Home / 2022 / Giugno (Pagina 62)

”Da oggi assumerò la Presidenza della Commissione Antimafia sostituendo il Presidente Fava. Sono onorata di assumere questo ruolo per continuare il lavoro fatto in questi quattro anni e mezzo. Ringrazio il Presidente Fava per aver condotto la Commissione Antimafia con la determinazione e la serietà che lo contraddistinguono. La Commissione vanta 300 sedute e oltre 600 audizioni. Di recente sono state approvate due importanti relazioni, quella sull’Azienda dei Trasporti Siciliana che ha permesso alla Procura di Palermo di avviare un’indagine e quella relativa agli incendi boschivi che nell’estate del 2021 hanno martoriato il territorio siciliano”. Lp ha scritto su facebook la deputata Luisa Lantieri.

Fava ha ricordato che la commissione, in quattro anni e mezzo, ha svolto 300 sedute, 600 audizioni, ha approvato due disegni di legge (codice etico e beni confiscati) ed effettuato 12 relazioni antimafia. «Mi considero soddisfatto del lavoro della commissione – ha detto Fava – Questo lavoro non si sarebbe potuto effettuare se non si fossero realizzate alcune condizioni, tra cui il clima di assoluta responsabilità di tutti i commissari su temi scottanti».

Era il match che tutti si aspettavano, era una battaglia durissima ma molto importante per portare il risultato sul 2-0 ed avere subito un matchpoint per accedere alla finale Playoff. Così è stato e la Fortitudo Agrigento batte Rieti 59-53 soffrendo, sbagliando ma mettendo sempre quella palla in più che ha permesso alla squadra di coach Catalani di vincere ancora una volta in casa mantenendo l’imbattibilità tra le mura del Palamoncada. Nessuna squadra, fin qui, è riuscita a strappare la vittoria ma a Rieti sarà un’altra battaglia ed il pubblico darà il proprio supporto ad una squadra che ha cercato in tutti i modi di neutralizzare i punti fermi della Fortitudo. Più e più volte in difficoltà Alessandro Grande, braccato dalla difesa reatina, molte le palle perse in fase offensiva e ci pensa ancora una volta Lorenzo Ambrosin, con i suoi 21 punti e 4 rimbalzi, a portare la vittoria ad Agrigento. L’approccio al match è stato ottimo ed il primo parziale termina 26-16. Nel secondo quarto la partita si complica e Rieti riesce ad incastrare la difesa agrigentina e termina con un 7-15 che segna l’evidente difficoltà della Fortitudo a segnare punti preziosi. Equilibrio quasi perfetto nel terzo e quarto parziale quando Santiago Bruno, nel giorno del suo compleanno, mette a segno due triple fondamentali che danno uno strappo al match e Rieti non riesce più a ribaltare il match. Molto soddisfatto coach Catalani: “È una vittoria molto importante perché ci permette di avere subito un matchpoint e chiudere la serie. Sapevamo che oggi sarebbe stata dura e non avrebbero concesso di fare il nostro gioco ma concedere solamente 53 punti è un dato importante e dobbiamo ripartire da questo per affrontare al meglio Gara 3”.

Aggiudicati gli interventi di manutenzione straordinaria programmati dal settore Infrastrutture Stradali del Libero Consorzio di Agrigento che riguardano alcune strade provinciali che collegano i comuni di Santa Elisabetta, Sant’Angelo Muxaro e San Biagio Platani. I lavori serviranno a migliorare la viabilità della SP 19-A “S. Elisabetta – S. Angelo Muxaro – S. Biagio Platani e della SP 19-C “dir. Sant’Angelo Muxaro”.

L’appalto è stato aggiudicato all’ A.T.I. con capogruppo l’impresa Restivo Costruzioni s.r.l ed Associata l’impresa Comar s.r.l, con sede ad Agrigento, che ha offerto il maggior ribasso sui prezzi unitari per un importo contrattuale complessivo pari ad € 665.000,00 oltre IVA. I lavori riguardano gli interventi urgenti di manutenzione che si renderanno necessari per un anno a partire dalla data di consegna dei lavori.

Il progetto esecutivo dei lavori, realizzato dal settore Infrastrutture stradali, è stato approvato lo scorso dicembre utilizzando un finanziamento del Ministero delle Infrastrutture.

I lavori prevedono anche il pronto intervento, la reperibilità e disponibilità di mezzi e manodopera per le emergenze anche in orari notturni oltre allo sgombero di materiale alluvionale e detriti dalla sede stradale. L’esecuzione dei lavori è fissata in 365 giorni consecutivi e continui, a decorrere dal giorno del verbale della consegna dei lavori.

Da domani 1  giugno la rimonta anticiclonica si farà ancora più imponente: non avremo solo condizioni di bel tempo praticamente ovunque, ma ci saranno anche valori elevati di pressione e temperature: al momento i settori italiani più colpiti sembrerebbero quelli del Centro-Sud e le due Isole maggiori.