Home / Articoli pubblicati daRedazione Ag (Pagina 89)

Secondo quanto sommariamente emerso dall’autopsia, Michelangelo Marchese, l’agricoltore pensionato di 89 anni scoperto morto dentro casa sua in via Pietro Attardo a Palma di Montechiaro con mani e piedi legati, è stato ucciso. Non sono noti altri particolari, sulle modalità ad esempio. E gli altri nodi saranno sciolti entro poche settimane, quando sarà depositata la relazione ufficiale sull’esame autoptico. L’autopsia è stata eseguita dal medico legale incaricato dalla Procura della Repubblica di Agrigento nella camera mortuaria dell’ospedale “San Giovanni di Dio” di Agrigento. L’abitazione dell’anziano è stata trovata tutta a soqquadro, e ciò induce i Carabinieri e la Procura ad ipotizzare un tentativo di rapina culminato nella morte di Michelangelo Marchese.

In merito ad alcune dichiarazioni rilasciate da esponenti del mondo istituzionale siciliano in riferimento ai voli sull’aeroporto di Trapani, Alitalia ribadisce ancora una volta che non ne ha previsto la riattivazione per l’insufficiente livello di richiesta da parte dell’utenza, la cui domanda era inferiore da Roma del 60% e da Milano del 30% rispetto allo scorso anno. Tale arretramento avrebbe quindi inciso inevitabilmente sulla performance dei voli, già significativamente negativa nell’esercizio precedente quando i collegamenti da Trapani avevano registrato un coefficiente di riempimento posti del 58% ed una perdita a livello operativo di 1,4 milioni di euro su Roma e 2,5 milioni di euro su Milano, dinamica del tutto contrastante con l’obiettivo assegnato alla gestione commissariale di riorganizzazione ed efficientamento delle attività della Compagnia.

La priorità di Alitalia di massimizzare l’accessibilità aerea da e per la Sicilia è confermata non solo dall’esser stata durante il lockdown l’unica Compagnia a garantire la mobilità aerea dei siciliani e dei visitatori dell’isola, collegandola con il mondo attraverso lo scalo di Roma, ma soprattutto dall’incremento costante negli ultimi due mesi dei servizi aerei da/per la Sicilia con Roma e Milano, fino ad arrivare nel mese di agosto a 12 voli al giorno, fra andate e ritorni, sulla Catania-Roma, Catania-Milano e Palermo-Roma e 8 al giorno sulla Palermo-Milano. La piena attenzione all’accessibilità aerea della Sicilia trova riscontro anche nella ripresa da luglio dei collegamenti da/per Pantelleria e Lampedusa verso Roma e Milano, per i quali ad agosto è prevista un’ulteriore crescita delle frequenze per soddisfare le esigenze di mobilità del territorio e la domanda turistica.

Il Gruppo Politiche Comunitarie del Libero Consorzio Comunale di Agrigento ha pubblicato sul sito internet istituzionale www.provincia.agrigento.it (sez. “In evidenza”) il bando attuativo della Sottomisura 16.9 “Sostegno per la diversificazione delle attività riguardanti l’assistenza sanitaria, l’integrazione sociale, l’agricoltura sostenuta dalla comunità e l’educazione ambientale e alimentare”, e dell’Operazione 6.4a “Supporto alla diversificazione dell’attività agricola verso la creazione e sviluppo di attività extra-agricole”, che fa parte della Misura 6 “Sviluppo delle aziende agricole e delle imprese”, entrambe attuate sulla base del Programma di Sviluppo Rurale della Regione Sicilia – PSR Sicilia 2014-2020.

La sottomisura 16.9 sostiene progetti di cooperazione finalizzati all’avvio di rapporti stabili di collaborazione intersettoriale tra agricoltori, enti pubblici, enti gestori del territorio ed altri soggetti privati. L’obiettivo finale è la diversificazione delle attività agricole per lo sviluppo sostenibile e la crescita economica, occupazionale, etica, sociale e turistica delle zone rurali. L’operazione 6.4a destinata agli agricoltori e coadiuvanti familiari punta al miglioramento delle prestazioni economiche delle aziende agricole, incoraggiandone la ristrutturazione e l’ammodernamento per migliorare la loro competitività sui mercati.

Da rilevare come entrambe le linee di finanziamento sostengano (per la prima volta tramite bandi esclusivamente in digitale) l’agricoltura e le aziende agricole per realizzare, attraverso percorsi riabilitativi, abilitativi e di cura, l’inserimento sociale e lavorativo nel processo di filiera, di soggetti fragili (disabilità fisica, psichica o intellettiva) e di fasce di popolazione a rischio emarginazione.

La dotazione finanziaria prevista per la sottomisura 16.9 è pari a 5.000.000,00 di euro di spesa pubblica, di cui 3.025.000,00 euro di quota FEASR. Identico l’ammontare della dotazione per l’operazione 6.4a.

Le domande di partecipazione ai bandi potranno essere caricate sul portale SIAN di AGEA, a partire dal 01 agosto e sino al prossimo 31 ottobre 2020.

Il bando, le schede e gli allegati sono consultabili e scaricabili al link:

http://www.provincia.agrigento.it/flex/cm/pages/ServeBLOB.php/L/IT/IDPagina/13228

 

 “Ho avuto modo di parlare con il prefetto di Messina Maria Carmela Librizzi, che mi ha spiegato i fatti che sono accaduti ieri nel centro migranti di Bisconte che funge anche da struttura di primo soccorso e accoglienza (Hot spot), con la fuga di 24 ospiti e il ferimento di alcuni agenti. Il prefetto mi ha rassicurata che la situazione è sotto controllo e che i migranti fuggiti erano risultati tutti negativi al test sierologico covid-19. Attraverso il lavoro del nostro consigliere del terzo quartiere, Alessandro Geraci e dei consiglieri comunali, ci attiveremo per monitorare attentamente la situazione della struttura. A dichiararlo la senatrice messinese Grazia D’Angelo (M5S).

Alla senatrice si aggiungono le parole del consigliere Alessandro  Geraci  che dichiara: “L’ex caserma Gasparro ricade in una zona fragile in quanto inserita in ambito di risanamento, ma anche a pochi passi dal centro cittadino in cui i residenti preoccupati chiedono che sicurezza ed accoglienza vadano di pari passo”.

“E’ quindi arrivato il momento di convocare un tavolo tecnico con il Prefetto Librizzi, allo scopo di tenere alta l’attenzione, tutelando i cittadini, gli ospiti del centro e le forze dell’ordine impegnate nel servizio di assistenza e vigilanza ai migranti”, conclude la sen. Grazia D’Angelo.

Nei giorni scorsi, il Comune di Agrigento ha disposto l’acquisto di una nuova telecamera da connettere al sistema a circuito chiuso che dovrebbe consentire alla polizia municipale di avere una visione complessiva quantomeno della via Atenea. In particolare la videocamera sarà collocata in direzione piazza San Francesco, inquadrando probabilmente anche la nuova statua di Andrea Camilleri

Il sistema di videosorveglianza è rimasto per lungo tempo fuori uso perché i pozzetti presenti sotto il livello stradale venivano allagati in caso di pioggia, ma anche danneggiati dai ratti.

Gioventù Nazionale continua a radicarsi nel territorio, i giovani continuano a scegliere Giorgia Meloni. Nominato il Vice coordinatore provinciale di Gioventù Nazionale in provincia di Caltanissetta, si tratta della giovane dottoressa Alice Aldisio, già militante del movimento giovanile e di Fratelli d’Italia.

“Svolgerò questo incarico – dichiara Alice Aldisio – con tenacia e costanza, ho già avuto modo di fare politica tra le fila di fratelli d’Italia a Gela, anche se non ho mai ricoperto degli incarichi di partito, ciò mi ha portato a conoscere cosa significa, battersi e impegnarsi per la propria città e la propria gente. Un grazie al coordinatore provinciale di gioventù nazionale Davide Salerno e al coordinatore regionale Antonio Piazza per aver riposto in me questa fiducia e avermi riconosciuto questo importantissimo ruolo.”

“Conosco Alice da qualche anno – dichiara Davide Salerno, coordinatore Provinciale – ed ho da subito riscontrato in lei una grande passione per la politica, sono certo che farà un gran bel lavoro. Gioventù Nazionale intende rendere i giovani grandi protagonisti della ripresa, è un importante messaggio di speranza per i nostri ragazzi, un invito a restare in questa meravigliosa terra e di lottare insieme, per il nostro futuro!”

“Gioventù Nazionale sempre in prima linea – dichiara Antonio Piazza, Coordinatore Regionale – giovani pronti a portare avanti tante battaglie per il bene del territorio e della Sicilia, pronti a sostenere il nostro partito e la nostra Leader Nazionale. Siamo in costante crescita e la nomina di Alice, qualifica ulteriormente la presenza e il radicamento del nostro movimento giovanile. Auguro a lui e a tutta la dirigenza provinciale un buon lavoro.”

I Carabinieri del Comando provinciale di Caltanissetta hanno arrestato due cittadini nigeriani, un uomo di 31 anni ed una ragazza di 19, per detenzione a fine di spaccio di sostanze stupefacenti. I due sono stati controllati alla stazione ferroviaria di Caltanissetta Xirbi appena fuori da un treno proveniente da Palermo. Sono apparsi subito nervosi. Sono stati sottoposti ad accertamenti radiologici al pronto soccorso dell’ospedale Sant’Elia di Caltanissetta e nello stomaco dell’uomo sono stati individuati dieci ovuli risultati poi contenere 108 grammi di sostanza stupefacente tipo cocaina. La sostanza è stata recuperata e sequestrata.

In data 15 luglio 2020, in Agrigento, la Polizia di Stato ha proceduto all’arresto di due cittadini stranieri, uno destinatario di decreto di espulsione, emesso dal Prefetto di Agrigento, con divieto di reingresso nel territorio italiano e nell’area Schengen; l’altro  destinatario di decreto di respingimento, emesso dal Questore di Agrigento, con divieto di reingresso nel territorio italiano e nell’area Schengen.

In esecuzione Ordinanza di Custodia cautelare in carcere venivano altresì tratti in arresto dalla Polizia di Stato due cittadini tunisini sbarcati nelle giornate scorse a Lampedusa,  il primo, in esecuzione dell’Ordinanza di Custodia Cautelare in Carcere, emessa dal Tribunale di Modena, per i reati di cui all’art 73 DPR 309/90, in concorso; l’altro, gravato da provvedimenti di revoca di decreto di sospensione di ordine di esecuzione per la carcerazione e ripristino dell’ordine medesimo  emesso dalla Procura della Repubblica c/o il Tribunale Ordinario di Bologna, per l’espiazione della pena residua di mesi 9, giorni 29 di reclusione, per i reati di cui all’art. 73 DPR 309/90 ed altro provvedimento di revoca di decreto di sospensione di ordine di esecuzione per la carcerazione e ripristino dell’ordine medesimo, emesso dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale ordinario di Bologna, per l’espiazione della pena residua di anni 1, mesi 1, giorni 23 di reclusione, per pene concorrenti. Gli uomini della Squadra Mobile, dopo le formalità di rito, conducevano i prefati presso la casa Circondariale di Agrigento.

Salvatore Parello, già responsabile delle funzioni centrali e locali, è stato eletto oggi pomeriggio in videoconferenza nuovo segretario generale della Cisl Fp delle province di Agrigento, Caltanissetta ed Enna in seguito alle dimissioni della segretaria uscente Floriana Russo Introito.

Proprio quest’ultima, segretaria territoriale dal 2013 e segretaria generale dal 2017, ha proposto la candidatura di Parello come segno di continuità rispetto al lavoro condotto in questi anni. Componente della segreteria delle tre province è stato eletto invece il segretario territoriale di Agrigento, Caltanissetta ed Enna Giovanni Luca Vancheri.

Per entrambi è arrivata un’approvazione all’unanimità, alla presenza anche del segretario nazionale Maurizio Petriccioli, del componente della segreteria Franco Berardi, del segretario confederale Cisl Emanuele Gallo, del segretario generale regionale Paolo Montera e dei componenti delle segreterie provinciali.

“Ho lasciato il mio incarico per motivi personali – spiega Russo Introito – e in sintonia con la segreteria nazionale ho proposto una persona valida nel solco della continuità. Lascio una federazione in salute, che è cresciuta anche negli ultimi mesi. Al momento del mio insediamento mi ero posta come obiettivo primario la stabilizzazione dei precari degli enti pubblici del territorio e sono contenta di averlo quasi completamente raggiunto. Lascio in eredità la risoluzione di questa vertenza per quanto riguarda le ex province e i Comuni in dissesto. Sono orgogliosa di essere parte di una grande organizzazione quale è la Cisl e di essere cresciuta assieme ad essa: il sindacato mi ha dato la possibilità di incontrare uomini e donne a cui rimarrò certamente molto legata”

“Sono onorato dalla rinnovata fiducia di tutto il Consiglio generale, regionale e nazionale – dichiara Vancheri -, per quanto il sindacato perda una donna di grandi capacità. Il processo di rinnovamento della Cisl acquisisce però una persona di elevata preparazione e grande umiltà, Totó Parello, che non ha mai lesinato la sua disponibilità a prescindere da qualunque ruolo. Oggi con la sua segreteria si prosegue nell’azione abilmente costruita da Floriana e che ha fatto si che il nostro sindacato non sia solo il primo in termini di consenso ma è quello più vicino ai bisogni dei lavoratori, iscritti e non”.

“Continua l’impegno  a tutela delle aspettative dei lavoratori nei comparti pubblici e privati nei quali abbiamo la rappresentanza – dichiara invece Parello -. Tra gli obiettivi che perseguiremo nell’immediato, il completamento delle stabilizzazioni nel comparto funzioni locali anche negli enti in riequilibrio finanziario e l’aumento delle ore per coloro che sono stati stabilizzati a tempo parziale e ciò in piena continuità con quanto fatto sino ad oggi. Abbiamo dinanzi a noi – conclude – degli importanti appuntamenti a partire dalla imminente stagione di rinnovo dei contratti e per tale ragione con il prezioso aiuto della Federazione partiremo in autunno con un’importante azione informativa per presentare ai lavoratori le piattaforme di rinnovo che stiamo discutendo in Aran incluse la questione della ridefinizione dell’ordinamento professionale”.