Home / Post taggati"RIUNIONE COORDINAMENTO CONSORZI UNIVERSITARI SICILIANI"

Si è riunito oggi ad Agrigento, il Coordinamento dei Consorzi Universitari Siciliani, al quale hanno partecipato anche le delegazioni Sindacali Confederali.
I rappresentanti dei Consorzi hanno contestato la proposta del Governo Regionale, inserita nel d.d.l. di Legge di Stabilità Regionale all’esame dell’ARS, che sottrae ai territori ogni ruolo della gestione dei Consorzi stessi affidandola alle Università, alle quali gli stessi Consorzi forniscono servizi determinando l’insorgere di evidenti conflitti di interesse.
La proposta del Governo risulta incongrua anche sul piano finanziario perché appronta risorse di gran lunga inferiori rispetto alle effettive necessità dei Consorzi per la loro attività.
Così i servizi agli studenti non potranno che peggiorare, non consentendo ai Consorzi di conseguire l’obiettivo di sostenere il Diritto alla studio delle Provincie prive di Università.
Il Prof. Armao, Presidente del Consorzio Universitario di Agrigento, è stato invitato dal coordinamento a rappresentare al Presidente della Regione , al Presidente dell’ARS, al Presidente dell’ANCI e dell’Unioncamere, la grave situazione che può determinarsi laddove non venga modificata la disposizione all’esame del Parlamento Regionale e non siano assegnate le risorse finanziarie necessarie per garantire il funzionamento degli Enti.
Il Coordinamento dei Consorzi Universitari ha richiesto altresì, al Presidente della Commissione Bilancio dell’ARS di partecipare ad una audizione sulla proposta di riordino.

Si è riunito oggi ad Agrigento, il Coordinamento dei Consorzi Universitari Siciliani, al quale hanno partecipato anche le delegazioni Sindacali Confederali.I rappresentanti dei Consorzi hanno contestato la proposta del Governo Regionale, inserita nel d.d.l. di Legge di Stabilità Regionale all’esame dell’ARS, che sottrae ai territori ogni ruolo della gestione dei Consorzi stessi affidandola alle Università, alle quali gli stessi Consorzi forniscono servizi determinando l’insorgere di evidenti conflitti di interesse.La proposta del Governo risulta incongrua anche sul piano finanziario perché appronta risorse di gran lunga inferiori rispetto alle effettive necessità dei Consorzi per la loro attività.Così i servizi agli studenti non potranno che peggiorare, non consentendo ai Consorzi di conseguire l’obiettivo di sostenere il Diritto alla studio delle Provincie prive di Università.Il Prof. Armao, Presidente del Consorzio Universitario di Agrigento, è stato invitato dal coordinamento a rappresentare al Presidente della Regione , al Presidente dell’ARS, al Presidente dell’ANCI e dell’Unioncamere, la grave situazione che può determinarsi laddove non venga modificata la disposizione all’esame del Parlamento Regionale e non siano assegnate le risorse finanziarie necessarie per garantire il funzionamento degli Enti.Il Coordinamento dei Consorzi Universitari ha richiesto altresì, al Presidente della Commissione Bilancio dell’ARS di partecipare ad una audizione sulla proposta di riordino.