Home / Articoli pubblicati daRedazione Ag (Pagina 782)

Il Comune di Sciacca, con il coinvolgimento di tutte le scuole cittadine, promuove un’iniziativa legata alla Giornata internazionale della Memoria, istituita dall’ONU per non dimenticare la tragedia della Shoah e commemorare le vittime dell’olocausto. Si svolgerà lunedì, 28 gennaio 2019, con inizio alle ore 9,00, nell’aula magna dell’istituto “Don Michele Arena”, in Corso Miraglia.

Saranno gli studenti, delle scuole elementari, medie e superiori, – spiegano il sindaco Francesca Valenti e l’assessore alla Pubblica Istruzione Gisella Mondino – gli artefici e i protagonisti dei vari momenti di ricordo, di riflessione su quell’oscuro periodo della nostra storia, con l’emanazione di leggi razziali, le deportazioni, gli internamenti nei campi di concentramento, lo sterminio del popolo ebraico. Gli studenti, seguiti dai loro insegnanti, sono stati impegnati nelle ultime settimane a studiare quanto accaduto, approfondendo e prendendo coscienza in particolare su due atteggiamenti che sono ritornati di attualità: l’indifferenza e la solidarietà. Gli studenti si esprimeranno con la forma espressiva a loro più congeniale con letture, video, musiche. 

Nel corso della mattinata al Don Michele Arena, lunedì ci saranno anche delle testimonianze di parenti di deportati di Sciacca nei lager. 

La Corte d’Appello ha emesso sentenza nell’ambito dell’inchiesta della Procura e della Guardia di Finanza di Agrigento cosiddetta Kainè Trapeza, dal greco Nuovo Tavolino, che il 7 febbraio 2013 ha provocato 3 arresti, un obbligo di dimora, e 34 indagati complessivi, per irregolarità in appalti e turbative a Favara, tra accordi di cartello per l’aggiudicazione di appalti pubblici.
La Corte d’Appello ha assolto i favaresi Michelangelo Palumbo, 50 anni, ed Antonella Nobile, 41 anni, entrambi collaboratori dell’impresa Gng, e poi Antonio Iacolino, 61 anni, e il figlio Calogero, 30 anni, responsabili di un’impresa che commercializza materiale elettrico. E poi è stato sentenziato il non doversi procedere, a seguito dell’intervenuta prescrizione delle ipotesi di reato, per Gaetano Lo Porto, 53 anni, ritenuto il titolare dell’impresa “Gl costruzioni”, e Assunta Caruana, 53 anni, amministratrice unica della stessa società.

Il giudice per le udienze preliminari del Tribunale di Agrigento, Francesco Provenzano, ha respinto la richiesta di patteggiamento della condanna a 2 anni di reclusione ed ha rinviato a giudizio Bartolomeo Tesè, 77 anni, di Camastra, già istruttore di tennis e assessore comunale, imputato di atti sessuali con minorenne. La Procura contesta due ipotesi di atti sessuali con minorenne, tra il maggio e l’ottobre del 2014, quando due ragazzini di 13 e 15 anni, frequentanti la scuola di tennis presieduta da Tesè, sarebbero stati adescati e indotti ad intrattenere dei rapporti sessuali con l’anziano, che sarebbe stato incastrato da alcune microspie piazzate dalla Polizia all’interno del circolo sportivo nell’ambito di altre indagini.

I Carabinieri di Agrigento ancora a lavoro contro il commercio abusivo. I militari della stazione del Villaggio Mosè hanno multato, per alcune centinaia di euro, due commercianti abusivi sorpresi nella zona, ed hanno sequestrato un quintale e mezzo di frutta. Si tratta, in particolare, di un ambulante che, senza alcuna autorizzazione, è stato intento a vendere agrumi. E poi un altro, a poca distanza, colto a vendere frutta in genere. I controlli proseguiranno.

“La situazione è ormai divenuta insostenibile. Da sempre la categoria dei forestali è vessata e ridicolizzata dai vari Governi che si sono succeduti alla Regione Siciliana con promesse di stabilizzazione in campagna elettorale, che non hanno mai trovato riscontro nella realtà. 

Oggi però, oltre al danno ed alla mortificazione che questi lavoratori sono costretti a sopportare, si è aggiunta anche la beffa. Infatti la Regione incomprensibilmente e senza dare spiegazioni chiare alle tante istanze nel merito ricevute, non ha ancora pagato gli stipendi di Novembre e Dicembre 2018, condannando centinaia di famiglie all’incertezza ed all’umiliazione, a maggior ragione, in un periodo di festa come quello appena trascorso.

E’ arrivato il momento di dare risposte concrete alla categoria dei forestali che non merita di essere discriminata, ma che al contrario, ha tutto il diritto di essere rispettata e remunerata per le prestazioni che fornisce e che è importante ricordare, ha la fondamentale funzione di salvaguardare il nostro Patrimonio naturale. Pertanto chiediamo a gran voce alle Istituzioni interessate, di trovare celermente le giuste soluzioni, in modo da porre fine alle sofferenze dei forestali siciliani, garantendo loro tutti i diritti sanciti dalla nostra carta Costituzionale.”

Quarto appuntamento per la terza stagione del Teatro da Camera.

In scena MARIO SORBELLO propone UNA POESIA PI TIA performance artistica sul mondo poetico e passionale di BUTTITTA il più grande cantore lirico di Sicilia già candidato al Premio Nobel per la letteratura con il folk singer Gioacchino Marrella che canta Rosa Balistreri. Direzione artistica Giuseppe Adamo e Mario Gaziano. Collaborazioni artistiche Maria Grazia Castellana e Giuseppe Gramaglia. Oggi all’Empedocleo alle 18e15. Ingresso libero per soci e per appassionati di Teatro da Camera +invito speciale per poeti e per chi ama la lirica dialettale di livello alto.

Favara è martoriata dal gravissimo fenomeno delle discariche abusive di rifiuti e la zona ovest della città che ricade nella competenza amministrativa della vicina Agrigento, non fa certamente eccezione. 

Ciò che si aspetta la gente è un significativo contrasto al fenomeno da parte di tutte le istituzioni interessate, del Libero consorzio nelle strade provinciali, delle amministrazioni di Agrigento e Favara nei territori di loro competenza, ma anche delle Forze dell’ordine per reprimere il reato, uno per tutti, di inquinamento ambientale. Intanto, quelle discariche devono essere bonificate.

L’amministrazione di Agrigento sta provvedendo ad eliminare i cumuli di spazzatura nella zona di Favara Ovest.

“Ho fatto con l’avvocato Giuseppe Favara e altri residenti – ci dice l’assessore del comune di Agrigento, Nello Hamel – un sopralluogo e nei prossimi giorni effettueremo la bonifica delle odiose discariche abusive”.

L’assessore Hamel sta anche provvedendo a migliorare il servizio di raccolta dei rifiuti che, almeno al momento, presenta alcune criticità lamentate dai cittadini.

“Non fanno il porta a porta – ci dice l’avvocato Fanara – c’è un gasolone fermo dalle 7 di mattina fino alle 11 per il conferimento. E’ chiaro che i cittadini erano già abituati al servizio porta a porta e a un calendario diverso, dovrebbe Agrigento provvedere a pubblicizzare meglio i giorni di conferimento e avviare prima possibile il servizio porta a porta, nonché a risolvere le altre criticità del particolare servizio”.

C’è la promessa da parte dell’assessore al ramo del comune di Agrigento, la gente è, comunque, disillusa e ama vedere piuttosto di ascoltare.

Si è svolto ieri alle ore 17.00 all’ospedale “San Giovanni di Dio” di Agrigento, nella Sala Conferenze, il convegno avente tema “si parla di cuore” organizzato dal Soroptimist Club di Agrigento ovvero una campagna d’informazione sulla medicina di genere e, in particolare, sui rischi legati alle patologie cardio-vascolari nelle donne e sulla prevenzione.

Alla conferenza è intervenuto un personale qualificato di tutto punto che è intervenuto in presenza dei vertici dell’Azienda Sanitaria, Giorgio Santonocito e Silvio Lo Bosco, del primario di Cardiologia, Dott. Giuseppe Caramanno, e delle socie del Club.

Le interviste

Il consigliere comunale di Agrigento, Willy Giacalone, annuncia la presentazione di una interrogazione all’assessore competente nel merito della partecipazione della Polizia Locale di Agrigento alla festa di San Sebastiano, Patrono dei Vigili Urbani, a Raffadali.
Giacalone afferma: “In occasione della festa di San Sebastiano a Raffadali, una ventina di agenti della Polizia Locale di Agrigento saranno presenti in alta uniforme nella Chiesa Madre del paese, impegnati attivamente nella funzione liturgica. Il costo di questa partecipazione così formale sarà a carico delle casse comunali di Agrigento e non si capisce quale sia la motivata convenienza per la città amministrata dal sindaco Firetto. Spero che sia un errore che i costi siano in capo al Comune di Agrigento, e che il Comune di Raffadali si accolli la spesa di trasferta o straordinario, non potendo credere che questa manifestazione sia inquadrabile come un servizio ordinario stante che, come sembra, è previsto anche che due agenti leggano le letture in Chiesa. Interrogherò l’assessore al ramo per conoscere l’ordine di servizio, e poi il tutto sarà trasmesso alla Corte dei Conti ove il costo sia a carico del Comune di Agrigento” – conclude Giacalone.