Home / Articoli pubblicati daRedazione Ag (Pagina 674)

Voglio fare un saluto ad Alfano, che per 12 anni da mio assistente ha tenuto per il Milan, poi l’ho visto a una partita tra Juventus e Benfica disperarsi perche’ la Juve aveva preso un gol. Ho fatto un’indagine ad Agrigento e ho saputo che era juventino sfegatato dalla nascita. In politica bisogna anche far sapere che si e’ di un’altra opinione”.

Lo ha detto il leader di Forza Italia Silvio Berlusconi nel corso di un comizio elettorale in corso di svolgimento al Teatro Manzoni di Milano.

“Un giorno Ronald Reagan disse che la politica e’ la seconda attivita’ dell’uomo – ha aggiunto -, beh… Io ho pensato che e’ molto vicino alla prima. Bisogna stare attenti fare politica con decoro”.

Un incidente si è verificato in serata lungo la Strada Provinciale 118 – nei pressi della galleria Santa Lucia che collega Agrigento a Raffadali – che ha coinvolto quattro autovetture e che ha provocato in totale nove feriti. 

 Non sarebbero gravi anche se – per una delle nove persone rimaste ferite – è stato necessario effettuare alcuni interventi per fratture. L’incidente, le cui cause sono ancora in corso di accertamento, sembrerebbe causato dalla perdita del controllo di un’auto delle quattro coinvolte. Sul posto gli agenti della Polizia Stradale di Agrigento e gli operatori del 118.


Gli Uffici del Libero Consorzio rimarranno chiusi nella città di Agrigento il 26 febbraio in occasione della festività di San Gerlando

 

Disposta la chiusura degli uffici di Agrigento del Libero Consorzio Comunale per il 26 febbraio. La decisione è stata adottata dal Commissario Straordinario a seguito del cambiamento della data della festività di San Gerlando, Patrono della città di Agrigento, così come è stato stabilito dall’Arcidiocesi di Agrigento e successivamente deliberato dalla Giunta Comunale.
Resteranno aperti il 26 febbraio gli uffici periferici del Libero Consorzio che si trovano fuori dal territorio comunale di Agrigento.

24/02/2018, si è svolto presso il Centro Culturale Pasolini di Agrigento, sito in Via Atenea 123, a partire dalle ore 15:00, il Tavolo regionale di analisi sull’alternanza scuola-lavoro organizzato dall’Unione degli Studenti Sicilia, la struttura regionale dell’Unione degli Studenti, il più grande sindacato studentesco d’Italia, nato nel ’94.
L’alternanza scuola-lavoro è il cosiddetto “tirocinio formativo” introdotto dalla legge 107/2015, meglio nota come “Buona Scuola”.
“Spesso però le esperienze di alternanza hanno dimostrato di avere ben poco di formativa, rilevando numerose criticità, sia in termini di accessibilità ai momenti di tirocinio, che spesso prevedono dei costi che non tutte le famiglie possono sostenere, sia rispetto a come si sono sviluppate varie esperienze di alternanza sfociate in vero e proprio sfruttamento. 
Ci siamo, dunque, proposti di condurre un’analisi collettiva sull’alternanza, tanto sulla sua struttura che sulle sue criticità e potenzialità: un percorso analitico che vogliamo sviluppare insieme alle studentesse e agli studenti e ai numerosi soggetti del mondo associazionistico che abbiamo invitato. 
Proprio per questo ci riuniremo per il grande Tavolo regionale per discutere e analizzare le tematiche dell’alternanza e del diritto allo studio, nel contesto di un dibattito molto sentito a livello sia nazionale che regionale, che speriamo possa essere sempre più plurale e partecipato.”

Una giovane donna di Agrigento è stata identificata dagli agenti della sezione Volanti della Questura di Agrigento, quale autrice di un furto compiuto ai danni di un supermercato di Bonamorone, nella città dei Templi.

 
In poco tempo i poliziotti sono risaliti all’autrice del furto che ha ammesso le proprie responsabilità restituendo quanto preso senza pagare: una vaschetta con due bistecche, un pacco di pannolini per neonati e un pacco di salviettine umidificate.

La donna verrà denunciata nelle prossime ore per furto aggravato ma le condizioni di indigenza e il valore modico della refurtiva (intorno agli 11 euro) potranno essere presi in considerazione dalle autorità competenti, trattandosi probabilmente di un “furto lieve per bisogno”.

Continuiamo la nostra battaglia all’Ars con più determinazione di prima”

Gli scranni all’assemblea regionale siciliana dei deputati M5S sono salvi. Il Tar di Palermo ha infatti rigettato il ricorso di alcuni candidati non eletti che volevano riscrivere il risultato delle regionali di novembre scorso estromettendo gli eletti (tra questi alcuni deputati M5S) che si erano attenuti ai moduli forniti dalla Regione, che, per l’autocertificazione, si appigliava ad una legge del ’90, ignorando la successiva legge Severino. “Non avevamo dubbi – commentano i parlamentari 5 stelle –, la pronuncia del Tar in questo momento rappresenta un’ importantissima conferma della legittimità dei nostri scranni all’Ars e ci dà ulteriore determinazione per portare avanti con più forza le battaglie per la Sicilia e i siciliani. Siamo 20 e determinatissimi a lasciare il segno, anche approfittando di una maggioranza rissosa, inconcludente e per nulla coesa”.

Un uomo di 46 anni e’ stato aggredito da un branco di cani mentre camminava in via Rio De Janeiro, a Gela. L’uomo e’ stato salvato da un automobilista che, resosi conto del pericolo per la vittima circondato da una decina di randagi, ha suonato il clacson in continuazione facendo scappare gli animali. Ferito dai morsi, in piu’ parti del corpo, l’uomo e’ stato accompagnato al pronto soccorso dell’ ospedale “Vittorio Emanuele”, dove e’ stato medicato con punti di sutura e tenuto sotto osservazione. Dell’episodio sono state informate le autorita’ comunali e le forze dell’ordine.

 

Si sono conclusi ieri pomeriggio i lavori del 11° Congresso Territoriale della Uil Pensionati di Agrigento , che si è svolto a Cammarata (provincia di Agrigento) e ha visto la partecipazione di più di 200 delegati in rappresentanza delle migliaia d’ iscritti. Giovanni Miceli è stato riconfermato all’unanimità segretario generale della Uil Pensionati Stu 1 di Agrigento, mentre alla guida della S.T.U 2 di Sciacca è stato eletto Nino indelicato.
Ai lavori, presieduti dal Segretario Generale della Uil di Agrigento Gero Acquisto, a preso parte al congresso anche il Segretario Nazionale della Uil pensionati nazionale Oscar Capobianco e Nino Toscano Segretario Generale UilP Sicilia.
Per la segreteria Della S.T.U.1 di Agrigento sono stati eletti: Carmelo Terrasi, Cambiano Giovanni, Giuseppe Salvaggio e Daniela Zaccone. Riconfermato anche il tesoriere, Giovanni D’Angelo. Mentre della segreteria S.T.U.2 di Sciacca faranno parte Gaetano Dimino, Ciaccio Giuseppe, Liotta Luigi e Attardi eletto anche il tesoriere nella persona di Roberto Colletti.
“La Uil Pensionati esce da questo Congresso ancora più rafforzata e piena di determinazione, convinta dell’importanza del ruolo delle persone anziane nella società. La crisi e le manovre attuate dai governi degli ultimi anni- ha detto Giovanni Miceli nella sua relazione congressuale- hanno pesato fortemente sulle fasce sociali piu deboli: anziani, giovani, studenti , peggiorandone le condizioni di vita e facendo crescere fenomeni di esclusione sociale e conflitto generazionale.
“La Uilp -ha concluso- è una categoria viva, presente sul territorio, competente, attiva della nostra società e lo sarà ancora di più alla luce della riforma organizzativa messa in atto dalla categoria, necessaria a creare una un’organizzazione più snella, capillare e dinamica, puntando su una sempre più decisiva valorizzazione del ruolo dell’iscritto e delle presenze territoriali. quindi una categoria forte, che continua ad avere iscritti e consensi e che può rappresentare un elemento di forza e uno stimolo per tutta la Uil”.

dav

dav

Stava saccheggiando il frigoriero quando è arrivato il proprietario che l’ha sorpreso in azione. E’ accaduto ad un landrucolo, colto sul fatto, in un’abitazione di via Ragazzi del 99, a pochi passi da piazza Rosselli, ad Agrigento.


“Sento ancora parlare di Agrigento 2020,

di come “la maestosa Valle dei Templi” non abbia superato le altre città in gara. In merito a ció vorrei dire che essere Capitale della Cultura ,secondo me, non significa solo valorizzare i beni culturali e paesaggistici e migliorare i servizi rivolti ai turisti,come vuole la prassi, ma è molto, molto e ancora molto di più.
Agrigento è la Valle dei Templi e l’eccezionale scoperta del teatro ellenistico, ma è anche la chiusura delle facoltà di archeologia, architettura e giurisprudenza per le matricole del Polo Universitario.
Agrigento è il panorama che si può osservare dalla torre della Cattedrale, la quale è in rischio crollo e non salvarla sono ”scelte politiche”, dicono.
Agrigento è il largo Viale della Vittoria con i suoi alberi e con i suoi vasi, acquistati da privati e installati nel 2015, ormai vandalizzati.
Agrigento è “la casa del libro” alla Villa Bonfiglio, messa a disposizione dell’intera comunità per diffondere il piacere della lettura e il valore della CULTURA, anche quest’ultima nelle mani del vandalismo.
Agrigento è la raccolta differenziata avviata nel 2018.
Agrigento sono i negozi chiusi della Via Atenea.
Agrigento è la movida quasi morta.
Agrigento sono gli agrigentini che rendono difficile la vita di chi, con enormi sacrifici, forza, caparbietà, voglia di fare e intraprendenza, ha realizzato esercizi commerciali e con le proprie azioni tenta di far cessare le attività in pieno centro cittadino perché vorrebbe una città deserta e nel regresso, come se fosse una campagna: in assoluto silenzio. A me la cattiveria stupisce sempre, non saró mai abbastanza grande per comprenderla e mai piccola d’animo per praticarla.
Agrigento sono io, siamo noi giovani che, per poterci realizzare, siamo constretti a emigrare e a studiare al nord perché questa terra ci offre poco e niente.
Non mi sento, sinceramente, di fare il nome del poeta greco Pindaro, in quanto le poesie da lui prodotte erano su commissione(=veniva pagato), bensì il nome di Pirandello, infatti in questa città la cultura è solo una maschera indossata per fare un’ipocrita pubblicità ai nostri reperti, ma questa parola dovrebbe essere concepita in un modo del tutto diverso: la cultura comprende tutta l’economia dell’intera comunità e dello stile di vita. LA CULTURA SIAMO NOI E NOI DI CULTURA NON NE SAPPIAMO NIENTE.
#Agrigento4020
 
Con affetto, dispiacere , rammarico e delusione
Maria Grazia Sciortino.