Home / Articoli pubblicati daRedazione Ag (Pagina 927)

Il caso della morte di Loredana Guida: il deputato nazionale del Movimento 5 Stelle, Michele Sodano, annuncia di avere scritto al ministro della Sanità, Roberto Speranza. Sodano afferma: “Ho scritto al ministro Speranza per chiedergli di intervenire direttamente sul caso della prematura scomparsa di Loredana Guida. La rete ospedaliera della Sicilia deve essere messa sotto la lente di ingrandimento delle autorità, per verificare quanto e se, una gestione prettamente politica delle aziende sanitarie siciliane, abbia impedito lo sviluppo di un servizio di cura e prevenzione efficiente così come dovrebbe essere nel 2020. Mi stringo al dolore della famiglia Guida, per l’inaspettata e ingiusta scomparsa di Loredana. Un lutto cittadino”.

Il presidente della Regione Siciliana, Nello Musumeci, conferma la volontà di rendere la Scala dei Turchi a Realmonte un bene culturale di interesse naturalistico. Lo stesso Musumeci spiega: “L’obiettivo del governo regionale non cambia, Scala dei Turchi diventerà bene culturale di interesse naturalistico. Lo scorso 7 gennaio, a Palazzo Orleans, dopo un confronto con i rappresentanti locali e i tecnici, abbiamo delineato un percorso virtuoso che avrà come approdo finale l’apposizione del vincolo sulla spiaggia di Realmonte e l’adozione di tutte le iniziative utili a salvaguardare la scogliera di marna bianca. Il nostro intendimento non è cambiato di una virgola rispetto a quanto già stabilito”.

Sarà il 14 giugno prossimo il giorno del primo volo di “Aerolinee siciliane”, la nuova compagnia aerea costituita a Caltagirone. Si tratta di un volo Comiso-Milano, la cui partenza è fissata per le ore 6:40 del mattino. Il portavoce della compagnia Aerolinee Siciliane SpA, Claudio Melchiorre, afferma: “La nascita di una nuova compagnia aerea di bandiera siciliana sta suscitando particolare attesa nell’Isola, nonostante in passato esperienze simili siano state purtroppo fallimentari. E’ il caso di Air Sicilia, la prima compagnia aerea siciliana, fondata nel 1994 da Luigi Crispino e poi fallita prima ancora della WindJet e del relativo crack. Proprio Crispino è uno degli animatori delle Aerolinee siciliane, il cui modello è quello dell’azionariato popolare: sul sito internet www.aerolineesiciliane.it infatti è possibile acquistare azioni della compagnia, compilando l’apposito modulo”. E sul sito si legge: “Una compagnia costruita dai passeggeri che serve gli abitanti e gli ospiti delle isole siciliane. Ferma la brutalità delle pratiche del trasporto aereo con i conti in attivo. Vola da e per la Sicilia e crea solidarietà, per sostenere chi ha voglia di vivere meglio”.

Guardia di Finanza, coordinata dalla Procura di Palermo, ha arrestato padre e figlio di San Cipirello, uno in carcere e l’altro ai domiciliari, indagati di associazione a delinquere finalizzata all’usura, estorsione, utilizzo ed emissione di fatture per operazioni inesistenti e abusiva attività finanziaria. Complessivamente sono 5 gli indagati nell’ambito dell’inchiesta antiusura cosiddetta “Papillon”. Sono stati inoltre sequestrati 7 immobili, 3 aziende e auto e beni di lusso per un valore stimato di oltre 5 milioni di euro. Le indagini sono state avviate a seguito della denuncia di un imprenditore che, a fronte di prestiti per 450 mila euro, è stato costretto a restituire in un anno circa 1 milione euro. E’ stato ricostruito un giro di affari milionario alimentato da prestiti con tassi usurai che in talune circostanze hanno superato anche il 520% annuo: almeno 20 le vittime accertate, prevalentemente imprenditori.

Sulla scia dei positivi riscontri ottenuti nei precedenti incontri tematici,  è stato organizzato per questo venerdì 31 gennaio alle 18 nella sede del mio comitato elettorale al viale della Vittoria 315  un incontro su Turismo, servizi ed eventi. Lo considero un momento molto importante per predisporre il programma della mia campagna elettorale perché ritengo questi settori fondamentali per la vita e l’economia di Agrigento e di molti agrigentini. Per questo spero ancora una volta di vedervi partecipare in massa e nel vostro contributo di idee. Infatti siete voi operatori quelli che conoscete meglio il settore e chi amministra ha il dovere di conoscere le vostre opinioni e i vostri suggerimenti.

Ricordiamoci sempre che democrazia è partecipazione.

Il consigliere comunale Valentina Di Emanuele rappresenta quanto segue :
In un’epoca in cui nessuno deve rimanere indietro, Il decoro urbano e la pulizia del territorio è l’abc dell’amministrazione nulla di tutto questo esiste in un comune che si professa a vocazione Turistica.​
un Comune tutto è in totale degrado e abbandono. Per i nostri piccoli, ci sono zone di aggregazione sociale e di svago, lasciate nel degrado e nell’incuria assoluta, da parte di chi amministra.​
Pochi giorni fa, un bimbo voleva tanto giocare, ma i genitori che si facesse male nelle “aree gioco fatiscenti”, nel nostro territorio, hanno deciso di cambiare zona.​
Questa Amministrazione, nessuno escluso, ha una vergognosa responsabilità sulla recessione di questa città.​
Invito il Sindaco a giustificare tale situazione.​
La invito altresì ad avere alto senso di responsabilità nel fare un passo indietro.​

La sindaca di Naro, Maria Grazia Brandara, ha incontrato due tecnici di Anas per affrontare le criticità legate alla strada statale 410 Naro – Canicattì. La stessa Brandara afferma: “Ho ricevuto al Comune l’ingegnere Giglione e il geometra Montana Lampo, entrambi di Anas. Mi hanno promesso che fra 15 giorni inizieranno i lavori di manutenzione ordinaria nell’attesa dei lavori di manutenzione straordinaria prossimi alla consegna. Abbiamo affrontato anche il problema della carente e precaria segnaletica verticale e orizzontale sulle statali attorno a Naro e a breve potremo vedere delle novità”.

A Palermo all’Assemblea Regionale si è svolto un incontro nel merito dei problemi ricorrenti nel settore agricoltura tra il responsabile regionale della Lega agli Enti locali per la Sicilia Occidentale, Igor Gelarda, il deputato regionale della Lega, Orazio Ragusa, e il dottor Ciro Miceli, tecnico agronomo esperto nel settore agricolo, il quale ha rappresentato le istanze di tanti agricoltori incontrati nel quotidiano. Lo stesso Ciro Miceli afferma: “Uno degli argomenti affrontati è stata la programmazione del Psr, il Piano di sviluppo rurale, che deve sostenere le esigenze reali delle aziende agricole, zootecniche ed agro-alimentari di piccole e medie dimensioni, vero volano della nostra economia regionale. E’ stato un confronto propositivo e costruttivo con tanti progetti e nuove idee in cui la Lega, auspico, farà la differenza per rilanciare la nostra Regione, stando accanto ad ogni singolo produttore, valorizzando e salvaguardando tutti i nostri prodotti che hanno delle caratteristiche uniche ed invidiate dal mondo intero”.