Home / Post taggati"Asp" (Pagina 2)

Oggetto: rinnovo composizione commissioni mediche per il riconoscimento delle invalidità
​Con un avviso pubblico già presente sul sito web istituzionale www.aspag.it, l’Azienda sanitaria provinciale di Agrigento ha riaperto i termini per il conferimento di incarichi a medici e professionisti finalizzato al rinnovo delle 14 commissioni per il riconoscimento dell’invalidità civile. I candidati avranno tempo sino al 29 luglio per presentare un’istanza all’ASP, indirizzandola al Direttore Generale, completa di curriculum vitae e delle dichiarazioni di rito. Le nuove commissioni (di cui alle leggi 381/70, 295/90, 104/92 e 68/99) entreranno in funzione dal primo giorno del mese successivo a quello in cui verrà firmata la relativa convenzione, rimarranno in carica per tre anni ed avranno il compito di effettuare gli accertamenti medico-legali delle minorazioni e delle invalidità dei cittadini residenti nell’ambito territoriale dell’ASP di Agrigento. I componenti, senza la limitazione del compimento dei 62 anni prevista dal precedente avviso, saranno scelti tra gli operatori sociali e i medici dipendenti o convenzionati in possesso dei titoli richiesti e gli incarichi avranno carattere fiduciario.
Di seguito il link relativo al bando pubblicato sul sito web dell’ASP di Agrigento:

Avviso pubblico per il rinnovo delle commissioni mediche per il riconoscimento delle invalidita’ civili – Riapertura Termini


20150722-224930.jpg

POST TAGS:

La gara per la fornitura dei pannoloni da 40 milioni di euro all’ Azienda sanitaria provinciale di Palermo, che ha già provocato l’arresto dell’ex commissario straordinario della stessa Azienda, Salvatore Cirignotta, sarebbe stata da revocare anche secondo i giudici amministrativi della prima sezione del Tar di Palermo, presieduta da Filoreto D’Agostino. Infatti, il Tar ha respinto la richiesta di sospensiva presentata dalla Santex Spa, che si è aggiudicata l’ appalto della fornitura, poi revocata l’ 8 dicembre scorso dal Commissario straordinario dell’ Azienda sanitaria palermitana, Antonio Candela. Nel frattempo, pur confermando i gravi indizi di colpevolezza, il Tribunale del Riesame di Palermo ha revocato le esigenze cautelari per Cirignotta, imponendogli il divieto di dimora a Palermo.

20140303-120759.jpg

POST TAGS:

All’Azienda sanitaria provinciale di Agrigento sono stati forniti arredamenti per gli ambulatori e poi gas medicale. Le forniture, bandite dall’ Azienda nel 2010, sono costate quasi 12 milioni di euro. Secondo la Procura della Repubblica di Agrigento sarebbero state compiute delle irregolarità. E adesso i magistrati inquirenti si sono rivolti ai magistrati giudicanti : “è necessario un processo per dibattere, approfondire e giudicare”. Tecnicamente è una richiesta di rinvio a giudizio. E a conclusione dell’ udienza preliminare, deciderà il Giudice se procedere a processo oppure no. Sul banco degli imputati siedono Salvatore Olivieri, 73 anni, di Catania, ex manager dell’Azienda sanitaria di Agrigento, Giuseppe Sanfilippo, 35 anni, di Licata, collaboratore amministrativo, Antonino Tavormina, 67 anni, di Menfi, direttore amministrativo, Anna Licitra, 58 anni, di Nicosia, rappresentante della ditta “Quattro più”, Giuseppe Scozzari, 43 anni, di Licata, operatore del servizio tecnico del Poliambulatorio di Licata, Antonino La Valle, 57 anni, di Agrigento, responsabile dell’Area gestione servizi appalti forniture dell’Azienda sanitaria, Vincenzo Ripellino, 45 anni, di Licata, collaboratore amministrativo dell’Area gestione servizi appalti forniture dell’Azienda sanitaria, Corrado Di Salvo, 51 anni, di Agrigento, amministratore unico della Medical gas criogenici, Giuseppe Mario Paterlini e Spartaco Polimadei, entrambi di 51 anni, dirigenti della Sapio Life. Le indagini sono state coordinate dal procuratore aggiunto, Ignazio Fonzo, dal sostituto titolare dell’ inchiesta Giacomo Forte, e sono state sostenute dai Carabinieri del Nas, il Nucleo tutela della salute di Palermo, diretti dal capitano Mansueto Antonio Cosentino. Le due gare incriminate sono la fornitura per 5 anni in somministrazione domiciliare di ossigeno terapeutico, per un importo complessivo di circa 11,5 milioni di euro, e la fornitura di arredi per ambulatori medici per 2 anni, per 214mila euro.

POST TAGS:

Il direttore sanitario Alfredo Zambuto ed il direttore amministrativo Eugenio Bonanno dell’Asp di Agrigento hanno avuto eguale sorte del commissario straordinario Messina, cacciato la settimana scorsa dall’ incarico che occupava. Zambuto e Bonanno hanno subito il provvedimento da parte dell’ assessorato alla sanità , di concerto con il presidente della Regione Rosario Crocetta. I due sono stati rimpiazzati rispettivamente dal Dott.Ficarra e dal Dott.Cassara’ . Gli stessi, guidano la direzione dell’ Asp di Enna, alle dipendenze del Commissario Termine, attualmente reggente Dell’ Asp di Agrigento.

20140124-152820.jpg

POST TAGS:

20140117-131650.jpg
L’ira di Firetto mostrata nei giorni scorsi contro il commissario straordinario all’Asp di Agrigento Salvatore Roberto Messina si è fatta sentire. E’ notizia di poco fa la sua rimozione di commissario. Ad avere un ruolo pesante sono stati gli ultimi eventi accaduti all’Ospedale San Giovanni di Dio di Agrigento, primo fra tutti il lunghissimo tempo per il quale la Tac è stata fuori servizio ed in attesa di riparazione.
Secondo voci a prendere il suo posto sarà l’attuale commissario straordinario all’Asp di Enna Giuseppe Termini, originario di Cattolica Eraclea. La sua funzione dovrebbe essere quella di traghettatore in attesa di una nomina definitiva.

POST TAGS: