Home / Post taggati"fec"

LA GIORNATA F.E.C.”
In occasione dell’evento organizzato dalla Prefettura e dall’Ufficio V dell’A.T.P. di Agrigento, che si svolgerà OGGI 7 maggio, volto a promuovere e valorizzare il patrimonio presente sul territorio, appartenente al Fondo Edifici di Culto (F.E.C.), ente del Ministero dell’Interno dotato di personalità giuridica, istituito dalla Legge n.° 222 del 20 maggio 1985, il Liceo Scientifico, Linguistico e Scientifico con Opzione Scienze Applicate Statale “Leonardo” di Agrigento, ha redatto il presente progetto, con il quale intende contribuire alla realizzazione della lodevole iniziativa culturale. In particolare l’Istituto ha individuato quale bene F.E.C., del quale curare la promozione e la valorizzazione in occasione del suddetto evento, il santuario di San Calogero, edificio religioso di rilevante importanza tra quelli realizzati in età medioevale e più precisamente tra il XIV ed il XV secolo, periodo durante il quale venne favorita la costruzione di numerosi monasteri, conventi e chiese da parte delle potenti famiglie Chiaramonte e Montaperto, le quali per circa due secoli hanno amministrato la città. Nel corso dei secoli, l’edificio religioso è stato rimaneggiato e, sul finire degli anni ’30 del secolo scorso, è stata rinnovata la facciata prospiciente il Sagrato ed è stato ripristinato l’originario stile architettonico chiaramontano caratterizzato dal peculiare elemento decorativo noto come batôn brisé.  La città di Agrigento, al pari di altre città italiane, si caratterizza per la presenza sul territorio di numerosi edifici ecclesiastici, alcuni dei quali, oltre al santuario di San Calogero, appartenenti al F.E.C. Il patrimonio culturale locale, così come i numerosi beni ecclesiastici di interesse storico-artistico diffusi sul territorio nazionale, è divenuto proprietà dello Stato in forza delle leggi sulla soppressione degli enti ecclesiastici degli anni ’60 del XIX secolo e più precisamente della Legge n.° 3036 del 7 luglio 1866 e della Legge 3848 del 15 agosto del 1867.
Al fine di contribuire alla migliore realizzazione dell’evento, gli alunni del Liceo Scientifico, Linguistico e Scientifico con Opzione Scienze Applicate Statale “Leonardo” di Agrigento saranno impegnati in attività artistiche, espressive e comunicative che si svolgeranno in orario pomeridiano, e più precisamente dalle ore 16:00 alle ore 19:00 presso il suddetto santuario. In particolare, gli alunni saranno suddivisi in gruppi disposti sia all’esterno che all’interno dell’edificio religioso e illustreranno ai visitatori le notizie storiche relative al santuario, alla tradizione popolare della venerazione del Santo e degli ex voto, descriveranno gli spazi liturgici, le statue, i dipinti e i caratteri architettonici della chiesa nonché lo sviluppo urbanistico del sito in cui essa ricade, anche attraverso lo svolgimento di attività espressivo-comunicative come la realizzazione di pannelli didattici tematici e brochures realizzati per l’occasione, i cui testi saranno tradotti in lingua straniera. Inoltre, l’evento sarà arricchito con attività artistiche canoro-musicali che prevedono l’esecuzione di melodie tratte dalla tradizione popolare agrigentina legata al culto di San Calogero.

LA GIORNATA F.E.C.”In occasione dell’evento organizzato dalla Prefettura e dall’Ufficio V dell’A.T.P. di Agrigento, che si svolgerà OGGI 7 maggio, volto a promuovere e valorizzare il patrimonio presente sul territorio, appartenente al Fondo Edifici di Culto (F.E.C.), ente del Ministero dell’Interno dotato di personalità giuridica, istituito dalla Legge n.° 222 del 20 maggio 1985, il Liceo Scientifico, Linguistico e Scientifico con Opzione Scienze Applicate Statale “Leonardo” di Agrigento, ha redatto il presente progetto, con il quale intende contribuire alla realizzazione della lodevole iniziativa culturale. In particolare l’Istituto ha individuato quale bene F.E.C., del quale curare la promozione e la valorizzazione in occasione del suddetto evento, il santuario di San Calogero, edificio religioso di rilevante importanza tra quelli realizzati in età medioevale e più precisamente tra il XIV ed il XV secolo, periodo durante il quale venne favorita la costruzione di numerosi monasteri, conventi e chiese da parte delle potenti famiglie Chiaramonte e Montaperto, le quali per circa due secoli hanno amministrato la città. Nel corso dei secoli, l’edificio religioso è stato rimaneggiato e, sul finire degli anni ’30 del secolo scorso, è stata rinnovata la facciata prospiciente il Sagrato ed è stato ripristinato l’originario stile architettonico chiaramontano caratterizzato dal peculiare elemento decorativo noto come batôn brisé.  La città di Agrigento, al pari di altre città italiane, si caratterizza per la presenza sul territorio di numerosi edifici ecclesiastici, alcuni dei quali, oltre al santuario di San Calogero, appartenenti al F.E.C. Il patrimonio culturale locale, così come i numerosi beni ecclesiastici di interesse storico-artistico diffusi sul territorio nazionale, è divenuto proprietà dello Stato in forza delle leggi sulla soppressione degli enti ecclesiastici degli anni ’60 del XIX secolo e più precisamente della Legge n.° 3036 del 7 luglio 1866 e della Legge 3848 del 15 agosto del 1867. Al fine di contribuire alla migliore realizzazione dell’evento, gli alunni del Liceo Scientifico, Linguistico e Scientifico con Opzione Scienze Applicate Statale “Leonardo” di Agrigento saranno impegnati in attività artistiche, espressive e comunicative che si svolgeranno in orario pomeridiano, e più precisamente dalle ore 16:00 alle ore 19:00 presso il suddetto santuario. In particolare, gli alunni saranno suddivisi in gruppi disposti sia all’esterno che all’interno dell’edificio religioso e illustreranno ai visitatori le notizie storiche relative al santuario, alla tradizione popolare della venerazione del Santo e degli ex voto, descriveranno gli spazi liturgici, le statue, i dipinti e i caratteri architettonici della chiesa nonché lo sviluppo urbanistico del sito in cui essa ricade, anche attraverso lo svolgimento di attività espressivo-comunicative come la realizzazione di pannelli didattici tematici e brochures realizzati per l’occasione, i cui testi saranno tradotti in lingua straniera. Inoltre, l’evento sarà arricchito con attività artistiche canoro-musicali che prevedono l’esecuzione di melodie tratte dalla tradizione popolare agrigentina legata al culto di San Calogero.

POST TAGS: