Home / Articoli pubblicati daRedazione Ag (Pagina 787)

Sono 1.288 i nuovi positivi al Covid19 in Sicilia su 29.049 tamponi processati, con una incidenza del 4,4%. La Regione è terza per numero di contagi giornalieri dietro la Lombardia e la Campania.

Le vittime nelle ultime 24 ore sono state 10 e portano il totale a 5.218.

Il numero degli attuali positivi è di 25.188 con un incremento di 289 casi rispetto a ieri; i guariti sono 989.

Negli ospedali i ricoverati sono 1.456, 21 in più rispetto a ieri, quelli nelle terapie intensive sono 182, 2 in più rispetto a ieri

I nuovi contagi per province:

 

Palermo 298

Catania 517

Messina 98

Siracusa 98

Trapani 43

 

Ragusa 7

Caltanissetta 110

Agrigento 90

Enna 27

 

“Sono felice e orgoglioso di dire – dice lo scrittore – che è ambientato interamente ad Agrigento nei posti che gli agrigentini conoscono e vivono ogni giorno. Per chi ci abita sarà anche un ritrovarsi in abitudini e posti del tutto familiari, per chi non conosce Agrigento invece sarà un’appassionante possibilità di conoscere la Città dei Templi immergendosi in un’indagine avvincente. Voglio ringraziare, affettuosamente, la Iena Silvio Schembri che ha scritto per me una bellissima prefazione al manoscritto. È stata per me un’esperienza particolare, unica ed un’emozione forte vedere i miei obiettivi e i miei sogni prendere forma. Che sia la musica o la scrittura come in questo caso, ci si deve sempre provare, nel migliore dei modi, soprattutto quando non ci si sente all’altezza”.
Il libro, edito da Edizioni Mondo Nuovo e distribuito da Messaggerie Libri, sarà ordinabile in tutte le librerie d’Italia, Ibs, Amazon, ecc (ad Agrigento lo troverete anche in via Atenea presso la libreria “il Mercante di Libri” e al Centro Commerciale Città dei Templi presso la libreria “Giunti al Punto”).

Gli infermieri siciliani sono in agitazione. Secondo il sindacato di categoria Nursind, le nuove dotazioni organiche in corso di approvazione da parte delle aziende sanitarie non garantiscono aumenti reali di personale. Il segretario del Nursind di Agrigento, Salvatore Terrana, afferma: “Il personale infermieristico è stato incrementato ma non basta. Da parte dei vertici aziendali è stato dimostrato grande impegno per potenziare l’assistenza con circa 200 assunzioni di nuovi infermieri ma adesso tocca alla Regione fare la propria parte. Senza nuove risorse sarà difficile migliorare l’organico e le condizioni lavorative e assistenziali. Il problema è molto accentuato a livello regionale. Ci sono sale operatorie attivate con un solo infermiere. In Sicilia il rapporto infermiere-paziente a volte arriva a 1 su 20 quando il rapporto ottimale dovrebbe essere di 1 su 6. E si verifica lo sforamento sistematico di reperibilità e di straordinari per carenza di personale. Per questo motivo il sindacato ha chiesto un incontro urgente a governo e commissione Salute all’Assemblea Regionale”.

Tragedia lungo l’autostrada Palermo – Mazara del Vallo. Due persone, coinvolte in un incidente, sono morte carbonizzate nella vettura. Sono intervenuti i Vigili del fuoco, il personale del 118 e gli agenti della Polizia stradale. L’incidente è avvenuto all’uscita della galleria di Fulgatore. L’automobile, per cause in corso di accertamento, si è schiantata contro il guardrail, e si è scatenato l’incendio. Le vittime, in viaggio da Palermo verso Trapani, non sono state ancora identificate.

Il vice presidente provinciale del Codacons di Agrigento, Giuseppe Di Rosa, sostiene che il mercato all’ingrosso di frutta nella Via Sirio al Villaggio Mosè è abusivo e mai oggetto di delibera da parte del Consiglio comunale. E che tutti i mercati settimanali rionali agrigentini non rispettano le leggi in materia. Pertanto Di Rosa annuncia di avere richiesto al Comune l’accesso agli atti e alla documentazione attinente ai mercati.

Il prefetto di Agrigento, Maria Rita Cocciufa, accogliendo il ricorso dell’avvocato Giuseppina Ganci, ha annullato il provvedimento della Questura che ha revocato la licenza di porto di fucile per uso caccia a T R, sono le iniziali del nome, giovane di Raffadali, al quale la Polizia ha revocato la licenza a seguito di contrasti familiari legati a questioni ereditarie che avrebbero determinato nel giovane la sua inaffidabilità nella detenzione delle armi. L’avvocato Ganci ha invece opposto che il giovane non ha alcuna questione personale con i parenti, che gli accordi sulla divisione ereditaria sono stati raggiunti, e che il giovane abita in un luogo diverso da quello dei parenti. La Prefettura, per tali ragioni, e anche in considerazione che il giovane ha tenuto ed ha una buona condotta, e non risulta avere frequentazioni controindicate, ha disposto l’annullamento del decreto di revoca del porto di fucile uso caccia.

Ancora ritrovamenti di hashish sulle spiagge siciliane. I Carabinieri della Stazione di Campobello di Mazara, in provincia di Trapani, hanno rinvenuto 5 panetti di sostanza stupefacente del tipo hashish, per un peso complessivo di 760 grammi, sulla battigia del lungomare Torretta Granitola, grazie alla segnalazione di un cittadino. Tutti i panetti sono provvisti di etichetta cartacea, riportante la scritta “top” e l’immagine di una foglia di marijuana. Il carico venduto al dettaglio avrebbe fruttato circa 6mila euro.

I poliziotti del Commissariato di Canicattì, coordinati da Francesco Sammartino, hanno notato nel centro cittadino un uomo a piedi in atteggiamento sospetto, e che, accortosi degli agenti, si è subito allontanato furtivamente cercando di liberarsi di alcuni incarti. L’uomo è stato bloccato, perquisito e sorpreso in possesso di cinque involucri in carta di alluminio con dentro sostanza stupefacente del tipo “Crack”. Contestualmente i poliziotti hanno identificato un’altra persona, ritenuta il cedente della droga. Entrambi risponderanno di detenzione di stupefacenti a fine di spaccio.

Vaccini a domicilio anche per i familiari conviventi o ‘caregiver’ dei soggetti vulnerabili o affetti da disabilità grave. Per ottimizzare l’attività vaccinale domiciliare, il dirigente ad interim del dipartimento attività sanitarie ed osservatorio epidemiologico Mario La Rocca e il presidente della regione Nello Musumeci, assessore ad interim della salute, hanno inviato una nota ai dirigenti generali delle aziende sanitarie siciliane, ai referenti delle task force vaccini e ai commissari per l’emergenza Covid di Palermo, Messina e Catania.

Nella nota si ricorda e si ribadisce che “i soggetti che rientrano nella categoria dei cittadini ad elevata fragilità hanno diritto alle vaccinazioni dei propri familiari conviventi o ‘caregiver’, quindi per “questi soggetti di età compresa tra 60 e 79 anni è indicato prevalentemente l’utilizzo del vaccino Vaxzevria, nuova denominazione di AstraZeneca”

“Visto il successo di vaccinazioni nello scorso fine settimana, ritorna in Sicilia l’open weekend e rilancia con un giorno in più. L’iniziativa voluta dal governo Musumeci ha l’obiettivo di accelerare la campagna vaccinale nell’Isola: alle giornate di venerdì, sabato e domenica, infatti, si aggiungerà anche quella di domani (giovedì)”.

Lo afferma una nota della Regione. “Negli Hub e Centri di riferimento della Regione – prosegue – sarà possibile vaccinarsi – con il siero AstraZeneca – per gli ultrasessantenni (persone tra 60 e i 79 anni, che non presentano fragilità) anche senza prenotazione”. In occasione dello scorso fine settimana, sono state oltre 26 mila le somministrazioni del vaccino di Oxford nelle 66 strutture operative nelle nove province.