Crisi idrica, proficuo incontro tra agli addetti ai lavori su iniziativa del sindaco Miccichè

Condividi

Ad Agrigento, a fronte della perdurante crisi idrica, si è svolto un incontro voluto fortemente dal sindaco, Francesco Miccichè. In particolare al tavolo si sono seduti, oltre al sindaco, i vertici dell’Aica, l’Azienda idrica dei Comuni agrigentini, Settimio Cantone e Claudio Guarneri, l’assessore regionale ai Servizi di pubblica utilità, Roberto Di Mauro, il dirigente generale del dipartimento regionale tecnico e componente della ‘cabina di regia’ per la crisi idrica istituita alla Regione, l’ing. Duilio Alongi. 

Nel corso del confronto è stata analizzata la condizione attuale dello stato d’emergenza legato alla siccità e alle poche risorse idriche a disposizione. Aica ha confermato che sono già da alcune settimane in corso degli interventi a rimedio. In particolare sono effettuati a cadenza quotidiana dei lavori di riparazione delle condotte, con relativi sistemi di adduzione e interconnessione. E poi, soprattutto, si attinge da pozzi esistenti o rigenerati. Ed in tale direzione, ovvero di ricercare e utilizzare fonti alternative, si è deciso di proseguire. Più nel dettaglio tecnico delle attività in itinere si discuterà in occasione di un secondo incontro mercoledì prossimo. E non si esclude anche la convocazione di una conferenza per esporre lo stato degli interventi. 

Il sindaco Francesco Miccichè commenta: “Stiamo mettendo in atto tutte le misure necessarie per fronteggiare una situazione senza precedenti di cui siamo ben consapevoli. Come Comune di Agrigento siamo a fianco dei cittadini e con massima responsabilità seguiamo con attenzione l’evolversi degli eventi. Peraltro alla Protezione civile regionale sono stati assegnati i primi fondi per avviare le indagini propedeutiche alla riattivazione del dissalatore a Porto Empedocle. La nostra priorità è garantire un approvvigionamento idrico adeguato e sostenibile per tutti.”

Notizie correlate

Leave a Comment