Home / Post taggati"Muos Niscemi"

Il Tribunale di Caltagirone ha confermato il sequestro del Muos, la stazione di trasmissione militare degli Stati Uniti a Niscemi, in provincia di Caltanissetta. Il Tribunale ha rigettato una richiesta di dissequestro presentata dall’avvocatura dello Stato su proposta del ministero della Difesa. Il giudice Cristina Lo Bue ha accolto le richieste di mantenimento dei sigilli pretese invece dal procuratore di Caltagirone, Giuseppe Verzera, e dall’avvocato Goffredo D’Antona in rappresentanza dall’ associazione antimafie Rita Atria. La richiesta del ministero della Difesa è stata depositata dopo che il Consiglio di giustizia amministrativa di Palermo il 6 maggio scorso si è pronunciato sulle autorizzazioni concesse dalla Regione ritenendole legittime. Il Tribunale di Caltagirone ha ritenuto ininfluente la decisione del Cga sul piano penale e invece ancora valide le motivazioni per il sequestro disposto perché il Muos sarebbe sito in un’area a vincolo ambientale di non edificabilità assoluta.

E’ stata rinviata all’ autunno prossimo la sentenza del Tar di Palermo su 5 ricorsi contro l’ installazione del radar militare americano Muos a Niscemi. Nel corso dei procedimenti sono emersi numerosi vizi dell’iter autorizzatorio. Ecco perché i giudici del Tar hanno deciso di rinviare l’udienza per integrare la perizia e sciogliere i nodi provocati dalle incongruenze tra lo studio dell’Istituto superiore alla sanità e le altre analisi sull’ impatto ambientale dell’ impianto.
fonte teleacras