Home / Post taggati"Palma di Montechiaro" (Pagina 3)

Nella mattinata odierna, i Carabinieri della Stazione di Licata, nel corso di un servizio di controllo del territorio, hanno arrestato in flagranza di reato:
–          DI FALCO Giuseppe Gioacchino, classe 1982, commerciante palmese,
poiché resosi responsabile del reato di furto aggravato di energia elettrica.
In particolare i militari operanti, con l’ausilio dei tecnici verificatori della società Enel Distribuzione S.P.A. – Ufficio verifiche di Agrigento, effettuavano un’ispezione presso la macelleria, ubicata nel centro della cittadina, al fine di verificare la corretta erogazione e pagamento dell’energia elettrica.
Nel corso degli accertamenti veniva accertato che il 35enne commerciante aveva posizionato un “magnete” proprio sopra il contatore dell’energia elettrica, sottraendo fraudolentemente energia elettrica al fine di alimentare la propria pasticceria eludendo i costi dell’erogazione.
L’arrestato, espletate le formalità di rito, veniva condotto presso la propria abitazione in regime di arresti domiciliari, in attesa dell’udienza di convalida, così come disposto dall’Autorità Giudiziaria.

Quattro uomini, originari della Romania e residenti a Palma di Montechiaro, sono stati denunciati, in stato di libertà, alla Procura della Repubblica di Agrigento, per porto abusivo di munizionamento da guerra. I quattro sono stati sorpresi dalla polizia, a seguito di un controllo veicolare, con a bordo 18 kg e mezzo di bossoli da guerra contenuti in una busta. Il controllo è avvenuto lungo S.S. 115 che collega Agrigento a Palma di Montechiaro.

Nella serata di ieri, i Carabinieri della Stazione di Palma di Montechiaro, in esecuzione dell’ordinanza di sostituzione della misura cautelare degli arresti domiciliari con la custodia cautelare in carcere, emessa dal Tribunale di Agrigento, traevano in arresto:
– SCROFANI Mariagrazia, classe 1981, casalinga palmese, già ben nota alle Forze dell’Ordine, in atto sottoposta alla misura cautelare degli arresti domiciliari,
poiché resasi responsabile del reato di evasione.
In particolare i Militari dell’Arma accertavano che la 36enne palmese, lo scorso 12 febbraio, si era allontanata arbitrariamente dalla propria abitazione rendendosi irreperibile, violando con tale condotta le prescrizioni impostegli dalla misura cautelare cui era sottoposta.
L’arrestata, espletate le formalità di rito, veniva associata presso la Casa Circondariale di Agrigento, a disposizione dell’Autorità Giudiziaria mandante.

Un furto, che avrebbe fruttato un bottino complessivo di circa 20 mila euro, è stato compiuto da ignoti ai danni di una famiglia residente in una villetta, posta lungo la strada statale 115, nelle vicinanze di Palma di Montechiaro. Sembra che i malviventi abbiano approfittato della momentanea assenza dei residenti e che siano riusciti a penetrare all’interno della dimora indisturbati mettendo a segno il colpo che consisterebbe in circa 10 mila euro in contanti, più numerosi oggetti in oro e di valore. Del fatto si stanno occupando i carabinieri.

Disgustoso gesto a Palma di Montechiaro. Una donna dimentica l’auto aperta, una Mercedes classe B, e, al ritorno, la trovata imbrattata all’interno da escrementi umani. Il fatto è accaduto alla periferia del paesino agrigentino ed è stato scoperto da una 40enne originaria del luogo che si è rivolta al Commissariato di Polizia. Inspiegabile in gesto che è al vaglio degli investigatori.

Una vasta area nei pressi di Palma di Montechiaro sarebbe stata sottoposta a sequestro, su disposizione della Procura della Repubblica di Agrigento, perchè sede di una vasta discarica di rifiuti interrati. Dal terreno oggetto dell’attenzione degli investigatori emergerebbero sacchi con rifiuti speciali.

Un autotrasportatore di Palma di Montechiaro e il proprietario di un terreno nella cittadina del Gattopardo sono stati denunciati, in stato di libertà, per abbandono di rifiuti speciali. L’autotrasportatore è stato anche multato dagli agenti della Polstrada di Agrigento che lo hanno sorpreso nel tentativo di scaricare il materiale che trasportava su un mezzo pesante, tentativo represso dall’intervento degli agenti. La sanzione comminata all’uomo è di 3.100 euro.

Nella trascorsa nottata, i Carabinieri della Stazione di Palma di Montechiaro, nel corso di un servizio di controllo del territorio, hanno arrestato in flagranza di reato:
–          ROTARU DAN, classe 1993, disoccupato di nazionalità romena residente a Butera (CL),
poiché resosi responsabile del reato di furto aggravato in abitazione.
In particolare i Militari dell’Arma, in collaborazione con gli Agenti del Commissariato di P.S. di Palma di Montechiaro, intervenivano tempestivamente sul Lungomare Todaro, in località Marina di Palma, ove sorprendevano e bloccavano il 24enne disoccupato romeno, il quale, dopo essersi introdotto all’interno dell’abitazione di proprietà di un imprenditore palmese, tentava di svaligiare la villetta estiva tentando di impadronirsi di tutti glielettrodomestici presenti all’interno dell’abitazione, il tutto recuperato e restituito al legittimo proprietario.
A quel punto i Carabinieri ammanettavano il soggetto e lo conducevano presso la Caserma dei Carabinieri della città del Gattopardo.
L’arrestato, espletate le formalità di rito, veniva ristretto all’interno delle camerte di sicurezza della Stazione Carabinieri di Palma di Montechiaro in attesa dell’udienza di convalida, a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.