Home / Articoli pubblicati daRedazione Ag (Pagina 997)

Una multa da 8 mila euro è stata comminata, dagli agenti del della sezione Volanti della Questura di Agrigento, ad un giovane di 20 anni, di Porto Empedocle. Il ragazzo, a bordo di un ciclomotore, e senza patente perchè mai conseguita, alla vista degli agenti non si è fermato all’alt ed è fuggito. Inseguito, è stato bloccato subito dopo sula S.S. 115, nei pressi del Villaggio Mosè nelle vicinanze di San Calogero Bianco.

Scoprire destinazioni spesso sottovalutate o fermarsi in località fuori dai circuiti turistici di massa ma con un territorio che offre spunti storici, culturali e tradizionali di straordinario interesse, un territorio capace di regalare vacanze dalle atmosfere piacevoli e rilassanti. Sempre più turisti, grazie anche alle nuove tecnologie, si dedicano alla ricerca di luoghi nuovi dove potere vivere l’esperienza del viaggio.
Il centro Sicilia con i suoi paesaggi, la sua storia millenaria, le tradizioni, la gastronomia rientra a pieno titolo tra le mete che ormai da qualche tempo suscitano l’interesse e la curiosità di turisti italiani e stranieri.
Occorre dunque rafforzare la promozione di questi luoghi facendo squadra tra quanti operano nel settore turistico al fine di elaborare una strategia comune che valorizzi l’entroterra siciliano.
E’ questa l’idea che sta alla base della nascita del progetto “Cuore di Sicilia”, un consorzio che riunisce strutture ricettive, B&B, alberghi, le società Uno@Uno, KaraSicilia e OmniaTurist, la Pro Loco di Caltanissetta, ALFA Ricerche & Sviluppo, Confesercenti ed altre associazioni. L’idea è di realizzare un progetto che abbia come prerogativa importante la continuità. Non dunque iniziative fini a sè stesse ma piuttosto crescita comune di tutto il territorio come dichiarato da Totò Scalisi, presidente di KaraSicilia: “Credo che questo consorzio, in cui siamo impegnati come imprenditori e come operatori turistici, sia ormai in dirittura di arrivo. A fine luglio avremo concluso tutte le questioni preliminari e finalmente potremo presentarci agli altri affinché possano valutare il progetto che certamente darà risultati ad ognuna delle nostre aziende”.
Il Centro Sicilia, il cuore dell’isola con le sue potenzialità racchiuse in un patrimonio storico e culturale unico, in paesaggi incantevoli, in tradizioni suggestive, in una centralità che è punto di forza. Dunque, una scommessa sulla quale puntare per un territorio tutto da scoprire e fare apprezzare agli altri, come sottolinea da Giacomo Fiocchi che da anni opera nel settore dell’accoglienza: “ Questo progetto vuole promuovere il territorio e le sue eccellenze in maniera professionale e del tutto nuova. Siamo in una fase di start up formidabile perché i flussi turistici stanno aumentando e le previsioni sono positive. Non resta che cogliere l’occasione”.

Ha ancora sette giorni di tempo, l’Akragas, per presentare la fidejussione bancaria che le permetterebbe di partecipare al prossimo campionato di Serie C (ex Lega Pro). Intanto il mancato versamento dei soldi ha già comportato automaticamente un punto di penalizzazione che, in caso di lieto fine con la compagine biancazzurra presente regolarmente ai nastri di partenza, dovrà essere scontato già in questa stagione che sta per iniziare. Continuano le voci su presunte trattative con una cordata romana che sembrerebbe interessata a prendere il posto di Marcello Giavarini che da tempo si è defilato dalla società.

A Porto Empedocle superato il 76 per cento mentre a Realmonte i dati si confermano al 70 per cento.
Intanto i cittadini prendono d’assalto gli uffici per avere i contenitori per le case al mare.
“Sono cifre che ci sorprendono piacevolmente e ci incoraggiano molto per il prosieguo del nostro lavoro nell’ambito del progetto di raccolta differenziata a Porto Empedocle e Realmonte”.
Lo dice l’amministratore delegato dell’Iseda Giancarlo Alongi, dopo aver preso visione dei dati relativi alle percentuali di differenziata nei due comuni che compongono l’Aro Vigata – Scala dei Turchi che vedono Porto Empedocle raggiungere il 76,36 per cento nel mese di giugno e Realmonte il 70,82 per cento.
“Sono cifre importanti – aggiunge Alongi- che premiano sia la buona volontà dei cittadini che, tranne in pochi casi, si stanno dimostrando civili e inclini alla differenziata, sia gli operatori ecologici che, nonostante un ritardo senza precedenti nel pagamento dei loro stipendi dovuti a motivi che tutti sappiamo, ogni giorno vanno al lavoro per tenere le cittadine il più pulite possibile. A loro va il plauso delle aziende ma siamo sicuri, anche quello di tutti i cittadini per i servizi da loro resi”.
E proprio in questi giorni, è boom di richieste di contenitori per la raccolta differenziata a Porto Empedocle e a Realmonte.
Con l’entrata nel vivo della stagione estiva, tantissimi cittadini dei due centri hanno preso d’assalto gli uffici dell’Aro in via Lincoln 12 a Porto Empedocle per chiedere la consegna dei contenitori per la differenziata da adoperare nelle case estive o comunque nei luoghi di villeggiatura dei rispettivi comuni di appartenenza. L’ufficio è a disposizione dell’utenza dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 13 e dalle 15.30 alle 18. Il sabato invece, gli orari di apertura vanno dalle 9 alle 13.
Cresciuti esponenzialmente anche i contatti al numero verde dell’Aro 800-276999 che però, funziona solo se chiamato da una rete fissa e non da cellulare. Dai telefonini si può, in alternativa, contattare il fisso che è lo 0922. 636013.
Disponibile ed aggiornato, anche il sito internet www.differenziatavigata-scaladeiturchi.it all’interno del quale si possono trovare i calendari per differenziare i rifiuti, divisi per giorni e area, per utenze domestiche e non domestiche e per comune. All’interno del sito, inoltre, nella parte bassa della home page, è possibile digitare il tipo di rifiuto che non si sa bene come differenziare per trovare subito una risposta e un’indicazione su come effettuare il riciclo.
Ma nonostante la buona volontà e la collaborazione della gran parte dei cittadini, continua purtroppo, il fenomeno di una parte di rifiuti lasciati ancora per strada o ai bordi dei cassonetti per la raccolta degli abiti usati per i meno fortunati, soprattutto a Porto Empedocle.

Venerdì 14 luglio alle ore 18:30 verrà inaugurata, presso lo Spazio Espositivo di Francesco Siracusa, ad Agrigento in via Papa Luciani 52, la mostra dal titolo:
Fra stranianti silenzi di Salvo Bombara a cura di Emanuela Alfano.
La mostra, che raccoglie nove fotografie di grande formato, ci accompagna in scenari suggestivi e inusuali descrivendo la grande passione del fotografo per il mare e la continua analisi profonda della luce. Bombara accompagna lo spettatore in un ambiente sublime e spirituale, un viaggio fuori dall’ordinario, nel quale la memoria si materializza, il tempo si dilata e la percezione del silenzio diviene un fermo immagine metafisico.
La mostra, accompagnata da un testo di Emanuela Alfano e da un’intervista con l’autore, sarà visitabile fino al 9 settembre.
Orari: lun. – ven. (ore 9-13:00, 17-20:00) e sab. (ore 9:00-13:00).
www.salvobombara.it

Ad Agrigento, domani sera, sabato 8 luglio, in piazza San Francesco, dalle ore 22:30 in poi, su iniziativa di Pani’n Plaza dei fratelli Scibetta, si esibiranno i Telaio Magnetico, una band di Porto Empedocle molto nota in tutta la Sicilia, perché da 20 anni racconta la storia del rock in musica. Girolamo Randisi e Pasquale Lattuca alla voce, Giuseppe Ciotta alla chitarra, Totò Piazza al basso, Stefano Smecca alla batteria e Totò Marullo alle tastiere.

I Carabinieri della Stazione di Racalmuto hanno arrestato un 40 enne del luogo, poiché hanno accertato che il medesimo, a seguito di una violenta lite con l’anziano padre, lo aveva colpito ripetutamente al volto.
L’anziano, 86enne, con serie difficoltà motorie, si è recato prima presso il pronto soccorso dell’ospedale di Canicattì e poi, impaurito di far rientro a casa, ha trovato il coraggio di presentarsi in caserma dai Carabinieri, ove riusciva a chiedere aiuto per le continue vessazioni e violenze subite dal figlio convivente.
I Carabinieri, raccolti i necessari elementi di prova, rintracciavano e arrestavano, subito dopo, il 40 enne, per i reati di “maltrattamenti contro familiari e conviventi continuati” e “lesione personale”, con l’aggravante di aver violato le prescrizioni impostegli con la misura di prevenzione della sorveglianza speciale cui è sottoposto.
Terminate le formalità di rito, l’autore del reato veniva associato al carcere di Petrusa, su disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

La creatrice di moda di Raffadali, Ninetta Cufaro, sarà presente in questo mese di luglio in California con un proprio book fotografico e con alcune sue realizzazioni alla moda presso un importante Istituto americano delle Belle Arti. Oltre alla moda la stilista raffadalese è dedita anche al sociale. Infatti è sua intenzione di devolvere in beneficenza per un’associazione sulle violenze domestiche, il ricavato dei prossimi due abiti realizzati e venduti. Il suo progetto nel cassetto è quello di creare una vera scuola atelier di giovani stilisti della moda.

Il Tribunale di Agrigento ha assolto, con formula ampia e liberatoria, “perché il fatto non sussiste”, il sindaco di Cammarata, l’onorevole Vincenzo Giambrone, già direttore del Consorzio di bonifica Agrigento 3, e il dirigente dello stesso Consorzio, Pasquale Pappacena, imputati a seguito dell’incidente subito, nell’agosto del 2010, da un operaio del Consorzio durante dei lavori di scavo. A Giambrone è stato contestato il non avere provveduto al consolidamento del terreno. A Pappacena il non avere vigilato alle disposizioni aziendali in materia di sicurezza sul lavoro. I difensori, gli avvocati Claudio Gallina Montana e Valeria Maggio, hanno dimostrato la correttezza dell’operato dei due assistiti.