I giudici di appello hanno però, successivamente, ribaltato la sentenza di primo grado e hanno accolto il ricorso presentato dalla professoressa Falcone.

Con una Circolare Urgente, il Ministero delle politiche agricole, alimentari e forestali comunica agli Uffici marittimi, alle Associazioni nazionali di categoria e alle Organizzazioni sindacali, che con il Decreto Direttoriale 0248 725 del 03/06/2022 è stata data attuazione per l’espletamento delle modalità per fruire dei fondi a favore del settore della pesca marittima e dell’acquacoltura  per l’anno 2022.
Il Ministero informa che il Decreto Direttoriale sarà pubblicato sul sito internet del Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali il giorno 18 luglio 2022.
L’invio delle domande per accedere ai contributi può essere effettuato esclusivamente attraverso domanda online da presentare mediante l’accesso all’apposito sito del Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali tramite il seguente link:
www.sian.it/sipaPubbl/aiutiCC1863 index.xhtml?prov port=S

Il portale informatico dedicato alla procedura di inoltro telematico delle domande di contributo sarà disponibile dalle ore 10:00 del 18.07.2022 fino alle ore 24:00 del 22.08.2022.

Nella stessa pagina internet verranno pubblicate le istruzioni operative per l’invio della domanda elettronica e, sarà possibile scaricare, in formato word, il fac simile di autocertificazione da produrre in allegato alla domanda.

Puntare ai prodotti a Km 0 significa caratterizzare un modo di “fare cucina” che valorizza un intero territorio e ogni sua specificità, intraprendendo un percorso nel quale, i tanti nostri ristoratori, pizzaioli, pasticceri, così come ogni altra maestranza dell’arte della cucina, possono essere considerati come gli ambasciatori dell’enogastronomia e importanti attrattori turistici.
E proprio secondo questo spirito, una pizzeria agrigentina, la Granofino Restaurant di Agrigento, ha ricevuto il Premio “Migliore pizzeria a km 0” in Sicilia, riconoscimento arrivato nell’ambito del contest “All Food Sicily”.
Agli amici di Granofino Restaurant sono arrivati lodi e complimenti da Gabriella Cucchiara, Presidente FIPE Confcommercio Agrigento, che ha sottolineato per il valore del riconoscimento che, messo in evidenza dalle motivazioni di “All Food Sicily”, Gabriella Cucchiara riprende: “Un premio che nasce dalla presa d’atto di una crescita esponenziale del comparto pizzerie in Sicilia in termini professionali, esperienziali, di capacità d’innovazione e di ricambio generazionale e soprattutto per il livello qualitativo dei prodotti e materie prime utilizzate”. Motivazioni che sono state condivise e fatte proprie da oltre 200.000 votanti.
“Come Presidente provinciale di FIPE Confcommercio Agrigento – dichiara Gabriella Cucchiara – manifesto, orgogliosamente, un plauso per la nostra associata, per un riconoscimento che evidenzia il forte legame e il radicamento al proprio territorio e per la grande attenzione nella scelta delle materie prime”

Si è svolta questa mattina ad Agrigento la conferenza stampa del leader di Sicilia Vera e candidato alla presidenza della Regione Siciliana Cateno De Luca.

 Insieme a lui anche l’europarlamentare Dino Giarrusso, leader del Movimento nazionale “Sud Chiama Nord” fondato con Cateno De Luca e vicepresidente della Regione designato.

Ad attendere De Luca ad Agrigento tantissimi sostenitori. Una partecipazione così calorosa che ha spinto De Luca a spostarsi dalla saletta del bar Milano, allestita in un primo momento, alla piazza Aldo Moro.

“Voglio mandare, affermato De Luca, un messaggio a Calogero Mannino impegnato in queste ore a rimettere insieme i pezzi per tentare di creare un’alternativa al catemoto. Caro Lillo, devi sapere che la sommatoria di tre falliti produce come risultato un grande fallimento. Mettere insieme Raffaele Lombardo, Totò Cuffaro e Saverio Romano è un tentativo disperato. La gente lo sa che se oggi la Sicilia è una terra in costante emergenza la colpa è da ricercare in chi ha governato negli ultimi 30 anni. Se non ci sono le strade, se siamo costretti a fare i conti con la crisi idrica la responsabilità non è certamente di Cateno De Luca o Dino Giarrusso ma di questi personaggi che devono essere pensionati una volta per tutte.  Oggi viviamo un momento storico. Nessuno mai ha avuto il coraggio di mettere in piedi una strategia in grado di coinvolgere il popolo siciliano. Noi, lo voglio ricordare, non stiamo candidando deputati uscenti o ‘trombati’ della politica. Oggi i siciliani hanno la possibilità di votare un progetto radicalmente alternativo e di scendere in campo in prima persona con le nostre liste di testimonianza.”

“Ad Agrigento, ha affermato Dino Giarrusso, abbiamo portato avanti anche in passato battaglie importanti, concrete. Nei giorni scorsi ho ricevuto a Bruxelles dei rappresentati del settore edile anche di questa provincia che stanno avendo grosse difficoltà legate alle scelte scellerate di Draghi sul superbonus.  In commissione agricoltura abbiamo affrontato le problematiche di imprenditori della provincia dando concrete risposte: grazie al nostro lavoro, complicato ma vincente, nemmeno un centesimo dei fondi europei è stato tolto agli agricoltori siciliani e meridionali a favore delle regioni del nord, perché di questo non si parla? Perché è un nostro successo? Noi siamo l’esempio della politica che lavora per dare risposte, oltre a combattere metodo e personaggi vecchi e nocivi. Noi abbiamo un piano preciso sulla gestione della Sicilia. Non è accettabile, ad esempio, aver perso le risorse disponibili dal Pnrr per la gestione degli impianti irrigui in Sicilia perché la regione ha presentato 41 progetti tutti fallimentari. Noi proponiamo una rivoluzione di libertà che parte dal basso, con la testimonianza di buona amministrazione rappresentata da Cateno De Luca.”

La giornata di oggi nella provincia di Agrigento proseguirà passando da Favara, Canicattì, Palma di Montechiaro, Siculiana, e si concluderà a Sciacca con un comizio in Piazza Gerardo Noceto.

6.905 i nuovi casi di Covid19 registrati a fronte di 32.125 tamponi processati in Sicilia secondo il bollettino odierno. Il giorno precedente i nuovi positivi erano 8.178. Il tasso di positività scende al 21,5%, il giorno precedente era al 23%. La Sicilia è al settimo posto per contagi. Gli attuali positivi sono 144.858 con un aumento di 3.381 casi. I guariti sono 5.062 mentre si registrano 21 vittime che portano il totale dei decessi 11.380. Sul fronte ospedaliero i ricoverati sono 1076, 25 in più rispetto al giorno precedente, in terapia intensiva sono 55, quattro in più rispetto al giorno prima.

Questi i dati nei Comuni capoluogo: Palermo 1.607 casi, Catania 1.472, Messina 1.326, Siracusa 740, Trapani 705, Ragusa 510, Caltanissetta 410, Agrigento 824, Enna 870.

Incidente stradale mortale lungo l’autostrada A1 tra i caselli di Modena Nord e Modena Sud. A perdere la vita è Amedeo Brucculeri, 50enne geometra di Agrigento.

L’uomo, residente a Carpi, era a bordo della sua Fiat quando per cause ancora in corso di accertamento si è schiantato – intorno la mezzanotte di ieri – contro un Tir.

Bruccoleri rientrava da una cena con amici quando è rimasto vittima dell’incidente, avvenuto nei pressi di un cantiere. La vittima risiedeva in Emilia dove lavorava come professionista presso alcune aziende della zona.

 

Lavori di manutenzione straordinaria nella galleria Lercara, sulla linea Palermo-Agrigento. Sono previsti da Rete Ferroviaria Italiana (Gruppo FS) dalle 22 di domani, 16 luglio, fino alle 5.30 di lunedì 18 luglio e dalle 22 di sabato 23 luglio alle 5.30 di lunedì 25 luglio.

Per consentire gli interventi sarà sospesa la circolazione ferroviaria fra le stazioni di Roccapalumba e Agrigento, e garantito un servizio con bus.

“Questo è il momento più alto della trasmissibilità del virus in questa nuova ondata estiva.”A dirlo è il commissario straordinario dell’Asp di Agrigento, Mario Zappia, nel consueto appuntamento settimanale sulla situazione epidemiologica in provincia.

“In questo momento il virus sta vincendo alla grande perchè ha preso piede e tanti di noi abbiamo fatto questa esperienza guadagnata sul campo. Per fortuna i vaccini ci hanno protetti dalla malattia. Questa settimana abbiamo raggiunto picchi di oltre mille nuovi contagi al giorno.”

“Il numero di tamponi ci dice che oltre il 50% di quelli fatti risultano poi positivi. Ma quanti tamponi vengono fatti e non comunicati? A fronte di questo non abbiamo numeri enormi di ricoveri che però sono comunque aumentati. Nel reparto di medicina dell’ospedale di Ribera ci sono 28 pazienti attualmente e anche in terapia intensiva registriamo un aumento di 4 unità”.