Home / Articoli pubblicati daRedazione Ag (Pagina 914)

Emergenza covid e iniziative di solidarietà. Il Rotaract Club Agrigento, presieduto da Giorgia Contino, ha offerto il proprio contributo alla cittadinanza con l’acquisto di generi di prima necessità destinati alle famiglie più disagiate. E adesso, in occasione delle feste pasquali, ha donato 300 uova di cioccolata alle parrocchie di Villaseta, Monserrato e del centro storico (Cattedrale, Santa Maria dei Greci, Badiola e Madonna degli Angeli).
La stessa presidente Giorgia Contino commenta: “Abbiamo sentito il desiderio di poter regalare delle uova pasquali a quei bambini i cui genitori non avrebbero avuto la disponibilità economica per garantire loro il piacere festoso dell’uovo di cioccolata con sorpresa”. Don Gioacchino Scimé, parroco della Chiesa Madonna della Catena di Villaseta, esprime gratitudine a nome di tutta la comunità”.

Ad Agrigento i soci e gli amici del Circolo ARCI “Agàpe”, con la partecipazione del Circolo ARCI “John Belushi”, donano materiale sanitario al reparto di ostetricia e ginecologia dell’Ospedale S. Giovanni di Dio di Agrigento. La presidente, Angela Galvano, commenta: “Abbiamo ritenuto utile donare del materiale sanitario a sostegno della maternità, soprattutto in questo periodo così faticoso e difficile, per contribuire a far lavorare i nostri operatori sanitari in un clima il più possibile sereno con l’utilizzo di tute, camici, guanti, mascherine ffp2, nell’interesse di tutta la comunità”.

In vista delle prossime ricorrenze pasquali, tradizionalmente caratterizzate da un incremento dei flussi di traffico sull’intera rete viaria, già a partire da ieri, venerdì 10 aprile e per tutto il periodo pasquale, secondo quanto concordato in sede di Riunione Tecnica di Coordinamento tenutasi in video-conferenza e presieduta dal Vice Prefetto Vicario, sono stati predisposti dal Questore di Agrigento, con il concorso di tutte le Forze di Polizia, mirati servizi di vigilanza e controllo. Detti servizi sono articolati attraverso l’istituzione di presidi fissi lungo i principali snodi viari di accesso alle località di richiamo turistico, integrati da equipaggi automontati e motomontati che dinamicamente controllano il territorio provinciale.

 In particolare quest’anno, nell’attuale contesto emergenziale, detti servizi sono finalizzati ad assicurare l’osservanza delle vigenti limitazioni riguardanti gli spostamenti ingiustificati e non necessari all’interno dello stesso comune e tra località diverse. Infatti le preannunciate favorevoli condizioni meteo potrebbero indurre la cittadinanza a raggiungere le case utilizzate per le vacanze o i luoghi generalmente frequentati per la tradizionale gita fuori porta del lunedì di Pasquetta, che, come noto, sono tassativamente vietati dalla normativa, tuttora in corso di validità, volta a contenere la diffusione del contagio del virus Covid-19.

Al riguardo, si rammenta che gli spostamenti consentiti sono solo quelli motivati da comprovate esigenze di lavoro, situazioni di necessità o motivi di salute.

Ai controlli concorre anche un velivolo del IV Reparto Volo della Polizia di Stato di Palermo che, fin dalla giornata di giovedì, sorvola il territorio agrigentino, segnalando alle pattuglie presenti su strada le direttrici viarie con maggiore concentrazione di autovetture, per i necessari accertamenti.

Si invitano, pertanto, tutti i cittadini a restare a casa, contribuendo al contenimento dei rischi di contagio.

Durante tali servizi, Gli uomini del Commissariato di Sciacca sanzionavano alcune persone perché venivano trovate all’esterno delle loro abitazioni senza un valido, giustificato motivo.

In particolare, uno di essi, oltre alla violazione di cui sopra, veniva sanzionato poiché l’autovettura sulla quale viaggiava era priva di copertura assicurativa; il mezzo veniva posto sotto sequestro.

Un cinquantenne, da poco scarcerato e proveniente da altra città, come prescritto avrebbe dovuto rimanere in quarantana presso la propria abitazione, invece, veniva notato davanti ad un supermercato.

All’uomo veniva contestato il delitto contro la salute pubblica e repentinamente veniva posto nuovamente in quarantena.

CANICATTÌ

Nella giornata di ieri, gli agenti del Commissariato di Canicattì, durante un controllo, intimavano l’alt a due giovani che a bordo di un motociclo percorrevano una nota strada cittadina, questi forzavano il posto di controllo e fuggivano pensando di far perdere le proprie tracce. Gli agenti li inseguivano e riuscivano a rintracciarli presso l’abitazione di un familiare dove si erano rifugiati per non essere trovati. I due giovani un diciassettenne ed un diciottenne, venivano così sanzionati per mancato arresto all’alt Polizia e per essere usciti dalle proprie abitazioni senza giustificato motivo.

ATTIVITA’ POLIZIA DI PREVENZIONE:

Nell’ambito dell’attività di “Controllo del Territorio in Provincia”, sono stati conseguiti i seguenti risultati:

 

  • Persone identificate 464
  • Persone controllate al C.E.D. 326
  • Veicoli controllati 336
  • Contravvenzioni C.d.S. 024
  • Posti di controllo 038
  • Documenti ritirati 001
  • Veicoli sequestrati 002
  • Controllo persone sottoposte a misure 087

Secondo la consigliere comunale e presidente della Commissione consiliare Sanità di Agrigento, Giorgia Iacolino, “il graduale contenimento del coronavirus, frutto del distanziamento sociale e della permanenza a casa, rappresenta un segnale incoraggiante per il nostro Paese”. Giorgia Iacolino aggiunge: “Ciò induce però ad un prudente ottimismo. L’ultimo provvedimento del governo nazionale rinvia la ripresa graduale della vita ‘normale’ e della piena operatività delle libertà individuali a dopo il 3 maggio. Sarà necessario, oltre alle misure fin qui adottate, un vero e proprio piano strategico di ripresa dell’economia del Paese. Il nostro auspicio è quindi ritrovare a breve la normalità della vita quotidiana, e con essa la necessaria serenità, anche economica, di famiglie ed operatori economici frastornati dalle nuove ed impreviste regole di sopravvivenza”.

L’emergenza coronavirus e le iniziative di sostegno. Il Rotary Agrigento, presieduto da Tommaso Scribani, ha predisposto un servizio di assistenza medica utile soprattutto agli anziani ed ai soggetti a rischio che non possono in nessun modo allontanarsi da casa. Si tratta, in particolare, di consulenze telefoniche mediche gratuite. Ecco i medici a disposizione e i numeri telefonici:

Dott. D’Alessandro Angelo – Ginecologo – Cell. 340.9176483
dal lunedì al venerdì dalle 14,00 alle 15,00 e dalle 21,00 alle 22,00

Dott. D’Alessandro Nicola – Odontoiatra – Tel . 0922 26045
venerdì dalle 19,00 alle 20,00

Dott. Iacono Settimio – Medicina Generale – Tel. 0922. 403140
lunedì e mercoledì dalle 17,00 alle 19,00

Dott. Lo Zito Alfonso – Radiologia e Diagnostica per Immagini – Cell. 351 5072663
Dott. Provenzani Luigi – Medicina Generale – Tel. 0922. 403140
martedì e giovedì dalle 09,00 alle 11,00

Dott. Raccuia Gianfranco – Ginecologo – Cell . 335.8433635
dal lunedì al venerdì dalle ore 10,00 alle 12,00 e dalle 16,30 alle 18,30

Dott.ssa Territo Valentina – Chirurgo Senologo – Cell. 3206313062
dal lunedì al venerdì dalle 16,00 alle 19,00

Dott. Vella Carmelo – Pneumologo – Cell – 345.4306191
dal lunedì al venerdì dalle 11 alle 13

Dall’inizio dei controlli, i tamponi effettuati sono stati 31.156 (+2.414 rispetto a ieri).
Di questi sono risultati positivi 2.302 (+70), mentre, attualmente, sono ancora contagiate 1.967 persone (+25), 187 sono guarite (+35) e 148 decedute (+10).

Degli attuali 1.967 positivi, 630 pazienti (+1) sono ricoverati – di cui 62 in terapia intensiva (-1) – mentre 1.337 (+24) sono in isolamento domiciliare.

“Alla luce delle segnalazioni che ci pervengono dai cittadini, documentate con foto e video chiediamo al Sindaco ed all’assessore con delega alla polizia locale di intervenire immediatamente, creando un sistema di controllo che non metta a rischio contagio coloro che attendono ore ed ore per il ritiro dei buoni spesa.

La gente non va nei cimiteri a trovare i propri defunti rispettando le direttive e le varie misure restrittive messe in atto dal governo,”per questo ci ha pensato lei  Sindaco a nome della Città”.Nel ringraziarlo per il gesto che abbiamo visto in tutti i giornali on line e le TV locali ,le chiedo a nome dei nostri concittadini di intervenire immediatamente al fine di evitare questi assembramenti ,facendo rispettare le misure  che il governo ha imposto a tutta la nazione,prima che sia troppo tardi.Il sottoscritto rimane a vostra completa disposizione. Sindaco se vuole facciamo come De Luca:andiamo insieme a far rispettare le regole proteggendo i nostri concittadini”.

Lo dichiara il presidente allo sviluppo economico-personale e servizi comunali Salvatore Borsellino.

“Rimaniamo attoniti ed esterrefatti innanzi alla notizia della prematura scomparsa del professore Salvatore Pitruzzella, architetto di Favara già iscritto al nostro Ordine e attualmente consigliere tesoriere dell’Ordine degli architetti di Palermo – afferma Alfonso Cimino, presidente dell’Ordine degli architetti di Agrigento – E’ andato via un grande amico sia sotto il profilo personale e del nostro Ordine e un grande professionista”.

Il Consiglio dell’Ordine degli architetti esprime il proprio cordoglio ai familiari per la gravissima perdita.

“Decine di non aventi titolo si sono presentati allo sportello allestito nei locali dell’Urban Center per la distribuzione dei buoni spesa per i residenti ad Agrigento centro. Hanno intralciato lo scorrimento in sicurezza di una fila degli aventi titolo per ottenere i buoni. A supporto dei vigili urbani è stato richiesto l’intervento della Polizia di Stato che è riuscita in pochi minuti a distanziare le persone invitando i non titolati al ritiro dei ticket a fare rientro nelle loro abitazioni. In poco più di un’ora gli aventi diritto hanno ottenuto i buoni spesa e la zona è tornata deserta. Al fine di evitare casi analoghi e altre situazioni imprevedibili ho chiesto che la polizia possa essere presente negli altri punti di distribuzione secondo il calendario stabilito. Mi rivolgo a quanti hanno messo a rischio la sicurezza di tutti e anche dei nostri operatori pur non avendo titolo. Non giustifico, ma provo a capire le motivazioni che li hanno spinti a uscire di casa in questo momento. Il Centro operativo comunale di protezione civile è disponibile  a valutare le situazioni di emergenza e a venire incontro a chi ha bisogno in questo momento. Si può chiamare lo 0922.590516 o 590468 e 590460 dal lunedì al venerdì dalle 8 alle 20. Il sabato dalle 8 alle 13.