Home / Post taggati"centro commerciale monaco di baviera"

La situazione a Monaco di Baviera in questo momento è ancora di grande caos dopo la sparatoria nel centro commerciale. Ferme le metro, nessun autobus, alla stazione centrale ci sono verificate scene di panico quando è stata sgombrata

foto Ansa

Le strade sono deserte, le piazze vuote, regna un silenzio pauroso, in una città che di solito pullula di vita.

La polizia ha invitato tutti a tornare a casa, a non usare i mezzi pubblici, ma questo non è facile perché è un problema serio rientrare o mettersi in salvo senza usare i mezzi.  E’ stato messo in piedi un servizio simile a quello usato a Parigi, al tempo del Bataclan. In tanti hanno messo a disposizione uffici e posti pubblici per accogliere la gente ancora per strada.

Le teste di cuoio sono ancora al Centro Commerciale dove è iniziato tutto, perché si teme che ci sia ancora qualcuno dentro munito di esplosivo.

Il centro commerciale è molto grande. Per essere sicuri che non ci sia più nessuno ci vorrà ancora un po’.

Secondo alcuni media, uno degli attentatori si sarebbe sparato in testa con la sua stessa pistola, sarebbe in fin di vita, mentre i morti accertati sarebbero 6.

E’ stato diramato un appello a tutti gli automobilisti affinché lascino libere le strade  e le autostrade verso Monaco affinché possano essere rese disponibili per i mezzi di soccorso e della Polizia.

Gli altri 2 attentatori sono riusciti a fuggire e avrebbero armi a canna lunga.

La priorità è quella di evitare quante più vittime possibili. Tutti i medici sono stati richiamati in servizio negli gli ospedali.

Il giornalista Fisher dal posto, racconta che a differenza di altri attentati, dopo tre ore dopo i primi colpi nel Centro Commerciale gli attentatori sono ancora in giro e la polizia non ha la situazione sotto controllo.

Si pensa sia essere un attentato condotto da persone tedesche, nate e cresciute in Germania. Il terrorismo ormai, colpisce anche lì.

Amarezza ed incredulità, considerato che Monaco è stata una città serena fino a poche ore fa.

Forse la Germania è stata colpita politicamente, ma la situazione confusa del mondo islamico, non può lasciar illudere che si faccia un percorso liscio di integrazione.

Simona Stammelluti