Home / Articoli pubblicati daRedazione Ag (Pagina 966)

La Chiesa agrigentina si appresta all’ordinazione di quattro Accoliti e al primo forum delle associazioni familiari. La comunità della Scuola teologica per i Ministeri, tramite il responsabile diocesano, don Giuseppe Marciante, annuncia che l’arcivescovo di Agrigento, cardinale Francesco Montenegro, il prossimo 26 agosto, nella concattedrale Santa Croce di Agrigento, alle ore 18, conferirà il ministero dell’accolitato a 4 corsisti che hanno terminato il Corso teologico dei Ministeri. Si tratta di: Calogero Maligno della parrocchia San Giacomo Apostolo di Comitini, Giovanni Priolo della parrocchia Trasfigurazione di Palma di Montechiaro, Giovanni Rinella della parrocchia San Francesco di Canicattì e Salvatore Sutera della parrocchia dell’Itria di Favara.

Tutto pronto per la decima edizione del premio nazionale “Sipario D’Oro” che si terrà giovedì prossimo a Joppolo Giancaxio nell’ambito delle manifestazioni estive denominate Le Notti del Gufo, promosse dall’amministrazione comunale guidata dal sindaco Giuseppe Portella in piazza Umberto.
In scena l’arte, la cultura, il giornalismo, lo sport, la medicina, l’imprenditoria, la scuola e lo spettacolo. Verranno premiate personalità che si sono distinte nelle loro attività; la manifestazione inizierà alle ore 21,00.
Nel corso della manifestazione verrà presentato, in anteprima, il nuovo libro di Agostino Spataro, “I racconti di Realturco”, volume patrocinato dal Comune diJoppolo.

Il Consorzio Universitario di Agrigento versa ancora in una condizione travagliata, nonostante l’impegno e la costanza della nuova gestione, con a capo il presidente del Consiglio di Amministrazione, Gaetano Armao.
La strada non è facile, è ancora in salita, e il percorso è reso più difficoltoso soprattutto a causa della fuoriuscita dell’ex socio di maggioranza, la Provincia di Agrigento, adesso Libero consorzio comunale. In tale contesto si inserisce l’appello che la Cgil agrigentina ha rivolto al commissario dell’ex Provincia, Giuseppe Marino, a rientrare nella compagine societaria del Consorzio universitario.
E il segretario provinciale del sindacato, Massimo Raso, ha affermato: “L’ex Provincia di Agrigento assicuri la partecipazione al Consorzio universitario nei limiti della spesa media degli ultimi tre anni, come previsto dalla legge, e quindi con 774mila e 767 euro. Il Consorzio universitario ha nominato un legale per il recupero della quota sociale per l’anno 2016”.
Nel merito dell’intervento della Cgil, ascoltiamo il vicepresidente del Cua, Giovanni Di Maida.
Ovviamente tale vicenda non intralcia l’inizio dell’anno accademico con la nuova offerta formativa, che prevede l’attivazione di un nuovo corso di laurea in mediatore culturale, in aggiunta al corso di laurea in servizio sociale e archeologia.

Irene Milisenda
L’intervista a Giovanni Di Maida è in onda al Videogiornale di Teleacras.

Guarda il VIDEO

A Porto Empedocle, oggi, martedì 8 agosto, nei locali della Torre Carlo quinto, alle ore 18:30, lo scrittore agrigentino Pascal Schembri presenterà i suoi ultimi due libri, “Marcello Mastroianni – Lo spessore della trasparenza”, e poi “L’ultima stagione”. Interverranno, oltre l’Autore, la sindaca Ida Carmina e il docente e storico Carmelo Capraro. Modera la giornalista Maria Giuseppina Terrasi. Letture di Anna Grazia Montalbano e Serenella Bianchini. Interventi musicali di Giovanni Croce.

Ad Agrigento, nella Valle dei Templi, a meno di intoppi imprevisti, a settembre inizierà la seconda campagna di scavi archeologici per riportare in superficie il teatro greco antico. La gara d’appalto è stata ritardata a maggio dal ricorso di un’impresa esclusa dall’aggiudicazione. Dei prossimi lavori si occuperà la ditta “Pvr Costruzioni”, che ha sede a Bolognetta, nel Palermitano, e che si è aggiudicata le opere per oltre 250mila euro.


Brucia la Sicilia e il fuoco è violento anche ad Agrigento, addirittura in prossimità se non a ridosso della Valle deI Templi. Un incendio imperversa dal mattino di oggi nella zona del Viale Emporium, e le fiamme si sono estese sia a ovest, verso la clinica Sant’Anna, sia a est, lungo il viale alberato fino alla rotonda Giunone, che nel pomeriggio è stata chiusa al traffico dalla Polizia Municipale per consentire ai mezzi antincendio di intervenire più agevolmente. Sul posto si è recato, ovviamente preoccupato, anche ii direttore del Parco dei Templi, Giuseppe Parello. A fronte dell’attività antincendio, gli addetti ai lavori rilevano che è necessaria l’opera di prevenzione. E la prevenzione consiste nel pulire i terreni, privati o pubblici che siano, così da evitare che le distese di sterpaglie secche si trasformino in facili inneschi al fuoco.

Noi siamo 15 volontari dei Vigili del fuoco. Intaschiamo circa 10 euro per ogni ora di lavoro in caso di emergenza. Bene, l’emergenza è il fuoco? Sì, appicchiamo il fuoco noi, vigili del fuoco ausiliari Poi lavoriamo per spegnerlo e poi intaschiamo i soldi. Semplice, come bere un bicchiere d’acqua, versato sulle fiamme che 15 volontari del Distaccamento dei Vigili del fuoco di Santa Croce Camerina, in provincia di Ragusa, avrebbero provocato dolosamente, al fine di incassare il pagamento del volontariato per lo spegnimento. I 15 indagati si sarebbero radunati, e poi avrebbero deliberato all’unanimità: “su, andiamo a incendiare”. E così è stato. I poliziotti della Squadra Mobile di Ragusa hanno arrestato ai domiciliari il presunto capo del gruppo, e le iniziali del nome sono D D V, come ‘Davvero Divertente Volontariato’. Lui si sarebbe assentato dal turno come volontario, forte della complicità dei colleghi, e a bordo del suo furgoncino si sarebbe recato a scoccare le scintille del fuoco. “Appiccò qui e poi anche là”. Poi ha lanciato l’allarme telefonando al 115, oppure a telefonare sono stati familiari o amici. “Correte, fuoco e fiamme”. E poi tutti fuori con l’autobotte per spegnere e percepire le indennità. Tutti i 15 volontari sono provenienti dalla provincia di Ragusa, e ai magistrati risponderanno di truffa a danno dello Stato e alcuni di loro anche per incendio. E’ stato il Comando provinciale dei Vigili del fuoco di Ragusa a insospettirsi del numero di interventi di spegnimento della squadra dei 15, fino a 120 per ogni turno, assai superiore rispetto alle altre squadre, con una media di 40 a turno. Ciò è stato segnalato all’Autorità giudiziaria e le indagini hanno scoperto e sgominato lo stratagemma inventato per truffare e procurarsi un ingiusto profitto a danno, soprattutto, del territorio, già flagellato da un’estate rovente di fuoco e di rovina ambientale. Nel corso di alcune intercettazioni, gli indagati, consapevoli di essere stati scoperti, hanno imprecato così: “Loro sanno tutto, sanno che abbiamo dato fuoco”.
Fonte Teleacras

Si è conclusa la Finale Regionale del concorso nazionale di bellezza femminile “Miss Reginetta d’Italia”.

L’evento ha avuto luogo lo scorso sabato 5 agosto presso la suggestiva “Villa Luca Crescente” sull’Altopiano Lanterna con il patrocinio del Comune di Porto Empedocle.
L’evento è stato organizzato da Antonella Speziale – responsabile provinciale del Centro Nazionale Spettacolo – e coordinato dal marito Giovanni Bartolomeo; ha presentato l’evento Bepi Amorelli.
Giuria d’eccellenza per la finale regionale composta dal Sindaco del Comune di Porto Empedocle – Dr.ssa Ida Carmina -, Alessio Forgetta – Direttore Nazionale Metaevent e “Miss Reginetta d’Italia -, Mauro Lazzaro – consulente aziendale – Mary D’Agostino – sarta professionista esperta in creazione di abiti -, Dr. Tito Baldacchino – titolare della Farmacia Comunale di Agrigento –, Sara Chianetta – Cantante Soprano -, Dr. Giuseppe Petix – Presidente AICS e vicesindaco del Comune di Casteltermini -, Dr. Rino Pisano – Presidente Esecutivo del team Herbalife -, Sig. Salvatore Di Dio, Kalos Longo – Photoreporter presso AgrigentoOggi -, Nino Grisafi – attore -, Angela Maniglia – della scuola Arcadia di Favara -, Dr. Roberto D’Arminio – Direttore dell’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli di Porto Empedocle e la Dr.ssa Giuseppina Danile – Direttore dell’ACI di Agrigento.
Durante il concorso il Direttore Nazionale si “Miss Reginetta d’Italia” – Alessio Forgetta – ha comunicato che le finaliste nazionali sarebbero state tre in luogo di una; tale decisione, ha spiegato Alessio Forgetta,  nasce come premio di riconoscimento ad Antonella Speziale ed al suo staff per la dedizione e la maestria con cui ha saputo organizzate tutte le tappe del concorso in Provincia di Agrigento.
Le finaliste nazionali sono:

  • Oriana Fabrizio di anni 19
  • Roxana Martinescu di anni 15
  • Desirèe Taormina di anni 18

che rappresenteranno la Regione Sicilia nella finale nazionale che avrà luogo dal 2 al 5 settembre 2017 a Porto Sant’Elpidio (FM)
Spettacolo nello spettacolo; molti sono stati gli artisti che hanno allietato la serata, tra cui:

  • Simone Paci e Miriam Amato, campioni italiani di ballo;
  • Sara Chianetta che ha una rigorosa formazione alle spalle come cantante e soprano, ha avuto il privilegio di studiare con grandi maestri presso l’Accademia A.I.D.A. di Roma. Nel corso della sua carriera ha avuto l’onore di rappresentare la Sicilia al Columbus Day di New York nel ’96. Si è esibita nei teatri di diverse città d’Italia e del mondo, da Bruxelles a Santiago del Cile e da Liege a Toronto;
  • Alison Nicoletti, Asia Agrò, Giulia Catania e Vincenzo Sansone, tutti dell’Associazione Musicale “Il Canto” nonché Ina Infurna titolare dell’Associazione:
  • Denny Contino della scuola Arcadia di Favara.


Intensa attività operativa messa in campo nell’ultimo week-end dalla Capitaneria di Porto – Guardia Costiera di Porto Empedocle nell’ambito dell’Operazione “Mare Sicuro 2017” volta alla salvaguardia della vita umana in mare e della sicurezza dei bagnanti e dei diportisti.
Nei giorni pregressi i militari della Capitaneria di Porto – Guardia Costiera di Porto Empedocle hanno condotto una capillare attività di controllo lungo la fascia costiera e gli arenili di competenza volta a garantire la sicurezza dei bagnanti e dei diportisti.
Numerosi i controlli esperiti sia alle unità da diporto che agli stabilimenti balneari: a consuntivo dell’attività in parola sono stati sanzionati i proprietari di 10 unità da diporto per transito/sosta nella fascia di mare riservata alla balneazione. In particolare il maggior numero di infrazioni si è accertato nelle località di maggior afflusso dei natanti da diporto, ovvero “Torre Salsa”, “Giallonardo” e “Capo Rossello (cala madonnina)”, quest’ultima zona particolarmente a rischio crolli costoni franosi.
Sono stati messi dei sigilli ad un chiosco abusivo realizzato su area demaniale marittima e il proprietario è stato deferito all’Autorità Giudiziaria.
Sono state sgomberate delle tende collocate sul demanio marittimo in località “Kaos”, inoltre, nella predetta località sono stati sanzionati i proprietari di alcuni camper che stazionavano da giorni nella zona.
A tal riguardo questa Capitaneria di Porto – Guardia Costiera informa che nei prossimi giorni in occasione dell’approssimarsi del lungo week-end ferragostano, saranno implementati i controlli lungo la fascia di demanio di competenza al fine di scoraggiare, contrastare e sanzionare ogni forma di “bivacco selvaggio” di tende o similari
Per l’emergenza in mare è attivo il numero blu 1530 gratuito sul tutto il territorio nazionale ed attivo 24 ore su 24 per 365 giorni all’anno