Home / Articoli pubblicati daRedazione Ag (Pagina 905)


All’alba di ieri mattina, gli agenti della polizia di Augusta, nell’ambito dell’operazione “Siracusao Meravigliao”, hanno eseguito delle misure cautelari nei confronti di Cleber Zanatta (classe 1974), Sabrina Dos Santos (classe 1985), Diego Zanatta (classe 1988) tutti residenti a Siracusa ritenuti responsabili dei reati di corruzione, autoriciclaggio e favoreggiamento alla permanenza illegale di cittadini stranieri; Antonio Mameli (classe 1951) residente ad Augusta, Angelo Zappulla (classe 1953) e Carmelo Lo Giudice  (classe 1955) entrambi residenti a Floridia tutti e tre ai domiciliari in quanto, in qualità di pubblici ufficiali, ricevevano somme di denaro dai Zanatta per compiere atti contrari al dovere d’ufficio. Infine L.R. (classe 1961) residente a Siracusa, impiegato comunale aretuseo, interdetto dai pubblici uffici.
L’attività investigativa del commissariato di Augusta, coordinata dal sostituto procuratore Tommaso Pagano, inizia nell’Aprile del 2016, con il riscontro di un flusso alquanto “anomalo” di cittadini brasiliani, che entrati in Italia  in esenzione del visto per soggiorni di breve durata,  così come previsto dalla relativa disciplina comunitaria, ottenevano in breve tempo il riconoscimento della cittadinanza italiana iure sanguinis, per poi richiedere il rilascio del passaporto. Altro fattore “anomalo” era che tutto l’iter burocratico era gestito dall’agenzia  disbrigo pratiche di Cleber Zanatta titolare della stessa, con sede a Siracusa.
La tempistica nel concedere i documenti per la cittadinanza, che richiedono una complessa attività amministrativa con verifiche sulla veridicità della documentazione presentata dalla straniero e la mancanza delle contro-verifiche nello Stato di origine dello stesso, sono stati gli elementi che hanno fatto insospettire gli agenti investigative ed avviare così, degli accertamenti.
Da questi accertamenti ed indagini, è emersa una vera e propria organizzazione criminale, con a capo Cleber Zanatta che, con la complicità della moglie Sabrina Dos Santos e del fratello Diego, era finalizzata a far ottenere ai Brasiliani l’illegittimo riconoscimento della cittadinanza con “complicità” di impiegati comunali appositamente corrotti. Questi, in cambio di cospicue somme di denaro, contribuivano all’attività criminale con la velocizzazione delle pratiche e l’omissione dei dovuti controlli.
Le indagini investigative hanno evidenziato, inoltre, come l’attività di Zanatta fosse radicata sia a Siracusa che nei limitrofi comuni di Augusta e Floridia nei quali, per agevolare lo svolgimento dell’iter procedurale, si offrivano agli stranieri numerose abitazioni al fine di individuare la competenza del comune di residenza per il rilascio della cittadinanza italiana.
Infatti il modus operandi dell’agenzia disbrigo pratiche ZANATTA s.r.l. prevedeva l’aggancio dei “clienti” tramite un blog, denominato “cleberzanatta.com.br”, che proponeva dei “pacchetti” all inclusive, comprendenti il viaggio, il transfer dall’aeroporto di Catania Fontanarossa, alle abitazioni e viceversa, l’alloggio e l’assistenza nell’iter procedurale in argomento, assicurandone l’esito positivo in soli tre mesi. Il costo pro capite corrispondeva a 3.500 euro.
I neo cittadini italiani, circa 500, una volta ottenuto il titolo valido per l’espatrio, in numerose occasioni si dirigevano, per espletare attività lavorativa, verso altri paesi dell’unione europea sfruttando lo status di cittadino comunitario.
L’attività illecita ha consentito all’organizzazione di ottenere profitti per diversi milioni di euro, poi reinvestiti in Brasile in attività economiche ed imprenditoriali, fra cui l’acquisto di terreni per la realizzazione e gestione di un’azienda agricola.
Cleber Zanatta è stato accompagnato nel carcere di Cavadonna, la moglie ed il fratello ai domiciliari. I tre sono ritenuti responsabili dei reati di corruzione, autoriciclaggio e favoreggiamento alla permanenza illegale nel territorio dello stato di cittadini stranieri. Antonio Mameli, impiegato Ufficio Servizi Demografici al Comune di Augusta, il responsabile dello Stato civile di Floridia, così come Carmelo Lo Giudice, anche lui dipendente del comune floridiano, sono agli arresti in casa.
I particolari dell’operazione saranno resi noti nel corso di una conferenza stampa alle 11.30 al tribunale di Siracusa a cui prenderanno parte il procuratore capo, Francesco Paolo Giordano, il sostituto Tommaso Pagano e la dirigente del commissariato di Augusta, Stefania Marletta.

Il Sindaco di Aragona, Salvatore Parello, esprime compiacimento per la nomina, da parte della Giunta Crocetta, dell’avvocato Antonella Bonsignore a presidente della CRIAS, la Cassa regionale per il credito alle imprese artigiane. Il primo cittadino di Aragona, Salvatore Parello, afferma: “Ho avuto modo di conoscere l’avvocato Antonella Bonsignore durante il suo incarico di Commissario straordinario al Comune di Porto Empedocle e ne ho subito apprezzato le doti umane e l’elevata capacità professionale. Il governo regionale ha fatto un’ottima scelta. Auguro buon lavoro ad Antonella Bonsignore e a tutti i componenti del Cda della Crias”.

Un incontro con le associazioni dei genitori con figli disabili è stato organizzato per lunedì 29 Maggio 2017, alle ore 16.00 nell’aula “Silvia Pellegrino” del Libero Consorzio comunale di Agrigento,  in Via Acrone 27, vicino alla stazione centrale,  ad Agrigento.

All’incontro parteciperà il Commissario straordinario del Libero Consorzio comunale di Agrigento dott. Giuseppe Marino.

L’incontro nasce dall’esigenza che i genitori conoscano le possibilità offerte dalle nuove modalità di svolgimento del servizio per il  servizio di trasporto in favore degli alunni con handicap grave che frequentano gli Istituti di scuola media secondaria di secondo grado.

Il Settore Pubblica Istruzione del Libero Consorzio provinciale di Agrigento ha, infatti, provveduto ad apportare importanti modifiche al regolamento che regola il servizio.

Le modifiche scaturiscono dall’esigenza di rispondere meglio alle esigenze manifestate da diversi genitori che incontrano difficoltà riguardo al trasporto scolastico dei lori figli gravemente disabili.

Le modifiche riguardano diversi aspetti a cominciare dalla possibilità di ampliare la scelta delle associazioni ed Enti che sono autorizzati a svolgere con mezzi e personale adeguati il servizio di trasporto alunni.

Prevista anche l’eventualità, in casi specifici ed autorizzati, di utilizzare l’autovettura normalmente usata per il trasporto del proprio figlio, anche per l’autonomo accompagnamento a scuola.

Inoltre le verifiche ed i controlli periodici sulla qualità del servizio erogato dovranno avvenire anche con la collaborazione e la consultazione con le associazioni rappresentative dei genitori.

Infine è stata prevista la costruzione, con il coinvolgimento delle associazioni, di percorsi tecnico-amministrativi in grado di migliorare sia il servizio che gli scambi comunicativi con l’utenza interessata.

E’ dedicata al 150mo anniversario della nascita di Luigi Pirandello la nuova edizione del festival della Strada degli scrittori, presentato a Palazzo dei Normanni. Proprio per questo il premio Pirandello della Fondazione Sicilia approda per la prima volta ad Agrigento. Le celebrazioni culmineranno il 6 luglio con la visita del presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, nella citta’ dei Templi. La cerimonia di consegna del Premio avverra’ a chiusura del ‘Festival della strada degli scrittori’ che ha preso il via lo scorso 11 maggio e che coinvolge con incontri e laboratori sei comuni, i luoghi dei grandi autori siciliani: Agrigento con Luigi Pirandello, Favara con Antonio Russello, Porto Empedocle con Andrea Camilleri, Racalmuto con Leonardo Sciascia, Palma di Montechiaro con Giuseppe Tomasi di Lampedusa e Caltanissetta con Pier Maria Rosso di San Secondo. Durante il festival ci sara’ anche la prima edizione del concorso letterario nazionale “Uno, nessuno e centomila” promosso dal distretto turistico Valle dei Templi in collaborazione con il Miur.

08.05
Palermo-Il gip di Palermo Wilma Mazara ha convalidato il fermo di Giovanni Riggio, reo confesso dell’omicidio di Giuseppe Mattina, pregiudicato ucciso la notte di venerdì scorso ad Agrigento. Il giudice ha disposto per Riggio la custodia cautelare in carcere.
A determinare il delitto sarebbe stata una lite nata per motivi economici. L’indagato, che aveva una società di rivendita di autovetture usate con la vittima, era andato a trovarla perché gli doveva del denaro.

Per avviare l’attività Mattina aveva chiesto soldi a degli usurai – ha raccontato Riggio – I due avevano concordato che ogni mese Riggio gli avrebbe restituito 550 euro per saldare il prestito.La notte dell’omicidio i due avrebbero avuto una discussione per motivi economici. Mattina avrebbe minacciato il socio di uccidere la figlia e di abusare della moglie se questi non gli avesse dato presto i soldi, poi avrebbe tentato di colpirlo con un oggetto trovato in officina. L’indagato si sarebbe difeso e l’avrebbe ucciso per poi costituirsi a Palermo.

magazzino dell'omicidio


17.05
Nonostante la confessione di Giovanni Riggio, il 29enne di Palermo che si è accusato dell’omicidio di Giuseppe Mattina, 41 anni di Favara, avvenuto alcune settimane fa in un magazzino di contrada San Benedetto, ad Agrigento, continua il lavoro degli investigatori che, nella giornata di ieri, hanno ascoltato la moglie del meccanico favarese. La donna ha risposto ai poliziotti e si è presentata in Questura accompagnata dall’avvocato Salvatore Cusumano. Dopo la pista di auto piazzate dal Riggio e di soldi non consegnati al Mattina spunta un’altra ipotesi, quella di un furto di di alcune automobili in un autofficina di Agrigento, furto di cui non si sono mai scoperti i responsabili. Continua dunque l’attività della Polizia per chiarire le poche zone d’ombra di un omicidio che comunque lascia pochi dubbi.

Le agevolazioni  prevedono il finanziamento a tasso zero di progetti d’impresa con spese fino a 1,5 milioni di euro che può coprire fino al 75% delle spese totali ammissibili, a comunicarlo il Segretario di Confartigianato Alfonso Vassallo. Ci vogliono ormai meno di 60 giorni per ottenere i finanziamenti di Nuove Imprese a Tasso Zero, l’incentivo è rivolto alle micro e piccole imprese promosse da una maggioranza di giovani o donne.
Grazie ad un’accelerazione dei processi di valutazione delle domande di finanziamento, i tempi dell’istruttoria si sono nettamente ridotti: le domande sono prese in carico dal team dedicato che è in grado di chiudere tutto l’iter in tempi inferiori ai 60 giorni previsti dalla normativa.
Chi vuole ottenere i finanziamenti può rivolgersi agli uffici di Confartigianato.

170517-WWF Menfi-Manifestazione interesse affidamento beni confiscatiSeguendo una procedura trasparente, il WWF o.a. Sicilia Area Mediterranea ha presentato una manifestazione l’interesse a gestire uno degli immobili che erano stati confiscati alla mafia ed affidati al Comune di Menfi dall’agenzia nazionale per l’amministrazione e la destinazione dei beni confiscati.
Questo il testo della richiesta: Agrigento, 17 maggio 2017

AL SIGNOR SINDACO
DEL COMUNE DI MENFI

OGGETTO:    Manifestazione d’interesse per l’affidamento di beni confiscati alla mafia.
Avendo appreso dalla stampa che tre immobili che erano stati confiscati alla mafia sono stati affidati al Comune di Menfi, dall’agenzia nazionale per l’amministrazione e la destinazione dei beni confiscati facendo seguito alle innumerevoli interlocuzioni riguardanti il rafforzamento delle attività che il WWF offre da anni alla comunità di Menfi in modo assolutamente GRATUITO, considerato che è nostra intenzione mantenere ferma la presenza dei volontari WWF, che nel periodo estivo, senza alcun compenso o rimborso, portano avanti il “progetto in deroga al DPR 357/97 per il programma spiaggiamenti nidificazioni e catture, recupero e studio delle tartarughe marine nella Regione Sicilia”, autorizzato dal Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, PNM. Registro Ufficiale. Uscita. Prot. 0012788 del 14-06-2016, vista l’ampia disponibilità più volte verbalmente espressa dalla S.V. e dagli assessori Barbera e Sanzone, MANIFESTIAMO L’INTERESSE all’affidamento in gestione di uno degli immobili di cui sopra.
La struttura sarà valorizzata per svilupparvi le attività di centro studi e sede operativa. Si potrà valutare, inoltre, l’eventuale idoneità all’uso per un campo per l’accoglienza dei volontari provenienti dalle strutture operative nazionali ed internazionali del WWF.
Il simbolo del panda, che caratterizza il WWF, è conosciuto in ogni parte del pianeta e la serietà storica delle nostre iniziative ha trovato adesioni scientifiche prestigiose.
Il Presidente
Giuseppe Mazzotta

Il Gruppo Italia 290 di Amnesty International indice la quarta edizione del concorso fotografico “Riscattati” 2017, al fine di sensibilizzare la comunità locale sulle violazioni dei diritti umani basate sul genere sessuale.
Il concorso sarà valido dal 25 Aprile al 31 Luglio e ad esso potranno partecipare appassionati di fotografia, esperti e non. A seguito del concorso, le foto giudicate e quella vincitrice, saranno esposte in un luogo di prestigio di Palermo.
La finalità è quella di promuovere l’azione culturale di Amnesty International, tramite la fotografia intesa come strumento per scuotere le coscienze umane, all’insegna dell’uguaglianza e delle pari opportunità tra sessi.
Il concorso è aperto anche a foto che denuncino discriminazioni di tipo transfobico o situazioni di riscatto da un precedente abuso di natura transfobica, poiché anche il genere sessuale al quale si è deciso di appartenere va rispettato.
La partecipazione è gratuita.

La consegna dell’attestazione “impresa d’eccellenza” durante la festa dell’autonomia: la regione siciliana premia Sibat Tomarchio l’azienda di bibite che esporta i sapori dell’isola in tutto il mondo.
Un’azienda d’eccellenza nel segmento imprenditoriale”: è questa la motivazione con la quale la Regione Siciliana – ieri, lunedì 15 maggio, presso il Teatro Politeama Garibaldi di Palermo – ha consegnato una speciale attestazione di merito al direttore generale di Sibat Tomarchio Lorenzo Libè.
Un riconoscimento, quello conferito alla società di produzione e imbottigliamento di bibite gassate a base di agrumi, attiva ad Acireale da quasi un secolo, che premia la tradizione, ma soprattutto l’innovazione apportata negli ultimi anni per valorizzare l’intero comparto agrumicolo dell’Isola.
«Siamo davvero orgogliosi, perché questo risultato ci mostra che la strada intrapresa per mantenere i livelli occupazionali e supportare l’economia locale, è quella vincente – sottolinea Libè – ricevere questo riconoscimento durante le celebrazioni per il 71° Anniversario dell’Autonomia siciliana, un giorno che festeggia la nostra terra e le attività produttive che esportano l’immagine “solare e positiva” dell’Isola, è di certo la gratificazione più grande per gli sforzi imprenditoriali e sociali che ci vedono in prima linea a sostegno del territorio in cui operiamo. Le nostre strategie mirano a un’azione di “sistema” per creare nuove leve e trasformare il brand “made in Sicily” in una vera e propria etichetta di qualità».

Su iniziativa dei Comuni aderenti alla iniziativa La strada degli scrittori in provincia di Agrigento, il 19 maggio si terrà un’altra serata culturale presso la sala del ristorante Salmorigio a Porto Empedocle dalle ore 20:30.
La cena prevede un particolare menù a base di pesce, i cui ingredienti selezionati e locali e le cui ricette sono descritte nei romanzi di Andrea Camilleri, proprio nelle avventure del suo “Montalbano”.
L’organizzatore Totò Collura coordinerà la serata, mentre i conviviali potranno assistere ad uno spettacolo interpretato dalla “la Compagnia della Casa del Musical” a cura di Marco Savatteri, e gustare i piatti preparati dagli chef f.lli Ravanà del Ristorante Salmoriglio a Porto Empedocle, versando un contributo di € 35,00, ovviamente, comprensivo di cena con intrattenimento, bevande e due vini del territorio.
I temi prevalenti nelle opere di narrativa e ricorrenti nel corso della serata (nei piatti e nell’animazione sono il ricordo delle tradizioni culturali di origine agrigentina e locale e la congiunzione con la nostra attualità, quindi incentrati sui temi culturali, letterari e antropologici.
La Vostra eventuale partecipazione va anticipata (gradita) mediante una prenotazione alla struttura Trattoria Salmoriglio: Via Roma , 27, 92014 Porto Empedocle, Sicilia, Italia Tel: 0922 636613
A cena con i piatti del Commissario Montalbano il menù: (le ricette sono tratte dai romanzi di Andrea Camilleri, titoli in corsivo):
Arancini
“Gli Arancini di Montalbano”
Alici con Cipolle
“Il cane di terracotta”
Sarde ‘a beccaficu
“Il ladro di merendine”
Gamberetti e Purpiteddri in salsetta
“Un mese con Montalbano”
Pirciati ch’abbrusciano
“L’Odore della Notte“
Filetti di pesce fresco “Giardino della Kolymbetra”
“La pazienza del ragno”
Caponata
“Gita a Tindari”
Cassata Siciliana
“La Voce del Violino”