Home / Articoli pubblicati daRedazione Ag (Pagina 794)

Con determina a propria firma, il sindaco di Raffadali Silvio Cuffaro ha deciso di conferire la cittadinanza onoraria del comune alla senatrice Liliana Segre. “La decisione che avevo maturato da tempo – ha spiegato Cuffaro – è stata preso dopo aver consultato i miei più stretti collaboratori, consiglieri comunali di maggioranza e opposizione e molti miei concittadini. In tutti ho trovato terreno fertile e tutti condividono e apprezzano la mia iniziativa che sarà poi sottoposta al giudizio del consiglio comunale”.
Nella determina del sindaco Cuffaro si legge:
“… Il conferimento alla senatrice Liliana Segre della cittadinanza onoraria del comune di Raffadali, intende rappresentare l’esplicito e sentito riconoscimento della comunità raffadalese per l’instancabile opera di divulgazione tra i giovani e gli adulti, degli orrori dell’olocausto e degli atti di ferocia e barbarie contro il genere umano, perpetrati ai danni di donne e uomini di religione ebraica all’interno dei campi di sterminio nazisti dei quali la medesima senatrice è stata vittima e testimone diretta.
… Pertanto intendiamo conferire la Cittadinanza Onoraria del comune di Raffadali – provincia di Agrigento, all’onorevole Liliana Segre, senatrice a vita della Repubblica Italiana, nata a Milano il 10 settembre 1930, per l’irrinunciabile e inestimabile opera meritoria di testimonianza, tra i giovani e gli adulti, attraverso un’infaticabile e dedita attività di divulgazione del racconto degli orrori dell’olocausto perpetrato nei campi di sterminio nazisti e la diffusione di un messaggio di avversione contro ogni forma di indifferenza per le manifestazioni di odio razziale e religioso”.

“La Regione è disponibile a finanziare per un importo di circa 250.000 euro la ristrutturazione per  rendere agibile e più funzionale il palazzetto dello sport Nicolò Fragapane di Licata al fine di addivenire alla completa fruizione dopo la chiusura di tre anni.”

A renderlo noto è il deputato regionale l’On. Carmelo Pullara capogruppo dei popolari e autonomisti all’ Ars.

” Quanto sopra è il risultato di un parere favorevole, su mia richiesta, espresso dalla commissione bilancio sulla rimodulazione degli interventi del patto per il sud di “ su Poli e BBCC ad alta attrattività turistica” reso il 23/04/2019  indirizzato al Presidente dell’Assemblea regionale siciliana.

Il Palafragapane -sottolinea Pullara- rappresenta sicuramente uno dei pochi punti di aggregazione per i giovani licatesi e và assolutamente riaperto. Per questo mi ero già incontrato con le associazioni sportive licatesi , con l’assessore Salvo Lombardo prima e Antonio Pira dopo e con lo studio Grillo Peritore si era intrapreso un percorso finalizzato alla predisposizione di un progetto da presentare alla regione per la ristrutturazione e la riapertura della struttura di via Egitto.

Continuiamo ad assistere in questa città -sono le parole del deputato regionale- all’incapacità assoluta di progettazione e questo al di là di avere rimesso in campo le figure di dirigente che ricordo a me stesso al comune di Licata è sempre esistito tranne una brevissima pausa. Tra l’altro questa incapacità  è anche evidenziata ,ad oggi, dalla non approvazione del bilancio che non consente di introitare i finanziamenti ricevuti e di cui nel tempo si è data notizia.

Ho ripreso, quindi, una interlocuzione, già avviata, come dicevo, durate la reggenza dell’assessorato ai lavori pubblici Antonio Pira con lo studio Peritore-Grillo  e con l’arch. Salvo Lombardo i quali mi hanno ribadito oggi disponibilità data già al tempo, anche a titolo gratuito, di prestare la propria opera per la predisposizione di un progetto anche definitivo  per acquisire in maniera definitiva  alla regione il finanziamento già promesso con l’atto di cui si è prima detto.

Mi auguro -continua Pullara- che il sindaco Galanti, il  vicesindaco Montana , l’assessore De Ninnis e tutta la giunta sappiano prendere in considerazione questa opportunità favorendo l’accelerazione ed interloquendo direttamente con i tecnici che si sono resi disponibili o come meglio ritengono.

Questa è la mia risposta alla richiesta legittima di tutte le associazioni sportive; una risposta strutturale e quindi valida nel tempo e non episodica basata sulla benevolenza di qualche finanziatore.

Quando il progetto verrà predisposto e il Comune  potrà essere nelle condizioni di inviarlo -assicura il deputato- sarà mia cura dettare le modalità per addivenire al finanziamento.

Non di poco conto appare in questi giorni anche il dibattito attorno alle legittime richieste del Licata Calcio e del suo Patron Enrico Massimino e del presidente Le Mura, nonché di tutta la dirigenza che mi pare abbiano prospettato e proposto un ottimale soluzione al comune di Licata per addivenire ad un’utilizzazione proficua ed in sicurezza dello stadio Dino Liotta, anche in categoria superiore, in uno ad altra struttura sportiva per creare quel circolo virtuoso che ha accompagnato le squadre di calcio verso nuove mete di promozione e che possono portare anche volano all’economia di Licata e a tutto ĺ’hinterland. Non vorremmo che il tardare nel dare una risposta concreta, in quest’ultimo caso, sia finalizzato a sfiduciare, chissà con quale scopo, un imprenditore che ha deciso di investire a Licata e che ha dimostrato di farlo portando i risultati con un fare concreto e di poche chiacchiere.

L’Amministrazione comunale di Agrigento avvia una rigorosa campagna per la regolarizzazione del conferimento dei rifiuti delle grandi utenze, come ospedale, uffici pubblici e grandi esercizi commerciali vari. L’assessore all’Ecologia, Nello Hamel, spiega: “Domani giovedì è stata programmata una riunione con il responsabile dell’Unità Ospedaliera San Giovanni di Dio, finalizzata alla regolarizzazione del conferimento rifiuti dei vari reparti. Alla riunione parteciperanno i responsabili delle società che gestiscono la pulizia dei locali ospedalieri ai quali saranno date puntuali direttive sulla differenziazione dei rifiuti. Da giovedì 13 febbraio, nel caso di conferimenti non conformi, saranno elevate pesanti sanzioni e la rimozione dei rifiuti sarà fatta con l’addebito dei costi all’azienda ospedaliera. Gli interventi sulle grandi utenze continueranno nel corso della settimana e riguarderanno gli uffici pubblici e la grande distribuzione. Questa attività consentirà di abbattere i costi della raccolta per consistenti importi ed aumentare la percentuale della differenziata della città di Agrigento. Ed inoltre si rende necessaria per garantire un equo trattamento tra le utenze private e le grandi utenze”.

Sabato prossimo, 8 febbraio, il vice ministro alle Infrastrutture e ai Trasporti, Giancarlo Cancelleri, sarà ancora una volta in Prefettura ad Agrigento dove incontrerà sindaci, associazioni, Anas, ex Provincia, e il Cartello Sociale, ovvero l’Ufficio di Pastorale sociale e del lavoro diretto da don Mario Sorce, e poi Alfonso Buscemi, Gero Acquisto ed Emanuele Gallo, segretari di Cgil, Cisl e Uil. Sui temi del confronto, l’intervista al segretario provinciale della Cgil di Agrigento, Alfonso Buscemi.

Ad Agrigento si è temuto il peggio per Alfonso Restivo, il molto conosciuto “Fofò Purtusu”, personaggio caratteristico della città da decenni. E invece, per fortuna, il peggio non è stato. Nel centro storico alcuni si sono accorti di un’automobile posteggiata con il motore acceso in via Duomo, e un uomo dentro nell’abitacolo immobile, apparentemente privo di vita. Sono subito scattati i soccorsi. Si è trattato solo di un falso allarme. Infatti, da dentro l’automobile è saltato fuori Alfonso Restivo, il quale, dopo avere posteggiato l’auto vicino la sua abitazione, si è letteralmente addormentato ancora alla guida, dimenticandosi di spegnere il motore.

Ad Agrigento domani, giovedì 6 febbraio, nei locali della Biblioteca Comunale “La Rocca”, su iniziativa dell’associazione culturale Ciak Donna, presieduta da Angela Megna, e del Comune di Agrigento, alle ore 16:30 sarà presentato il romanzo di Stefano Milioto “La crociera del dottor Cannello”, edizioni Albatros – Il Filo. Interverranno, insieme all’autore, Angela Megna e Gaspare Agnello. Letture di Giusy Carreca e di Salvatore Nocera Bracco. Interventi musicali e canori di Giuseppe Militello e Sandra Santoro.

A Casteltermini Alessandra Palmeri è stata eletta per acclamazione quale coordinatrice cittadina del movimento politico “Diventerà Bellissima”. In proposito interviene la deputata regionale di “Diventerà Bellissima”, Giusi Savarino, che afferma: “L’obiettivo del movimento è quello di fare crescere una classe dirigente nuova che si impegni in politica con energia ed entusiasmo”. E il coordinatore provinciale di Agrigento, Gioacchino Alfano, aggiunge: “Come coordinatore provinciale del movimento sono soddisfatto di questa scelta. Il nostro movimento valorizza chi vuole dare un contributo allo sviluppo della nostra terra, in particolar modo le donne che vogliono spendersi in politica. Ringrazio Alessandra per la sua disponibilità, sono certo che con la sua competenza e determinazione avvierà proficuamente un percorso virtuoso di incontri tematici e di coinvolgimento della popolazione anche in vista delle prossime elezioni amministrative”.

Agrigento il candidato sindaco, Franco Miccichè, ha organizzato un altro incontro tematico, venerdì prossimo, 7 febbraio, al Comitato elettorale al Viale della Vittoria 315 alle ore 18. Franco Miccichè invita i propri concittadini ad essere presenti per confrontarsi e proporre sulle tematiche dello sport e degli impianti sportivi in città. Sono attesi in particolare i presidenti di società sportive, i gestori di impianti sportivi, i responsabili di associazioni che si occupano di sport, gli atleti e gli allenatori.

presentatrice televisiva, Rita Dalla Chiesa, figlia del prefetto Carlo Alberto vittima della mafia a Palermo, ha apprezzato il gesto di Matteo Salvini che, giunto a Palermo, si è recato ad omaggiare la lapide del padre. Rita Dalla Chiesa ha scritto su twitter: “Salvini è l’unico politico che sia andato a salutare il commissariato di Polizia e la lapide di mio padre. Mentre le sardine ballavano e bevevano birra in piazza”.