Home / Articoli pubblicati daRedazione Ag (Pagina 847)

  • “L’uccisione barbara di circa 25 cani, rappresenta un fatto ignobile ed inquietante che va condannato con forza. Mi auguro che sia fatta luce su quanto accaduto nei giorni scorsi e che i responsabili dell’avvelenamento vengano individuati e puniti  severamente come previsto dalle norme contro chi maltratta gli animali. ”  – così in una nota Valeria Grasso, testimone di giustizia e delegata ai rapporti istituzionali del Ministero della Salute- “Ho incontrato oggi la Sindaca di Sciacca, Francesca Valenti, per esprimerle innanzitutto la mia solidarietà per le offese e le minacce che sta subendo in queste ore. Un simile clima d’odio non aiuta a far chiarezza sui fatti ed indebolisce la comunità tutta contribuendo ad alimentare l’immagine errata di una Sicilia fatta di violenza e di vendetta. Assieme all’Assessore Mandracchia, ho voluto capire meglio il lavoro che il Comune di Sciacca ha portato avanti sul tema del randagismo dal suo insediamento, avvenuto lo scorso Luglio, ad oggi”- continua- “La Sindaca,  mi ha raccontato di aver già fatto il possibile per affrontare una situazione che presenta le sue criticità tanto da un punto di vista della necessaria tutela degli animali, quanto da un punto di vista della sicurezza della città. Nei mesi scorsi erano stati interessati sul problema i soggetti competenti ed era stato organizzato anche un convegno di approfondimento. L’incremento poi dei fondi, previsto nel bilancio comunale 2018, a favore del benessere e della tutela degli animali, rappresenta senza dubbio un passo concreto compiuto dall’Amministrazione, che, assieme alla volontà di ricorrere ad un rifugio per cani, sottolinea l’impegno di un Comune che non vuole lasciare gli animali sprovvisti delle adeguate tutele. In tal senso però faccio un appello al  Prefetto ed agli altri enti competenti affinché si affronti al meglio la situazione, placando l’ondata di astio che sta travolgendo Sciacca e cooperando con Istituzioni e cittadini con il fine di trovare una soluzione che tuteli tutti. “

Oggi domenica 18 febbraio presso il Madison, nota Sala trattenimenti e luogo di Convention nei pressi della Scala dei Turchi di Realmonte, si è tenuta la prima occasione di incontro per la Lega-Salvini Premier della provincia di Agrigento. Un incontro mirato, rivolto a tutta la classe dirigente e ad alcune personalità del mondo imprenditoriale, produttivo e sindacale della provincia per porre le basi di questa forza politica e della sua attività politico-programmatica.
Presenti all’incontro i candidati alla Camera dei Deputati per la stessa Lega-Salvini Premier nel collegio plurinominale di Agrigento-Caltanissetta-Mazara del Vallo, Anna Sciangula e Alessandro Pagano.
‘Soddisfatti di questo nostro primo incontro provinciale ad Agrigento, dal quale emerge la consapevolezza di rappresentare l’unica novità del panorama politico agrigentino e la constatazione che la Lega Salvini Premier si sta strutturando sempre più in provincia di Agrigento. Oggi è stato anche uno step per dare slancio all’ultima fase di campagna elettorale, consapevoli di voler dare da Agrigento quel contributo prezioso al nostro leader Matteo Salvini affinché la nostra meta della sua premiership possa essere raggiunta.’ – così Anna Sciangula.

 

 

 

 

 

Il Coordinatore Provinciale Enti Locali della F.P. CGIL, Pietro Aquilino, esprime la propria soddisfazione per l’avvio della procedura di stabilizzazione dei 35 dipendenti “Precari” del comune di Campobello di Licata, formalizzata e comunicata ufficialmente dai Dirigenti, dal Segretario Comunale e dal Sindaco Gianni Picone, durante l’ultimo incontro di Contrattazione Decentrata.

Un grande plauso all’Amministrazione attualmente in carica ed in particolare al Sindaco, che con puntuale convinzione ha dato seguito a quanto precedentemente manifestato alle OO.SS. di categoria in sede di Contrattazione Decentrata, compiendo il primo importante passo di un percorso indicato nel “Piano Triennale Occupazionale 2018/2020”, contribuendo a diffondere una buona dose di ottimismo tra i dipendenti e alle loro famiglie, che adesso guarderanno più fiduciosi al loro prossimo futuro di Dipendenti Comunali.

Certi che il predetto percorso, intrapreso per i dipendenti “Precari” attualmente in servizio presso il comune di Campobello di Licata, sarà da stimolo ed esempio per tutti i Sindaci ed Amministratori degli Enti Locali, affinché, nel rispetto della norma attualmente vigente e per quelle che sono le proprie capacità assunzionali, possano dare inizio alle procedure che porteranno alla definitiva stabilizzazione del personale precario attualmente utilizzato dagli stessi.

 

 

Calogero Pisano.” Oggi a Roma firmato un patto con gli italiani e di buona politica,Fratelli d’Italia un partito serio e contro gli inciuci”

In vista delle elezioni politiche del 4 marzo interviene Calogero Pisano,candidato alla Camera nel collegio uninominale e plurinominale di Agrigento.Infatti oggi ha firmato a Roma assieme al leader di Fratelli d’Italia Giorgia Meloni e agli altri candidati del partito un patto di lealtà con gli italiani.

“Per me apporre una firma di lealtà al mio partito Fratelli D’Italia contro qualsiasi inciucio dopo le elezioni politiche rappresenta un segnale lineare e di correttezza verso il popolo italiano e gli elettori che voteranno per Fratelli d’Italia con la consapevolezza che non ci saranno governi di inciucio o che tradiranno il voto popolare.

Ancora una volta Giorgia Meloni e Fratelli d’Italia hanno dimostrato che la politica non è tutta uguale che ci sono partiti che portano avanti istanze chiare e che non sono disposti a giochetti e accordi che disconoscono gli impegni assunti in campagna elettorale.

Giurare lealtà in ciò che si crede e si lotta quotidianamente è il miglior modo di fare politica e guardare negli occhi la gente con coerenza e rispettando i valori per cui ci si impegna a cambiare la società e il nostro Paese.”

Una sala gremita e accesa ha accolto l’arrivo di Giorgia Meloni a Le Ciminiere di Catania, sede scelta dal partito Fratelli d’Italia per l’apertura ufficiale della campagna elettorale in vista delle elezioni politiche del prossimo 4 marzo.Catania scelta non a caso dal candidato premier, unica città del Sud in cui il presidente di Fratelli d’Italia è capolista con Milano e Roma, prescelta “per dare forza al Sud”, per le sue potenzialità logistiche, commerciali, climatiche, per unire e rappresentare tutti gli italiani.
 
“Fratelli d’Italia ha dei candidati giovani, auspico di poter portare in essere i progetti e gli obiettivi prefissati per la mia terra,  i temi dello sviluppo in Sicilia: turismo, agricoltura, lavoro..” dichiara Calogero Pisano candidato.

“Siamo il movimento che sui temi del sud, in termini di concretezza, ha investito di più. Tante proposte fatte e date altrettante risposte – ha dichiarato Giorgia Meloni. In Sicilia vogliamo parlare di lavoro, di tutela del Made in Sud, del nostro prodotto di qualità, di tutela delle aziende, di infrastrutture, di come non far scappare i giovani, difendere i nostri confini dalle immigrazioni incontrollate etc.. Speriamo di poter convincere i tanti indecisi a votare; siamo convinti di poterlo fare con la forza che qui in Sicilia è la forza dell’esperienza di Nello Musumeci e crediamo che questa esperienza siciliana possa essere di buon auspicio per un modello nazionale”.

Girgenti Acque S.p.A. comunica che nella giornata di ieri si è verificato un guasto elettrico all’impianto dei pozzi ‘Carboj’, e pertanto in data odierna, si avrà una significativa riduzione della fornitura idrica ai serbatoi del Comune di Sciacca.
Tale inconveniente limiterà le turnazioni idriche previste nel Comune di Sciacca, con il conseguente slittamento delle stesse.

Gli operatori della Società sono intervenuti tempestivamente e stanno procedendo all’esecuzione degli interventi manutentivi, insieme agli operatori di Enel, per il ripristino della funzionalità dell’impianto dei pozzi ‘Carboj’ a conclusione dei quali, una volta riavviata la funzionalità, sarà ripristinata l’ordinaria distribuzione idrica prevista nel Comune interessato, la cui normalizzazione avverrà nel rispetto dei necessari tempi tecnici.

“Siamo delusi, ma non ci arrendiamo”. Cna, Confartigianato, Casartigiani, Claai e Confesercenti manifestano forte disappunto per l’incomprensibile posizione assunta dall’Assessore Regionale alle Attività Produttive, On. Mimmo Turano, rispetto alla delicata e complessa materia che riguarda la panificazione in Sicilia. “Dopo l’ultimo incontro – affermano i rappresentanti delle Sigle di categoria – registriamo un atteggiamento di chiusura dell’esponente del governo Musumeci rispetto a quelle che sono le legittime proposte da noi rivendicate nel rispetto della volontà espressa dai panificatori dell’Isola. L’avvio dell’interlocuzione con l’Assessore Turano, per la verità, sembrava indirizzato verso un epilogo positivo, destinato a produrre l’immediata modifica migliorativa del nefasto Decreto Legge a firma del suo predecessore Mariella Lo Bello – sottolineano Cna, Confartigianato, Casartigiani, Claai e Confesercenti – poi però lo stop improvviso che ci porta ad intraprendere un convinto e determinato percorso di lotta a difesa dei panificatori siciliani. I dettagli dell’intera vicenda verranno illustrati nel corso di un’apposita conferenza stampa che le suddette Organizzazioni datoriali terranno, congiuntamente, nella mattinata di lunedì, 19 febbraio. 

L’agrigentina Vanessa Sgarito, candidata nel plurinominale alla Camera con Forza Italia ad Agrigento e in Campania, interviene a seguito del vile avvelenamento di numerosi cani a Sciacca. La Sgarito afferma: “L’avvelenamento dei cani a Sciacca in Sicilia è uno scempio, un atto di inciviltà che merita condanna. È una vergogna vedere continuamente cani che vengono maltrattati, abbandonati o uccisi. Amare un cane non è un dovere ma rispettarlo lo è. La società deve cambiare e mi auguro che dopo questo atto vile vengano presi i giusti provvedimenti, perché anche gli animali meritano di essere tutelati. Come ha affermato il presidente Berlusconi, e la nostra Michela Vittoria Brambilla, ex ministro e da sempre impegnata nel settore, ci impegneremo per difendere e tutelare i nostri amici a quattro zampe e tutti gli animali. Anche l’animale è un essere umano e come tale ha delle emozioni e sente il dolore. Istituiremo un codice per la difesa dei diritti degli animali, che modificherà il codice penale per inasprire le sanzioni a carico di chi li maltratta e uccide, sanzioni per i trafficanti di cuccioli con maggiore controllo doganale e anche una serie di agevolazioni per chi adotta cani o gatti”.

Ad Agrigento giovedì prossimo 22 febbraio, al Liceo “Politi”, in via Acrone, alle ore 10:30, l’Ancri, l’Associazione nazionale Cavalieri al merito della Repubblica, sarà impegnata in un incontro-dibattito sul tema “No al cyberbullismo”. Relazionerà il docente universitario e sociologo Francesco Pira.

I lavori saranno conclusi dal presidente dell’Ancri di Agrigento, Pietro Sicurelli, che afferma: “E’ nostro intendimento rivolgere principalmente l’attenzione ai giovani verso i quali nutriamo grande fiducia, convinti come siamo che solo se sapremo investire bene sulla loro formazione, avremo la possibilità di proiettarci verso una società migliore”.

A danno dell’immagine della città di Agrigento, dopo la purtroppo celebre foto scattata da sud della collina dei Templi soffocata dal cemento, ancora un fotomontaggio “criminale”, tra virgolette (ma non più di tanto tra virgolette), imperversa sulla stampa nazionale. E ciò è ancora più grave perché l’ennesimo fotomontaggio, che ritrae le colonne del tempio d’Ercole a ridosso dei palazzoni ( ! punto esclamativo) è pubblicato tra le pagine di un inserto culturale ( ! altro punto esclamativo), “La lettura”, di un quotidiano nazionale di elevatissimo profilo storico e di contenuti, il “Corriere della Sera”. Il sindaco di Agrigento, Calogero Firetto, e l’ufficio legale del Comune, hanno ottime e fondate ragioni per promuovere un’azione legale a difesa della città dei Templi, patrimonio dell’Umanità tra i meglio conservati al mondo, ancor più perché il fotomontaggio “criminale” è stato accompagnato da una descrizione sommaria altrettanto “criminale”, falsa, tendenziosa, lesiva e diffamatoria. E’ stato scritto: “Il patrimonio saccheggiato… Agrigento: nella città siciliana l’edilizia residenziale cresce in modo selvaggio a ridosso di una meraviglia famosa in tutto il mondo come la Valle dei Templi”.

E in riferimento alle possibili “discettazioni filosofiche” su che trattasi di fotomontaggio o non di fotomontaggio, la foto è da ritenersi oggettivamente tale perché, utilizzando un filtro, un obiettivo particolare o comunque altro sistema, sono stati posti sullo stesso fuoco due elementi diversi distanti, ponendoli ingannevolmente sullo stesso piano equidistante. Il risultato raggiunto è quindi una “montatura”, una sovrapposizione di falsa equidistanza focale a fronte invece di una profonda diversa distanza sostanziale.

A.R. (teleacras)