Home / Articoli pubblicati daRedazione Ag (Pagina 922)

La deputata regionale Cinquestelle presente oggi al sopralluogo del neo assessore alle infrastrutture.

“Il tempo è scaduto, Falcone non emuli il suo predecessore, si adoperi per fare ripartire subito i lavori”.

Così la deputata M5S all’Ars, Stefania Campo, presente al sopralluogo dell’assessore alla Mobilità Falcone nei cantieri, fermi, del tratto Rosolini-Modica dell’autostrada Siracusa Gela.

“Il 2017 – afferma la parlamentare – è terminato e gli impegni presi il 12 agosto scorso dall’ex assessore Bosco non sono stati rispettati. Voglio sperare ora in una situazione diametralmente opposta col neo-assessore Marco Falcone, che oggi ci ha assicurato che il governo regionale si sta muovendo per far ripartire, e completare, i lavori di realizzazione di questo nuovo tratto autostradale. Quando vuole, la Politica, con la ‘P’ maiuscola, può tutto”.

“La cosa che mi preme, inoltre, – continua la deputata – è che con il nuovo anno si provveda a risolvere al più presto la situazione economica di decine e decine di famiglie, rimaste impantanate in questa vicenda. Questo nuovo governo ha l’obbligo morale e politico di intervenire per ridare serenità alle vittime di tale ‘stallo burocratico’, restituendo dignità a lavoratori, fornitori e imprenditori intrappolati da questi colpevoli e insopportabili ritardi”.

 

Il sindaco Lillo Firetto, ha incontrato l’assesssore regionale ai Beni Culturali, Vittorio Sgarbi in occasione della sua ultima venuta ad Agrigento per proporre l’affascinante ipotesi di ricostruzione tridimensionale del Tempio di Zeus.
“Veder risorgere il Tempio di Zeus,- ha spiegato Lillo Firetto –  ricostituirne i volumi e le proporzioni, almeno in una parte significativa delle sue architetture, lasciarne intuire la magnificenza andata perduta nei secoli. Con Vittorio Sgarbi, durante la sua visita alla Valle dei Templi, ho condiviso la volontà di poter restituire ai visitatori la tridimensionalità di uno dei templi più maestosi dell’antichità. L’iniziativa dovrà tramutarsi a breve in un’idea progettuale da portare all’attenzione dell’assessore, che possa realizzare una fusione tra quel che raccontano oggi i reperti archeologici e una grande opera contemporanea: la materializzazione di un’opera del passato attraverso una magia di forme capace di riportarci indietro di circa duemilacinquecento anni in equilibrio perfetto tra passato, presente e futuro. Un modo per accompagnare i visitatori in un’avventura straordinaria, alla ricerca dell’anima audace di chi ne concepì nella mente le forme, di chi la progettò, di chi ne seguì l’esecuzione dei lavori. Un’opera – conclude il sindaco Lillo Firetto – che superi gli ineluttabili effetti dello scorrere del  tempo e che sia in grado, nell’anno delle celebrazioni dei 2600 anni dalla fondazione di Akràgas, di rinnovare quell’impresa, rivivificarla, renderla immortale”.

Il Consigliere Comunale di Sicilia Futura al comune di Porto Empedocle ha interrogato l’Amministrazione Comunale sulla mancata illuminazione su alcune zone della città.

“Da qualche settimana ormai le vie di ingresso alla nostra città sulla SS115 sono al buio totalmente, questo oltre a non essere un bel biglietto da visita per chi transita nel nostro territorio potrebbe essere un grave pericolo all’incolumità dei tanti automobilisti che percorrono suddetta  statale. Oltre alla sopra citata SS115, ho ascoltato le tante lamentele di concittadini che vivono nel centro abitato empedoclino, lamentandosi della mancata illuminazione in zone della città molto popolate come la via  Lincoln, la via Empedocle, tra l’altro queste due vie molto vicine al centro città; o in altre vie lontane dal centro città ma molto popolose come il viale dei fiori, via dello sport, e altre vie nella zona dell’altopiano Lanterna.

Ho chiesto all’amministrazione di attivarsi per risolvere questo problema che oltre al mancato servizio ai cittadini potrebbe recare danni all’incolumità di chi abita e frequenta tali zone.”

 

Lo dichiara il Consigliere Comunale di Sicilia Futura Giuseppe Todaro

migranti

Sarebbero 64 i migranti morti nel naufragio dell’Epifania a largo delle coste libiche. Così stima Flavio Di Giacomo, portavoce italiano dell’Oim, l’Organizzazione per le migrazioni. Secondo le testimonianze raccolte dalla stessa Oim a Catania, al momento della partenza il gommone, che poi è naufragato, trasportava 150 persone. Sul numero delle vittime e dei dispersi mancano dati ufficiali: la ong tedesca Sea Watch ha riferito di 25 morti. La Guardia costiera ha recuperato nell’area del naufragio 8 cadaveri e 86 superstiti trasferiti a Catania con una nave della Marina Italiana.

Il Comune di Agrigento ha impegnato complessivamente la somma di 230mila euro per la gestione e manutenzione degli impianti di illuminazione e dei semafori in città. Il dirigente del terzo settore Sanità, Ecologia ed Energia, Giuseppe Principato, ha approvato la proposta avanzata dal responsabile unico del procedimento, Salvatore Tedesco, relativa all’impegno di spesa per la gestione degli impianti, come da convezione Consip “Servizio luce 2” e “Servizio luce 3”. L’impegno di spesa per 230mila euro è previsto per il 2018. E la stessa cifra è stata stimata anche per l’anno successivo.

Illuminazione Pubblica

La Confartigianato Imprese Agrigento offre consulenza gratuita alle imprese in occasione del nuovo bando per la digitalizzazione delle imprese, frutto del decreto cosiddetto “Destinazione Italia”, che assegna fino a 10mila euro per interventi di digitalizzazione interni all’impresa, ovvero, per l’acquisto di computer, software e hardware, e creazione di siti ecommerce. Il presidente di Confartigianato Agrigento, Alfonso Russo, afferma: “E’ una grande opportunità per le nostre imprese che adesso possono uscire dai propri confini territoriali, anche internazionalizzandosi, attraverso la creazione di un proprio sito ecommerce. Per informazioni e partecipazione è possibile recarsi alla Confartigianato Imprese Agrigento, in via 25 aprile 174, salita cinema Ciak, telefono 0922 594401, mail info@confartigianatoag.it.

Il presidente Alfonso Russo con i due vice Giuseppe Lo Scrudato e Antonio Arnone.

Il presidente dell’ Akragas, Silvio Alessi, comunica che nel corso di questi ultimi giorni ha ricevuto la visita ufficiale della delegazione di una società sportiva calcistica che milita nel massimo campionato iraniano. Nella fattispecie, presso lo studio dell’avvocato Caponnetto, le massime cariche della società biancazzurra, hanno incontrato il Consulente Legale ed il Direttore del Marketing della società che milita nelle Persian Gulf Pro League.
 
Nel corso degli incontri sono stati esposti tutti gli aspetti amministrativi e sportivi riguardanti la società, nonchè quelli strutturali relativi lo stadio Esseneto.
 
La delegazione, accompagnata dal presidente Silvio Alessi e dal Direttore Sportivo Ernesto Russello, inoltre, nella giornata di lunedì, ha dapprima visitato il campo di Fontanelle per avere un primo contatto con la squadra, lo staff tecnico e sanitario, successivamente si è recata allo stadio Esseneto per visionare la struttura.
 
La delegazione, preso atto di tutte le componenti relative all’eventuale subentro in società, si è detta comunque soddisfatta ed interessata a sposare il progetto Akragas, poiché la società dei templi potrebbe rientrare in un progetto molto più ampio anche per la crescita sportiva della stessa società calcistica iraniana. Gli stessi, pertanto, si sono riservati di comunicare quanto prima una definitiva decisione.

 

 

Il Segretario generale del Comune di Licata, Giovanna Italiano stamattina, accompagnata da tecnici del dipartimento Lavori Pubblici, ha effettuato un sopralluogo al teatro comunale Re Grillo di corso Vittorio Emanuele, per una verifica sull’entità dei lavori già eseguiti e da eseguire, per consentire la riapertura al pubico della struttura.

Al termine del sopralluogo, è stato assicurato che i lavori di ripristino delle norme di sicurezza degli impianti antincendio e di illuminazione, indispensabili per la dichiarazione di agibilità della struttura, continuano spediti e, a breve tempo, saranno completati.

Domenico Vicari

 

La Fondazione Studi dei Consulenti del Lavoro con la circolare n. 2/2018 passa in rassegna le principali novità della Legge di Bilancio 2018: dalla fatturazione elettronica agli obblighi di tracciabilità dei pagamenti; dalla modalità di corresponsione di retribuzioni e compensi ai lavoratori alla decorrenza degli indici sintetici di affidabilità fiscale (Isa), passando per la variazione dei termini di scadenza delle dichiarazioni e comunicazioni fiscali. 
Focus sul super e iper ammortamento, sul credito d’imposta per le spese di formazione nel settore delle tecnologie del Piano Industria 4.0. Nella circolare anche l’analisi delle nuove agevolazioni per le società, per il sostegno agli investimenti nelle Pmi (“Nuova Sabatini”) e per gli interventi di ristrutturazione edilizia. Si passa poi al capitolo incentivi per le assunzioni dei giovani, alle misure pro welfare, all’aumento delle soglie reddituali del “bonus 80 euro” e alle disposizioni per il contrasto alla povertà e il sostegno al reddito.
Per concludere, le direttive da seguire per la ricollocazione dei lavoratori in costanza di CIGS, l’incremento del ticket per i licenziamenti e tutti gli interventi in materia pensionistica (Ape volontaria e RITA).

Il Comune informa che al fine di assicurare che tutte le utenze cittadine, entro lunedì 29 gennaio 2018, siano regolarmente in possesso del Kit per la raccolta differenziata, verranno consegnate esclusivamente, presso  i locali del Palacongressi di Villaggio Mosè, a partire da oggi, lunedì 8 gennaio, le pattumiere destinate alle utenze cui è già previsto l’utilizzo per la raccolta dei rifiuti.

Sarà pertanto momentaneamente sospesa la fornitura dei contenitori (Kit) alle abitazioni che al momento non effettuano ancora la raccolta differenziata dei rifiuti ed a quelle utenze ubicate nelle zone attualmente non servite da tale servizio, quali C/da Petrusa, Favara ovest, C/da Modaccamo, Piano Gatta, C/da Borsellino, ecc.

La data di riavvio della distribuzione dei Kit per quelle abitazioni/utenze al momento escluse, verrà resa nota dagli uffici competenti con successiva comunicazione.