| | 311 views |

“Palazzo Lo Jacono”, assolto Zambuto

Lo scorso 2 luglio, al Palazzo di giustizia di Agrigento, il pubblico ministero, Santo Fornasier, a conclusione della requisitoria, ha chiesto la condanna dell’ ex sindaco di Agrigento, Marco Zambuto, a 2 anni di reclusione nell’ ambito dell’ inchiesta sul crollo del Palazzo Lo Jacono, nel centro storico di Agrigento, il 25 aprile del 2011. Il processo si svolge in abbreviato, innanzi al Giudice per le udienze preliminari, Ottavio Mosti, che oggi ha emesso la sentenza e ha assolto Marco Zambuto “per non avere commesso il fatto”. Per gli altri 9 imputati, tra tecnici comunali e imprenditori, si profila invece il processo con il rito ordinario. Nella richiesta di giudizio, formulata dalla Procura, si legge che gli imputati, a vario titolo, rispondono di condotte colpose perche’ negligenti, imprudenti ed imperite, per non idoneita’ tecnica dei progetti di lavoro, per la inutilita’ delle opere eseguite, insufficienti, mal compiute e prive di una seria logica di progetto.

fonte teleacras

Tags: ,

5 Risposte per ““Palazzo Lo Jacono”, assolto Zambuto”

  1. Marco ha detto:

    Caro direttore,
    Colgo l’occasione, prendendo spunto da questa tragedia sfiorata, per invitarla a fare un bel reportage sul centro storico.
    Abito in centro storico e sto per scappare!! Si ha letto bene dopo 5 anni, una ristrutturazione molto costosa, un’altra fatta per riprendere un magazzino che sarebbe caduto a pezzi, sto prendendo la seria decisione di andare via dal centro storico.
    Quando abbiamo acquistato casa, avevamo una visione del centro storico molto romantica. Riprendiamo un pezzo di centro storico, pensavamo con mia moglie, rifacciamo rivivere la nostra storia, non possiamo abbandonarlo, ma vero così bestie siamo!!
    Ora ho capito che non c’è nulla da fare.. Perché? Perché vivere all’interno del centro storico significa rischiare la vita ogni giorno, perché non c’è un minimo e dico un minimo di educazione o senso civico nelle persone che lo popolano, perché proprio in questo momento metre sto scrivendo un flex sta tagliano una vecchia copertura in eternit e nessuno tranne me e qualche altro illuso gli dice nulla. Perché mentre sto scrivendo si procedono a ristrutturazioni importanti senza autorizzazioni, senza misure di sicurezza e perpetuando abusi edilizi che segneranno la nostra città per sempre.
    Il centro storico da anni è abbandonato a se stesso, è senza controllo alcuno.. I vigili urbani non passano neanche se li chiami (sui vigili ci sarebbe da scrivere un poema)..
    La cosa che mi fa incazzare è che ora siamo in campagna elettorale e si sentiranno le stesse cose precise e identiche che da anni ci propinano..
    Sono veramente deluso, stanco e non ho più voglia di litigare con le persone..

    PS. a tutte le coppie che intendono acquistare e ristrutturare casa in centro storico non lo fate.. È un luogo di ****** per vivere e per crescere i propri figli!!

    PS2 a tutti i politici che vivono a villaggio mosè e che parlano come se vivessero al Rabato.. Andate a fare*******!!

    PS3 mi scusi per le scurrilità!!

  2. francesca ha detto:

    Si sapeva che l’ex sindaco con il crollo non c’ entrava. Ma si sa con la politica non si scherza!

  3. Alberto ha detto:

    E ora che hanno assolto Marco Zambuto cosa scriveranno gli agrigentini? Che lui non aveva responsabilità pero c’entra lo stesso!
    Io intanto sono contento per lui.

    • antonello cascio ha detto:

      anch’io sono contenta per marco. questa volta non c’entrava nulla. ma i suoi nemici politici hanno banchettato quando venne rivniato a giudizio. schifo di politica

Commenti chiusi