Home / Post taggati"arrestato"


E’ durata 72 ore la latitanza di Gaetano Marturana, 52 anni possidente di Canicattì, condannato martedì scorso all’ergastolo perchè ritenuto responsabile dell’omicidio per motivi d’interesse del pensionato Angelo Anello.
Marturana è stato rintracciato ed arrestato dai poliziotti di una volante del commissariato di Piazza Armerina. Dal controllo dei documenti è risultato che era ricercato ed è stato quindi ammanettato e trasferito nel carcere di Agrigento.
L’omicidio di Anello venne compiuto nel luglio 2005 nelle campagne tra Canicattì e Caltanissetta.

Tragico e surreale quanto è successo nel pomeriggio dell’altro ieri quando MARCHESE Rosario (classe 1978) è stato tratto in arresto per lesioni personali, minacce ed atti persecutori: intorno alle 14:40, infatti, è stato lui stesso a chiamare al 113 richiedendo l’intervento delle Volanti, mentre stava ancora picchiando la moglie.
I fatti si sono svolti in una via del centro storico catanese, le tre Volanti intervenute hanno trovato una situazione ad alto rischio: una donna in lacrime, traumatizzata e in evidente stato di shock e un uomo talmente esagitato che gli agenti hanno potuto bloccarlo a fatica. Il Marchese non ha cessato nemmeno per un attimo di tentare di avventarsi contro la vittima e ha pure continuato a rivolgerle minacce di morte, minacce poi indirizzate ai di lei familiari e agli stessi poliziotti.
La donna è stata subito condotta in ospedale, dove i sanitari le hanno riscontrato un trauma cronico dorsale ed ecchimosi in sede dorsale per una prognosi  di giorni 20.
L’uomo, invece, è stato portato in Questura da dove, su disposizione del P.M. di turno, è stato ricondotto presso la propria abitazione in regime di arresti domiciliari, in attesa dell’udienza.
Poco più tardi, in Questura, la donna ha sporto denuncia contro marito.
Saranno adesso avviate le ulteriori attività a cura dell’Ufficio Minori e Stalking della Questura per l’adozione di ulteriori misure restrittive a carico dell’arrestato.

I Carabinieri di Ispica hanno arrestato un 30enne, sorpreso a rubare all’interno di un terreno agricolo privato. I militari lo hanno fermato mentre stava accatastando circa 100 kg di legna tagliata da alcuni alberi di carrubo e la stava caricando sulla propria auto. La refurtiva e’ stata riconsegnata al proprietario.

A Menfi i Carabinieri della Compagnia di Sciacca, capitanata da Salvatore Marchese, hanno arrestato un uomo di 44 anni del quale gli investigatori hanno diffuso solo le iniziali del nome, C C. Si tratta di un pregiudicato che risponderà di porto abusivo di arma, lesioni personali e minaccia. L’uomo, ubriaco, ha picchiato con violenza l’anziana madre all’interno di un esercizio pubblico a Menfi, da dove è stato allontanato da alcune persone che hanno assistito alla scena. E lui ha minacciato di armarsi con un fucile subacqueo e di ritornare per vendicarsi di tutti. I Carabinieri hanno sorpreso il 44enne appena fuori da casa sua armato con un fucile subacqueo e con arpione inserito, e lo hanno arrestato.

Un uomo di cinquanta anni, accusato di violenza sessuale sulla figlia minorenne della sua convivente, è stato arrestato dalla polizia di Agrigento. Il provvedimento restrittivo emesso dal Gip lo accusa di aver costretto la ragazza a compiere e subire atti sessuali. A indagare, dopo la denuncia della stessa vittima, è stata la Squadra Mobile, coordinata dal sostituto procuratore Brunella Sardoni che ha chiesto e ottenuto dal gip Alessandra Vella la misura cautelare. Secondo quanto ricostruito, per sette anni, fin da quando ne aveva dieci, alla ragazzina è stato imposto di subire e praticare continui atti sessuali con il patrigno, che la ricattava e minacciava. L’arrestato è stato rinchiuso nel carcere Petrusa di Agrigento.

Gli agenti della Polizia stradale di Agrigento, diretti dal vice questore aggiunto Andrea Giuseppe Morreale, hanno denunciato un africano di 41 anni, originario del Senegal e residente ad Agrigento, sorpreso alla guida di un’automobile con a bordo centinaia di scarpe contraffatte. Risponderà di detenzione di merce contraffatta e anche di guida senza patente. L’ africano, al posto di blocco in via Passeggiata Archeologica, ha violato la paletta rossa, è scappato ed è stato bloccato dopo una corsa con rischi e sorpassi azzardati.
fonte teleacras

A Palma di Montechiaro i Carabinieri hanno arrestato ai domiciliari Salvatore Vella, 34 anni, di Palma di Montechiaro, disoccupato, accusato di minaccia aggravata a Pubblico ufficiale allorchè lo scorso 3 aprile avrebbe minacciato Salvatore Domanti, comandante della Polizia Municipale di Palma di Montechiaro, ritenuto da Vella colpevole di avergli revocato la patente di guida. Lo stesso Salvatore Vella, il giorno dopo, è stato sorpreso alla guida dell’automobile senza patente e, nell’ occasione, avrebbe oltraggiato i Carabinieri.

fonte teleacras

A Porto Empedocle la Capitaneria ha arrestato un venditore ambulante di prodotti ittici che, dopo aver opposto resistenza ad un controllo contro il commercio abusivo, ha tentato di investire i militari con la propria automobile e poi è fuggito. L’ uomo è stato inseguito anche dalle pattuglie della Polizia di Stato del Commissariato empedoclino, ed è stato bloccato lungo la strada statale 640. Risponderà di tentato omicidio, resistenza e violenza a pubblico ufficiale. E’ ristretto ai domiciliari. Un ufficiale della Guardia costiera ha subito ferite ed è stato medicato in Ospedale