Home / Articoli pubblicati daRedazione Ag (Pagina 898)

   Nuove opportunità per i pescatori sono in arrivo dal Fondo Europeo per gli Affari Marittimi e la Pesca (FEAMP) 2014-2020 riservato agli operatori professionali della pesca. La Misura 1.38 “Limitazione dell’impatto della pesca sull’ambiente marino e adeguamento della pesca alla protezione della specie” (Art. 38 del Regolamento UE n. 508/2014) ha lo scopo di ridurre l’impatto della pesca sull’ambiente marino, favorire l’eliminazione graduale dei rigetti in mare e facilitare la transizione verso uno sfruttamento sostenibile delle risorse biologiche marine, in modo da ricostituire e mantenere i livelli delle popolazioni delle specie pescate e produrre il massimo rendimento sostenibile. La Misura 1.42 “Valore aggiunto, qualità dei prodotti e utilizzo delle catture indesiderate” (Art. 42 del Regolamento UE n. 508/2014) ha invece la finalità di migliorare il valore aggiunto o la qualità del pesce catturato. Conformemente al divieto di effettuare rigetti introdotto dalla Politica Comune per la Pesca (PCP), sostiene gli interventi a bordo delle navi per realizzare il miglior uso possibile delle catture indesiderate e di valorizzare al meglio la parte meno sfruttata del pesce catturato, promuovendo e incentivando la competitività della filiera di settore.
I bandi di attuazione sono pubblicati ai seguenti link:
 
    Le istanze devono pervenire, per la partecipazione ad entrambe le misure, entro e non oltre le ore 14,00 del 01 ottobre 2018 all’Assessorato dell’Agricoltura, dello Sviluppo Rurale e della Pesca Mediterranea – Dipartimento della Pesca Mediterranea Via degli Emiri, 45 – (90135) Palermo, o agli uffici territoriali indicati nei bandi. Beficiari di queste misure sono armatori e proprietari di imbarcazioni da pesca, pescatori professionisti e organizzazioni di pescatori riconosciute dallo Stato membro. Si tratta di importanti canali di finanziamento già utilizzati dagli operatori delle tre marinerie agrigentine (Licata, Porto Empedocle e Sciacca) grazie ai quali sono stati erogati fondi FEAMP per 336.000,00 euro, con il supporto tecnico dei desk informativi del Libero Consorzio di Agrigento, la cui attività si è conclusa stamani. 
 

Prendono il via oggi le “Sere d’Estate” del ristorante Il Grecale di San Leone.
 
Si comincia con una serata speciale targata CVA – Viticultori Associati di Canicattì all’insegna dell’enogastronomia, dell’artigianato e dello spettacolo.
Durante la cena verranno presentati e potranno essere degustati in anteprima i nuovissimi vini “Alico” che per l’occasione verranno spiegati dall’enologo della pluripremiata cantina, Angelo Molito.
In abbinamento, il Maestro Pizzaiolo Piero Licata, già campione del mondo, presenterà due nuove esclusive pizze gourmet dedicate ai nuovi vini.
In alternativa, si potranno abbinare con le specialità cucinate alla brace viva.
La serata verrà arricchita dalla presenza del laboratorio itinerante del Maestro ceramista e presepista Bennardo Mario Raimondi, l’unico in Sicilia a far vedere dal vivo come si fanno a mano le statuette con l’argilla ed i pastori da presepe.
“Ho avuto sempre il desiderio di divulgare la nostra arte e la nostra cultura -spiega Raimondi – in una società dove ormai tutto è fatto a stampo e tutto è made in china è importante tenere vivo la tradizione”.
Ad allietare la serata l’eccezionale musica live del chitarrista Massimo Gucciardo.
Una serata all’insegna delle eccellenze dell’Isola.
Le altre serate in programma sono:
 
9 agosto – Serata Argentina: Empanadas, Carne alla Parrilla, Vini e Musiche
14 agosto – Festa di Ferragosto
 
30 agosto – Orgoglio siciliano: Birre, Formaggi ed Oli d’eccellenza


Nuotava a 250 metri da riva in costa agrigentina

E’ stata toccata e quindi ustionata da decine di meduse mentre nuotava a circa 250 metri dalla riva a Cannatello, rione balneare di Agrigento. Una pallavolista venticinquenne di Lucca, in vacanza con il fidanzato, è stata soccorsa dai bagnini Felice Amodio e Giuseppe Filippazzo della cooperativa “Ulisse” di Porto Empedocle (AG).
    La giovane è stata portata a riva e poi trasferita al pronto soccorso dell’ospedale “San Giovanni di Dio” di Agrigento dove è stata medicata.
   

Lo scorso 20 luglio è accaduto un incidente stradale lungo la statale 115, in territorio di Siculiana, dove due automobili, una Lancia Y e una Fiat 500, si sono scontrate frontalmente. Due persone ferite, a bordo della Fiat 500, sono state condotte all’ospedale “San Giovanni di Dio” di Agrigento. Nicola Marsala, 41 anni, di Ribera, commerciante, al volante della Lancia Y, è invece morto oggi, all’ospedale “Sant’Elia”, a Caltanissetta, dove è stato ricoverato in gravissime condizioni per traumi cranico e toracico, e la frattura delle gambe.

Ad Agrigento primo fine settimana con “R-Estate a Girgenti”. La rassegna di numerosi eventi, promossa dalle attività commerciali di via Atenea, via Pirandello e piazza San Francesco, comincerà nel weekend di venerdì 3 e sabato 4 agosto, con musica live, degustazioni, laboratori per bambini, presentazioni di libri, dj set, proiezioni video e spettacoli dal vivo diffusi per tutto il centro storico della città. Si comincia venerdì 3 agosto con i seguenti eventi:
alle ore 19:30, in piazza Purgatorio, a cura della libreria “Il mercante di libri” sarà presentato il libro di Daniele Ventura “Cosa nostra non è cosa mia”.
Alle ore 20 sarà la volta degli aperitivi con degustazione: “Cuddiruni pi tutti” al Cafè Girasole e “Chi ben comincia” da Perbacco.
Alle ore 21 è in programma lo spettacolo di acrobatica e giocoleria “Qualcosa di Strano” del poeta-artista Riccardo Strano della compagnia OnArts, nel cuore della via Atenea.
Infine alle ore 23 Lello Analfino sarà in concerto al Mojo.

 

Saranno cinque le nazioni presenti al Città di Ravanusa del prossimo 12 agosto. Atleta da battere il ruandese Ntawuyirushintege Pontien, vincitore dell’edizione dello scorso anno.

Sarà il rwandese Ntawuyirushintege Pontien, vincitore della scorsa edizione. ad indossare il pettorale numero 1 al 26° Trofeo podistico ACSI Città di Ravanusa, tradizionale appuntamento podistico internazionale di mezza estate, in programma domenica 12 agosto.
L’atleta africano ha al suo attivo la vittoria, sempre lo scorso anno, alla mezza maratona di Roma ed il successo al Giro podistico Internazionale di Sant’Ambrogio.
Non solo Ruanda, al città di Ravanusa, saranno infatti cinque le nazioni presenti, oltre naturalmente all’Italia.
La manifestazione è organizzata dalla Pro Sport con la collaborazione dall’ACSI Sicilia, del Comune di Ravanusa. Due le gare in programma: quella dedicata ai master di sei chilometri e la gara dei “top” che si sfideranno sul percorso cittadino di otto chilometri, con montepremi per i primi 20 classificati. Sfida, quest’ultima, che anche quest’anno si preannuncia di un alto livello tecnico, nel solco di una tradizione portata avanti negli anni dagli organizzatori fieri di avere avuto come testimonial campioni del calibro di Totò Antibo, Anna Incerti e Giorgio Calcaterra.

“ Nonostante l’elevato livello tecnico che il trofeo ha sempre mantenuto – afferma Salvatore Balsano presidente dell’ACSI Sicilia – quest’anno ci prepariamo ad un ulteriore salto di qualità “internazionale”; stiamo lavorando infatti per far si che a Ravanusa rimanga alta la tradizione che vede contrapporsi ogni anno i migliori atleti azzurri ai colleghi africani. Abbiamo già chiuso molti accordi che sveleremo più avanti – ha sottolineato Balsano. Start list dunque rivelata solo nel suo numero uno, maggiori dettagli si conosceranno sicuramente nei prossimi giorni.

 

 

 

Ma il Trofeo podistico ACSI Città di Ravanusa è anche ricco di iniziative collaterali, a cominciare dalla rinnovata sinergia con la Runcard e il suo mondo. La manifestazione, infatti, forte della stretta collaborazione di RUNCARD, proporrà tutta una serie di iniziative legate proprio alla tessera della Fidal.

Quest’anno chi correrà il Trofeo podistico ACSI Città di Ravanusa potrà “volare” a Roma. Tra tutti i partecipanti della gara del 12 agosto, saranno estratti due pettorali per la disputare la Roma Half Marathon Via Pacis in programma il 23 settembre nella Capitale; iniziativa frutto della sinergia tra gli organizzatori del Città di Ravanusa e quelli della città eterna.
Per tutta la durata della manifestazione sarà presente l’unità mobile dello staff medico di fisioterapia applicata allo sport del dott. Giovanni Nigro, pronta a garantire l’assistenza sanitaria a tutti i partecipanti.
Ricco come sempre il post gara. L’organizzazione delizierà atleti ed accompagnatori con l’immancabile rinfresco a base di granita; chiusura in allegria: subito dopo le premiazioni, sarà la volta dello spettacolo di cabaret. Alla Misericordia di Campobello di Licata, il delicato compito di gestire il servizio medico durante la manifestazione.

Sponsor istituzionali: Comune di Ravanusa, Presidenza Assemblea Regionale, Regione Sicilia, Presidenza Consiglio comunale di Ravanusa, Coni Sicilia, Fidal, ACSI, Runcard, Main sponsor: Cuttitta.

Sponsor tecnico: Sarà la nota azienda sportiva Sport wear lo sponsor tecnico della manifestazione; i responsabili, saranno presenti con uno stand nell’area expo della manifestazione.

Sponsor commerciali: Ibla Europe, Pasta Poiatti, L’antico Cotto, Latte Sole, Quinones Vini, Fora Paisi, Taibi Formaggi, Lo stuzzichino, Pasticceria La Mattina.

 

Nelle ultime ore, dopo vari appostamenti e pedinamenti, i Carabinieri di Licata (Ag) hanno fatto irruzione all’interno dell’abitazione di un venditore ambulante licatese, trovandolo in possesso di oltre un etto di “Marijuana”. 

I militari dell’Arma, già da alcuni giorni si erano accorti di alcuni movimenti sospetti nei pressi dell’unità abitativa in questione. E così dopo aver a lungo pedinato l’individuo, è scattato il blitz all’interno del suo appartamento. Nel corso della perquisizione dei Carabinieri, da un controllo meticoloso svolto in cucina, è saltato fuori un involucro con circa 120 grammi di Marijuana nascosto dentro una pentola ed un bilancino di precisione per pesare la droga, che avrebbe poi fruttato alcune centinaia di euro di guadagno. Inoltre, mentre i militari stavano per uscire dall’abitazione, hanno notato qualcosa di anomalo nel contatore della luce.

Ed i sospetti si sono rivelati fondati, in quanto è stato accertato anche un allaccio abusivo alla linea elettrica. Sono così scattate le manette ai polsi di Accursio Marco, 26 enne, con l’accusa di detenzione di stupefacenti ai fini di spaccio e per furto aggravato di energia elettrica. L’Autorità Giudiziaria ha già convalidato il provvedimento restrittivo, applicando all’interessato la misura cautelare dell’obbligo di presentazione giornaliero presso la caserma dei Carabinieri.

Il blitz effettuato si inserisce nell’ambito di un potenziamento dei servizi di contrasto allo specifico fenomeno disposto dal Comando Provinciale Carabinieri Agrigento, che negli ultimi mesi ha consentito di sequestrare e togliere dalle piazze della provincia ingenti quantità di droghe leggere ma anche di eroina e cocaina.

Ex ambulante del Nisseno commercia in bibite, evasione dell’Iva

Beni immobili e rapporti bancari intestati o riconducibili a un imprenditore originario di Niscemi, John Frazzetto, 33 anni, operante nel settore dell’import-export di bevande, sono stati sequestrati in via preventiva dalla Guardia di finanza su decreto del Gip di Gela. A Niscemi Frazzetto è ricordato come venditore ambulante di gazzose, ma risulterebbe al vertice di un gruppo di evasori di Iva e imposte sui redditi per quasi 18 milioni di euro.
    Con un sistema di società nazionali ed estere nel commercio di bibite, effettuavano acquisti intracomunitari in regime di esenzione dell’Iva. L’evasione fiscale veniva poi completata grazie a un giro di fatture false per operazioni inesistenti, nell’ambito di scambi fittizi sostenuti da una filiera di aziende fasulle e di operatori commerciali collegati tra loro solo sulla carta, il cui obiettivo era quello di non versare tasse né Iva nel paese di destinazione. Sequestrati una villa con piscina, autorimesse, vigneti e altri terreni agricoli.

 

Esprimo grande soddisfazione per la soluzione trovata per l’ospedale di Castelvetrano in sede di confronto con il governo sulla nuova rete ospedaliera. Dopo aver ascoltato sindaci e associazioni del territorio, l’assessore Razza, così come suggerito dalla commissione Salute dell’Ars, ha rimodulato i servizi e i posti letto portandoli a 116 e non più a 86. Una soluzione che ritengo soddisfacente e per la quale mi sono impegnata come sindaco di Montevago e parlamentare del territorio della Valle del Belìce”.

Lo afferma la presidente della commissione Salute dell’Ars, Margherita La Rocca Ruvolo, a proposito della rimodulazione della nuova rete ospedaliera.

Complessivamente sono 116 i posti letto programmati per l’ospedale “Vittorio Emanuele II” di Castelvetrano, 30 in più rispetto alla precedente versione della rete. Tra le novità si segnalano: Pediatria 6 posti letto; Ematologia 4; Ostetricia 8; Neonatologia 2, Riabilitazione 12; Chirurgia generale 14.