Home / Articoli pubblicati daRedazione Ag (Pagina 650)

Sono quattro i nuovi soggetti positivi a Sciacca. Si tratta di un 55enne, un 60enne, un 25enne e un 30enne. Da fine agosto ad oggi, complessivamente i soggetti positivi al covid s Sciacca sono 44 di cui un decesso (una donna 68enne).

Un numero alto che deve richiamare alla massima attenzione e all’uso costante delle misure anti contagio: distanziamento fisico, uso della mascherina, igiene costante delle mani.

Nuova squadra assessoriale nel centro belicino. Con un avvicendamento che era previsto, il sindaco Franco Valenti ha azzerato la giunta e nominato quattro nuovi assessori che lo affiancheranno fino alla conclusione del suo secondo mandato. I nuovi arrivati nell’esecutivo sono Martina Di Giannantonio , Luigi Milano, Roberto Marino, che sarà il vice sindaco e Francesco Sciara.

“Si apre una pagina nuova – ha commentato Franco Valenti – abbiniamo competenze politiche con competenze tecniche per dare uno slancio all’azione amministrativa. Ringrazio gli assessori uscenti per la dedizione, la professionalità e l’impegno profuso in questi anni a servizio della comunità margheritese – ha commentato il sindaco – ringrazio i consiglieri comunali per il senso di responsabilità e l’alto profilo istituzionale che hanno sempre dimostrato. Auguro ai nuovi assessori un buon e proficuo lavoro”.

La sottoscritta Valentina Di Emanuele, Consigliere Comunale, preso atto che già nel 2019, la deputazione Regionale “5 Stelle”, denunciava l’inefficienza dei comuni, i quali non garantivano il servizio di autonomia, assistenza e comunicazione ai disabili,fa presente che anche quest’anno il Comune di Porto Empedocle, battente bandiera “5 Stelle”, è in ottemperante al servizio, mentre altri Comuni della Provincia si sono già attivati. Il servizio ASACOM non solo deve essere una priorità per l’assistenza agli alunni, ma il comune deve operare in tempo, prima che inizi l’anno scolastico perché la sottoscritta tiene a sottolineare che uno dei motti del nostro Governo Pentastellato è :”NESSUNO DEVE RIMANERE INDIETRO”.
Motti e slogan, sono stati il”NONNULLA”, che hanno contraddistinto questo Esecutivo. Si chiede a questo punto se l’amministrazione Comunale si stia attivando con il servizio di assistenza all’autonomia e alla comunicazione degli alunni presenti nelle scuole della nostra città.
Ritenuto che lo stato di disagio e le difficoltà in cui versano le famiglie sono di grande rilevanza e considerato che l’anno scolastico, è già iniziato, qualora a tutt’oggi, l’iter procedurale, per l’avvio del servizio, non si sia intrapreso, invita l’amministrazione Comunale, ad attivarsi immediatamente, trattandosi di un servizio essenziale e fondamentale, perché i nostri ragazzi possano con dignità e serenità affrontare l’anno scolastico in corso.
Almeno arrivare ad un obiettivo comune, che è quello della socialità, dell’integrazione e dell’assistenza è una priorità su cui tutti dovremmo convergere.

In occasione della seconda tappa del Giro d’Italia Alcamo-Agrigento, con arrivo previsto nel pomeriggio di domenica 4 ottobre, il Libero Consorzio Comunale di Agrigento, d’intesa con la Prefettura di Agrigento e tutte le altre istituzioni ed autorità presenti alla riunione del Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica presieduto dal prefetto dott.ssa Maria Rita Cocciufa, ha attivato l’Ufficio Provinciale di Protezione Civile per fornire il necessario supporto all’organizzazione della gara ciclistica che non mancherà, pur con le restrizioni imposte dalle norme per contenere la diffusione del Covid-19, di richiamare molti appassionati lungo il percorso e sopratutto in prossima dell’arrivo (ove saranno adottate tutte le misure di sicurezza per il contenimento del contagio secondo i protocolli e le linee guida predisposte dai Governi Nazionale e Regionale e dai vertici dello sport italiano).

L’Ufficio di Protezione Civile del Libero Consorzio, oltre a fornire le transenne per completare il controllo dei varchi e garantire la sicurezza della zona d’arrivo, ha già attivato le associazioni di protezione civile che metteranno a disposizione complessivamente 75 volontari per l’assistenza generale e sanitaria (di cui 12 impegnati sulle 5 ambulanze messe a disposizione da alcune delle stesse associazioni), mentre saranno 8 gli operatori dell’Ufficio di Protezione Civile impegnati per tutta la durata dell’evento (con una unità distaccata al Centro di Coordinamento Soccorso della sala operativa della Prefettura). Il Libero Consorzio, oltre a garantire il servizio logistico, metterà a disposizione la postazione mobile.

Le associazioni di volontariato presenti nella giornata di domenica 4 ottobre sono: I Falchi di Palma di Montechiaro, Finanzieri d’Italia di Agrigento, Giubbe d’Italia di S. Elisabetta, GISE di Agrigento, Gruppo Comunale di Palma di Montechiaro, Giubbe d’Italia di Aragona, AEOP di Ribera, I Grifoni di Favara, Croce d’oro di Porto Empedocle, Croce Rossa di Agrigento, Emergency Life di Porto Empedocle e Vigili del Fuoco in congedo di Naro.

I fratelli F.M. e G.M. nel 2004 avevano rilasciato in favore della società Tamoil un’opzione di locazione relativa ai terreni di loro proprietà siti a Sciacca, nella via Verona, ove la società intendeva trasferire un preesistente impianto carburanti.
In forza dell’originario atto di impegno la società Tamoil nel 2015 chiedeva pertanto al comune di Sciacca la necessaria concessione edilizia.
Con Decreto Dirigenziale dell’Assessorato regionale Industria Sicilia del 2006, veniva autorizzata la realizzazione del suddetto impianto nella via Verona e venivano rilasciati alla Tamoil taluni pareri (tra i quali quello di conformità urbanistica) propedeutici all’ottenimento della concessione edilizia.
La società Tamoil procedeva, quindi, a versare gli oneri di urbanizzazione.
Ma, contrariamente alle aspettative nutrite dalla Tamoil, il Comune revocava, sempre nel 2006, il parere di compatibilità urbanistica del sito individuato dalla società Tamoil in via Verona, così interrompendo l’iter per l’ottenimento della concessione edilizia.
Iniziava così un lungo iter processuale che si concludeva con l’annullamento degli atti con i quali il Comune di Sciacca aveva, di fatto, per anni precluso alla ditta Tamoil di realizzare il suddetto impianto.
I fratelli F.M e G.M., una volta accertata in sede giurisdizionale l’illegittimità degli atti adottati dal Comune di Sciacca, hanno chiesto con il patrocinio degli avv.ti Girolamo Rubino e Giuseppe Impiduglia, il risarcimento del danno subito.
In particolare, gli avvocati Rubino e Impiduglia hanno sostenuto che i fratelli F.M. e G.M. avessero subito un ingente danno per effetto degli atti e della condotta tenuta dal Comune di Sciacca, il quale si è ostinato per anni ad impedire, ritardare ed ostacolare la realizzazione del più volte citato impianto di carburanti nonostante le diverse pronunce rese sulla vicenda dagli organi giurisdizionali.
Il CGA – Presidente dott.ssa Rosanna De Nictolis, Relatore Avv.  Antonino Caleca – ,condividendo le censure degli avv.ti Girolamo Rubino e Giuseppe Impiduglia,  ha accertato la “colpa grave” del Comune di Sciacca che, con la propria illegittima condotta, ha “indubbiamente scoraggiato l’investimento e l’attuazione della concessione”.
In particolare, con la suddetta sentenza, il Comune di Sciacca è stato condannato a risarcire il danno cagionato ai ricorrenti oltre rivalutazione e interessi dal giorno della domanda e fino alla data del pagamento”
Il Comune di Sciacca è stato condannato anche al rimborso delle spese legali liquidate in euro liquidate in euro 2.000, oltre accessori di legge.

Per consentire alla cittadinanza di donare con generosità il proprio sangue  l’A.D.A.S., effettuerà due raccolte, domenica 04 Ottobre saremo a Favara in Piazza Cavour  dalle ore 8.00 alle 12.00 ed a Naro in Piazza Sant’Agostino presso la Casa dei Contemplattivi dalle ore 8.00 alle 12.00.

A tutti i donatori saranno inviate a cura della stessa associazione le analisi cliniche  effettuate in occasione della donazione.

«Non sto bene, datemi un bicchiere d’acqua». Neanche il tempo di soccorrerlo che si è accasciato al suolo ed è morto. Un docente del Liceo Giuseppe Mazzini di Vittoria, 50 anni, durante la sua ora di lezione, si è improvvisamente sentito male ed è morto sotto lo sguardo impietrito dei suoi studenti. Inutile l’intervento dei sanitari del 118 che hanno tentato di rianimare il docente, ma non c’è stato nulla da fare. Sotto shock gli alunni che hanno assistito alla morte del loro professore.

Nessuna iniziativa pubblica venerdì sera per chiudere la mia campagna elettorale. Ho deciso di rinunciare all’incontro programmato perché, da medico del dipartimento di Prevenzione, ritengo la salute prioritaria rispetto a tutto il resto. E la situazione di questi giorni in Sicilia e anche nella nostra provincia, ci inducono a una riflessione sulle iniziative da adottare, soprattutto quelle che prevedono la partecipazione di tante persone. Un rischio confermato anche dall’ordinanza n.36 del 27 settembre scorso del Governatore della Sicilia, che reintroduce nuove restrizioni allo svolgimento della vita pubblica sull’isola per evitare il diffondersi del contagio. Così ho deciso che anche noi non faremo nessuna iniziativa. Invitiamo anche tutti gli agrigentini a evitare riunioni di tante persone e a portare sempre la mascherina, evitare il contatto fisico e a lavarsi spesso le mani. Ricordiamoci che il Coronavirus è ancora molto diffuso anche da noi.

“In Sicilia, la continuità territoriale non è più un miraggio. Dal 1 novembre, infatti, il nostro Governo ha finalmente attivato questa agevolazione per i cittadini dell’isola che così potranno spostarsi verso Roma, Milano, Napoli e altre città italiane a tariffe agevolate.

Lo avevamo promesso e lo abbiamo fatto. Siamo riusciti a far valere la continuità territoriale anche per la Sicilia, riconoscendo il diritto alla mobilità per noi siciliani che non saremo più considerati cittadini di serie B: abbiamo vissuto per troppi anni una condizione oggettiva di svantaggio, dovendo spesso pagare prezzi carissimi per poterci spostare utilizzando il trasporto aereo.

In particolare da novembre, dall’aeroporto di Comiso, per la tratta Roma Fiumicino si potrà viaggiare con 38,00 euro più iva e per Milano Linate con 50 euro più iva.

A breve si aggiungerà anche l’aeroporto di Trapani per i voli diretti a Napoli, Parma, Ancona, Perugia e Brindisi, mentre nei prossimi mesi questi voli calmierati saranno previsti anche dagli scali di Palermo e Catania.

Si tratta di un risultato storico atteso dai siciliani, che permetterà il riscatto e il rilancio di tutto il territorio”.

Così in una nota la deputata catanese del MoVimento 5 Stelle Maria Laura Paxia.

Nel tardo pomeriggio di ieri, in Canicattì, durante l’ordinario servizio di controllo del territorio, personale della volante di quel commissariato interveniva in una via del centro cittadino, presso l’abitazione in cui era stato segnalato un giovane che stava tentando di suicidarsi.

Gli operatori richiamati dalle grida dei congiunti, immediatamente, si portavano presso l’abitazione segnalata ed entrati notavano  che tutti i componenti della famiglia erano minacciati dal ragazzo che esternava la volontà di suicidarsi lanciandosi dal balcone del terzo piano qualora questi avessero chiamato i soccorsi.

Alla vista degli operatori, il giovane con un repentino scatto, si dirigeva verso una porta/finestra e tentava di lanciarsi nel vuoto, la prontezza degli agenti consentiva di afferrarlo e  bloccarlo a terra e ritrarlo all’interno dell’abitazione, ma qui nuovamente, il ragazzo si aggrappava alla corda dell’avvolgibile e  tentava di soffocarsi.

Ancora una volta, la rapidità degli uomini della volante scongiurava il peggio. Il giovane che soffre di disturbi psichici, con l’ausilio di personale sanitario veniva accompagnato all’ospedale di Canicattì per le cure del caso.