Home / Articoli pubblicati daRedazione Ag (Pagina 659)

È stata consegnata stamani nelle mani del sindaco di Siracusa, Francesco Italia, la relazione tecnica relativa alla costruzione del nuovo ospedale del capoluogo aretuseo. 

Il documento, redatto dal prof. Giuseppe Pellitteri per conto dell’Asp di Siracusa e su mandato della Regione Siciliana, traccia le ipotesi delle aree da adibire a cantiere per consentire la realizzazione del nuovo nosocomio.

È stato lo stesso presidente della Regione Siciliana, Nello Musumeci, a formalizzare la consegna del documento, mentre l’assessore regionale alla Salute, Ruggero Razza – con il DG dell’Asp di Siracusa, Salvatore Lucio Ficarra – ha illustrato al sindaco le parti salienti della relazione tecnica. 

“Dobbiamo dare ai siracusani, che attendono da tanto, troppo tempo, la dignità di un ospedale moderno e funzionale: un’opera che è una priorità del governo. Ho invitato il sindaco Italia a vigilare, ma fare presto, affinché il 2019 diventi davvero l’anno della svolta”, ha detto il presidente della Regione Siciliana, Nello Musumeci. 

Dopo la consegna formale del documento, l’iter burocratico adesso prevede l’immediata trasmissione dell’atto, da parte del sindaco, al presidente del Consiglio comunale di Siracusa, Moena Scala. 

Durante l’incontro, avvenuto nella sede del Palazzo della Regione a Catania, Razza ha anche confermato gli interventi di riqualificazione del Pronto soccorso dell’ospedale Umberto I, i cui lavori sono stati già aggiudicati dall’Asp di Siracusa.

La Guardia di Finanza ha raggiunto la nave Sea Watch, a largo della costa di Lampedusa, in acque non italiane, e ha notificato al comandante copia del decreto sicurezza bis, appena entrato in vigore in Italia, e che prevede multe da 10 a 50mila euro, con l’eventuale confisca del mezzo, in caso di ingresso in acque italiane. La Sea Watch, da 5 giorni ormeggiata a largo di Lampedusa con 43 migranti a bordo, sui social ha commentato così la notifica: “Lettere d’amore da Roma”. Nel frattempo, Matteo Salvini, nel suo tweet della domenica, ha citato Papa Wojtyla, quando nel 2003 affermo che “è responsabilità delle autorità pubbliche esercitare il controllo dei flussi migratori in considerazione delle esigenze del bene comune. L’accoglienza deve sempre realizzarsi nel rispetto delle leggi e quindi coniugarsi, quando necessario, con la ferma repressione degli abusi”.

Cammarata aderisce al progetto: “Liberi dalla plastica – plastic free”. Il sindaco, Vincenzo Giambrone, spiega: “A decorrere dal prossimo primo agosto, con mia ordinanza del 13 giugno scorso, ci adopereremo per frenare il devastante fenomeno dell’inquinamento da plastica, invitando tutti i cittadini presenti nel nostro territorio a scegliere solamente prodotti realizzati in materiali completamente biodegradabili. Così facendo ridurremo la produzione dei rifiuti, rendendo più economico il loro smaltimento, e faremo diminuire il ricorso a prodotti di plastica. I nostri cittadini hanno da sempre dimostrato grande maturità e sensibilità alla salvaguardia della salute ed è a loro che viene rivolto accorato invito ad una ancor maggiore collaborazione per evitare di lasciare una così terribile eredità ai nostri figli. Confidiamo che i nostri cittadini possano essere i migliori promotori di questa coinvolgente campagna a salvaguardia della salute”.

Il Tribunale Civile di Agrigento, presieduto da Alfonso Pinto, ha condannato l’Azienda sanitaria provinciale di Agrigento a pagare 380mila euro di danni ad una famiglia di Aragona per perdita parentale, a seguito della morte di un congiunto, un anziano che nel luglio del 2013 fu ricoverato all’ospedale “San Giovanni di Dio” ad Agrigento e fu sottoposto ad un intervento per sospetta perforazione intestinale. L’uomo, operato in laparotomia esplorativa, avrebbe contratto una infezione e il 7 settembre del 2013 è morto per setticemia. I familiari sono stati assistiti dall’avvocato Vincenza Sardo.

Ad Agrigento, a San Leone, lungo il Viale delle Dune, nei pressi dello stabilimento balneare della Polizia di Stato, gli agenti di una pattuglia della Volanti, allarmati al 112 da una segnalazione dei residenti della zona, hanno sorpreso due soggetti intenti ad armeggiare con un cacciavite su di un’automobile posteggiata, evidentemente nel tentativo di rubare. Uno, un ragazzo di 19 anni di Canicattì, è stato arrestato al culmine di un concitato e rocambolesco inseguimento. L’altro fuggitivo è riuscito a dileguarsi. Indagini in corso.

Sopralluogo immediato questa mattina del sindaco Lillo Firetto a San Leone dove è stata segnalata la rottura di un tratto della rete fognaria in viale delle Dune. Il sindaco ha demandato alla Polizia Municipale di accertare cause e responsabilità ed ha immediatamente inviato una diffida a Girgenti Acque affinchè si eseguano al più presto i lavori di riparazione e ripristino dei luoghi. Chiesta anche l’immediata verifica all’Asp per accertare eventuali rischi per la salute pubblica.

“Questa situazione è inaccettabile anche se fossimo stati a dicembre – ha detto Lillo Firetto. – Oggi, in piena stagione balneare, questa rottura è ancora più grave e vanno immediatamente accertate le responsabilità”.

Lunedì 17 giugno alle ore 17.30, nella sala convegni dell’ ex Collegio dei Filippini, via Atenea, Agrigento, le associazioni agrigentine Epea (Ente permanente per l’educazione degli adulti) e Archeoclub organizzano un incontro sul tema “Girgenti spettrale”.

“La paura fa novanta anche in provincia di Agrigento da molti secoli – dicono gli organizzatori dell’evento – Presenteremo tante storie di stregoneria, di spaventosi fantasmi, inquietanti apparizioni, orride presenze, spiriti maligni, anche il paranormale e tanto altro da Empedocle ai giorni nostri”.

Interverranno Angela Roberto (Archeoclub Agrigento), Elio Di Bella (associazione Epea, referente per l’identità agrigentina del Comune di Agrigento).

Saluti: dr. Calogero Firetto, sindaco di Agrigento

  1. Nino Amato, assessore comunale al centro storico

moderatore prof. Girolamo Carubia presidente associazione Epea 

A San Leone, come accade spesso, sono scoppiate le fognature e le stesse sono finite per invadere la sede stradale del viale delle dune, affollato di villeggianti provenienti da tutta la provincia.

“Probabilmente, commenta Mareamico, si è ostruita la condotta, per causa dalla scarsa pendenza e per la cronica mancata manutenzione. Viene un dubbio: siamo solo sfortunati o questa rottura domenicale è un sabotaggio, per tornare alla gestione privata? Quanto successo rappresenta un danno di immagine incalcolabile per la città di Agrigento”, ha concluso Mareamico

E’ uscito l’inedito dell’artista Alisia, su tutte le piattaforme digitali. Dopo aver vinto “Area Sanremo Tour Videoclip” ha iniziato un percorso che l’ha portata alla realizzazione di un inedito con il videoclip ” Se te ne vai” con l’etichetta discografica “Riserva Sonora”. Il brano è stato registrato a Torino al “Riverside Studio” con la vocal coach Francesca Ficara e la direzione artistica di Roberto Di Stefano. ” Se te ne vai ” è un brano “fresco” pronto per l’estate.

Alisia interprete versatile sin da piccola mostra interesse per la musica ascoltando i grandi artisti italiani e non, Baglioni, Cocciante, Mia Martini, Giorgia, Queen e tanti altri. Crescendo si ispira principalmente a Beyoncè e Rihanna. Fin dall’inizio partecipa a tanti concorsi canori prima locali e successivamente sul territorio nazionale classificandosi sempre ai primi posti. Ha preso parte a vari Master in varie città italiane con i grandi della musica italiana. Nel 2017 ha partecipato al premio nazionale “Emozioni Live” premio in onore di Lucio Battisti, che si è tenuto al Casino di Sanremo, vincendo la categoria “interprete” il quale premio è stato trasmesso nelle varie reti Mediaset e sul sito del Corriere della Sera.

 

Si allega Link del video clip