Home / Post taggati"Naro"

Nella giornata di ieri, i Carabinieri della Stazione di Naro, nel corso di un servizio di perlustrazione del territorio, hanno arrestato in arresto in flagranza di reato:
Gero Curto, classe 1981, disoccupato di Naro, già ben noto alle Forze dell’Ordine, in atto sottoposto alla misura cautelare degli arresti domiciliari poiché resosi responsabile del reato di evasione e atti persecutori.
In particolare i Militari dell’Arma, nel corso di un servizio di controllo del territorio, sorprendevano il 36enne narese, il quale, in violazione alle prescrizioni imposte dall’Autorità Giudiziaria, si era allontanato dalla propria abitazione recandosi all’interno del garage dei genitori, ponendo in essere atti persecutori nei confronti degli stessi.
A quel punto i Carabinieri bloccavano ed ammanettavano il soggetto per condurlo presso la Caserma di Naro.
L’arrestato, espletate le formalità di rito, veniva associato presso la casa Circondariale di Agrigento, così come disposto dall’Autorità Giudiziaria.


Nella giornata di ieri, i Carabinieri della Stazione di Naro, nel corso di un servizio di perlustrazione del territorio, traevano in arresto in flagranza di reato:
– CURTO Gero, classe 1981, disoccupato di Naro, già ben noto alle Forze dell’Ordine, in atto sottoposto alla misura cautelare degli arresti domiciliari
poiché resosi responsabile del reato di evasione.
In particolare i Militari dell’Arma, nel corso di un servizio di controllo del territorio, sorprendevano il 36enne narese mentre si trovava a piedi fuori dalla propria abitazione, per i campi di quella contrada Poggiovento, violando con tale condotta la misura cautelare cui era sottoposto.
A quel punto i Carabinieri bloccavano ed ammanettavano il soggetto per condurlo presso la Caserma di Naro.
L’arrestato, espletate le formalità di rito, veniva trattenuto presso le camere di sicurezza della Compagnia Carabinieri di Licata, in attesa dell’udienza di convalida, così come disposto dall’Autorità Giudiziaria.

I Carabinieri della Stazione di Naro, nel corso di un servizio di perlustrazione del territorio, hanno arrestato in flagranza di reato: Gero Curto, 36 anni, disoccupato di Naro, già ben noto alle Forze dell’Ordine, in atto sottoposto alla misura cautelare degli arresti domiciliari poiché resosi responsabile del reato di evasione.
In particolare i Militari dell’Arma, nel corso di un servizio di controllo del territorio, sorprendevano il 36enne narese mentre si trovava a piedi fuori dalla propria abitazione, per i campi di quella contrada Poggiovento, violando con tale condotta la misura cautelare cui era sottoposto.
A quel punto i Carabinieri bloccavano ed ammanettavano il soggetto per condurlo presso la Caserma di Naro.
L’arrestato, espletate le formalità di rito, veniva trattenuto presso le camere di sicurezza della Compagnia Carabinieri di Licata, in attesa dell’udienza di convalida, così come disposto dall’Autorità Giudiziaria.


Nella serata di ieri, i Carabinieri della Stazione di Naro, nel corso di un servizio di controllo del territorio, hanno arrestato in flagranza di reato:
– CURTO Gero, classe 1981, disoccupato narese, già noto alle Forze dell’Ordine
poiché resosi responsabile dei reati di minaccia, violenza, resistenza e lesioni a un pubblico ufficiale, violazione di domicilio aggravata, danneggiamento aggravato e atti persecutori.
In particolare i Militari dell’Arma, a seguito di segnalazione telefonica, intervenivano in quella via Cassaro ove bloccava il 36enne narese, il quale, per futili motivi connessi a dissidi di natura familiare, dopo essersi introdotto all’interno dell’abitazione dei propri genitori, mediante sfondamento della porta di ingresso ed aver danneggiato numerosi arredi, aveva minacciato ripetutamente di morte un proprio familiare.
In tale contesto il 36enne disoccupato, indispettito dall’intervento dei Militari della Stazione nel tentativo di ricondurre quest’ultimo alla calma, senza ragionevole motivazione si scagliava contro un Carabiniere, colpendolo in varie parti del corpo e procurando lesioni per le quali doveva successivamente ricorrere a cure mediche presso la locale Guardia Medica.
I successivi accertamenti esperiti dai Carabinieri permettevano di appurare che il soggetto, da circa due anni reiterava condotte moleste e minacciose nei confronti di un familiare, cagionando allo stesso un perdurante e grave stato di ansia e di paura.
L’arrestato, espletate le formalità di rito, veniva associato presso la casa circondariale di Agrigento a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.


Nella città di Naro i Carabinieri della locale Stazione hanno controllato 10 esercizi pubblici, elevando 5 sanzioni amministrative per una somma complessiva di 1700 euro circa, per violazioni delle normative in vigore in materia di esercizi pubblici per la somministrazione di alimenti e bevande e per violazioni della legge “antifumo”.
I Carabinieri di Naro hanno altresì elevato 15 contravvenzioni al Codice della Strada, di cui 5 per mancanza di copertura assicurativa per la responsabilità civile automobilistica, con conseguente sequestro dell’autoveicolo, 5 per omessa revisione del veicolo e 1 per guida senza patente perché mai conseguita, quest’ultima con una sanzione amministrativa di euro 5000.


A Naro i Carabinieri della locale Stazione hanno deferito in stato di libertà alla Procura della Repubblica di Agrigento S.A., classe 1944, pensionato, in quanto ritenuto responsabile del reato di detenzione abusiva di munizioni. Nella circostanza i Militari della Stazione eseguivano una perquisizione locale presso l’abitazione del 73enne narese, nel corso della quale venivano rinvenute 10 cartucce a pallini calibro 12 e 10 cartucce calibro 7,65, tutte detenute illegalmente e poste sotto sequestro dai Carabinieri.
Medesimo contesto il personale operante, in relazione al suddetto evento, procedeva al ritiro cautelare ex art. 39 T.U.L.P.S. di due fucili e una pistola legittimamente detenuti e denunciati all’Autorità di P.S..


Nella città di Naro i Carabinieri della locale Stazione hanno controllato 10 esercizi pubblici, elevando 5 sanzioni amministrative per una somma complessiva di 1700 euro circa, per violazioni delle normative in vigore in materia di esercizi pubblici per la somministrazione di alimenti e bevande e per violazioni della legge “antifumo”.
I Carabinieri di Naro hanno altresì elevato 15 contravvenzioni al Codice della Strada, di cui 5 per mancanza di copertura assicurativa per la responsabilità civile automobilistica, con conseguente sequestro dell’autoveicolo, 5 per omessa revisione del veicolo e 1 per guida senza patente perché mai conseguita, quest’ultima con una sanzione amministrativa di euro 5000.

I Carabinieri della Stazione di Naro, nel corso di un servizio di pattuglia effettuato nella serata di ieri, hanno arrestato in flagranza di reato Giuseppe Brunco, pregiudicato classe 1982, disoccupato di Camastra,  domiciliato a Naro, in atto sottoposto alla pena alternativa della detenzione domiciliare poiché resosi responsabile del reato di evasione.
In particolare i Militari dell’Arma, nel corso di un servizio di controllo del territorio, sorprendevano il 35enne di Camastra mentre si trovava a piedi fuori dalla propria abitazione, violando con tale condotta la misura cautelare cui era sottoposto.
A quel punto i Carabinieri bloccavano ed ammanettavano il soggetto per condurlo presso la Caserma di Naro.
L’arrestato, espletate le formalità di rito, veniva condotto presso la propria abitazione in regime di arresti domiciliari, in attesa dell’udienza di convalida, così come disposto dall’Autorità Giudiziaria.

Nella serata di sabato, i Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Licata, in esecuzione dell’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa in data 04.02.2017 dall’Ufficio del G.I.P. del Tribunale di Agrigento, su richiesta della Procura della Repubblica, traevano in arresto: – ANDRONIC George Aurel, classe 1995, pastore di nazionalità romena, di fatto domiciliato a Naro, poiché resosi responsabile dei reati di concorso in detenzione abusiva di arma clandestina e munizioni. In particolare, l’attività investigativa condotta dai Militari dell’Aliquota Operativa della Compagnia di Licata con il coordinamento della Procura della Repubblica di Agrigento, in seguito al suicidio di Paun Grigore Marian, avvenuto il 20 gennaio 2017, consentiva di accertare che il 22enne pastore romeno, in concorso con il defunto connazionale, deteneva illecitamente l’arma clandestina, una pistola Beretta mod. 34 calibro 9 corto, e le relative munizioni, utilizzate dal quest’ultimo per compiere l’insano gesto. L’arrestato, espletate le formalità di rito, veniva associato alla Casa Circondariale di Agrigento, a disposizione dell’Autorità Giudiziaria mandante.


Girgenti Acque precisa che nel Comune di Naro, la Via Cilia è stata regolarmente approvvigionata  nelle giornate di Venerdì e  Sabato della settimana scorsa, ed il prossimo turno di distribuzione idrica, in detta zona, è previsto per sabato prossimo, 04/02/2017.
L’Azienda tiene a precisare che per richiedere informazioni è possibile:

  • Consultare il sito web www.girgentiacque.com nell’area dedicata ai turni di distribuzione;
  • Recarsi presso gli sportelli;
  • Contattare il centralino aziendale;
  • Inviare le richieste di informazioni per via fax, mail e pec.