Home / Articoli pubblicati daRedazione Ag (Pagina 992)

A. Capodicasa


Ad Agrigento, venerdì prossimo, 14 luglio, a San Leone, al Dioscuri Bay Palace, alle ore 17:30, si svolgerà un corso di formazione politica organizzato da Demos di Agrigento e da Articolo 1 Movimento Democratici e Progressisti, sul tema “Una nuova agenda per la Sinistra – Lavoro – legalità – sviluppo”. Il corso è dedicato a Pio La Torre e ad Accursio Miraglia, nel 35° e nel 70° anniversario del loro assassinio. Ad introdurre il dibattito sarà il deputato nazionale, Angelo Capodicasa, coordinatore regionale di Articolo 1 Mdp. Relazioneranno il professor Nicola Cacace su “Il lavoro che cambia, il lavoro che manca”, poi l’onorevole Francesco Forgione su “La legalità conviene”, poi il dottor Giuseppe Provenzano su “Mezzogiorno e dintorni”. Le conclusioni saranno affidate a Pier Luigi Bersani.

Al Comune di Campobello di Licata, l’ex assessore Marcello Terranova, con 11 voti espressi dalla maggioranza che sostiene il sindaco riconfermato Gianni Picone, è stato eletto presidente del Consiglio comunale. All’atto dell’insediamento, Terranova ha dichiarato: “Svolgerò il ruolo di massimo rappresentante del Consiglio comunale con la più assoluta imparzialità”. Alla vice presidenza è stata eletta Serena D’Auria, espressione della lista “Pd – Insieme per Campobello”.


Ad Aragona, dal 3 al 5 agosto, in piazza Aldo Moro, si svolgerà la quinta edizione di “Nati Per Vivere” 2017, organizzata dall’associazione “Giovanni Paolo secondo” in collaborazione con Telethon. Il tema odierno sarà la disabilità e l’arte. Sarà allestita un’area apposita, tra arte, spettacolo, esposizioni artigianali, commerciali e gastronomiche, e gli sponsor sostenitori dell’evento esporranno e venderanno i loro prodotti. Salvatore Fiore, presidente dell’associazione “Giovanni Paolo secondo”, spiega: “Quest’anno la manifestazione cresce e sarà una tre giorni gemellata con la Fondazione Telethon a sostegno della ricerca sulle malattie genetiche rare, e vedrà protagonisti i disabili-abili del nostro territorio. Si tratta di un vero e proprio festival sulla vita con il quale ci proponiamo di accendere i riflettori su tematiche sociali delicate e di importanza rilevante, con lo scopo di sensibilizzare i nostri spettatori, in primis i giovani come noi. Attraverso l’arte del canto, la danza, la recitazione e la narrazione cerchiamo di sensibilizzare le nuove generazioni verso importanti tematiche, e dopo le nuove dipendenze, alcolismo giovanile, femminicidio e bullismo, adesso sarà volta della disabilità”.
Giovedi 3 Agosto
Ore 20:00 – Partenza sfilata del corpo bandistico “Vincenzo Bellini” di Aragona dal bar/pizzeria/ristorante “Lo Sperdicchio”.
– Raduno autorità, associazioni e cittadinanza tutta in P.zza Umberto I
Ore 20:30 – Arrivo corpo bandistico in P.zza Umberto I e accensione della “Fiamma della vita” affidata al “Coordinamento Fondazione Telethon Catania”
Ore 20:45 – Avvio del corteo dei partecipanti verso P.zza Aldo Moro
Ore 21:00 – Cerimonia apertura del Festival con taglio del nastro e successiva deposizione della “Fiamma della vita”
– Inaugurazione della “Fiera Espositiva, Artigianale, Commerciale”
Ore 21:15 – Inizio Festival con ospiti d’onore della “Fondazione Telethon”, spettacolo danza e arte “Uniti Per la Ricerca con Telethon”
Ore 22:00 – CONCERTONE Cover band QUEEN “miracle”
Venerdì 4 Agosto
Ore 08:30 – Raduno accettazione e iscrizione (gratuita) dei bimbi – Animazione
Ore 09:30 – Inizio dei “GIOCHI SENZA BARRIERE” – giochi d’inclusione
Ore 17:30 – Avvio attività ricreative e di intrattenimento per piccoli e adulti,
FLASH MOBE a cura di:
SPORT DI INCLUSIONE a cura di:
TEATRO BURATTINI a cura di
CORIANDOLATA a cura di
Ore 20:45 – MUSICAL : “FORZA VENITE GENTE”
a cura degli alunni delle classi VA & VB dell’istituto comprensivo Luigi Capuana di Aragona. Preparati dalle insegnanti Loredana Spirio, Carrubba Silvana e Caterina Paci
Ore 21.30 – DANZA e ARTE #unitiPerLaRicerca con TELETHON – testimonial
Ore 22:00 CONCERTONE delle Cover band
GIANNA NANNINI “Blue Sky”
ZUCCHERO “Blue Sugar”
Ore 00:01 – Discoteca sotto le stelle
Sabato 5 Agosto
Ore 08:00 – Raduno e colazione dei partecipanti in P.zza Aldo Moro
Ore 08:30 – Riscaldamento muscolare a cura dell’Associazione “Smile” di Rossana Marino
Ore 09:30 – Avvio della “CamminiAMO per LA VITA”
Apre: l’associazione MTB Aragona con giro in bici
a seguire: passeggiata a piedi
gara podistica non competitiva a cura dell’Associazione Corri Aragona
Stracanina Passeggiata Cane-Padrone
Ore 12:00 – Raduno dei partecipanti in P.zza Aldo Moro con premiazione della corsa agonistica non competitiva e dei “giochi senza barriere”
-Simulazione di primo soccorso a cura della CROCE ROSSA ITALIANA
Ore 21:00 – Spettacolo di GALA con ORCHESTRA DAL VIVO
“NATI PER VIVERE oltre le apparenze”
Interverranno:
Ricercatrice Telethon – testimonial
L’artista Favarese Gino Sorce


A Favara, nei locali di Farm Cultural Park, il prossimo 19 luglio, mercoledì, in occasione dell’anniversario della frana ad Agrigento del 19 luglio 1966, alle ore 18:15, sarà inaugurata la mostra “Agrigentérotique”, a cura di Dario Orphée La Mendola, le cui opere riflettono artisticamente su quanto accaduto nella città dei Templi dalla speculazione edilizia a oggi. Interverranno don Giuseppe Pontillo, il geologo Giovanni Noto, il sociologo Gaetano Gucciardo e lo stesso critico Dario Orphée La Mendola. Modera il giornalista Michele Scimè. Espongono, insieme a La Mendola, Salvo Barone, Momò Calascibetta, Alfonso Siracusa, Giuseppe Miccichè, ed Elìa Zaffuto. L’organizzazione tecnica è di Salvo Sciortino. il VIDEO

La segreteria provinciale della Cisl di Agrigento, tramite il segretario Maurizio Saia, premette che sono in corso delle dismissioni da parte della Moncada Energy, e poi afferma: “Probabilmente errori imprenditoriali, investimenti sbagliati, concessioni e autorizzazioni non rilasciate, burocrazia, hanno vanificato lo sforzo industriale, finanziario, economico che per circa un decennio ha migliorato non solo la condizione economica di molti lavoratori ma anche quella di un territorio che ne ha tratto indiscussi benefici. Come non pensare cosa era prima l’ex area Montedison di Porto Empedocle e quello che potrebbe ritornare ad essere in assenza di altri investimenti. Nel pieno della quarta rivoluzione industriale, un’azienda che produce energia, e quindi non paga dazio rispetto alla concorrenza industriale non essendo penalizzata nei costi di gestione, non riesce a stare sul mercato. Vorremmo conoscere il piano industriale e strategico delle aziende del gruppo. Riteniamo ciò fondamentale per recuperare produttività e riposizionamento sul mercato e vorremmo dare il nostro contributo consapevoli della difficile realtà e delle nuove sfide economiche e sociali”.

Ad Agrigento, nella Valle dei Templi, nel teatro innanzi al tempio di Giunone, da oggi martedì 11 luglio a sabato prossimo, 15 luglio, si svolge la sesta edizione di Archeo Ciak e la 14esima edizione del Festival del Cinema Archeologico. Oggi, martedì 11, alle ore 21 saranno proiettati e premiati i filmati vincitori del concorso Archeo Ciak, rivolto alle scuole di ogni ordine e grado per la produzione di cortometraggi a tema archeologico. Tra le scuole premiate vi sono l’Istituto comprensivo Agrigento Centro di Agrigento, il Liceo Classico Foscolo di Canicatti, l’Istituto alberghiero Ambrosini di Favara, l’Istituto Francesco Giorgio di Licata, e l’Istituto superiore di Casteltermini. In particolare, all’Istituto comprensivo Agrigento centro, diretto dalla professoressa Antonella Rizzo Pinna, i bambini della prima B della ‘Lauricella” hanno partecipato con il corto a soggetto “Kore e Ade”, un’animata e vivace rievocazione del ratto di Persefone, offerta da un cast di preparatissimi piccoli attori, con la regia della docente Rita Monella. Poi, da domani sera mercoledì 12 luglio fino a sabato 15, sempre alle ore 21, si svolgerà il Festival del Cinema Archeologico con due film proiettati ogni sera. In conclusione saranno assegnati i Premi Valle dei Templi e Città di Agrigento. La Giuria, nominata per selezionare i filmati vincitori, è composta da Gaetano Caponnetto, Maurizio Masone, Antonio Barone, Marco Savatteri, e dall’archeologa Giorgia Moscato.

Un ragazzo di 12 anni, originario del Gambia, e’ morto annegato nel pomeriggio nelle acque di Cala Calazza di San Vito Lo Capo (Trapani).
Giunto in Italia un paio di mesi addietro con un barcone, la vittima era ospite di un centro di accoglienza migranti minorenni non accompagnati. Pare che si sia tuffato in acqua poco dopo aver pranzato e per questo motivo sarebbe stato colto da malore mentre si trovava in acqua.
A lanciare l’allarme sono stati alcuni bagnanti. Inutile l’intervento del 118.

Finalmente le strutture ospedaliere dell’agrigentino possono soddisfare la carenza di personale. Nel 2017 sono previste 473 assunzioni. Tra cui 20 posti per medici in Cardiologia, 23 in Accettazione e urgenza, 10 in Riabilitazione, 10 in Nefrologia, 8 in Neonatologia, 7 in Pediatria, 7 in Chirurgia generale, 8 in Ginecologia, 14 in Anestesia e Rianimazione, 9 in Radiodiagnostica. Poi ci sono 92 posti per infermieri, 12 per operatore sociosanitario, 34 per ausiliario specializzato, 14 per ostetrica, 13 tecnici di laboratorio, 9 tecnici di radiologia, 18 operatori tecnici, 8 psicologi, 9 biologi, 11 farmacisti, 15 commessi, 48 coadiutori amministrativi. Lo riporta il sito corrieredisciacca.it
Nel 2018 indicati nel piano 362 posti. Ci sono soprattutto 12 medici in Cardiologia, 9 in Geriatria, 15 in Accettazione e urgenza, 10 in Riabilitazione, 10 in Nefrologia, 8 in Ginecologia, 13 in Anestesia e rianimazione. E ancora 87 infermieri, 31 ausiliari specializzati, 10 ostetriche, 12 tecnici di laboratorio, 9 tecnici di radiologia, 11 farmacisti. Nel 2019, anche qui, solo pochi residui: appena 11 pos

Non è possibile nominare in giunta il fratello di un consigliere comunale, a meno che il consigliere si dimetta e rimuova così la causa di incompatibilità. Per tale ragione, al Comune di Licata, a 7 giorni dalla nomina ad opera del sindaco, Angelo Cambiano, si è dimesso l’assessore Luca Scozzari, fratello del consigliere comunale della lista “Licata Futura”, Giuseppe Scozzari. Nel comma 2 dell’articolo 4 della legge regionale 6 del 2011 che regolamenta gli Enti locali in Sicilia, si legge che un componente della giunta non deve avere rapporti di parentela, affinità e coniugio con il sindaco o con i consiglieri comunali.


Prosegue e si aggrava l’emergenza incendi in Sicilia.
Sono numerosi i roghi divampati nelle ultime ore che hanno impegnato Vigili del fuoco, operai forestali e uomini della Protezione civile in particolare a Messina, dove ben 14 incendi si sono scatenati sulle colline che sovrastano le abitazioni costringendo diverse famiglie ad evacuare.
“Un attacco ai boschi e all’Isola come non si era mai visto” – dichiara l’assessore regionale al Territorio e ambiente, Maurizio Croce, che aggiunge: “I numeri parlano chiaro: tra il 15 giugno e il primo luglio si sono registrati 1.450 focolai che hanno distrutto 2.300 ettari di boschi e 13mila ettari di terreni e sterpaglie. Ciò significa il 20 % in più, e nessuno mi venga a parlare di autocombustione: 1.400 focolai significa che ci sono state 1.400 persone che hanno attizzato il fuoco”- conclude Croce.
Nell’altro versante, nel centro della Sicilia, la situazione non è migliore. Un incendio di vaste dimensioni è divampato sulla A/19 Palermo-Catania, causando disagi agli automobilisti, che sono rimasti bloccati, perché la polizia è stata costretta a chiudere per qualche ora l’autostrada tra gli svincoli di Caltanissetta ed Enna in tutte e due le direzioni di marcia. E nella notte si sono registrati roghi anche nel Palermitano a Torretta, e nel territorio di Petralia Sottana e Soprana. C
olpita anche la zona dell’Agrigentino, nei pressi di Contrada Tavolacci a Bivona, devastando buona parte dell’area boschiva nei monti San Filippo, Kadera e delle Rose, tra Bivona e Santo Stefano Quisquina. In merito a ciò interviene il vicecapogruppo del Pd, Giovanni Panepinto, già sindaco di Bivona, che chiede all’assessore Maurizio Croce di avviare una verifica e chiedere una relazione dalla quale possano emergere la tempistica e le modalità di intervento autorizzate avviando immediatamente interventi di rinascita del territorio colpito dalle fiamme. Fonte Teleacras